Associazione Sportiva Roma 2012-2013

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

1leftarrow blue.svgVoce principale: Associazione Sportiva Roma.

AS Roma
Rosi, Tachtisidis, Taddei, Bradley, Pjanić, Burdisso, Lopez.jpg
Una parte della formazione giallorossa scesa in campo nell'amichevole contro il Liverpool, disputata al Fenway Park di Boston all'inizio della stagione.
Stagione 2012-2013
AllenatoreRep. Ceca Zdeněk Zeman (fino al 02-02-13)
Italia Aurelio Andreazzoli
All. in secondaItalia Vincenzo Cangelosi (sostituito da)
Italia Roberto Muzzi
PresidenteStati Uniti James Pallotta
Serie A
Coppa ItaliaFinalista
Miglior marcatoreCampionato: Osvaldo (16)
Totale: Osvaldo (17)
Maggior numero di spettatori54.981 vs Juventus (16 febbraio 2013)
Minor numero di spettatori9.769 vs Atalanta (11 dicembre 2012)

Questa voce raccoglie le informazioni riguardanti l'Associazione Sportiva Roma nelle competizioni ufficiali della stagione 2012-2013.

Stagione[modifica | modifica wikitesto]

La stagione 2012-2013 è l'80ª stagione in Serie A della Roma e la 84ª nel campionato di massima serie italiano.[1]

Il primo impegno di campionato per la Roma finisce 2-2 contro il Catania con gli ospiti che vanno in vantaggio al 29' con Marchese. Pareggia con un gol in rovesciata Osvaldo al 59', ma dopo 10 minuti tornano in vantaggio i rosso-azzurri con Gómez. Nei minuti di recupero Nicolás López pareggia nuovamente, segnando all'esordio. Nella seconda giornata allo Stadio Giuseppe Meazza, la Roma affronta l'Inter e vince per 3-1 grazie alle reti di Florenzi, Osvaldo e Marquinho. Il 23 settembre in vantaggio di 2 reti a 0 contro il Bologna, si fa rimontare e perde per 2-3 in casa. Una settimana più tardi vince a tavolino contro il Cagliari, dopo che la partita non è stata disputata per problemi di ordine pubblico. Dopo la vittoria a tavolino a Cagliari, nelle successive 3 partite la Roma conquista 1 vittoria contro l'Atalanta (2-0), 1 pareggio contro la Sampdoria (1-1) e una sconfitta contro la Juventus (4-1). Il 21 ottobre allo Stadio Marassi contro il Genoa sotto di due reti, riesce a vincere per 4-2 grazie alle reti di Totti, Lamela e una doppietta di Osvaldo. Intanto in Coppa Italia, l'unica competizione che gioca la Roma oltre al campionato, riesce a passare gli ottavi di finale vincendo contro l'Atalanta per 3-0, e i quarti di finale riuscendo a vincere contro la Fiorentina (0-1) ai tempi supplementari grazie a un gol di Mattia Destro.

Il tecnico boemo Zdeněk Zeman, reduce dalla vittoria del campionato cadetto col Pescara, ritorna a sedersi sulla panchina della Roma a distanza di 13 anni dalla precedente esperienza in giallorosso.

Dopo la vittoria in rimonta contro il Genoa la squadra di Zeman sembra in netta ripresa per tornare a sperare nella qualificazione in Champions League, lo testimoniano vittorie come quelle contro Fiorentina e Milan, entrambe terminate 4-2 a favore della squadra capitolina. Ciò nonostante arrivano sconfitte nel derby contro la Lazio (3-2), contro il Napoli (4-1), contro il Chievo (1-0) e contro Udinese e Parma, entrambe terminate 3-2, in rimonta.

Dopo questo periodo che sembra poter rimettere la squadra in corsa per il 3º posto, il girone di ritorno comincia molto male, infatti nelle prime 4 partite la squadra romana conquista solo 2 punti contro Inter (1-1) e Bologna (3-3) e 2 sconfitte contro Catania (1-0) e Cagliari (2-4). Questi scarsi risultati portano la squadra di Zeman all'8º posto in classifica con 34 punti. Il 2 febbraio 2013 la società, visti gli scarsi risultati della Roma, decide di esonerare l'allenatore boemo che viene sostituito da Aurelio Andreazzoli, che era stato il vice di Luciano Spalletti dal 2005 al 2009.

La situazione continua a peggiorare anche dopo la prima partita da tecnico di Andrezzoli persa contro la Sampdoria (3-1), con Osvaldo che sbaglia un rigore (il giocatore sarà molto contestato dai tifosi in quanto considerato "usurpatore" del rigorista ufficiale della squadra, Totti[2]). Questa sconfitta costa alla squadra capitolina la perdita di un'altra posizione in classifica per mano dell'Udinese, che invece trionfa contro il Torino 1-0, scendendo così al 9º posto in classifica a 10 punti dal 3º posto e a 6 punti dal 5º posto, che permette l'accesso ai preliminari dell'Europa League. La gara successiva il 16 febbraio arriva la prima vittoria della gestione Andreazzoli e del 2013, contro la Juventus prima in classifica (1-0), grazie a un gol di Francesco Totti; con questa vittoria la Roma ritorna a battere la Juventus dopo 3 anni (l'ultima vittoria risaliva al 2010, quando finì 2-1 per i giallorossi). Arrivano altre due vittorie di fila, sotto la neve a Bergamo contro l'Atalanta per 2-3 (goal di Marquinho, Miralem Pjanić e Vasilīs Torosidīs), e contro il Genoa per 3-1.

Il neoacquisto Mattia Destro, capocannoniere della Coppa Italia 2012-2013 con 5 gol.

In questa partita Totti segna su rigore il 225º goal in Serie A, raggiungendo Gunnar Nordahl al secondo posto della classifica dei marcatori della Serie A. Gli altri goal sono del giovane Alessio Romagnoli e di Simone Perrotta. Si ha poi, dopo le insoddisfacenti prestazioni di Udine e di Palermo che portano rispettivamente a un pareggio e a una sconfitta i giallorossi, intercalate comunque dalla vittoria in casa per 2-0 sul Parma, il pareggio nel derby con i cugini laziali (risultato che non si registrava dall'aprile 2007 quando la partita terminò per 0-0). Continua poi la striscia positiva del girone di ritorno con la vittoria per 2-1 a Torino con i granata, il pessimo pareggio in casa con il Pescara e lo splendido poker all'Olimpico sul Siena con 3 reti di Osvaldo e 1 di Lamela che raggiungono entrambi quota 15 in campionato.

Il 18 aprile, inoltre, la formazione capitolina, forte del successo a fine gennaio per 2-1 in casa, giocano la semifinale di ritorno di Coppa Italia con l'Inter di Stramaccioni, imponendosi, dopo un primo tempo blando, per 3-2 e conquistandosi la finale il 26 maggio alle ore 18 proprio contro i cugini laziali; la vittoria è soprattutto merito della doppietta di Mattia Destro, che si conferma capocannoniere della competizione con cinque reti in quattro partite. La formazione capitolina si porta poi a -3 punti dal quarto posto e quindi dall'Europa sicura con la difficile vittoria al 92' al Franchi contro la Fiorentina grazie allo stacco di testa di Osvaldo, che raggiunge quota 4 gol in 2 partite. La formazione capitolina però spreca tutto perdendo contro il Chievo, che così mantiene la partecipazione in Serie A, e pareggiando con il Milan: in entrambe le partite la prestazione offerta è mediocre. La formazione giallorossa conclude la propria stagione battendo 2-1 il Napoli: di Marquinho e di Mattia Destro (sesta rete stagionale per lui) i gol. La posizione finale della Roma in campionato è il 6º posto con 62 punti, un punto sopra ai rivali della Lazio, i quali tuttavia sconfiggono i giallorossi per 1-0 nella finale di Coppa Italia, impedendo così alla Lupa di qualificarsi per l'Europa League.

Maglie e sponsor[modifica | modifica wikitesto]

Lo sponsor tecnico è Kappa, mentre lo sponsor ufficiale è Wind. La prima divisa è costituita da maglia rossa con bordi manica e colletto gialli, pantaloncini bianchi e calzettoni rossi bordati di giallo. In trasferta i Lupi usano una costituita da maglia bianca il "lupetto" di Piero Gratton al posto dello stemma societario con bordi manica e colletto giallorossi, pantaloncini bianchi, calzettoni bianchi. La terza divisa è una versione con il nero al posto del bianco della away. I portieri usano tre divise: una nera, una verde, una grigia, tutte con dettagli giallorossi.[3]

Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
Calzettoni
Casa
Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Pantaloncini
Calzettoni
Calzettoni
Trasferta
Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Pantaloncini
Calzettoni
Calzettoni
Terza
Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Pantaloncini
Calzettoni
Calzettoni
1ª Portiere
Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Pantaloncini
Calzettoni
Calzettoni
2ª Portiere
Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Pantaloncini
Calzettoni
Calzettoni
3ª Portiere

Organigramma societario[modifica | modifica wikitesto]

Di seguito l'organigramma societario.

Area direttiva

Area tecnica[4]

  • Allenatore: Zdeněk Zeman poi Aurelio Andreazzoli
  • Allenatore in seconda: Vincenzo Cangelosi poi Roberto Muzzi
  • Collaboratori tecnici: Giacomo Modica, Aurelio Andreazzoli (Fino al 2/2/2013)
  • Preparatori atletici: Roberto Ferola (Fino al 2/2/2013), Vito Scala
  • Preparatore dei portieri: Guido Nanni
  • Team manager: Salvatore Scaglia

Area sanitaria

  • Coordinatore dello staff sanitario: Michele Gemignani
  • Responsabile dello staff sanitario: Francesco Colautti
  • Medico sociale della prima squadra: Alessandro Fioretti
  • Recupero degli infortunati: Luca Franceschi, Francesco Chinnici
  • Fisioterapisti: Alessandro Cardini, Marco Ferrelli, Valerio Flammini, Umberto Mei, Damiano Stefanini

Rosa[modifica | modifica wikitesto]

La formazione tipo della Roma nella stagione 2012-13[5]

Di seguito la rosa.[6]

N. Ruolo Giocatore
1 Romania P Bogdan Lobonț
3 Brasile D Marquinhos
4 Stati Uniti C Michael Bradley
5 Brasile D Leandro Castán
7 Brasile C Marquinho
8 Argentina A Erik Lamela
9 Italia A Pablo Osvaldo
10 Italia A Francesco Totti (Capitano)
11 Brasile C Rodrigo Taddei
13 Uruguay P Mauro Goicoechea
15 Bosnia ed Erzegovina C Miralem Pjanić
16 Italia C Daniele De Rossi (Vice capitano)
17 Uruguay A Nico Lopez
19 Italia D Luca Antei [7]
20 Italia C Simone Perrotta
N. Ruolo Giocatore
22 Italia A Mattia Destro
23 Paraguay D Iván Piris
24 Paesi Bassi P Maarten Stekelenburg
26 Costa d'Avorio A Gadji Tallo [7]
27 Brasile D Dodô
29 Argentina D Nicolás Burdisso
35 Grecia D Vasilīs Torosidīs
42 Italia D Federico Balzaretti
43 Francia D Loïc Nego [7]
46 Italia D Alessio Romagnoli
47 Brasile C Jonathan Lucca
48 Italia C Alessandro Florenzi
55 Lituania P Tomas Švedkauskas
77 Grecia C Panagiōtīs Tachtsidīs

Calciomercato[modifica | modifica wikitesto]

Di seguito il calciomercato.[6]

Sessione estiva (dall'1/7 al 31/8)[modifica | modifica wikitesto]

Il secondo anno della Roma targata USA sul mercato parte con l'addio del tecnico Luis Enrique, sostituito dal ceco Zdeněk Zeman.

Partono Juan, José Ángel, Gianluca Curci, Fábio Simplício, Leandro Greco e Cicinho. Inoltre viene ceduto al Liverpool l'attaccante Fabio Borini

Mattia Destro diventa invece giallorosso: il cartellino è per metà del Genoa e metà del Siena. Inoltre arrivano il mediano greco Panagiōtīs Tachtsidīs, il centrocampista statunitense Michael Bradley e i brasiliani Dodò, Castán e Marquinhos (in prestito con diritto di riscatto); viene inoltre riscattato Alessandro Florenzi. Completano la squadra il paraguaiano Iván Piris e Federico Balzaretti dal Palermo. Il 7 agosto la Roma e Aleandro Rosi decidono in modo consensuale di rescindere il contratto, e due giorni dopo anche David Pizarro rescinde il suo contratto. Il 10 agosto rescinde il contratto anche Gabriel Heinze dopo solo un anno in maglia giallorossa. Il 29 agosto viene ceduto a titolo temporaneo l'attaccante ex-Barcelona Bojan Krkić al Milan.[8]

Acquisti
R. Nome da Modalità
P Mauro Goicoechea Danubio prestito (0,1 mln €)
P Júlio Sérgio Lecce fine prestito
P Alex Pena Dinamo Bucarest fine prestito
P Tomas Švedkauskas Sūduva definitivo (0,250 milioni €)
D Vitorino Antunes Paniōnios fine prestito
D Federico Balzaretti Palermo definitivo (4,5 milioni €)
D Leandro Castán Corinthians definitivo (5 milioni €)
D Dodò Corinthians svincolato
D Paolo Frascatore Benevento prestito
D Alessandro Malomo AlbinoLeffe partecipazione (0,1 milioni €)
D Marquinhos Corinthians prestito (1,5 milioni €)
D Sebastian Mladen Târgoviște prestito
D Iván Piris San Paolo prestito (1 milione €)
C Andrea Bertolacci Lecce fine prestito
C Michael Bradley Chievo definitivo (3,750 milioni €)
C Matteo Brighi Atalanta fine prestito
C Marco D'Alessandro Verona prestito
C Alessandro Florenzi Crotone definitivo (1,250 milioni €)
C Stefano Guberti Torino fine prestito
C Jonatan Lucca Internacional definitivo (0,7 milioni €)
C Marquinho Fluminense riscatto (3,5 milioni €)
C David Pizarro Manchester City fine prestito
C Adrian Stoian Bari riscatto (1 milione €)
C Panagiōtīs Tachtsidīs Genoa partecipazione (2,5 milione €)
A Fabio Borini Parma definitivo (5,3 milioni €)
A Marco Borriello Juventus fine prestito
A Mattia Destro Genoa prestito (11,5 milioni €)
A Stefano Okaka Parma fine prestito
A Gadji Tallo Chievo riscatto (1,0 milione €)
Cessioni
R. Nome a Modalità
P Gianluca Curci Bologna prestito
P Alex Pena Bari definitivo
P Mirko Pigliacelli Parma definitivo
D Vitorino Antunes Paços de Ferreira svincolato
D Marco Cassetti Udinese svincolato
D Alessandro Crescenzi Pescara prestito (0,2 milioni €)
D Cicinho Sport Recife svincolato
D Paolo Frascatore Sassuolo prestito
D Gabriel Heinze Newell's Old Boys svincolato
D José Ángel Real Sociedad prestito
D Juan Internacional svincolato
D Alessandro Malomo Prato prestito
D Simon Kjær Wolfsburg fine prestito
D Sebastian Mladen Viitorul Costanza prestito
D Aleandro Rosi Parma svincolato
C Ahmed Barusso Genoa svincolato
C Andrea Bertolacci Genoa partecipazione (1,2 milioni €)
C Matteo Brighi Torino prestito
C Marco D'Alessandro Cesena prestito
C Fernando Gago Real Madrid fine prestito
C Leandro Greco Olympiakos definitivo (0,850 milioni €)
C Stefano Pettinari Crotone partecipazione
C David Pizarro Fiorentina svincolato
C Fábio Simplício Cerezo Osaka svincolato
C Adrian Stoian Chievo partecipazione
C Valerio Verre Genoa partecipazione (1,5 milioni €)
C Federico Viviani Padova prestito
A Mattia Montini Benevento partecipazione
A Fabio Borini Liverpool definitivo (13,3 milioni €)
A Marco Borriello Genoa prestito (0,250 milioni €)
A Gianluca Caprari Pescara partecipazione (1,2 milioni €)
A Stefano Okaka Parma definitivo
A Giammario Piscitella Genoa partecipazione (1,5 milioni €)
A Bojan Krkić Milan prestito (0,250 milioni €)

Sessione invernale (dal 3/1 al 31/1)[modifica | modifica wikitesto]

Acquisti
R. Nome da Modalità
D Marquinhos Corinthians riscatto prestito (3 milioni €)
D Vasilīs Torosidīs Olympiakos definitivo (0,4 milioni €)
Cessioni
R. Nome a Modalità
D Luca Antei Sassuolo prestito
D Alessandro Crescenzi Novara prestito
D Loïc Nego Standard Liegi prestito
A Filippo Scardina Poggibonsi prestito
A Gadji Tallo Bari prestito

Risultati[modifica | modifica wikitesto]

Serie A[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Serie A 2012-2013.

Girone di andata[modifica | modifica wikitesto]

Roma
26 agosto 2012, ore 20:45 CEST
1ª giornata
Roma2 – 2
referto
CataniaStadio Olimpico (Roma) (45.000 spett.)
Arbitro:  De Marco (Chiavari)

Milano
2 settembre 2012, ore 20:45 CEST
2ª giornata
Inter1 – 3
referto
RomaStadio Giuseppe Meazza (43.435 spett.)
Arbitro:  Bergonzi (Genova)

Roma
16 settembre 2012, ore 15:00 CEST
3ª giornata
Roma2 – 3
referto
BolognaStadio Olimpico (Roma) (44.494 spett.)
Arbitro:  Guida (Torre Annunziata)

Quartu Sant'Elena
23 settembre 2012, ore 15:00 CEST
4ª giornata
Cagliari0 – 3 (tav)
referto
RomaStadio Is Arenas
Arbitro:  Giannoccaro (Lecce)

Roma
26 settembre 2012, ore 20:45 CEST
5ª giornata
Roma1 – 1
referto
SampdoriaStadio Olimpico (Roma) (37.125 spett.)
Arbitro:  Mazzoleni (Bergamo)

Torino
29 settembre 2012, ore 20:45 CEST
6ª giornata
Juventus4 – 1
referto
RomaJuventus Stadium (39.221 spett.)
Arbitro:  Rizzoli (Bologna)

Roma
7 ottobre 2012, ore 12:30 CEST
7ª giornata
Roma2 – 0
referto
AtalantaStadio Olimpico (Roma) (40.155 spett.)
Arbitro:  Banti (Livorno)

Genova
21 ottobre 2012, ore 20:45 CEST
8ª giornata
Genoa2 – 4
referto
RomaStadio Luigi Ferraris (19.254 spett.)
Arbitro:  Orsato (Schio)

Roma
28 ottobre 2012, ore 20:45 CET
9ª giornata
Roma2 – 3
referto
UdineseStadio Olimpico (Roma) (36.470 spett.)
Arbitro:  Massa (Imperia)

Parma
31 ottobre 2012, ore 20:45 CET
10ª giornata
Parma3 – 2
referto
RomaStadio Ennio Tardini (12.077 spett.)
Arbitro:  Damato (Barletta)

Roma
4 novembre 2012, ore 20:45 CET
11ª giornata
Roma4 – 1
referto
PalermoStadio Olimpico (Roma) (30.598 spett.)
Arbitro:  De Marco (Chiavari)

Roma
11 novembre 2012, ore 15:00 CET
12ª giornata
Lazio3 – 2
referto
RomaStadio Olimpico (Roma) (51.461 spett.)
Arbitro:  Rocchi (Firenze)

Roma
19 novembre 2012, ore 20:45 CET
13ª giornata
Roma2 – 0
referto
TorinoStadio Olimpico (Roma) (34.011 spett.)
Arbitro:  Guida (Torre Annunziata)

Pescara
25 novembre 2012, ore 15:00 CET
14ª giornata
Pescara0 – 1
referto
RomaStadio Adriatico (13.445 spett.)
Arbitro:  Gervasoni (Mantova)

Siena
2 dicembre 2012, ore 15:00 CET
15ª giornata
Siena1 – 3
referto
RomaStadio Artemio Franchi (10.291 spett.)
Arbitro:  Mazzoleni (Bergamo)

Roma
8 dicembre 2012, ore 20:45 CET
16ª giornata
Roma4 – 2
referto
FiorentinaStadio Olimpico (Roma) (41.689 spett.)
Arbitro:  Banti (Livorno)

Verona
16 dicembre 2012, ore 15:00 CET
17ª giornata
Chievo1 – 0
referto
RomaStadio Marcantonio Bentegodi (12.000 spett.)
Arbitro:  Bergonzi (Genova)

Roma
22 dicembre 2012, ore 20:45 CET
18ª giornata
Roma4 – 2
referto
MilanStadio Olimpico (Roma) (50.746 spett.)
Arbitro:  Rocchi (Firenze)

Napoli
6 gennaio 2013, ore 20:45 CET
19ª giornata
Napoli4 – 1
referto
RomaStadio San Paolo (42.091 spett.)
Arbitro:  Tagliavento (Terni)

Girone di ritorno[modifica | modifica wikitesto]

Catania
13 gennaio 2013, ore 15:00 CET
20ª giornata
Catania1 – 0
referto
RomaStadio Angelo Massimino (13.614 spett.)
Arbitro:  Damato (Barletta)

Roma
20 gennaio 2013, ore 20:45 CET
21ª giornata
Roma1 – 1
referto
InterStadio Olimpico (Roma) (42.052 spett.)
Arbitro:  Orsato (Schio)

Bologna
27 gennaio 2013, ore 12:30 CET
22ª giornata
Bologna3 – 3
referto
RomaStadio Renato Dall'Ara (19.054 spett.)
Arbitro:  Giannoccaro (Lecce)

Roma
1º febbraio 2013, ore 20:45 CET
23ª giornata
Roma2 – 4
referto
CagliariStadio Olimpico (Roma) (32.820 spett.)
Arbitro:  Romeo (Verona)

Genova
10 febbraio 2013, ore 15:00 CET
24ª giornata
Sampdoria3 – 1
referto
RomaStadio Luigi Ferraris (22.822 spett.)
Arbitro:  Celi (Bari)

Roma
16 febbraio 2013, ore 20:45 CET
25ª giornata
Roma1 – 0
referto
JuventusStadio Olimpico (Roma) (54.981 spett.)
Arbitro:  Rocchi (Firenze)

Bergamo
24 febbraio 2013, ore 15:00 CET
26ª giornata
Atalanta2 – 3
referto
RomaStadio Atleti Azzurri d'Italia (12.160 spett.)
Arbitro:  De Marco (Chiavari)

Roma
3 marzo 2013, ore 20:45 CET
27ª giornata
Roma3 – 1
referto
GenoaStadio Olimpico (Roma) (35.568 spett.)
Arbitro:  Gervasoni (Mantova)

Udine
9 marzo 2013, ore 20:45 CET
28ª giornata
Udinese1 – 1
referto
RomaStadio Friuli (10.780 spett.)
Arbitro:  Guida (Torre Annunziata)

Roma
17 marzo 2013, ore 20:45 CET
29ª giornata
Roma2 – 0
referto
ParmaStadio Olimpico (Roma) (34.667 spett.)
Arbitro:  Russo (Nola)

Palermo
30 marzo 2013, ore 15:00 CET
30ª giornata
Palermo2 – 0
referto
RomaStadio Renzo Barbera (15.436 spett.)
Arbitro:  Calvarese (Teramo)

Roma
8 aprile 2013, ore 20:45 CEST
31ª giornata
Roma1 – 1
referto
LazioStadio Olimpico (Roma) (52.326 spett.)
Arbitro:  Mazzoleni (Bergamo)

Torino
14 aprile 2013, ore 15:00 CEST
32ª giornata
Torino1 – 2
referto
RomaStadio Olimpico (Torino) (17.129 spett.)
Arbitro:  Romeo (Verona)

Roma
21 aprile 2013, ore 15:00 CEST
33ª giornata
Roma1 – 1
referto
PescaraStadio Olimpico (Roma) (42.273 spett.)
Arbitro:  Massa (Imperia)

Roma
28 aprile 2013, ore 15:00 CEST
34ª giornata
Roma4 – 0
referto
SienaStadio Olimpico (Roma) (41.949 spett.)
Arbitro:  Russo (Nola)

Firenze
4 maggio 2013, ore 20:45 CEST
35ª giornata
Fiorentina0 – 1
referto
RomaStadio Artemio Franchi (33.399 spett.)
Arbitro:  Mazzoleni (Bergamo)

Roma
7 maggio 2013, ore 20:45 CEST
36ª giornata
Roma0 – 1
referto
ChievoStadio Olimpico (Roma) (34.620 spett.)
Arbitro:  Peruzzo (Schio)

Milano
12 maggio 2013, ore 20:45 CEST
37ª giornata
Milan0 – 0
referto
RomaStadio Giuseppe Meazza (50.983 spett.)
Arbitro:  Rocchi (Firenze)

Roma
19 maggio 2013, ore 20:45 CEST
38ª giornata
Roma2 – 1
referto
NapoliStadio Olimpico (Roma) (32.454 spett.)
Arbitro:  Banti (Livorno)

Coppa Italia[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Coppa Italia 2012-2013.
Roma
11 dicembre 2012, ore 21:00 CET
Ottavi di finale
Roma3 – 0
referto
AtalantaStadio Olimpico (Roma) (9.769 spett.)
Arbitro:  Russo (Nola)

Firenze
16 gennaio 2013, ore 21:00 CET
Quarti di finale
Fiorentina0 – 1
(d.t.s.)
referto
RomaStadio Artemio Franchi (18.094 spett.)
Arbitro:  Rizzoli (Bologna)

Roma
23 gennaio 2013, ore 20:45 CET
Semifinali - Andata
Roma2 – 1
referto
InterStadio Olimpico (Roma) (28.415 spett.)
Arbitro:  De Marco (Chiavari)

Milano
17 aprile 2013, ore 20:45 CEST
Semifinali - Ritorno
Inter2 – 3
referto
RomaStadio Giuseppe Meazza (52.634 spett.)
Arbitro:  Bergonzi (Genova)

Roma
26 maggio 2013, ore 18:00 CEST
Finale
Roma0 – 1
referto
LazioStadio Olimpico (55.000 spett.)
Arbitro:  Orsato (Schio)

Statistiche[modifica | modifica wikitesto]

Statistiche di squadra[modifica | modifica wikitesto]

Di seguito le statistiche di squadra.

Competizione Punti In casa In trasferta Totale DR
G V N P Gf Gs G V N P Gf Gs G V N P Gf Gs
Scudetto.svg Serie A 62 19 10 5 4 40 24 19 8 3 8 31 32 38 18 8 12 71 56 +15
Coccarda Coppa Italia.svg Coppa Italia - 3 2 0 1 5 2 2 2 0 0 4 2 5 4 0 1 9 4 +5
Totale - 21 12 5 5 45 26 21 10 3 8 35 34 43 22 8 13 80 60 +20

Andamento in campionato[modifica | modifica wikitesto]

Giornata 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38
Luogo C T C T C T C T C T C T C T T C T C T T C T C T C T C T C T C T C C T C T C
Risultato N V P V N P V V P P V P V V V V P V P P N N P P V V V N V P N V N V V P N V
Posizione 10 6 7 5 6 7 5 5 6 7 6 7 6 6 6 5 6 6 6 6 7 8 8 9 8 8 7 7 6 7 7 5 6 5 5 6 7 6

Fonte: Serie A – Classifiche, Sky Sport.
Legenda:
Luogo: C = Casa; T = Trasferta. Risultato: V = Vittoria; N = Pareggio; P = Sconfitta.

Giovanili[modifica | modifica wikitesto]

Organigramma societario[9][modifica | modifica wikitesto]

Area direttiva

  • Responsabile Settore Giovanile: B. Conti
  • Responsabile Segreteria: A. Bartolomei
  • Segreteria: D. Iannone e M. Robino Rizzet
  • Responsabile Sanitario: M. Gemignani
  • Coordinatore Sanitario: R. Del Vescovo
  • Fisioterapia Generale: F. Di Pilla, M. Di Giovanbattista e F. Laugeni
  • Recupero Infortunati e Consulente Scolastico: M. Ferrari
  • Osservatori: P. Arolchi, G. Barigelli, S. Palmieri, G. Pistillo, A. Strino e D. Zinfollino
  • Coordinatore Scuole Calcio Affiliate: B. Banal
  • Servizio Raccattapalle: G. Sadini e T. Chiarenza
  • Magazzinieri: A. Acone e V. Piergentili

Allievi Regionali

  • Allenatore: A.Rubinacci
  • Assistente Tecnico: A. D'Emilia
  • Preparatore Atletico: D. Granieri
  • Preparatore Portieri: G. Leonardi
  • Medico: F. Giurazza
  • Dirigente Accompagnatore: A. De Ciccio
  • Fisioterapia: M. Panzironi


Giovanissimi Provinciali 2000

  • Allenatore: M. Manfrè
  • Assistente Tecnico: A. Rizzo
  • Preparatore Atletico: M. Barbato
  • Preparatore Portieri: L. Cappelli
  • Dirigente Accompagnatore: M. Lauri
  • Fisioterapia: E. Mazzitello

Pulcini 2003

  • Allenatore: R. Rinaudo
  • Assistente Tecnico: M. Darretta
  • Preparatore Atletico: M. Barbato
  • Preparatore Portieri: L. Cappelli
  • Dirigente Accompagnatore: G. Frisoni
  • Fisioterapia: V. Tabolacci

Primavera

  • Allenatore: A. De Rossi
  • Assistente: Tecnico A. Toti
  • Preparatore Atletico: M. Chialastri
  • Preparatore Portieri: F. Valento
  • Dirigente Accompagnatore: G. Aprea
  • Medico: V. Izzo
  • Fisioterapia: R. Margutta
  • Dirigente add. all'arbitro: F. Cusano

Giovanissimi Nazionali 1998

  • Allenatore: F. Coppitelli
  • Assistente Tecnico: M. Canestro
  • Preparatore Atletico: C. Filetti
  • Preparatore Portieri: G. Leonardi
  • Dirigente Accompagnatore: R. Bifulco
  • Medico: V. Costa e R. Del Vescovo
  • Fisioterapia: M. Esposito
  • Dirigente add. all'arbitro: F. Trancanelli

Esordienti 2001

  • Allenatore: A. Mattei
  • Assistente Tecnico: M. Sciciola
  • Preparatore Atletico: M. Barbato
  • Preparatore Portieri: L. Cappelli
  • Dirigente Accompagnatore: M. Marzocca
  • Fisioterapia: G. Adamo

Allievi Nazionali 1996

  • Allenatore: S. Tovalieri
  • Assistente Tecnico: A. Ubodi
  • Preparatore Portieri: F. Valenti
  • Dirigente Accompagnatore: P. Santolini
  • Medico: D. Pagano
  • Fisioterapia: F. Taboro
  • Dirigente add. all'arbitro: C. Di Legge

Giovanissimi Regionali 1999

  • Allenatore: R. Muzzi
  • Assistente Tecnico: A. De Cillis
  • Preparatore Atletico: F. Bastianoni
  • Preparatore Portieri: G. Leonardi
  • Dirigente Accompagnatore: D. Lucia
  • Medico: R. Cazzato
  • Fisioterapia: A. Lacopo


Pulcini 2002

  • Allenatore: P. Donadio
  • Assistente Tecnico: G. Maini
  • Preparatore Atletico: M. Barbato
  • Preparatore Portieri: L. Cappelli
  • Dirigente Accompagnatore: E. Foschi
  • Fisioterapia: A. Lastoria

Piazzamenti[modifica | modifica wikitesto]

Primavera[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Almanacco Panini 2015, p. 638.
  2. ^ Roma, Osvaldo contestato a Trigoria. Pallotta: "Attaccate solo me...", La Gazzetta dello Sport, 12 febbraio 2013
  3. ^ Castellani, Ceci, de Conciliis, p. 248-250
  4. ^ Staff tecnico, asroma.it. URL consultato il 19 dicembre 2012.
  5. ^ Formazione tipo della stagione 2012-13 della Roma su almanaccogiallorosso.it
  6. ^ a b Rosa AS Roma - Saison 12/13, su transfermarkt.it. URL consultato il 15 aprile 2018.
  7. ^ a b c Ceduto nella sessione invernale di calciomercato
  8. ^ BOJAN KRKIC PEREZ Cessione a titolo temporaneo (PDF), asroma.it, 29 agosto 2012. URL consultato il 1º novembre 2012.
  9. ^ SETTORE GIOVANILE-ORGANIGRAMMA, su asroma.it. URL consultato il 16 dicembre 2012.
  10. ^ Sconfitta nei quarti di finale dall'Inter per 0-2.
  11. ^ Sconfitta in semifinale dal Napoli per un risultato complessivo di 1-3.
  12. ^ Sconfitta negli ottavi di finale dal Torino ai rigori 3-4.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Almanacco illustrato del calcio 2015, Modena, Edizioni Panini, 2015, ISBN 978-88-912-1454-6.
  • Paolo Castellani, Massimilano Ceci, Riccardo de Conciliis, La maglia che ci unisce. Storia delle divise dell'AS Roma dalla nascita ai giorni nostri (libro ufficiale AS Roma), Goalbook Edizioni, 2012, ISBN 978-88-908115-0-0.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]