Associazione Sportiva Roma 1948-1949

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

1leftarrow blue.svgVoce principale: Associazione Sportiva Roma.

AS Roma
AsRoma4849.jpg
Una formazione della Roma nel 1948-1949
Stagione 1948-1949
AllenatoreItalia Luigi Brunella
PresidenteItalia Pietro Baldassarre (fino al 19 giugno 1949)
Italia Pier Carlo Restagno (dal 20 giugno 1949)
Serie A14º posto
Maggiori presenzeCampionato: Dell'Innocenti (18)
Miglior marcatoreCampionato: Tontodonati (12)
StadioStadio Nazionale

Questa voce raccoglie le informazioni riguardanti l'Associazione Sportiva Roma nelle competizioni ufficiali della stagione 1948-1949.

Stagione[modifica | modifica wikitesto]

L'evento più significativo di questa annata è certamente la discussa cessione del cannoniere Amedeo Amadei all'Inter, resa necessaria dalla forte crisi finanziaria in cui la Roma si trova. Dopo aver sfiorato la retrocessione, con la squadra giunta al quattordicesimo posto in classifica, il presidente Pietro Baldassarre decide di dimettersi e a fine stagione gli subentra Pier Carlo Restagno.[1]

Il 20 marzo, durante lo svolgimento della 29ª giornata, nell'apprendere che la sua Roma sta perdendo, muore colpito da infarto Italo Foschi, primo storico presidente della squadra capitolina. In occasione della partita successiva con la Fiorentina la Roma si presenta col lutto al braccio.[1]

Maglie e sponsor[modifica | modifica wikitesto]

La divisa primaria è costituita da maglia rossa con collo a V giallo, pantaloncini bianchi, calze rosse bordate di giallo; in trasferta viene usata una maglia bianca con colletto a polo, pantaloncini bianchi e calzettoni rossi bordati di giallo. Viene usata in alcune occasioni un'altra divisa nelle trasferte, costituita da maglia verde con colletto e bordi manica giallorossi, pantaloncini bianchi e calze nere con banda giallorossa orizzontale. I portieri hanno due divise: una costituita da maglia grigia, calzoncini neri e calze rosse bordate di giallo, una formata da maglia grigia con colletto a polo giallorosso, pantaloncini azzurri e calze rosse bordate di giallo.[2]

Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
Calzettoni
Casa
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
Calzettoni
Trasferta
Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
Calzettoni
Terza divisa
Manica sinistra
Maglietta
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
Calzettoni
1ª div. portiere
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
Calzettoni
2ª div. portiere

Organigramma societario[modifica | modifica wikitesto]

Di seguito l'organigramma societario.[1]

Area direttiva
Area tecnica

Rosa[modifica | modifica wikitesto]

Di seguito la rosa.[1]

N. Ruolo Giocatore
Italia P Luigi Albani
Italia P Fosco Risorti
Italia D Sergio Andreoli (capitano)
Italia D Corrado Contin
Italia D Alessandro Ferri
Italia D Francesco Frasi[3]
Italia D Aldo Nardi[3]
Italia D Sandro Puppo
Italia C Gianfranco Dell'Innocenti
Italia C Oscar Lini
Italia C Tommaso Maestrelli
N. Ruolo Giocatore
Argentina C Vicente Di Paola
Argentina C José Valle
Italia C Arcadio Venturi
Ungheria C Gyula Zsengellér
Italia A Vittorio Cristini
Italia A Omero Losi
Italia A Ermanno Palmieri
Argentina A Bruno Pesaola
Romania A Florian Radu
Italia A Mario Tontodonati

Calciomercato[modifica | modifica wikitesto]

Di seguito il calciomercato.[1]

Acquisti
R. Nome da Modalità
P Luigi Albani Ostiense definitivo
D Alessandro Ferri Lazio definitivo
C Oscar Lini ? ?
C Tommaso Maestrelli Bari definitivo
C Arcadio Venturi Vignolese definitivo
A Vittorio Cristini Sora definitivo
A Ermanno Palmieri Civitavecchiese definitivo
A Florian Radu Rapid Bucarest definitivo
A Goffredo Stabellini Parma fine prestito
A Mario Tontodonati Bari definitivo
Cessioni
R. Nome a Modalità
P Cesare Francalancia - fine carriera
D Luigi Brunella - fine carriera
D Onofrio Fusco Atalanta definitivo
D Aldo Riva Cremonese definitivo
D Enrico Schiavetti - fine carriera
C Aldo Curti ? definitivo
C Paolo Jacobini Napoli definitivo
A Amedeo Amadei Inter definitivo[4]
A Stefano Ferrari Seregno definitivo
A Goffredo Stabellini Lecce definitivo
A Oliviero Zega Catania definitivo

Risultati[modifica | modifica wikitesto]

Campionato[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Serie A 1948-1949.

Girone di andata[modifica | modifica wikitesto]

Bologna
19 settembre 1948
1ª giornata
Bologna 1 – 2
referto
Roma Stadio Comunale (15.000 circa spett.)
Arbitro Marchetti (Milano)

Roma
26 settembre 1948, ore 16:00
2ª giornata
Roma 4 – 2
referto
Triestina Stadio Nazionale (29.000 circa spett.)
Arbitro Zilli (Reggio Emilia)

Torino
3 ottobre 1948, ore 15:30
3ª giornata
Torino 4 – 0 Roma Stadio Filadelfia (20.533 spett.)
Arbitro Galeati (Bologna)

Roma
10 ottobre 1948
4ª giornata
Roma 1 – 2 Milan Stadio Nazionale
Arbitro Canavesio (Torino)

Roma
17 ottobre 1948
5ª giornata
Roma 1 – 1 Lazio Stadio Nazionale
Arbitro Camiolo (Milano)

Bari
24 ottobre 1948
6ª giornata
Bari 0 – 4 Roma Stadio della Vittoria
Arbitro Pieri (Trieste)

Roma
31 ottobre 1948
7ª giornata
Roma 1 – 0 Genoa Stadio Nazionale
Arbitro Silvano (Torino)

Modena
4 novembre 1948
8ª giornata
Modena 2 – 2 Roma Stadio Comunale
Arbitro Boffardi (Genova)

Roma
7 novembre 1948
9ª giornata
Roma 4 – 0 Livorno Stadio Nazionale
Arbitro Poggipollini (Ferrara)

Roma
14 novembre 1948
10ª giornata
Roma 2 – 4 Sampdoria Stadio Nazionale
Arbitro Bellè (Venezia)

Firenze
21 novembre 1948
11ª giornata
Fiorentina 3 – 1 Roma Stadio Comunale
Arbitro Pieri (Trieste)

Roma
28 novembre 1948
12ª giornata
Roma 1 – 0 Inter Stadio Nazionale
Arbitro Agnolin (Bassano del Grappa)

Palermo
5 dicembre 1948
13ª giornata
Palermo 2 – 1 Roma Stadio La Favorita
Arbitro Silvano (Torino)

Roma
8 dicembre 1948
14ª giornata
Roma 0 – 2
referto
Padova Stadio Nazionale (13.000 circa spett.)
Arbitro Marchetti (Milano)

Roma
12 dicembre 1948
15ª giornata
Roma 4 – 1
referto
Novara Stadio Nazionale
Arbitro Longagnani (Modena)

Busto Arsizio
19 dicembre 1948
16ª giornata
Pro Patria 1 – 1 Roma Stadio Comunale
Arbitro Massai (Pisa)

Torino
26 dicembre 1948
17ª giornata
Juventus 0 – 0
referto
Roma Stadio Comunale (7.000 circa spett.)
Arbitro Scotto (Savona)

Roma
2 gennaio 1949
18ª giornata
Roma 1 – 0
referto
Atalanta Stadio Nazionale (18.000 circa spett.)
Arbitro Poggipollini (Ferrara)

Lucca
5 gennaio 1949
19ª giornata
Lucchese 5 – 1
referto
Roma Stadio Porta Elisa
Arbitro Camiolo (Milano)

Girone di ritorno[modifica | modifica wikitesto]

Roma
9 gennaio 1949
20ª giornata
Roma 1 – 1
referto
Bologna Stadio Nazionale (20.000 circa spett.)
Arbitro Cicardi (Lecco)

Trieste
16 gennaio 1949
21ª giornata
Triestina 2 – 0
referto
Roma Stadio Comunale (16.000 circa spett.)
Arbitro Galeati (Bologna)

Roma
23 gennaio 1949, ore 15:00
22ª giornata
Roma 1 – 2
referto
Torino Stadio Nazionale (32.000 circa spett.)
Arbitro Tassini (Verona)

Milano
30 gennaio 1949
23ª giornata
Milan 3 – 0
referto
Roma Stadio San Siro
Arbitro Pieri (Trieste)

Roma
6 febbraio 1949, ore 15:00
24ª giornata
Lazio 0 – 0
referto
Roma Stadio Nazionale (35.000 circa spett.)
Arbitro Bertolio (Torino)

Bari
13 febbraio 1949
25ª giornata
Roma 0 – 0
referto
Bari Stadio della Vittoria (18.000 circa spett.)
Arbitro Savio (Torino)

Genova
20 febbraio 1949
26ª giornata
Genoa 1 – 0
referto
Roma Stadio Luigi Ferraris (18.000 circa spett.)
Arbitro Canavesio (Torino)

Roma
6 marzo 1949
27ª giornata
Roma 2 – 1
referto
Modena Stadio Nazionale
Arbitro Silvano (Torino)

Livorno
13 marzo 1949
28ª giornata
Livorno 2 – 1
referto
Roma Stadio Comunale
Arbitro Pieri (Trieste)

Genova
20 marzo 1949
29ª giornata
Sampdoria 2 – 0
referto
Roma Stadio Luigi Ferraris (15.000 circa spett.)
Arbitro Corallo (Lecce)

Roma
3 aprile 1949
30ª giornata
Roma 1 – 1
referto
Fiorentina Stadio Nazionale
Arbitro Cicardi (Lecco)

Milano
10 aprile 1949
31ª giornata
Inter 1 – 0
referto
Roma Stadio San Siro (20.000 circa spett.)
Arbitro Scotto (Savona)

Roma
17 aprile 1949
32ª giornata
Roma 3 – 2
referto
Palermo Stadio Nazionale
Arbitro Valsecchi (Milano)

Padova
25 aprile 1949
33ª giornata
Padova 2 – 0
referto
Roma Stadio Silvio Appiani
Arbitro Massai (Pisa)

Novara
1º maggio 1949
34ª giornata
Novara 2 – 1
referto
Roma Stadio Comunale
Arbitro Galeati (Bologna)

Roma
8 maggio 1949
35ª giornata
Roma 3 – 1
referto
Pro Patria Stadio Nazionale
Arbitro Bellè (Venezia)

Roma
15 maggio 1949
36ª giornata
Roma 0 – 1
referto
Juventus Stadio Nazionale (28.000 circa spett.)
Arbitro Cicardi (Lecco)

Bergamo
29 maggio 1949
37ª giornata
Atalanta 3 – 0 Roma Stadio Comunale
Arbitro Bellè (Venezia)

Roma
5 giugno 1949
38ª giornata
Roma 3 – 0 Lucchese Stadio Nazionale
Arbitro Pieri (Trieste)

Statistiche[modifica | modifica wikitesto]

Statistiche di squadra[modifica | modifica wikitesto]

Di seguito le statistiche di squadra.[1]

Competizione Punti In casa In trasferta Totale DR
G V N P Gf Gs G V N P Gf Gs G V N P Gf Gs
Scudetto.svg Serie A 32 19 10 4 5 33 21 19 2 4 13 14 36 38 12 8 18 47 57 -10
Totale - 19 10 4 5 33 21 19 2 4 13 14 36 38 12 8 18 47 57 -10

Andamento in campionato[modifica | modifica wikitesto]

Giornata 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38
Luogo T C T C C T C T C C T C T C C T T C T C T C T T C T C T T C T C T T C C T C
Risultato V V P P N V V N V P P V P P V N N V P N P P P N N P V P P N P V P P V P P V
Posizione 1 1 5 9 9 8 4 5 4 5 9 5 9 10 9 8 7 7 7 9 10 12 13 13 13 13 13 13 13 13 14 13 15 15 13 14 14 14

Legenda:
Luogo: C = Casa; T = Trasferta. Risultato: V = Vittoria; N = Pareggio; P = Sconfitta.

Statistiche dei giocatori[modifica | modifica wikitesto]

Desunte dalle testate giornalistiche dell'epoca.

Giocatore Serie A
Presenze Reti
Albani, L. L. Albani 10-13
Risorti, F. F. Risorti 28-44
Andreoli, S. S. Andreoli 365
Contin, C. C. Contin 350
Ferri, A. A. Ferri 301
Frasi, F. F. Frasi 20
Nardi, A. A. Nardi 10
Puppo, S. S. Puppo 10
Dell'Innocenti, G. G. Dell'Innocenti 380
Lini, O. O. Lini 10
Maestrelli, T. T. Maestrelli 294
Di Paola, V. V. Di Paola 150
Valle, J. J. Valle 372
Venturi, A. A. Venturi 345
Zsengellér, G. G. Zsengellér 61
Cristini, V. V. Cristini 51
Losi, O. O. Losi 336
Palmieri, E. E. Palmieri 10
Pesaola, B. B. Pesaola 358
Radu, F. F. Radu 52
Tontodonati, M. M. Tontodonati 3612

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c d e f Romano, 1942-1964 Gli assi dell'Olimpico.
  2. ^ Castellani, Ceci, de Conciliis, pp. 56-59.
  3. ^ a b Aggregato alla prima squadra dalla formazione Primavera.
  4. ^ Ceduto in cambio di Maestrelli, Tontodonati e conguaglio in denaro.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Paolo Castellani, Massimilano Ceci e Riccardo de Conciliis, La maglia che ci unisce. Storia delle divise dell'AS Roma dalla nascita ai giorni nostri, Roma, Goalbook Edizioni, 2012, ISBN 978-88-908115-0-0.

Videografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Manuela Romano (a cura di), La storia della A.S. Roma (10 DVD-Video), Corriere dello Sport, Rai Trade, 2006.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]