Associazione Sportiva Roma 1972-1973

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

1leftarrow blue.svgVoce principale: Associazione Sportiva Roma.

AS Roma
Associazione Sportiva Roma 1972-73.jpg
Una formazione della Roma nella 1972-1973, in posa all'interno dello stadio Olimpico di Roma.
Stagione 1972-1973
AllenatoreArgentina Helenio Herrera (fino alla 24ª giornata)
Italia Antonio Trebiciani (dalla 25ª in poi)
PresidenteItalia Gaetano Anzalone
Serie A11º posto
Coppa ItaliaPrimo turno
Coppa Anglo-ItalianaFase a gruppi
Maggiori presenzeCampionato: Ginulfi, Salvori (30)
Totale: Salvori (38)
Miglior marcatoreCampionato: Spadoni (7)
Totale: Spadoni (9)
StadioOlimpico di Roma
Media spettatori44.310[1]

Questa voce raccoglie le informazioni riguardanti l'Associazione Sportiva Roma nelle competizioni ufficiali della stagione 1972-1973.

Stagione[modifica | modifica wikitesto]

Ultima stagione di Helenio Herrera sulla panchina della Roma. Le cause dell'esonero del "mago" sono da ricondurre alla partita Roma-Inter il 17 dicembre del 1972, nella quale avviene un'invasione di campo da parte dei tifosi giallorossi, dopo l'assegnazione di un rigore dubbio concesso ai meneghini al 90' e realizzato da Boninsegna: la partita viene sospesa e la Roma perde per 2-0 a tavolino.

Il neoacquisto Valerio Spadoni, miglior marcatore stagionale dei giallorossi.

Dopo questo episodio i contrasti tra i tifosi e l'allenatore cominciano sempre più a degradarsi e il presidente è costretto poche settimane dopo a sostituire Herrera con Antonio Trebiciani, allenatore della primavera. All'ultima giornata di campionato, la Roma, che ospita in casa i bianconeri, si fa rimontare il vantaggio ottenuto da Spadoni e consegna il titolo ai torinesi. La stagione si conclude con un undicesimo posto. Da segnalare l'esordio in prima squadra di due future bandiere giallorosse: Francesco Rocca nella sfortunata trasferta contro il Milan e Agostino Di Bartolomei nella trasferta di Milano contro l'Inter.[2]

Maglie e sponsor[modifica | modifica wikitesto]

Lo sponsor tecnico è Lacoste. La divisa primaria è costituita da maglia bianca bordata di giallorosso, così come nei pantaloncini e calzettoni; in trasferta viene usata una maglia rossa bordata di giallo, pantaloncini bianchi e calzettoni rossi bordati di giallo. I portieri usano una maglia nera bordata di giallorosso abbinata a calzoncini neri e calzettoni rossi bordati di giallo.[3]

Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
Calzettoni
Casa
Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
Calzettoni
Trasferta
Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
Calzettoni
Portiere

Organigramma societario[modifica | modifica wikitesto]

Di seguito l'organigramma societario.[2]

Area direttiva
Area tecnica

Rosa[modifica | modifica wikitesto]

Di seguito la rosa.[4]

N. Ruolo Giocatore
Italia P Alberto Ginulfi
Italia P Francesco Quintini
Italia P Michelangelo Sulfaro
Italia D Giovanni Bertini
Italia D Aldo Bet
Italia D Francesco Cappelli [5]
Italia D Liborio Liguori
Italia D Giorgio Morini
Italia D Franco Peccenini
Italia D Claudio Ranieri [6]
Italia D Sergio Santarini
Italia D Francesco Scaratti
N. Ruolo Giocatore
Italia D Roberto Vichi [6]
Italia C Franco Cordova (capitano)
Italia C Agostino Di Bartolomei [6]
Italia C Walter Franzot
Italia C Angelo Orazi
Italia C Francesco Rocca
Italia C Elvio Salvori
Italia C Valerio Spadoni
Italia A Ivo Banella
Italia A Renato Cappellini
Italia A Lucio Mujesan
Italia A Stefano Pellegrini

Calciomercato[modifica | modifica wikitesto]

Di seguito il calciomercato.[4]

Acquisti
R. Nome da Modalità
P Michelangelo Sulfaro Fiorentina definitivo
D Giorgio Morini Varese definitivo
C Angelo Orazi Verona definitivo (50 mln. £ + contropartita tecnica[7])
C Francesco Rocca Bettini-Cinecittà definitivo
C Valerio Spadoni Rimini definitivo
A Lucio Mujesan Bari definitivo
Cessioni
R. Nome a Modalità
D Francesco Cappelli Taranto definitivo[5]
D Sergio Petrelli Lazio definitivo
C Amarildo Vasco da Gama definitivo
C Luis del Sol Real Betis definitivo
C Claudio Ingrassia Piacenza definitivo
C Giacomo La Rosa Varese definitivo
C Giovanni Rosati Rimini definitivo
C Roberto Vieri Bologna definitivo
A Gianfranco Zigoni Verona definitivo[7][8]

Risultati[modifica | modifica wikitesto]

Campionato[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Serie A 1972-1973.

Girone di andata[modifica | modifica wikitesto]

Verona
24 settembre 1972, ore 16:30
1ª giornata
Verona2 – 2
referto
RomaStadio Marcantonio Bentegodi (circa 22.000 spett.)
Arbitro:  Torelli (Milano)

Roma
1º ottobre 1972, ore 15:00
2ª giornata
Roma3 – 1
referto
SampdoriaStadio Olimpico di Roma (circa 45.000 spett.)
Arbitro:  Gussoni (Tradate)

Bologna
15 ottobre 1972, ore 15:00
3ª giornata
Bologna1 – 3
referto
RomaStadio Comunale (circa 35.000 spett.)
Arbitro:  Ciacci (Firenze)

Roma
20 ottobre 1972
4ª giornata
Roma1 – 0
referto
NapoliStadio Olimpico di Roma (56.430 spett.)
Arbitro:  Lo Bello (Siracusa)

Cagliari
5 novembre 1972, ore 14:30
5ª giornata
Cagliari2 – 2
referto
RomaStadio Sant'Elia (circa 35.000 spett.)
Arbitro:  Angonese (Mestre)

Roma
12 novembre 1972, ore 14:30
6ª giornata
Roma0 – 1
referto
LazioStadio Olimpico di Roma (circa 80.000 spett.)
Arbitro:  Gonella (Torino)

Torino
19 novembre 1972, ore 14:30
7ª giornata
Torino2 – 0
referto
RomaStadio Comunale (circa 34.000 spett.)
Arbitro:  Giunti (Arezzo)

Roma
26 novembre 1972, ore 14:30
8ª giornata
Roma0 – 0
referto
MilanStadio Olimpico di Roma (circa 75.000 spett.)
Arbitro:  Toselli (Cormons)

Terni
3 dicembre 1972, ore 14:30
9ª giornata
Ternana1 – 4
referto
RomaStadio Libero Liberati (circa 32.000 spett.)
Arbitro:  Lo Bello (Siracusa)

Roma
10 dicembre 1972, ore 14:30
10ª giornata
Roma2 – 0
referto
AtalantaStadio Olimpico di Roma (circa 60.000 spett.)
Arbitro:  Ciacci (Firenze)

Roma
17 dicembre 1972, ore 14:30
11ª giornata
Roma0 – 2
(A tavolino[9][10])

referto
InterStadio Olimpico di Roma
Arbitro:  Michelotti (Parma)

Firenze
23 dicembre 1972, ore 14:30
12ª giornata
Fiorentina2 – 1
referto
RomaStadio Comunale (circa 30.000 spett.)
Arbitro:  Angonese (Mestre)

Vicenza
30 dicembre 1972, ore 14:30
13ª giornata
Lanerossi Vicenza0 – 0
referto
RomaStadio Romeo Menti (circa 12.000 spett.)
Arbitro:  Gonella (Torino)

Bari
7 gennaio 1973, ore 14:30
14ª giornata
Roma0 – 0
referto
PalermoStadio della Vittoria
Arbitro:  Giunti (Arezzo)

Torino
21 gennaio 1973, ore 14:30
15ª giornata
Juventus1 – 0
referto
RomaStadio Comunale (circa 40.000 spett.)
Arbitro:  Panzino (Catanzaro)

Girone di ritorno[modifica | modifica wikitesto]

Arezzo
28 gennaio 1973, ore 14:30
16ª giornata
Roma0 – 1
referto
VeronaStadio Comunale (circa 16.000 spett.)
Arbitro:  Porcelli (Lodi)

Genova
4 febbraio 1973, ore 14:30
17ª giornata
Sampdoria0 – 0
referto
RomaStadio Luigi Ferraris (circa 25.000 spett.)
Arbitro:  Gonella (Torino)

Roma
11 febbraio 1973, ore 14:30
18ª giornata
Roma0 – 1
referto
BolognaStadio Olimpico di Roma (circa 50.000 spett.)
Arbitro:  Branzoni (Pavia)

Napoli
18 febbraio 1973, ore 15:00
19ª giornata
Napoli1 – 0
referto
RomaStadio San Paolo
Arbitro:  Lo Bello (Siracusa)

Roma
4 marzo 1973, ore 15:00
20ª giornata
Roma0 – 0
referto
CagliariStadio Olimpico di Roma (circa 52.000 spett.)
Arbitro:  Gussoni (Tradate)

Roma
11 marzo 1973, ore 15:00
21ª giornata
Lazio2 – 0
referto
RomaStadio Olimpico di Roma (circa 70.000 spett.)
Arbitro:  Panzino (Catanzaro)

Roma
18 marzo 1973, ore 15:00
22ª giornata
Roma1 – 0
referto
TorinoStadio Olimpico di Roma (circa 40.000 spett.)
Arbitro:  Torelli (Milano)

Milano
25 marzo 1973, ore 15:00
23ª giornata
Milan3 – 1
referto
RomaStadio San Siro (circa 60.000 spett.)
Arbitro:  Barbaresco (Cormons)

Roma
8 aprile 1973, ore 15:30
24ª giornata
Roma0 – 0
referto
TernanaStadio Olimpico di Roma (circa 45.000 spett.)
Arbitro:  Giunti (Arezzo)

Bergamo
15 aprile 1973, ore 15:30
25ª giornata
Atalanta1 – 0
referto
RomaStadio Comunale (circa 20.000 spett.)
Arbitro:  Panzino (Catanzaro)

Milano
22 aprile 1973, ore 15:30
26ª giornata
Inter0 – 0
referto
RomaStadio San Siro
Arbitro:  Gonella (Torino)

Roma
29 aprile 1973, ore 15:30
27ª giornata
Roma1 – 1
referto
FiorentinaStadio Olimpico di Roma (circa 50.000 spett.)
Arbitro:  Branzoni (Pavia)

Roma
6 maggio 1973, ore 16:00
28ª giornata
Roma0 – 0
referto
Lanerossi VicenzaStadio Olimpico di Roma (circa 40.000 spett.)
Arbitro:  Monti (Ancona)

Palermo
13 maggio 1973, ore 16:00
29ª giornata
Palermo1 – 1
referto
RomaStadio La Favorita (2.852 spett.)
Arbitro:  Motta (Monza)

Roma
20 maggio 1973, ore 16:00
30ª giornata
Roma1 – 2
referto
JuventusStadio Olimpico di Roma
Arbitro:  Lo Bello (Siracusa)

Coppa Italia[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Coppa Italia 1972-1973.

Primo turno - Gruppo 6[modifica | modifica wikitesto]

Roma
27 agosto 1972, ore 21:00
1ª giornata
Roma0 – 0
referto
AtalantaStadio Olimpico di Roma (circa 40.000 spett.)
Arbitro:  Moretto (San Donà di Piave)

Mantova
30 agosto 1972, ore 21:00
2ª giornata
Mantova1 – 2
referto
RomaStadio Danilo Martelli
Arbitro:  Barbaresco (Cormons)

Roma
3 settembre 1972, ore 21:00
3ª giornata
Roma3 – 1
referto
ComoStadio Olimpico di Roma (18.617 spett.)
Arbitro:  Trono (Torino)

Reggio Calabria
6 settembre 1972, ore 19:30
4ª giornata
Reggina0 – 2
referto
RomaStadio Comunale (circa 15.000 spett.)
Arbitro:  Michelotti (Parma)

Coppa Anglo-Italiana[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Coppa Anglo-Italiana 1973.

Fase a gruppi[modifica | modifica wikitesto]

Roma
21 febbraio 1973, ore 15:00
1ª giornata
Roma0 – 2
referto
Newcastle UtdStadio Olimpico di Roma
Arbitro: Inghilterra Taylor

Londra
21 marzo 1973, ore 20:00
2ª giornata
Fulham1 – 1
referto
RomaCraven Cottage (circa 8.000 spett.)
Arbitro: Italia Monti (Ancona)

Roma
4 aprile 1973, ore 15:30
3ª giornata
Roma0 – 2
referto
Oxford UtdStadio Olimpico di Roma (4.653 spett.)
Arbitro: Inghilterra Partridge

Blackpool
2 maggio 1973, ore 20:00
4ª giornata
Blackpool2 – 1
referto
RomaBloomfield Road
Arbitro: Italia Motta (Monza)

Statistiche[modifica | modifica wikitesto]

Statistiche di squadra[modifica | modifica wikitesto]

Di seguito le statistiche di squadra.[2]

Competizione Punti In casa In trasferta Totale DR
G V N P Gf Gs G V N P Gf Gs G V N P Gf Gs
Scudetto.svg Serie A 24 15 4 6 5 9 9 15 2 6 7 14 19 30 6 12 12 23 28 -5
Coccarda Coppa Italia.svg Coppa Italia 2 1 1 0 3 1 2 2 0 0 4 1 4 3 1 0 7 2 +5
Coppa Anglo-Italiana 2 0 0 2 0 4 2 0 1 1 2 3 4 0 1 3 2 7 -5
Totale - 19 5 7 7 12 14 19 4 7 8 20 23 38 9 14 15 32 37 -5

Andamento in campionato[modifica | modifica wikitesto]

Giornata 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30
Luogo T C T C T C T C T C C T T C T C T C T C T C T C T T C C T C
Risultato N V V V N P P N V V P P N N P P N P P N P V P N P N N N N P
Posizione 6 1 1 1 1 3 5 5 4 4 5 6 6 6 6 6 7 9 10 9 10 10 11 11 12 12 12 12 10 11

Legenda:
Luogo: C = Casa; T = Trasferta. Risultato: V = Vittoria; N = Pareggio; P = Sconfitta.

Statistiche dei giocatori[modifica | modifica wikitesto]

Desunte dai tabellini del Corriere dello Sport, de La Stampa e de L'Unità.

Giocatore Serie A Coppa Italia Coppa Anglo-Italiana Totale
Presenze Reti Presenze Reti Presenze Reti Presenze Reti
Ginulfi, A. A. Ginulfi 30-284-23-537-35
Quintini, F. F. Quintini 0-00-01-21-2
Sulfaro, M. M. Sulfaro 0-00-00-00-0
Bertini, G. G. Bertini 1100040150
Bet, A. A. Bet 2904140371
Cappelli, F. F. Cappelli 00000000
Liguori, L. L. Liguori 803030140
Morini, G. G. Morini 2714130342
Peccenini, F. F. Peccenini 2602030310
Ranieri, C. C. Ranieri 00001010
Santarini, S. S. Santarini 2514020311
Scaratti, F. F. Scaratti 2021010222
Vichi, R. R. Vichi 00001010
Cordova, F. F. Cordova 2414010291
Di Bartolomei, A. A. Di Bartolomei 20001030
Franzot, W. W. Franzot 2914030361
Orazi, A. A. Orazi 2714030341
Rocca, F. F. Rocca 30003060
Salvori, E. E. Salvori 3004040380
Spadoni, V. V. Spadoni 2974210349
Banella, I. I. Banella 00000000
Cappellini, R. R. Cappellini 1754121237
Mujesan, L. L. Mujesan 1234241206
Pellegrini, S. S. Pellegrini 51001061

Giovanili[modifica | modifica wikitesto]

Piazzamenti[modifica | modifica wikitesto]

La formazione Primavera per la prima volta campione d'Italia

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Media spettatori Serie A dal 62-63 al 73-74, su stadiapostcards.com.
  2. ^ a b c Romano, 1965-1973 L'era dei maghi: da Oronzo Pugliese a Helenio Herrera.
  3. ^ Castellani, Ceci, de Conciliis, p. 120.
  4. ^ a b Rosa AS Roma - Saison 72/73, su transfermarkt.it. URL consultato il 10 aprile 2018.
  5. ^ a b Ceduto durante la sessione autunnale di calciomercato.
  6. ^ a b c Aggregato alla prima squadra dalla formazione Primavera.
  7. ^ a b Orazi torna dopo 3 anni. (JPG), su asromaultras.org.
  8. ^ Come controprtita per Orazi
  9. ^ Vittoria assegnata a tavolino all'Inter per invasione di campo da parte della tifoseria romanista.
  10. ^ Due turni di squalifica all'Olimpico (JPG), su asromaultras.org.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Paolo Castellani, Massimilano Ceci e Riccardo de Conciliis, La maglia che ci unisce. Storia delle divise dell'AS Roma dalla nascita ai giorni nostri, Roma, Goalbook Edizioni, 2012, ISBN 978-88-908115-0-0.

Videografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Manuela Romano (a cura di), La storia della A.S. Roma (10 DVD-Video), Corriere dello Sport, Rai Trade, 2006.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]