Gaetano Anzalone

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Gaetano Anzalone

Gaetano Anzalone (Roiate, 5 ottobre 1930) è un politico, dirigente sportivo e imprenditore italiano operante nel settore dell'edilizia[1][2][3]. È stato presidente dell'Associazione Sportiva Roma dal 1971 al 1979.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Imprenditore edile e membro del consiglio comunale di Roma[4] nelle file della Democrazia Cristiana[3], iniziò la carriera di dirigente sportivo nell'Ostiense[5], per poi approdare alla Roma come massimo dirigente del settore giovanile[5]. Il 13 giugno 1971 rilevò da Alvaro Marchini la proprietà della società[2]: dopo otto anni di presidenza, in cui mise in atto una politica societaria non sempre condivisa dai dirigenti e dal pubblico[4][6][5], cedette la squadra a Dino Viola al termine della stagione 1978-1979.

Note[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]