Associazione Sportiva Roma 1974-1975

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

1leftarrow blue.svgVoce principale: Associazione Sportiva Roma.

AS Roma
AsRoma7475.jpg
Stagione 1974-1975
AllenatoreSvezia Nils Liedholm
PresidenteItalia Gaetano Anzalone
Serie A3º posto (in Coppa UEFA)
Coppa ItaliaSecondo turno
Maggiori presenzeCampionato: P. Conti (30)
Totale: Rocca, De Sisti, Prati (39)
Miglior marcatoreCampionato: Prati (14)
Totale: Prati (22)
StadioStadio Olimpico di Roma
Media spettatori53.935 [1]

Questa voce raccoglie le informazioni riguardanti l'Associazione Sportiva Roma nelle competizioni ufficiali della stagione 1974-1975.

Stagione[modifica | modifica wikitesto]

Nel campionato 1974-1975 per il secondo anno Liedholm siede sulla panchina giallorossa. La squadra vince contro la Juventus e in entrambi i derby contro i Campioni d'Italia della Lazio. Dopo un inizio di campionato disastroso, con la squadra relegata in zona retrocessione, la compagine capitolina sa reagire brillantemente e conclude il campionato terza dietro al Napoli e la Juventus.[2]

Maglie e sponsor[modifica | modifica wikitesto]

Lo sponsor tecnico è Lacoste. La divisa primaria della Roma è costituita da maglia rossa bordata di giallo, pantaloncini bianchi e calzettoni rossi bordati di giallo. In trasferta la Lupa usa una maglia bianca bordata di giallorosso, pantaloncini bianchi e calzettoni bianchi bordati di giallorosso. I portieri hanno tre divise: la prima è formata da maglia verde bordata di giallorosso, pantaloncini neri e calzettoni rossi bordati di giallo, la seconda è costituita da maglia nera bordata di giallorosso, pantaloncini neri e calzettoni bianchi bordati di rosso, la terza da maglia grigia bordata di giallorosso abbinata agli stessi pantaloncini e calzettoni della verde.[3]

Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
Calzettoni
Casa
Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
Calzettoni
Trasferta
Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
Calzettoni
1ª iv. portiere
Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
Calzettoni
2ª div. portiere
Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
Calzettoni
3ª div. portiere

Organigramma societario[modifica | modifica wikitesto]

Di seguito l'organigramma societario.[2]

Area direttiva
Area tecnica
Area sanitaria
  • Medici sociali: Antonio Todaro
  • Massaggiatori: Roberto Minaccioni, Antonio Fabbri

Rosa[modifica | modifica wikitesto]

Di seguito la rosa.[4]

N. Ruolo Giocatore
Italia P Paolo Conti
Italia P Alberto Ginulfi
Italia P Massimo Meola
Italia P Francesco Quintini
Italia D Alberto Batistoni
Italia D Claudio Cavalieri [5]
Italia D Liborio Liguori
Italia D Franco Peccenini
Italia D Francesco Rocca
Italia D Fabrizio Salvatori
Italia D Mauro Sandreani [5]
Italia D Sergio Santarini
Italia C Fausto Alimenti [5]
Italia C Guglielmo Bacci [5]
N. Ruolo Giocatore
Italia C Bruno Conti
Italia C Franco Cordova
Italia C Agostino Di Bartolomei
Italia C Giancarlo De Sisti
Italia C Giorgio Morini
Italia C Piergiorgio Negrisolo
Italia C Valerio Spadoni
Italia A Walter Casaroli
Italia A Emanuele Curcio
Italia A Angelo Orazi
Italia A Stefano Pellegrini [6]
Italia A Domenico Penzo
Italia A Pierino Prati

Calciomercato[modifica | modifica wikitesto]

Di seguito il calciomercato.[4]

Acquisti
R. Nome da Modalità
P Massimo Meola Biellese definitivo
D Fabrizio Salvatori Pergolese definitivo
C Giancarlo De Sisti Fiorentina definitivo (400 mln £[7])
A Emanuele Curcio Messina definitivo
A Domenico Penzo Romulea definitivo
A Stefano Pellegrini Avellino fine prestito
Cessioni
R. Nome a Modalità
D Giovanni Bertini Taranto definitivo
D Claudio Ranieri Catanzaro definitivo
D Roberto Vichi Catanzaro definitivo
C Angelo Domenghini Verona definitivo
C Renato Cappellini Fiorentina definitivo
A Alberto Reif Mestrina definitivo
A Franco Selvaggi Ternana definitivo
A Stefano Pellegrini Barletta prestito[6]

Risultati[modifica | modifica wikitesto]

Campionato[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Serie A 1974-1975.

Girone di andata[modifica | modifica wikitesto]

Torino
6 ottobre 1974, ore 15:00
1ª giornata
Torino1 – 0
referto
RomaStadio Comunale (circa 35.000 spett.)
Arbitro:  Ciacci (Firenze)

Roma
13 ottobre 1974, ore 15:00
2ª giornata
Roma0 – 0
referto
NapoliStadio Olimpico di Roma (circa 80.000 spett.)
Arbitro:  Panzino (Catanzaro)

Bologna
20 ottobre 1974, ore 14:30
3ª giornata
Bologna1 – 0
referto
RomaStadio Comunale (circa 25.000 spett.)
Arbitro:  Casarin (Milano)

Roma
27 ottobre 1974, ore 14:30
4ª giornata
Roma0 – 1
referto
MilanStadio Olimpico di Roma (circa 70.000 spett.)
Arbitro:  Menicucci (Firenze)

Varese
3 novembre 1974, ore 14:30
5ª giornata
Varese0 – 0
referto
RomaStadio Franco Ossola (circa 10.000 spett.)
Arbitro:  Agnolin (Basssano del Grappa)

Roma
10 novembre 1974, ore 14:30
6ª giornata
Roma1 – 0
referto
AscoliStadio Olimpico di Roma (circa 26.000 spett.)
Arbitro:  Lazzaroni (Milano)

Torino
24 novembre 1974, ore 14:30
7ª giornata
Juventus1 – 0
referto
RomaStadio Comunale (circa 30.000 spett.)
Arbitro:  Trinchieri (Reggio Emilia)

Roma
1º dicembre 1974, ore 14:30
8ª giornata
Roma1 – 0
referto
LazioStadio Olimpico di Roma (circa 70.000 spett.)
Arbitro:  Agnolin (Basssano del Grappa)

Cagliari
8 dicembre 1974, ore 14:30
9ª giornata
Cagliari1 – 2
referto
RomaStadio Sant'Elia (circa 20.000 spett.)
Arbitro:  Reggiani (Bologna)

Roma
15 dicembre 1974, ore 14:30
10ª giornata
Roma1 – 0
referto
FiorentinaStadio Olimpico di Roma (circa 65.000 spett.)
Arbitro:  Picasso (Chiavari)

Roma
22 dicembre 1974, ore 14:30
11ª giornata
Roma2 – 0
referto
CesenaStadio Olimpico di Roma (circa 50.000 spett.)
Arbitro:  Trono (Torino)

Vicenza
5 gennaio 1975, ore 14:30
12ª giornata
Lanerossi Vicenza0 – 2
referto
RomaStadio Romeo Menti
Arbitro:  Gialluisi (Barletta)

Roma
12 gennaio 1975, ore 14:30
13ª giornata
Roma1 – 0
referto
SampdoriaStadio Olimpico di Roma (circa 60.000 spett.)
Arbitro:  Trincheri (Reggio Emilia)

Terni
19 gennaio 1975, ore 14:30
14ª giornata
Ternana2 – 2
referto
RomaStadio Libero Liberati
Arbitro:  Reggiani (Bologna)

Roma
26 gennaio 1975, ore 14:30
15ª giornata
Roma1 – 0
referto
InterStadio Olimpico di Roma (circa 80.000 spett.)
Arbitro:  Picasso (Chiavari)

Girone di ritorno[modifica | modifica wikitesto]

Roma
2 febbraio 1975, ore 15:00
16ª giornata
Roma0 – 1
referto
TorinoStadio Olimpico di Roma (circa 75.000 spett.)
Arbitro:  Lazzaroni (Milano)

Napoli
9 febbraio 1975, ore 15:00
17ª giornata
Napoli2 – 0
referto
RomaStadio San Paolo (circa 70.000 spett.)
Arbitro:  Menicucci (Firenze)

Roma
16 febbraio 1975, ore 15:00
18ª giornata
Roma2 – 1
referto
BolognaStadio Olimpico di Roma (circa 60.000 spett.)
Arbitro:  Gussoni (Varese)

Verona
23 febbraio 1975, ore 15:00
19ª giornata
Milan1 – 1
referto
RomaStadio Marcantonio Bentegodi[8] (circa 35.000 spett.)
Arbitro:  Agnolin (Basssano del Grappa)

Roma
2 marzo 1975, ore 15:00
20ª giornata
Roma1 – 0
referto
VareseStadio Olimpico di Roma (circa 60.000 spett.)
Arbitro:  Prati (Parma)

Ascoli Piceno
9 marzo 1975, ore 15:00
21ª giornata
Ascoli0 – 0
referto
RomaStadio Cino e Lillo Del Duca (circa 25.000 spett.)
Arbitro:  Panzino (Catanzaro)

Roma
16 marzo 1975, ore 15:00
22ª giornata
Roma1 – 0
referto
JuventusStadio Olimpico di Roma (circa 80.000 spett.)
Arbitro:  Casarin (Milano)

Roma
23 marzo 1975, ore 15:00
23ª giornata
Lazio0 – 1
referto
RomaStadio Olimpico di Roma (circa 68.000 spett.)
Arbitro:  Agnolin (Basssano del Grappa)

Roma
31 marzo 1975, ore 15:00
24ª giornata
Roma1 – 1
referto
CagliariStadio Olimpico di Roma
Arbitro:  Trinchieri (Reggio Emilia)

Firenze
6 aprile 1975, ore 15:30
25ª giornata
Fiorentina0 – 0
referto
RomaStadio Comunale (circa 35.000 spett.)
Arbitro:  Gonella (Torino)

Cesena
13 aprile 1975, ore 15:30
26ª giornata
Cesena0 – 0
referto
RomaStadio La Fiorita (15.116 spett.)
Arbitro:  Gialluisi (Barletta)

Roma
27 aprile 1975, ore 15:30
27ª giornata
Roma1 – 0
referto
Lanerossi VicenzaStadio Olimpico di Roma (circa 50.000 spett.)
Arbitro:  Prati (Parma)

Genova
4 maggio 1975, ore 16:00
28ª giornata
Sampdoria0 – 0
referto
RomaStadio Luigi Ferraris (circa 20.000 spett.)
Arbitro:  Panzino (Catanzaro)

Roma
11 maggio 1975, ore 16:00
29ª giornata
Roma4 – 2
referto
TernanaStadio Olimpico di Roma
Arbitro:  Lazzaroni (Milano)

Milano
18 maggio 1975, ore 16:00
30ª giornata
Inter0 – 2
referto
RomaStadio San Siro (circa 35.000 spett.)
Arbitro:  Pieri (Genova)

Coppa Italia[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Coppa Italia 1974-1975.

Primo turno - Gruppo 5[modifica | modifica wikitesto]

Roma
28 agosto 1974, ore 21:00
1ª giornata
Roma4 – 3
referto
PescaraStadio Flaminio (circa 35.000 spett.)
Arbitro:  Moretto (San Donà di Piave)

1º settembre 1974
2ª giornata[9]
 – 

Genova
8 settembre 1974, ore 17:30
3ª giornata
Genoa0 – 3
referto
RomaStadio Luigi Ferraris
Arbitro:  Michelotti (Parma)

Roma
15 settembre 1974, ore 21:00
4ª giornata
Roma3 – 0
referto
AtalantaStadio Olimpico di Roma
Arbitro:  Gialluisi (Barletta)

Roma
22 settembre 1974, ore 21:00
5ª giornata
Lazio0 – 1
referto
RomaStadio Olimpico di Roma
Arbitro:  Picasso (Chiavari)

Secondo turno - Girone A[modifica | modifica wikitesto]

Torino
25 maggio 1975, ore 16:00
1ª giornata
Torino3 – 0
referto
RomaStadio Comunale (12.796 spett.)
Arbitro:  Michelotti (Parma)

Roma
29 maggio 1975, ore 21:00
2ª giornata
Roma0 – 0
referto
NapoliStadio Olimpico di Roma
Arbitro:  Gussoni (Varese)

Firenze
12 giugno 1975, ore 21:00
3ª giornata
Fiorentina2 – 1
referto
RomaStadio Comunale
Arbitro:  Prati (Parma)

Roma
15 giugno 1975, ore 21:00
4ª giornata
Roma0 – 0
referto
TorinoStadio Olimpico di Roma
Arbitro:  Gialluisi (Barletta)

Napoli
19 giugno 1975, ore 20:30
5ª giornata
Napoli0 – 2
referto
RomaStadio San Paolo
Arbitro:  Vannucchi

Roma
22 giugno 1975, ore 20:30
6ª giornata
Roma2 – 2
referto
FiorentinaStadio Olimpico di Roma
Arbitro:  Casarin (Milano)

Statistiche[modifica | modifica wikitesto]

Statistiche di squadra[modifica | modifica wikitesto]

Di seguito le statistiche di squadra.[2]

Competizione Punti In casa In trasferta Totale DR
G V N P Gf Gs G V N P Gf Gs G V N P Gf Gs
Scudetto.svg Serie A 39 15 11 2 2 17 6 15 4 7 4 10 9 30 15 9 6 27 15 +12
Coccarda Coppa Italia.svg Coppa Italia 5 2 3 0 9 5 5 3 0 2 7 5 10 5 3 2 16 10 +6
Totale - 20 13 5 2 26 11 20 7 7 6 17 14 40 20 12 8 43 25 +18

Andamento in campionato[modifica | modifica wikitesto]

Giornata 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30
Luogo T C T C T C T C T C C T C T C C T C T C T C T C T T C T C T
Risultato P N P P N V P V V V V V V N V P P V N V N V V N N N V N V V
Posizione 11 11 14 15 15 11 14 9 9 9 7 4 3 3 3 5 8 5 5 5 5 4 3 3 3 3 3 3 3 3

Legenda:
Luogo: C = Casa; T = Trasferta. Risultato: V = Vittoria; N = Pareggio; P = Sconfitta.

Statistiche dei giocatori[modifica | modifica wikitesto]

Desunte dai tabellini del Corriere dello Sport, de La Stampa e de L'Unità.[10]

Giocatore Serie A Coppa Italia Totale
Presenze Reti Presenze Reti Presenze Reti
Conti, P. P. Conti 30-05-635-6
Ginulfi, A. A. Ginulfi 0-05-45-4
Meola, M. M. Meola 0-00-00-0
Quintini, F. F. Quintini 0-00-00-0
Batistoni, A. A. Batistoni 23040270
Cavalieri, C. C. Cavalieri 204060
Liguori, L. L. Liguori 5050100
Peccenini, F. F. Peccenini 22060280
Rocca, F. F. Rocca 290100390
Salvatori, F. F. Salvatori 000000
Sandreani, M. M. Sandreani 103040
Santarini, S. S. Santarini 29070360
Alimenti, F. F. Alimenti 000000
Bacci, G. G. Bacci 001010
Conti, B. B. Conti 303060
Cordova, F. F. Cordova 27093363
Di Bartolomei, A. A. Di Bartolomei 13020150
De Sisti, G. G. De Sisti 295100395
Morini, G. G. Morini 29282374
Negrisolo, P. P. Negrisolo 28170351
Spadoni, V. V. Spadoni 121101222
Casaroli, W. W. Casaroli 001010
Curcio, E. E. Curcio 15230182
Orazi, A. A. Orazi 700070
Pellegrini, S. S. Pellegrini 000000
Penzo, D. D. Penzo 19140231
Prati, P. P. Prati 29141083922

Giovanili[modifica | modifica wikitesto]

Piazzamenti[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Media spettatori Serie A dal 74-75 al 85-86, su stadiapostcards.com.
  2. ^ a b c Romano, 1974-1982 La grande Roma di Nils Liedholm.
  3. ^ Castellani, Ceci, de Conciliis, pp. 125-128.
  4. ^ a b Rosa AS Roma - Saison 74/75, su transfermarkt.it. URL consultato il 10 aprile 2018.
  5. ^ a b c d Aggregato alla prima squadra dalla formazione Primavera.
  6. ^ a b Ceduto durante la sessione autunnale di calciomercato.
  7. ^ Roma: tutto più facile con De Sisti. (JPG), su asromaultras.org.
  8. ^ Campo neutro.
  9. ^ Turno di riposo
  10. ^ A completamento dei dati vanno conteggiati 1 autogol in campionato e 2 in Coppa Italia.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Paolo Castellani, Massimilano Ceci e Riccardo de Conciliis, La maglia che ci unisce. Storia delle divise dell'AS Roma dalla nascita ai giorni nostri, Roma, Goalbook Edizioni, 2012, ISBN 978-88-908115-0-0.

Videografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Manuela Romano (a cura di), La storia della A.S. Roma (10 DVD-Video), Corriere dello Sport, Rai Trade, 2006.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]