Associazione Sportiva Roma 1998-1999

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

1leftarrow blue.svgVoce principale: Associazione Sportiva Roma.

Associazione Sportiva Roma
Associazione Sportiva Roma 1998-99.JPG
Stagione 1998-1999
AllenatoreRep. Ceca Zdeněk Zeman
PresidenteItalia Franco Sensi
Serie A5º posto
Coppa ItaliaOttavi di finale
Coppa UEFAQuarti di finale
Miglior marcatoreCampionato: Delvecchio (18)
StadioOlimpico
Media spettatori54 309[1]¹
¹ considera le partite giocate in casa in campionato.

Questa voce raccoglie le informazioni riguardanti l'Associazione Sportiva Roma nelle competizioni ufficiali della stagione 1998-1999.

Stagione[modifica | modifica wikitesto]

Nella stagione 1998-1999 la squadra si classifica quinta in campionato. Questa è l'ultima stagione di Zeman sulla panchina giallorossa: viene infatti sostituito, l'anno seguente, da Fabio Capello. Proprio in questa stagione, precisamente il 31 ottobre 1998, Totti eredita la fascia di capitano da Aldair.[2]

Maglie e sponsor[modifica | modifica wikitesto]

Il neocapitano Totti, Paulo Sérgio e Delvecchio, trio d'attacco romanista, con indosso la prima divisa della stagione in variante all red.

Lo sponsor tecnico è Diadora, mentre lo sponsor ufficiale è INA Assitalia.

La prima divisa è costituita da maglia rossa, pantaloncini bianchi e calzettoni neri, tutti e tre presentanti decorazioni gialle. In trasferta i Lupi usano una costituita da maglia bianca con colletto a polo gialla, pantaloncini bianchi, calzettoni bianchi, tutti e tre con decorazioni giallorosse. Come terza divisa viene usato un kit costituito dallo stesso template della away, con il nero al posto del bianco.[3]

Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Pantaloncini
Calzettoni
Calzettoni
Casa
Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Pantaloncini
Calzettoni
Calzettoni
Trasferta
Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Pantaloncini
Calzettoni
Calzettoni
Terza divisa

I portieri usano tre divise: le maglie sono gialle, grige e nere con decorazioni giallorosse, pantaloncini e calzettoni sono neri.[3]

Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
Calzettoni
1ª portiere
Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
Calzettoni
2ª portiere
Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
Calzettoni
3ª portiere

Organigramma societario[modifica | modifica wikitesto]

Di seguito l'organigramma societario.[2]

Area direttiva

Area sanitaria

  • Medico sociale: Ernesto Alicicco
  • Massaggiatore: Giorgio Rossi

Area tecnica

Rosa[modifica | modifica wikitesto]

Di seguito la rosa[4].

N. Ruolo Giocatore
1 Austria P Michael Konsel
2 Brasile D Cafu
3 Brasile D Antônio Carlos Zago
4 Italia C Luigi Di Biagio
5 Francia D Vincent Candela
6 Brasile D Aldair (capitano[5])
7 Brasile A Paulo Sérgio
8 Russia C Dmitri Alenichev
9 Argentina A Gustavo Javier Bartelt
10 Italia A Francesco Totti (capitano[6])
11 Italia C Eusebio Di Francesco
12 Italia P Antonio Chimenti
13 Italia D Fabio Petruzzi
14 Italia C Carmine Gautieri
15 Camerun D Pierre Nlend Wome
N. Ruolo Giocatore
16 Serbia e Montenegro C Ivan Tomić
17 Italia C Damiano Tommasi
18 Italia A Alessandro Frau
19 Italia D Marco Quadrini
20 Italia D Filippo Dal Moro [7]
21 Georgia D Omari Tetradze
22 Italia P Andrea Campagnolo
23 Italia C Daniele Conti
24 Italia A Marco Delvecchio
25 Italia C Daniele Bordacconi
27 Brasile A Fábio Júnior [8]
28 Italia D Maurizio Lanzaro
Italia D Cristian Servidei [7]
Italia P Giorgio Sterchele [7]
Italia C Francesco Statuto [9]

Calciomercato[modifica | modifica wikitesto]

Di seguito il calciomercato.[10]

Acquisti
R. Nome da Modalità
P Giorgio Sterchele Bologna fine prestito
P Marvin Ficarra - ritiro
D Antônio Carlos Zago Corinthians definitivo
D Pierre Womé Lucchese definitivo
C Dmitri Alenichev Spartak Mosca definitivo
C Ivan Tomić Partizan definitivo
C Alessandro Frau Torres definitivo
A Gustavo Bartelt Lanús definitivo
Cessioni
R. Nome a Modalità
P Giorgio Sterchele Ternana prestito
D Cristian Servidei Ternana definitivo
D Matteo Pivotto Chievo definitivo
D Filippo Dal Moro Ternana prestito
D Stefano Fanucci Teramo definitivo
C Vágner Vasco da Gama definitivo
C Manuele Blasi Lecce prestito
C Daniele Bordacconi Foggia definitivo
C Cristiano Scapolo Napoli definitivo
A Abel Balbo Parma definitivo


Risultati[modifica | modifica wikitesto]

Serie A[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Serie A 1998-1999.

Girone di andata[modifica | modifica wikitesto]

Roma
12 settembre 1998, ore 18:00
1ª giornata
Roma3 – 1
referto
SalernitanaStadio Olimpico
Arbitro:  Bolognino

Empoli
20 settembre 1998, ore 15:00
2ª giornata
Empoli0 – 0
referto
RomaStadio Castellani
Arbitro:  Collina

Roma
26 settembre 1998, ore 18:00
3ª giornata
Roma2 – 0
referto
VeneziaStadio Olimpico
Arbitro:  Treossi

Genova
4 ottobre 1998
4ª giornata
Sampdoria2 – 1
referto
RomaStadio Luigi Ferraris
Arbitro:  Tombolini (Ancona)

Roma
17 ottobre 1998, ore 15:00
5ª giornata
Roma2 – 1
referto
FiorentinaStadio Olimpico
Arbitro:  Bazzoli

Milano
25 ottobre 1998
6ª giornata
Milan3 – 2
referto
RomaStadio San Siro
Arbitro:  Collina (Viareggio)

Roma
31 ottobre 1998, ore 20:30
7ª giornata
Roma4 – 0
referto
UdineseStadio Olimpico
Arbitro:  Messina

Bologna
8 novembre 1998, ore 14:30
8ª giornata
Bologna1 – 1
referto
RomaStadio Dall'Ara
Arbitro:  Trentalange

Roma
15 novembre 1998, ore 14:30
9ª giornata
Roma2 – 0
referto
JuventusStadio Olimpico
Arbitro:  Trentalange

Roma
21 novembre 1998, ore 14:30
10ª giornata
Roma1 – 1
referto
BariStadio Olimpico
Arbitro:  Bazzoli

Roma
29 novembre 1998, ore 20:30
11ª giornata
Lazio3 – 3
referto
RomaStadio Olimpico
Arbitro:  Farina

Roma
5 dicembre 1998, ore 14:30
12ª giornata
Roma5 – 1
referto
PerugiaStadio Olimpico
Arbitro:  Bettin

13 dicembre 1998
13ª giornata
Parma1 – 1
referto
Roma

20 dicembre 1998
14ª giornata
Inter4 – 1
referto
Roma

6 gennaio 1999
15ª giornata
Roma2 – 2
referto
Piacenza

10 gennaio 1999
16ª giornata
Cagliari4 – 3
referto
Roma

17 gennaio 1999
17ª giornata
Roma3 – 0
referto
Vicenza

Girone di ritorno[modifica | modifica wikitesto]

Salerno
24 gennaio 1999
18ª giornata
Salernitana2 – 1
referto
RomaStadio Arechi (40.000 spett.)
Arbitro:  Pellegrino (Barcellona Pozzo di Gotto)

Roma
31 gennaio 1999
19ª giornata
Roma1 – 1
referto
EmpoliStadio Olimpico (41.126 spett.)
Arbitro:  Collina (Viareggio)

Venezia
7 febbraio 1999
20ª giornata
Venezia3 – 1
referto
RomaStadio Pierluigi Penzo (10.685 spett.)
Arbitro:  Treossi (Forlì)

Roma
14 febbraio 1999
21ª giornata
Roma3 – 1
referto
SampdoriaStadio Olimpico (52.715 spett.)
Arbitro:  Farina (Novi Ligure)

Firenze
21 febbraio 1999
22ª giornata
Fiorentina0 – 0
referto
RomaStadio Artemio Franchi (45.000 spett.)
Arbitro:  Borriello (Mantova)

Roma
27 febbraio 1999, ore 15:00 CET
23ª giornata
Roma1 – 0
referto
MilanStadio Olimpico (63 944 spett.)
Arbitro:  Bettin (Padova)

Udine
7 marzo 1999
24ª giornata
Udinese2 – 1
referto
RomaStadio Friuli (20.000 spett.)
Arbitro:  Bettin (Padova)

Roma
14 marzo 1999, ore 15:00 CET
25ª giornata
Roma3 – 1
referto
BolognaStadio Olimpico (45.000 spett.)
Arbitro:  Bazzoli (Merano)

Torino
21 marzo 1999, ore 15:00
26ª giornata
Juventus1 – 1
referto
RomaStadio delle Alpi (47.405 spett.)
Arbitro:  Borriello (Mantova)

Bari
3 aprile 1999
27ª giornata
Bari1 – 4
referto
RomaStadio San Nicola (19.847 spett.)
Arbitro:  Farina (Novi Ligure)

Roma
11 aprile 1999, ore 20:30
28ª giornata
Roma3 – 1
referto
LazioStadio Olimpico (76.560 spett.)
Arbitro:  Borriello (Mantova)

Perugia
18 aprile 1999, ore 16:00 CEST
29ª giornata
Perugia3 – 2
referto
RomaStadio Renato Curi (20.000 spett.)
Arbitro:  Collina (Viareggio)

Roma
25 aprile 1999
30ª giornata
Roma1 – 0
referto
ParmaStadio Olimpico (57.841 spett.)
Arbitro:  Bettin (Padova)

Roma
2 maggio 1999, ore 20:30 CEST
31ª giornata
Roma4 – 5
referto
InterStadio Olimpico (65.000 spett.)
Arbitro:  Collina (Viareggio)

Piacenza
9 maggio 1999
32ª giornata
Piacenza2 – 0
referto
RomaStadio Leonardo Garilli (13.000 spett.)
Arbitro:  Bolognino (Milano)

Roma
16 maggio 1999
33ª giornata
Roma3 – 1
referto
CagliariStadio Olimpico (47.386 spett.)
Arbitro:  Bazzoli (Merano)

Vicenza
23 maggio 1999, ore 16:30
34ª giornata
Vicenza1 – 4
referto
RomaStadio Romeo Menti (16.000 spett.)
Arbitro:  Trentalange (Torino)

Statistiche[modifica | modifica wikitesto]

Andamento in campionato[modifica | modifica wikitesto]

Giornata 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34
Luogo C T C T C T C T C C T C T T C T C T C T C T C T C T T C T C C T C T
Risultato V N V P V P V N V N N V N P N P V P N P V N V P V N V V P V P P V V
Posizione 2 5 3 6 2 5 3 3 2 2 3 2 3 5 5 6 5 6 6 7 7 8 7 8 7 7 5 5 5 5 5 6 5 5

Fonte: Italy » Serie A 1998/1999 » Results & Tables, worldfootball.net.
Legenda:
Luogo: C = Casa; T = Trasferta. Risultato: V = Vittoria; N = Pareggio; P = Sconfitta.

Giovanili[modifica | modifica wikitesto]

Piazzamenti[modifica | modifica wikitesto]

  • Allievi Nazionali:
    • Campionato: vincitrice
  • Giovanissimi Nazionali:
    • Campionato: vincitrice

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Media spettatori Serie A dal 98-99 al 2000-01, su stadiapostcards.com.
  2. ^ a b Romano, 1992-2000 I primi anni della presidenza Sensi.
  3. ^ a b Castellani, Ceci, de Conciliis, pp. 202-205.
  4. ^ Rosa AS Roma - Saison 98/99, su transfermarkt.it. URL consultato il 17 aprile 2018.
  5. ^ Dalla 1ª alla 6ª giornata.
  6. ^ Dalla 7ª giornata in poi.
  7. ^ a b c Ceduto alla Ternana durante la sessione invernale di calciomercato.
  8. ^ Acquistato dal Cruzeiro durante la sessione invernale di calciomercato.
  9. ^ Ceduto al Piacenza durante la sessione invernale di calciomercato.
  10. ^ Trasferimenti 98/99, su transfermarkt.it. URL consultato il 21 aprile 2018.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Paolo Castellani, Massimilano Ceci e Riccardo de Conciliis, La maglia che ci unisce. Storia delle divise dell'AS Roma dalla nascita ai giorni nostri, Roma, Goalbook Edizioni, 2012, ISBN 978-88-908115-0-0.

Videografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Manuela Romano (a cura di), La storia della A.S. Roma (10 DVD-Video), Corriere dello Sport, Rai Trade, 2006.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]