Fabio Monti

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Fabio Monti
Serie A 1966-67 - Juventus vs L.R. Vicenza - De Paoli, Maraschi e Monti.jpg
Da destra: Monti discute con il vicentino Maraschi e lo juventino De Paoli nel 1967
Informazioni personali
Arbitro di Football pictogram.svg Calcio
Federazione Italia Italia
Sezione Ancona
Attività nazionale
Anni Campionato Ruolo
1961-1962
1962-1973
Serie B
Serie A e B
Arbitro
Arbitro
Attività internazionale
1967-1972 UEFA Arbitro
Premi
Anno Premio
1969 Premio Giovanni Mauro

Fabio Monti (Senigallia, 14 luglio 1928[1]Ancona, 4 dicembre 1997[2]) è stato un arbitro di calcio italiano.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Inizia la carriera arbitrale il 7 marzo 1954.

Nella stagione 1960-1961 esordisce in Serie B.[3]
L'esordio in Serie A avviene il 26 maggio 1963 a Palermo, dove dirige la partita Palermo-Milan (1-3),[4]. In dieci stagioni colleziona 122 arbitraggi in Serie A[3], l'ultimo di questi a Verona il 20 maggio 1973 nella sfida Verona-Milan (5-3), il cui risultato porta alla mancata conquista dello scudetto da parte dei milanesi.

Nella stagione 1968-1969 è stato insignito del Premio Giovanni Mauro, riconoscimento che spetta al miglior arbitro italiano della stagione.
Dal 1967 al 1972 è stato un arbitro internazionale.
Ha ricoperto la carica di presidente sezionale anconetano prima, e del Comitato Regionale Marchigiano poi.
Per onorarne la memoria, dopo la sua morte, gli è stata intitolata la sezione dell'Associazione Italiana Arbitri di Ancona.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Anagrafe del Comune di Senigallia anno 1928, numero 368 Registro 1 Parte ? Serie.
  2. ^ Anagrafe del Comune di Ancona anno 1997, numero 288 Registro 1 Parte ? Serie.
  3. ^ a b Calcio-seriea.
  4. ^ Almanacco Panini.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Almanacco illustrato del calcio 1980, Modena, Edizioni Panini, dicembre 1979, p. 6, elenco degli arbitri internazionali.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]