Stadio Carlo Speroni

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Carlo Speroni
20081224Speroni(2)m.JPG
Tribuna sud
Informazioni
Stato Italia Italia
Ubicazione Via Ca' Bianca, 42 - Busto Arsizio (VA)
Inizio lavori 1927
Inaugurazione 1927
Copertura Tribuna Nord in cemento, tribuna centrale Sud in legno lamellare e lastre alveolari semi-trasparenti
Pista d'atletica 6 corsie
Ristrutturazione 1969-1998-2007-2010
Mat. del terreno Erba
Dim. del terreno 105 x 65 m
Proprietario Comune di Busto Arsizio
Uso e beneficiari
Calcio Pro Patria
Capienza
Posti a sedere 5 000
Mappa di localizzazione

Coordinate: 45°36′48″N 8°52′51″E / 45.613333°N 8.880833°E45.613333; 8.880833

Lo stadio Carlo Speroni è un impianto sportivo di Busto Arsizio, che ospita le partite casalinghe della Pro Patria.

Inizialmente il nome era semplicemente "Comunale" (se si esclude la modifica apportata dal 1941 al 1945, in cui lo stadio venne intitolato a Bruno Mussolini) e l'attuale denominazione, con la dedica al mezzofondista della Pro Patria et Libertate Carlo Speroni, venne poi data nel 1971 in seguito ad una ristrutturazione.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Costruito ed inaugurato nel 1927 per la prima promozione della Pro Patria in Serie A, ha subito poi varie ristrutturazioni e ampliamenti, ultima delle quali durante la stagione 2009-2010.

Lo stadio era utilizzato anche per gare di atletica, anche se dalla fine del 2005 a tale scopo si utilizza il nuovo impianto di Sacconago; tuttavia, con l'ultima ristrutturazione del 2009, parte della pista è stata smantellata.

Infine, negli anni scorsi è stato studiato un progetto di ampliamento dello stadio, per portarlo alla capienza di 7.500 posti necessari per la disputa di campionati della Lega Nazionale Professionisti.[1]

Cronologia delle ultime ristrutturazioni[modifica | modifica wikitesto]

  • Stagione 2009-2010: ampliamento della tribuna stampa, creazione locale G.O.S. (Gruppo Operativo Sicurezza), installazione delle telecamere di sorveglianza a circuito chiuso, installazione dei tornelli per la creazione delle zone di prefiltraggio, ristrutturazione della sala stampa, creazione del locale antidoping e installazione della tribuna aggiuntiva per settore ospiti.
  • Tra giugno e dicembre 2007: copertura parte centrale della tribuna sud (popolari centrali);
  • Estate 2005: rifacimento della tribuna stampa;
  • Estate 2002: rifacimento e potenziamento dell'impianto d'illuminazione;
  • Estate 2000: tinteggiatura della parte centrale della tribuna popolare con i colori della Pro Patria; sostituzione dei seggiolini della tribuna centrale, installazione dei seggiolini della tribuna laterale, sostituzione della recinzione divisoria tra il campo e la tribuna nord;
  • Stagione 1998-1999: demolizione e rifacimento della tribuna popolare.

Football americano[modifica | modifica wikitesto]

Il 25 giugno 1978 vi si disputò il primo incontro amichevole tra due formazioni italiane, vinto dai Rhinos Milano sui Frogs Gallarate col risultato di 34-0.

Il 25 giugno 2011 vi si è disputato il NineBowl, finale nazionale del Campionato Italiano Football Americano a 9 tra Aquile Ferrara (Campioni North Conference) e Crusaders Cagliari (Campioni South Conference)[2].

Note[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]