Aeroporto di Milano-Malpensa

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
bussola Disambiguazione – "Malpensa" rimanda qui. Se stai cercando altri significati, vedi Malpensa (disambigua).
Aeroporto di Milano-Malpensa
Vista aerea dell'aeroporto
Vista aerea dell'aeroporto
IATA: MXP – ICAO: LIMC
Descrizione
Nome impianto Aeroporto internazionale di Milano Malpensa "Città di Milano" (originariamente Aeroporto Città di Busto Arsizio)
Tipo Civile
Esercente SEA Aeroporti di Milano
Stato Italia Italia
Regione Lombardia Lombardia
Città Milano
Posizione Ferno
Hub Cargolux Italia
Base Alitalia
Blue Panorama Airlines
Easyjet
Livingston
Meridiana Fly
Neos Air
Costruzione 1948
Altitudine AMSL 234 m
Coordinate 45°37′48″N 8°43′23″E / 45.63°N 8.723056°E45.63; 8.723056Coordinate: 45°37′48″N 8°43′23″E / 45.63°N 8.723056°E45.63; 8.723056
Mappa di localizzazione
Mappa di localizzazione: Nord Italia
LIMC
Sito web http://www.milanomalpensa-airport.com/
Piste
Orientamento (QFU) Lunghezza Superficie
17L/35R 3920 m Asfalto
PAPI - ILS
17R/35L 3920 m Asfalto
PAPI - ILS
Statistiche (2012)
Passeggeri in transito 18.537.301
Movimenti aeromobili 174.892
Cargo (tonnellate) 414.317

[1]

L'Aeroporto di Milano-Malpensa ufficialmente Aeroporto Città di Milano e precedentemente Aeroporto Città di Busto Arsizio (IATA: MXPICAO: LIMC) è un aeroporto italiano che serve la città di Milano ed è situato in provincia di Varese.

È il secondo aeroporto italiano per traffico passeggeri dopo l'Aeroporto di Roma-Fiumicino e vi sono basate diverse compagnie aeree, quali Alitalia, EasyJet, Neos, Meridiana, Livingston e Cargolux Italia. È gestito dalla Società Esercizi Aeroportuali (SEA). Nell'anno 2012 sono transitati da Malpensa 18,5 milioni di passeggeri e 414.317 tonnellate di merci rendendolo il primo aeroporto d'Italia per traffico merci.[2]

Occupa porzioni del territorio dei comuni di Cardano al Campo, Somma Lombardo, Casorate Sempione, Ferno, Lonate Pozzolo, Samarate e Vizzola Ticino, prendendo il nome dalla vicina località di Malpensa, frazione di Somma Lombardo. La sua ubicazione all'interno del Parco Lombardo della Valle del Ticino ha contrassegnato gli sviluppi delle piste e delle infrastrutture correlate.

Storia[modifica | modifica sorgente]

Già aeroporto militare ed in seguito aeroporto di Busto Arsizio.

Nel 1909 gli industriali Giovanni Agusta e Gianni Caproni avevano creato presso la cascina Malpensa un campo d'aviazione per far volare i propri prototipi; con l'aggiunta di alcune strutture militari il campo crebbe e divenne anche campo scuola di pilotaggio. Dopo la seconda guerra mondiale, il 28 maggio 1948 alcuni industriali e politici della zona, capeggiati dal Cavaliere Benigno Ajroldi, presidente dell'allora Banca Alto Milanese, si fecero carico del ripristino postbellico e ne assunsero la gestione con l'obiettivo di farne nodo di sviluppo per l'industria dell'Altomilanese. La pista di volo, danneggiata dalle truppe tedesche al momento della loro ritirata alla fine della seconda guerra mondiale, venne ripristinata ed allungata a 1 800 metri, e l'aeroporto fu dotato di una piccola aerostazione costituita da una baracca in legno. Il 21 novembre 1948, con l'atterraggio di un quadrimotore Breda BZ308 pilotato dall'asso dell'aviazione Mario Stoppani, venne ufficialmente aperto al traffico civile ed assunse la denominazione di "aeroporto Città di Busto Arsizio".

Ceppo commemorativo ai cittadini di Busto Arsizio

Alla fine del primo anno d'attività (1949), sull'aeroporto di Malpensa si registrarono in arrivo ed in partenza 1.366 velivoli, 12.287 passeggeri ed un movimento di merci di 593 tonnellate. Il 2 febbraio 1950, alla presenza dell'ambasciatore degli Stati Uniti d'America in Italia James Dunn, venne effettuato ad opera di un Lockheed Constellation della TWA, il primo collegamento aereo diretto con New York. Nella primavera del 1952, il comune di Milano entrò nella Società Aeroporto di Busto fino ad assumerne progressivamente il controllo. Nel maggio 1955 anche la Provincia di Milano entrò a far parte della compagine societaria e l'assemblea degli azionisti deliberò di modificare la denominazione sociale in Società Esercizi Aeroportuali (SEA) e di trasferire la sede legale da Busto Arsizio a Milano. Quell'anno Malpensa registrò 4.870 movimenti aerei, 255.126 passeggeri e 3.010 tonnellate di merce.

Nell'agosto 1960 tutti i voli nazionali ed europei allora operanti sullo scalo situato nella brughiera gallaratese furono trasferiti all'Aeroporto di Milano-Linate; di conseguenza Malpensa si ridusse a essere l'aeroporto intercontinentale di Milano e del nord Italia. Nel 1965 la pista principale, che con 3.915 metri di lunghezza a quell'epoca risultava essere la più lunga d'Europa, fu dotata di un impianto luminoso di avvicinamento Calvert e di un sistema per l'atterraggio strumentale (ILS) di seconda categoria; successivamente l'aeroporto è stato dotato su entrambe le piste di sistema per l'atterraggio strumentale di terza categoria. L'aerostazione originaria, costruita tra il 1958 e il 1962 e progettata dall'architetto Vittorio Gandolfi, è stata negli anni più volte sviluppata e corrisponde sostanzialmente al Terminal 2.

Una seconda fase è quella dell'ulteriore espansione che ha portato a costruire una grande aerostazione (progetto Malpensa 2000): il Terminal 1, inaugurato nel 1998.

Il 13 gennaio 2013 viene presentato il terzo satellite, con una celebrazione aperta al pubblico. Con il nuovo satellite si aggiungono 26 nuovi banchi di check-in che portano il totale a 260 presenti nello scalo. Il satellite darà inoltre la possibilità di 41 nuovi pontili che potranno contenere due Airbus A380 parcheggiati.[3] In questo satellite verranno spostati tutti i voli extra schengen.[4]

Alla fine del 2012 si è confermata l'intenzione di costruire la terza pista a sud ovest dell'aeroporto, e del satellite centrale alle due piste. L'area disboscata equivarrà a un terzo delle nuove aree boschive, composte da alberi piantati per sostenere il parco del Ticino.[5] Tuttavia, la diminuzione del traffico merci ha portato a una pausa di riflessione sul progetto di espansione dello scalo aeroportuale.

Caratteristiche[modifica | modifica sorgente]

Dati tecnici[modifica | modifica sorgente]

Veduta della pista 35R, utilizzata per il decollo per metà della giornata (shift alle 14:30)
La torre di controllo dell'aeroporto

L'aeroporto di Malpensa è dotato di due piste parallele, lunghe entrambe 3.920 metri e larghe 60 (classificazione ICAO 4F), orientate a 349° (o 169°, a seconda della direzione di utilizzo); la 17L, 35L e la 35R sono dotate di ILS e tutte hanno il sistema PAPI. Normalmente vengono usate le due piste orientate a 349° (alternativamente per le partenze e gli arrivi), mentre le testate 17 sono attive solo in caso di vento particolarmente sfavorevole o quando non sono presenti aerei in atterraggio; per questo gli aerei diretti a sud vengono fatti decollare in questo modo, ma è raro. Spesso i primi aerei alla mattina decollano dalla pista 17 per favorire le loro destinazioni. Ogni terminal è dotato di un proprio piazzale di sosta aeromobili.

Trasporti e collegamenti[modifica | modifica sorgente]

Il terminal 1 dell'aeroporto della Malpensa è servito da una stazione ferroviaria capolinea della linea per Busto Arsizio.

La stazione è servita da un trasporto ferroviario dedicato operato da Trenord, chiamato Malpensa Express, che parte dalla stazione di Milano Cadorna così come da Milano Centrale e Milano Porta Garibaldi con treni cadenzati ogni 15 minuti circa. Il tempo di percorrenza previsto è di 29 minuti su MI Cadorna (alcune corse con fermate intermedie hanno percorrenza di 35 minuti e le fermate intermedie sono poste presso la stazione di Milano Bovisa-Politecnico, quella di Saronno e di Busto Arsizio) e di 52 minuti su MI Centrale.

Malpensa è l'unico aeroporto italiano che è stato collegato da treni ad alta velocità (Frecciarossa) con due corse giornaliere da e per Bologna, Firenze e Roma e una per Napoli (operato da Trenitalia); il servizio è stato soppresso dal gestore nell'autunno 2011 per la scarsità di passeggeri.

Dal 12 settembre 2011 sono iniziati anche i collegamenti ferroviari tra Bellinzona e Malpensa via Luino (operato da TiLo).

Il servizio ferroviario è criticato per la sua peculiarità di servire solo il Terminal 1. Il servizio potrebbe migliorare collegando l'attuale stazione con la stazione ferroviaria di Gallarate, includendo una fermata al terminal 2.

Un servizio di pullman di linea collega l'aeroporto alla Stazione di Milano Centrale (tempo di percorrenza: dai 45 ai 60 minuti a seconda del traffico).

L'aeroporto è collegato con l'Aeroporto di Milano-Linate e con l'Aeroporto di Bergamo-Orio al Serio tramite pullman di linea extraurbani; servizi dedicati lo collegano con le principali città del nord Italia e con il Canton Ticino (Lugano e Mendrisio).

Da un punto di vista stradale l'aeroporto sorge lungo la Strada statale 336 dell'Aeroporto della Malpensa, una bretella autostradale a doppia corsia e doppia carreggiata verso l'Autostrada dei laghi che da Milano porta a Varese. L'innesto avviene all'altezza di Busto Arsizio.

È stato inaugurato il 30 marzo 2008 il raccordo con l'Autostrada A4, all'altezza di Boffalora sopra Ticino, mentre nell'ottobre del 2007 il Governo ha approvato in via definitiva la concessione per l'Autostrada Pedemontana Bergamo-Busto Arsizio, prolungamento della Strada statale 336 dell'Aeroporto della Malpensa.

Da febbraio 2010 a rafforzare i collegamenti aveva pensato la compagnia Lufthansa Italia, che aveva fissato Milano Malpensa come sede Hub, dopo la dipartita di Alitalia. Infatti la compagnia italo-tedesca istituì un servizio navetta chiamato Lufthansa Bus Airport, in collaborazione con Autostrade S.p.A, che collegava la Stazione di Milano Centrale con i rispettivi terminal 1 - 2 dell'Hub milanese di Malpensa, con fermate intermedie di transito in Fiera Milano - Rho/Pero & Fieramilanocity (in occasioni di manifestazioni ed eventi) ogni 20 minuti. Inoltre questo nuovo servizio puntava a collegare lo scalo con le vicine province lombarde di Varese, Como, Bergamo e Brescia, quelle piemontesi di Novara e Torino, e anche con il Canton Ticino: Bellinzona, Chiasso e Lugano. Per queste destinazioni i passeggeri potevano anche usufruire di un ulteriore servizio transfer di lusso in Limousine, con auto di alta gamma, o minibus (max 8 persone) prenotabile fino a 24 ore prima.

Il 31 gennaio 2008 il CIPE ha approvato i progetti di accessibilità stradale e ferroviaria a Malpensa, in particolare il finanziamento di 233 milioni di euro del progetto definitivo del collegamento ferroviario Arcisate-Stabio a cui si aggiunge il finanziamento a titolo programmatico del progetto preliminare della Strada statale 11 Padana Superiore (SS 11) nella tratta Magenta-Tangenziale Ovest Milano, dal costo di 281 milioni di euro.[senza fonte]

Da settembre 2010 a settembre 2011 è stato operativo il primo collegamento ferroviario ad Alta Velocità con i treni Frecciarossa tra Malpensa e Roma con possibilità di eseguire le operazioni del check-in direttamente a bordo dei treni dell'AV (Malpensa sarà il primo hub italiano ad istituire questo servizio); e con l'entrata in vigore dell'orario invernale, partirà anche un ulteriore collegamento tra la Stazione di Milano Centrale e Malpensa, con 4 collegamenti all'ora (2 da Milano Cadorna FNM e 2 da Milano Centrale)[6].

Traffico passeggeri[modifica | modifica sorgente]

In seguito all'abbandono di molte compagnie, tra le quali alcune di estremo rilievo come Alitalia e Lufthansa, Malpensa ha avuto un netto crollo del traffico (da 24 milioni di passeggeri l'anno e quasi 800 movimenti al giorno nel 2007 a 19 milioni e 500 movimenti al giorno nel 2011).

Rotte nazionali più trafficate (2013)[7]
Posizione Città Passeggeri
1 Italia Catania 597.449
2 Italia Napoli 505.955
3 Italia Roma Fiumicino 454.569
4 Italia Palermo 295.502
5 Italia Lamezia Terme 289.508
6 Italia Olbia 274.233
7 Italia Bari 196.730
8 Italia Cagliari 125.562
9 Italia Brindisi 108.082
Rotte europee più trafficate (2013)[7]
Posizione Città Passeggeri
1 Spagna Madrid Barajas 622.338
2 Francia Parigi Charles de Gaulle 599.286
3 Spagna Barcellona 587.036
4 Regno Unito Londra Gatwick 486.015
5 Danimarca Copenhaghen 427.455
6 Austria Vienna 371.261
7 Olanda Amsterdam Schiphol 369.375
8 Russia Mosca Šeremet'evo 367.025
9 Turchia Istanbul Ataturk 354.036
10 Germania Monaco 335.365
11 Germania Francoforte 323.793
12 Rep. Ceca Praga 309.169
13 Portogallo Lisbona 306.707
14 Belgio Brussels 288.295
15 Germania Dusseldorf 285.007
16 Grecia Atene 250.917
17 Albania Tirana 245.627
18 Svizzera Zurigo 242.394
Rotte extra-europee più trafficate (2013)[7]
Posizione Città Passeggeri
1 Emirati Arabi Uniti Dubai 536.974
2 Stati Uniti New York John F Kennedy 421.850
3 Qatar Doha 209.748
4 Marocco Casablanca 207.721
5 Egitto Il Cairo 196.939
6 Israele Tel Aviv 182.719
7 Hong Kong Hong Kong 172.392
8 Emirati Arabi Uniti Abu Dhabi 156.573
9 Tunisia Tunisi 152.908
10 Brasile San Paolo 135.271
11 Stati Uniti Newark 133.534
12 Marocco Marrakech 129.785
13 Egitto Sharm El Sheikh 125.171
14 Cina Shangai Pudong 122.023
15 Egitto Marsalam 101.770
16 Singapore Singapore 101.046

Traffico merci[modifica | modifica sorgente]

Per l'anno 2006 l'aeroporto di Milano-Malpensa ha gestito merci per 419.128 tonnellate, ponendosi al primo posto con una quota pari al 43,592%, sul totale delle merci gestite a livello nazionale.[8] A lavori ultimati, la capacità totale di trattamento delle merci sarà di oltre 500.000 tonnellate annue e consentirà di sviluppare ulteriormente i volumi dell'attività dell'aeroporto.[9]

Nel 2007 lo scalo ha gestito merci per 486.666 tonnellate, con un incremento del +16.1% rispetto all'anno precedente.[10]

Si stima che nel 2012 siano transitate in Italia 894.112 tonnellate di merci delle quali, il 48%, ovvero 414.317 tonnellate sono transitate nel solo scalo di Malpensa

Area S1[modifica | modifica sorgente]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Area S1.

L'Aeroporto di Milano - Malpensa vanta un primato europeo e mondiale, un'area all'interno del complesso aeroportuale, denominata "Area S1", che ha lo scopo di individuare, fermare e trattenere i corrieri della droga che, per sfuggire ai controlli doganali condotto con l'ausilio cani antidroga, ingeriscono ovuli di droga da defecare in un secondo tempo.

Terminal[modifica | modifica sorgente]

Terminal 1[modifica | modifica sorgente]

Aperto nel 1998 in concomitanza con la nascita dell'hub di Alitalia, è diviso in tre parti:

  • Satellite A: ospita i voli dell'area Schengen;
  • Satellite B: ospita i voli al di fuori dell'area Schengen;
  • Satellite C: ospita alcuni voli al di fuori dell'area Schengen, in particolare quelli dei vettori sensibili.

Terminal 2[modifica | modifica sorgente]

Il Terminal 2 è utilizzato in esclusiva dalla compagnia low-cost easyJet.

CargoCity[modifica | modifica sorgente]

CargoCity è il nome con cui si indica il terminal dell'aeroporto dedicato ai voli cargo. Attualmente, lo scalo varesino si conferma il primo in Italia per questa tipologia di traffico.[11]

Compagnie aeree e destinazioni[modifica | modifica sorgente]

Voli di linea[modifica | modifica sorgente]

Vista in pianta dell'aeroporto: in alto il Terminal 2 mentre a sinistra il Terminal 1
Il Terminal 1 (denominato Malpensa 2000)
La nuova area check-in del Terminal 1
Il primo A380 di Lufthansa, con il terminal principale sullo sfondo
Compagnia aerea Destinazioni Terminal
Aegean Airlines Atene
Stagionale: Corfù, Salonicco
1A
Aer Lingus Dublino 1C
Aeroflot Mosca-Sheremetyevo 1B
Aeroflot
operato da Rossiya
San Pietroburgo 1B
Air Algérie Algeri, 1B
Air Berlin Berlino-Tegel, Düsseldorf 1A
Air Canada Toronto-Pearson (inizia il 19 giugno 2014) 1B
Air China Pechino-Capital, Shanghai-Pudong 1B
Air Europa Madrid 1A
Air Malta Malta 1A
Air Moldova Chisinau 1B
Air One Catania, Tirana 1A
Air Serbia Belgrado 1B
airBaltic Riga 1A
Alitalia Roma-Fiumicino
Stagionale: Ibiza
1A
Alitalia Il Cairo, Mosca-Sheremetyevo, New York-JFK, Tokyo-Narita, Tunisi
Stagionale: San Pietroburgo
1B
Alitalia
operato da Alitalia CityLiner
Roma-Fiumicino 1A
American Airlines Miami, New York-JFK 1B
Atlantic Airways Stagionale: Vágar 1B
Austrian Airlines
operato da Tyrolean Airways
Vienna 1A
Azerbaijan Airlines Baku 1C
Belavia Minsk-National 1B
Blue Panorama Airlines Cayo Largo del Sur, Havana, La Romana, Mombasa
Stagionale: Cancún, Holguín, Montego Bay
1B
Blu-express
operato da Blue Panorama Airlines
Tirana 1B
BMI Regional Bristol 1B
British Airways Londra-Heathrow 1C
Brussels Airlines Bruxelles 1A
Bulgaria Air Sofia 1B
Cathay Pacific Hong Kong 1B
Czech Airlines Praga 1A
Darwin Airline Cambridge 1B
Delta Air Lines New York-JFK
Stagionale: Atlanta
1B
easyJet Alghero, Amburgo, Amsterdam, Atene, Barcellona, Bari, Belgrado, Berlino-Schönefeld, Bordeaux, Brindisi, Bruxelles, Cagliari, Casablanca, Catania, Copenaghen, Edimburgo, Lamezia Terme, Larnaca, Londra-Gatwick, Londra-Luton, Lisbona, Lussemburgo, Madrid, Málaga, Marrakech, Napoli, Olbia, Palermo, Parigi-Charles de Gaulle, Praga, Roma-Fiumicino, Sharm el-Sheikh, Tel Aviv-Ben Gurion
Stagionale: Ajaccio, Cefalonia, Corfù, Dubrovnik, Heraklion, Ibiza, Kos, Malta, Minorca, Mykonos, Palma di Maiorca, Rodi, Santorini, Spalato, Zante
2
EgyptAir Il Cairo 1B
El Al Tel Aviv-Ben Gurion 1B
Emirates Dubai, New York-JFK 1C
Ethiopian Airlines Addis Ababa 1B
Etihad Airways Abu Dhabi 1C
Eurolot Wroclaw, Danzica, Lublino 1A
Finnair Helsinki 1A
Flybe Birmingham, Manchester 1B
Germanwings Amburgo, Colonia/Bonn, Düsseldorf (inizia il 30 marzo 2014), Hannover, Stoccarda 1A
HOP! Lione, Marsiglia, Nantes 1A
Iberia Madrid 1A
Icelandair Stagionale: Reykjavík-Keflavík 1A
Iran Air Teheran-Imam Khomeini 1B
Jetairfly Marrakech
Stagionale: Casablanca
1B
Korean Air Seul-Incheon 1B
Livingston Tirana
Stagionale: Mombasa, Zanzibar
1B
LOT Polish Airlines Varsavia-Chopin 1A
Lufthansa
, Francoforte sul Meno, Monaco di Baviera
1A
Lufthansa Regional
operato da Air Dolomiti
Monaco di Baviera 1A
Lufthansa Regional
operato da Lufthansa CityLine
Monaco di Baviera 1A
Luxair Lussemburgo 1A
Mahan Air Tehran-Imam Khomeini 1B
Meridiana Fuerteventura, Tenerife-Sud
Stagionale: Cagliari (inizia il 6 giugno 2014), Lampedusa, Mykonos, Olbia, Rodi, Santorini
1A
Meridiana Chisinau, Dakar, Fortaleza, Holguín, L'Avana, La Romana, Malé, Mauritius, Natal, Nosy Be, Tel Aviv-Ben Gurion, Tirana, Zanzibar
Stagionale: Mombasa, Sharm el-Sheikh
1B
Middle East Airlines Beirut 1B
Niki Vienna 1A
Norwegian Air Shuttle Oslo-Gardermoen 1A
Oman Air Mascate 1B
Pakistan International Airlines Islamabad, Lahore 1B
Qatar Airways Doha 1C
Royal Air Maroc Casablanca, Marrakech 1B
Royal Jordanian Amman-Queen Alia 1B
Saudia Gedda, Riyad
Hajj: Medina
1C
Scandinavian Airlines Copenaghen
Stagionale: Oslo-Gardermoen, Stoccolma-Arlanda
1A
Singapore Airlines Singapore 1C
Swiss International Air Lines
operato da Swiss European Air Lines
Zurigo 1A
TAM Airlines San Paolo-Guarulhos 1C
TAP Portugal Lisbona 1A
TAP Portugal
operato da Portugália
Oporto 1A
Thai Airways Bangkok-Suvarnabhumi 1B
Transaero Airlines Mosca-Domodedovo, Mosca-Vnukovo, San Pietroburgo 1C
Tunisair Tunisi 1B
Turkish Airlines Istanbul-Atatürk, Istanbul-Sabiha Gökçen 1C
Twin Jet Marsiglia, Tolosa 1A
United Airlines Newark 1B
Ukraine International Airlines Kiev-Boryspil 1B
Ural Airlines Giochi Olimpici: Sochi (inizia il 31 gennaio 2014) 1B
Uzbekistan Airways Tashkent 1B
Vueling Barcellona
Stagionale: Bilbao, Ibiza, Valencia
1A
Wizz Air Budapest 1A
Wizz Air Bucarest 1B
WOW air Stagionale: Reykjavik-Keflavik 1B

Voli charter[modifica | modifica sorgente]

Compagnia aerea Destinazioni Terminal
Air Cairo Stagionale: Hurgada 1B
Air Memphis Stagionale: Hurgada 1B
AlbaStar Stagionale: Fuerteventura, Heraklion, Ibiza, Karpathos, Málaga, Minorca, Mykonos, Palma di Maiorca, Rodi, Samos, Santorini, Tenerife-Sud 1A
Alitalia Stagionale: Amsterdam, Copenaghen, Dublino, Mombasa, Rodi, Skiathos 1A
AMC Airlines Marsa Alam, Sharm el-Sheikh 1B
Blue Panorama Airlines Stagionale: Heraklion, Medellin, Lampedusa, Palma di Maiorca, Rodi, Santorini, Tarbes/Lourdes 1A
Cairo Aviation Stagionale: Hurgada 1B
Corendon Airlines Stagionale: Bodrum 1B
Europe Airpost Tarbes/Lourdes 1A
Europe Airpost Tangeri 1B
Freebird Airlines Stagionale: Adalia, Bursa 1B
Livingston Stagionale: Atene, Cagliari, Fuerteventura, Heraklion, Ibiza, Kos, Lampedusa, Las Palmas, Málaga, Minorca, Mykonos, Palma di Maiorca, Rodi, Tarbes/Lourdes, Tenerife-Sud 1A
Livingston Stagionale: Adalia, Boa Vista, Gerba, Marsa Alam, Monastir, Mostar, Sal, Sharm el Sheikh, Tel Aviv-Ben Gurion 1B
Mistral Air Stagionale: Lampedusa, Pantelleria 1A
Neos Stagionale: Amsterdam, Arrecife, Brindisi, Copenhagen, Fuerteventura, Funchal, Gran Canaria, Heraklion, Ibiza, Karpathos, Kos, La Canea, Lamezia Terme, Lisbona, Madrid, Minorca, Mykonos, Palma di Maiorca, Porto Santo, Rodi, Santorini, Siviglia, Skiathos, Tarbes/Lourdes, Tenerife-Sud 1A
Neos Stagionale: Adalia, Agadir, Amman-Queen Alia, Antigua, Aqaba, Banjul, Boa Vista, Cancún, Cayo Largo, Il Cairo, Dakar, Dubai World Central, Gerba, Havana, Holguín, Hurghada, La Romana, Larnaca, Luxor, Mahé, Malé, Marsa Alam, Marsa Matruh, Mérida, Mombasa, Mostar, Montego Bay, Nosy Be, Pointe-à-Pitre, Punta Cana, Ras al-Khaima, Recife, Sal, Salvador da Bahia, Samaná, Sharm el-Sheikh, Tel Aviv-Ben Gurion, Zanzibar 1B
Nesma Airlines Stagionale: Sharm el-Sheikh 1B
Nouvelair Stagionale: Djerba, Monastir, Tabarka 1B
Olympic Air Stagionale: Heraklion 1B
Small Planet Airlines Stagionale: Heraklion, Ibiza, Kos, Minorca, Mykonos, Palma di Maiorca, Rodi, Samos, Santorini, Skiathos 1A
Small Planet Airlines Mostar 1B
SmartLynx Airlines Stagionale: Málaga, Tarbes/Lourdes, Tenerife-Sud 1A
SunExpress Stagionale: Smirne 1B
Tunisair Stagionale: Gerba, Monastir, Tabarka

Voli cargo[modifica | modifica sorgente]

Compagnia aerea Destinazioni
AirBridgeCargo Airlines Amsterdam, Francoforte sul Meno, Maastricht/Aachen, Mosca-Domodedovo, Mosca-Sheremetyevo
Asiana Cargo Londra-Stansted, Seul-Incheon, Vienna
Cargolux Campinas, Chicago-O'Hare, Londra-Stansted, Los Angeles, Lussemburgo, Maastricht/Aachen, New York-JFK
Cargolux Italia Almaty, Baku, Città del Messico, Curitiba, Dallas/Fort Worth, Dubai, Hong Kong, Lussemburgo, Osaka-Kansai
Cathay Pacific Delhi, Hong Kong, Londra-Heathrow, Manchester, Mumbai
China Cargo Airlines Shanghai-Pudong
EgyptAir Cargo Il Cairo
Etihad Crystal Cargo Abu Dhabi, Bengasi, Tripoli
FedEx Express Ancona, Canton, Memphis, Monaco di Baviera, Newark, Parigi-Charles de Gaulle, Shanghai-Pudong
Korean Air Cargo Navoiy, Seul-Incheon, Tel Aviv-Ben Gurion, Shanghai-Pudong, Vienna
Nippon Cargo Airlines Amsterdam, Tokyo-Narita
Qatar Airways Cargo Chicago-O'Hare, Doha-Hamad, Tripoli
Saudia Cargo Bruxelles, Gedda, Riyad
Silk Way Airlines Baku
Turkish Airlines Cargo Istanbul-Atatürk, Lagos, Tirana

Progetti[modifica | modifica sorgente]

È presente un masterplan a corta-media-lunga durata che consiste nel rifacimento di una parte della pista 35R, nella costruzione di una terza pista, e nella costruzione di un terminal centrale tra le due piste che permetterà di raddoppiare il traffico passeggeri. A gennaio 2013 è stato aperto ai viaggiatori il terzo satellite del Terminal 1 che può ospitare due Airbus A380 parcheggiati come richiesto da Emirates. È in corso anche il rifacimento degli ascensori.

Frequenze Radio[modifica | modifica sorgente]

  • Malpensa Delivery: 121.900 MHz
  • Malpensa Ground West (T1): 121.900 MHz
  • Malpensa Ground North (T2): 121.820 MHz
  • Malpensa Tower (17L/35R): 119.000 MHz
  • Malpensa Tower (17R/35L): 128.350 MHz
  • Malpensa Radar (Arrivi): 125.625 MHz
  • Malpensa Radar (Partenze): 126.750 - 134.175 MHz

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Dati di Traffico Aeroportuali 2011 Assaeroporti
  2. ^ http://www.assaeroporti.it/ViewCargoProg.asp?mese=12&anno=2012&lingua=it
  3. ^ Malpensa diventa più grande: un nuovo «satellite» da 35mila mq al Terminal 1 - Milano
  4. ^ Malpensa: con il terzo satellite la capacità del T1 cresce del 50% (GuidaViaggi.it)
  5. ^ Malpensa, 900 ettari di alberi per compensare il Masterplan - Cronaca - Somma lombardo La Provincia di Varese - Notizie di Varese e provincia
  6. ^ Il Frecciarossa a Malpensa (Trenitalia)
  7. ^ a b c http://www.enac.gov.it/repository/ContentManagement/information/N853051579/Dati_di_traffico_2013.pdf
  8. ^ Dati di Traffico Aeroportuali 2006 - Cargo | Assaeroporti
  9. ^ MALPENSA LOGISTICA EUROPA CARGO | Cargo City
  10. ^ Dati di Traffico Aeroportuali 2007 - Cargo | Assaeroporti
  11. ^ Cargo, Malpensa prima in Italia. URL consultato il 15/11/2010.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]