Milan Associazione Calcio 1978-1979

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

1leftarrow blue.svgVoce principale: Associazione Calcio Milan.

Milan Associazione Calcio
Milan Associazione Calcio 1978-1979.jpg
Stagione 1978-1979
AllenatoreSvezia Nils Liedholm
All. in secondaItalia Alvaro Gasparini
PresidenteItalia Felice Colombo
Serie A1º posto (in Coppa dei Campioni)
Coppa ItaliaPrimo turno
Coppa UEFAOttavi di finale
Maggiori presenzeCampionato: Albertosi, Baresi, Maldera, Novellino (30)
Totale: Albertosi, Baresi, Maldera, Novellino (40)
Miglior marcatoreCampionato: Bigon (12)
Totale: Bigon (17)
StadioSan Siro
Media spettatori48 358[1]

Questa voce raccoglie le informazioni riguardanti il Milan Associazione Calcio nelle competizioni ufficiali della stagione 1978-1979.

Stagione[modifica | modifica wikitesto]

Il neoacquisto Walter Novellino, tra i protagonisti dello scudetto della stella.

La stagione agonistica si apre con l'eliminazione al primo turno di Coppa Italia, dove il Milan chiude il girone 4 al secondo posto con 5 punti frutto delle vittorie con Lecce e Foggia nelle prime due giornate, della sconfitta con la SPAL nella terza e del pareggio nella quarta e ultima partita con il Catanzaro, qualificato ai quarti di finale con 2 punti di vantaggio sui rossoneri.[2]

In campionato il Milan ottiene 4 vittorie e un pareggio nelle prima 5 giornate,[3] portandosi in testa alla classifica con 9 punti.[4] Nella partita successiva i rossoneri perdono in casa dei campioni d'Italia in carica della Juventus e lasciano la vetta della graduatoria al Perugia.[5] Gli umbri vengono raggiunti dai rossoneri due turni più tardi e superati all'11ª giornata; il Milan chiude il girone d'andata come campione d'inverno con 25 punti[3] con il Perugia a 3 lunghezze di distacco.[6] Nel girone di ritorno continua il dualismo con la squadra umbra; i rossoneri arrivano allo scontro diretto della 25ª giornata in casa del Perugia con due punti di vantaggio[7] che conservano grazie al pareggio per 1-1.[3][8] Il 6 maggio 1979, nella penultima giornata di campionato, il Milan può festeggiare la matematica conquista del decimo scudetto, quello della prima stella, grazie al pareggio a reti inviolate con il Bologna.[8][9] Il Perugia (secondo classificato), chiude il campionato imbattuto, prima tra le squadre italiane a riuscire in una simile impresa (eguagliata proprio dai rossoneri scudettati nel 1991-1992 e dalla Juventus 2011-2012). La formazione titolare che conquista il 10º scudetto della storia rossonera è formata da Albertosi, Baresi, Collovati, Bet, Maldera, Buriani, Antonelli, Rivera, Bigon e i nuovi acquisti Walter De Vecchi, Walter Novellino e Stefano Chiodi.[10]

Il Milan con il trofeo Città di Milano, vinto nel 1978 contro la Juventus con il risultato di 4-2

In Coppa UEFA i rossoneri eliminano nei trentaduesimi di finale i cecoslovacchi della Lokomotíva Košice ai rigori (vittoria per 1-0 in casa all'andata e sconfitta con lo stesso risultato nel ritorno a Košice) e nei sedicesimi di finale i bulgari del Levski Spartak (1-1 a Sofia e 3-0 a Milano).[11] Negli ottavi di finale il Milan affronta gli inglesi del Manchester City che, dopo il pareggio per 2-2 a San Siro, eliminano i rossoneri qualificandosi al turno successivo grazie alla vittoria per 3-0 al Maine Road.[11]

Al termine della stagione si ritira dal calcio giocato il capitano Gianni Rivera, che colleziona 13 presenze in campionato[3][8], dopo 19 stagioni con la maglia rossonera nelle quali ha disputato 658 partite[12] (record fino ad allora) segnando 164 reti.[13] L'alessandrino cede la fascia di capitano ad Albertino Bigon.[14] Quello di Rivera non è però l'unico addio: anche Liedholm lascia i rossoneri per trasferirsi alla Roma, a causa di dissidi contrattuali con la dirigenza.[10]

Maglie e sponsor[modifica | modifica wikitesto]

Lo sponsor tecnico per la stagione 1978-1979 è Adidas. La divisa è una maglia a strisce verticali della stessa dimensione, rosse e nere, con pantaloncini bianchi e calzettoni neri con risvolto rosso. La divisa di riserva è una maglia bianca con spalle e colletto rossi e neri, pantaloncini bianchi e calzettoni bianchi con risvolto nero e rosso.

Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Pantaloncini
Calzettoni
Calzettoni
Casa
Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Pantaloncini
Calzettoni
Calzettoni
Trasferta
Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Pantaloncini
Calzettoni
Calzettoni
Portiere

Organigramma societario[3][modifica | modifica wikitesto]

Area direttiva

Area tecnica

Area sanitaria

  • Medico sociale: Giovanni Battista Monti
  • Massaggiatori: Paolo Mariconti, Ruggero Ribolzi

Rosa[modifica | modifica wikitesto]

N. Ruolo Giocatore
Italia P Enrico Albertosi
Italia P Antonio Rigamonti
Italia D Franco Baresi
Italia D Aldo Bet
Italia D Simone Boldini
Italia D Fulvio Collovati
Italia D Aldo Maldera
Italia D Alberto Minoia
Italia C Alberto Bigon (vice capitano)
N. Ruolo Giocatore
Italia C Ruben Buriani
Italia C Fabio Capello
Italia C Walter De Vecchi
Italia C Giorgio Morini
Italia C Walter Novellino
Italia C Gianni Rivera (capitano)
Italia A Roberto Antonelli
Italia A Stefano Chiodi
Italia A Giovanni Sartori

Calciomercato[modifica | modifica wikitesto]

Acquisti
R. Nome da Modalità
C Walter De Vecchi Monza definitivo
C Walter Novellino Perugia definitivo
A Stefano Chiodi Bologna definitivo
Cessioni
R. Nome a Modalità
D Giuseppe Sabadini Catanzaro definitivo
D Maurizio Turone Catanzaro definitivo
A Egidio Calloni Verona definitivo
A Luciano Gaudino Bari definitivo
A Ugo Tosetto Avellino definitivo
A Sergio Valentinuzzi Savona definitivo

Risultati[modifica | modifica wikitesto]

Serie A[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Serie A 1978-1979.

Girone di andata[modifica | modifica wikitesto]

Milano
1º ottobre 1978
1ª giornata
Milan1 – 0
referto
AvellinoStadio San Siro (42 147 spett.)
Arbitro:  Mattei (Macerata)

Roma
8 ottobre 1978
2ª giornata
Roma0 – 3
referto
MilanStadio Olimpico (69 410 spett.)
Arbitro:  Agnolin (Bassano del Grappa)

Milano
15 ottobre 1978
3ª giornata
Milan0 – 0
referto
AscoliStadio San Siro (45 149 spett.)
Arbitro:  D'Elia (Salerno)

Bergamo
22 ottobre 1978
4ª giornata
Atalanta1 – 3
referto
MilanStadio Comunale (31 788 spett.)
Arbitro:  Reggiani (Bologna)

Milano
29 ottobre 1978
5ª giornata
Milan4 – 1
referto
FiorentinaStadio San Siro (46 136 spett.)
Arbitro:  Ciulli (Roma)

Torino
5 novembre 1978
6ª giornata
Juventus1 – 0
referto
MilanStadio Comunale (66 377 spett.)
Arbitro:  D'Elia (Salerno)

Milano
12 novembre 1978
7ª giornata
Milan1 – 0
referto
InterStadio San Siro (65 965 spett.)
Arbitro:  Michelotti (Parma)

Vicenza
19 novembre 1978
8ª giornata
Lanerossi Vicenza Bianco e Rosso (Strisce) con R dorata.png2 – 3
referto
MilanStadio Romeo Menti (30 572 spett.)
Arbitro:  Menicucci (Firenze)

Napoli
26 novembre 1978
9ª giornata
Napoli1 – 1
referto
MilanStadio San Paolo (68 185 spett.)
Arbitro:  Ciulli (Roma)

Milano
3 dicembre 1978
10ª giornata
Milan1 – 1
referto
PerugiaStadio San Siro (44 825 spett.)
Arbitro:  Longhi (Roma)

Milano
10 dicembre 1978
11ª giornata
Milan1 – 0
referto
TorinoStadio San Siro (37 415 spett.)
Arbitro:  Menicucci (Firenze)

Verona
17 dicembre 1978
12ª giornata
Verona1 – 3
referto
MilanStadio Marcantonio Bentegodi (30 917 spett.)
Arbitro:  Reggiani (Bologna)

Milano
7 gennaio 1979
13ª giornata
Milan4 – 0
referto
CatanzaroStadio San Siro (35 309 spett.)
Arbitro:  Lo Bello (Siracusa)

Bologna
14 gennaio 1979
14ª giornata
Bologna0 – 1
referto
MilanStadio Comunale (47 709 spett.)
Arbitro:  Menegali (Roma)

Milano
21 gennaio 1979
15ª giornata
Milan2 – 0
referto
LazioStadio San Siro (39 090 spett.)
Arbitro:  Pieri (Genova)

Girone di ritorno[modifica | modifica wikitesto]

Avellino
28 gennaio 1979
16ª giornata
Avellino1 – 0
referto
MilanStadio Partenio (47 286 spett.)
Arbitro:  Michelotti (Parma)

Milano
4 febbraio 1979
17ª giornata
Milan1 – 0
referto
RomaStadio San Siro (46 396 spett.)
Arbitro:  Milan (Treviso)

Ascoli Piceno
11 febbraio 1979
18ª giornata
Ascoli0 – 1
referto
MilanStadio Cino e Lillo Del Duca (37 256 spett.)
Arbitro:  Ciulli (Roma)

Milano
18 febbraio 1979
19ª giornata
Milan1 – 1
referto
AtalantaStadio San Siro (44 532 spett.)
Arbitro:  Lattanzi (Roma)

Firenze
4 marzo 1979
20ª giornata
Fiorentina2 – 3
referto
MilanStadio Comunale (55 140 spett.)
Arbitro:  Benedetti (Roma)

Milano
11 marzo 1979
21ª giornata
Milan0 – 0
referto
JuventusStadio San Siro (65 235 spett.)
Arbitro:  Michelotti (Parma)

Milano
18 marzo 1979
22ª giornata
Inter2 – 2
referto
MilanStadio San Siro (64 868 spett.)
Arbitro:  Agnolin (Bassano del Grappa)

Milano
25 marzo 1979
23ª giornata
Milan0 – 0
referto
Bianco e Rosso (Strisce) con R dorata.png Lanerossi VicenzaStadio San Siro (43 806 spett.)
Arbitro:  Longhi (Roma)

Milano
1º aprile 1979
24ª giornata
Milan0 – 1
referto
NapoliStadio San Siro (51 311 spett.)
Arbitro:  Menicucci (Firenze)

Perugia
8 aprile 1979
25ª giornata
Perugia1 – 1
referto
MilanStadio Renato Curi (28 717 spett.)
Arbitro:  Agnolin (Bassano del Grappa)

Torino
14 aprile 1979
26ª giornata
Torino0 – 3
referto
MilanStadio Comunale (56 429 spett.)
Arbitro:  Lattanzi (Roma)

Milano
22 aprile 1979
27ª giornata
Milan2 – 1
referto
VeronaStadio San Siro (51 247 spett.)
Arbitro:  Ciulli (Roma)

Catanzaro
29 aprile 1979
28ª giornata
Catanzaro1 – 3
referto
MilanStadio Comunale (25 491 spett.)
Arbitro:  Longhi (Roma)

Milano
6 maggio 1979
29ª giornata
Milan0 – 0
referto
BolognaStadio San Siro (65 044 spett.)
Arbitro:  Menicucci (Firenze)

Roma
13 maggio 1979
30ª giornata
Lazio1 – 1
referto
MilanStadio Olimpico (53 550 spett.)
Arbitro:  Terpin (Trieste)

Coppa Italia[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Coppa Italia 1978-1979.

Primo turno[modifica | modifica wikitesto]

Lecce
30 agosto 1978
1ª giornata - Girone 4
Lecce2 – 3MilanStadio Comunale (25 000 spett.)
Arbitro:  Benedetti (Roma)

Milano
3 settembre 1978
2ª giornata - Girone 4
Milan3 – 0FoggiaStadio San Siro (22 146 spett.)
Arbitro:  Prati (Parma)

Ferrara
10 settembre 1978
3ª giornata - Girone 4
SPAL3 – 1MilanStadio Comunale (22 000 spett.)
Arbitro:  Menegali (Roma)

Milano
17 settembre 1978
4ª giornata - Girone 4
Milan2 – 2CatanzaroStadio San Siro (34 236 spett.)
Arbitro:  Agnolin (Bassano del Grappa)

Coppa UEFA[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Coppa UEFA 1978-1979.

Trentaduesimi di finale[modifica | modifica wikitesto]

Milano
13 settembre 1978
Andata
Milan1 – 0Bianco e Blu.svg Lokomotíva KošiceStadio San Siro (34 529 spett.)
Arbitro: Malta Scerri

Košice
27 settembre 1978
Ritorno
Lokomotíva Košice Bianco e Blu.svg1 – 0
(d.t.s.)
MilanŠtadión Lokomotíva (30 000 spett.)
Arbitro: Svizzera Renggli

Sedicesimi di finale[modifica | modifica wikitesto]

Sofia
19 ottobre 1978
Andata
Levski Spartak Blu e Bianco2.png1 – 1MilanStadio Georgi Asparuhov (55 000 spett.)
Arbitro: Austria Linemayr

Milano
1º novembre 1978
Ritorno
Milan3 – 0Blu e Bianco2.png Levski SpartakStadio San Siro (24 635 spett.)
Arbitro: Scozia Gordon

Ottavi di finale[modifica | modifica wikitesto]

Milano
23 novembre 1978
Andata
Milan2 – 2Manchester CityStadio San Siro (27 102 spett.)
Arbitro: Germania Est Einbeck

Manchester
6 dicembre 1978
Ritorno
Manchester City3 – 0[15]MilanMaine Road (50 000 spett.)
Arbitro: Germania Ovest Aldinger

Statistiche[modifica | modifica wikitesto]

Statistiche di squadra[modifica | modifica wikitesto]

Competizione[3][16][17] Punti In casa In trasferta Totale DR
G V N P Gf Gs G V N P Gf Gs G V N P Gf Gs
Scudetto.svg Serie A 44 15 8 6 1 18 5 15 9 4 2 28 14 30 17 10 3 46 19 +27
Coccarda Coppa Italia.svg Coppa Italia primo turno 2 1 1 0 5 2 2 1 0 1 4 5 4 2 1 1 9 7 +2
Coppauefa.png Coppa UEFA ottavi di finale 3 2 1 0 6 2 3 0 1 2 1 5 6 2 2 2 7 7 0
Totale - 20 11 8 1 29 9 20 10 5 5 33 24 40 21 13 6 62 33 +29

Statistiche dei giocatori[18][19][20][modifica | modifica wikitesto]

Giocatore Campionato Coppa Italia Coppa UEFA Totale
Presenze Reti Ammonizioni Espulsioni Presenze Reti Ammonizioni Espulsioni Presenze Reti Ammonizioni Espulsioni Presenze Reti Ammonizioni Espulsioni
Albertosi, E. E. Albertosi 30-19??4-7??6-7??40-33??
Antonelli, R. R. Antonelli 215??30??50??295??
Baresi, F. F. Baresi 300??40??60??400??
Bet, A. A. Bet 170??41??60??271??
Bigon, A. A. Bigon 2612??42??43??3417??
Boldini, S. S. Boldini 141??000020??1610+0+
Buriani, R. R. Buriani 291?140??60??391?1+
Capello, F. F. Capello 80??000030??1100+0+
Chiodi, S. S. Chiodi 247??42??52??3311??
Collovati, F. F. Collovati 270??20??50??340??
De Vecchi, W. W. De Vecchi 285??40??50??375??
Maldera, A. A. Maldera 309??43??61??4013??
Minoia, A. A. Minoia 21??00000000210+0+
Morini, G. G. Morini 140??20??30??190??
Novellino, W. W. Novellino 304??40??61??405??
Rigamonti, A. A. Rigamonti 1-0??0-0000-0001-00+0+
Rivera, G. G. Rivera 131??40??51??222??
Sartori, G. G. Sartori 70??40??20??130??

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Dati che riguardano il solo campionato. (EN) Attendance Statistics of Serie A, stadiapostcards.com.
  2. ^ Panini, pp. 418-419.
  3. ^ a b c d e f Panini, p. 414.
  4. ^ Classifica Parziale Stagione 1978-1979 - Giornata: 5, wikicalcioitalia.info. URL consultato il 4 marzo 2012.
  5. ^ Classifica Parziale Stagione 1978-1979 - Giornata: 5, wikicalcioitalia.info. URL consultato il 4 marzo 2012.
  6. ^ Classifica Parziale Stagione 1978-1979 - Giornata: 15, wikicalcioitalia.info. URL consultato il 4 marzo 2012.
  7. ^ Classifica Parziale Stagione 1978-1979 - Giornata: 24, wikicalcioitalia.info. URL consultato il 4 marzo 2012.
  8. ^ a b c Tosi.
  9. ^ Panini, pp. 414, 418.
  10. ^ a b Melegari.
  11. ^ a b Panini, p. 419.
  12. ^ Panini, p. 637.
  13. ^ Panini, pp. 644, 706.
  14. ^ Gianni Rivera, Oreste Del Buono, Dalla Corea al Quirinale, Rizzoli, 1968.
  15. ^ Partita inizialmente prevista per il 5 dicembre 1978, riviata al giorno seguente per nebbia: Panini, p. 419.
  16. ^ Beltrami, p. 121.
  17. ^ Milan Associazione Calcio 1978-79 (PDF), magliarossonera.it, p. 2. URL consultato il 3 marzo 2012.
  18. ^ Panini, p. 420.
  19. ^ Beltrami, p. 158.
  20. ^ Milan Associazione Calcio 1978-79 (PDF), magliarossonera.it, p. 3. URL consultato il 3 marzo 2012.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Almanacco illustrato del Milan, 2ª ed., Panini, marzo 2005.
  • Arrigo Beltrami (a cura di), Almanacco illustrato del calcio 1980, Modena, Panini, 1979.
  • Calciatori 1978-79, Modena-Milano, Panini-L'Unità, 1994.
  • Carlo F. Chiesa, Il grande romanzo dello scudetto, da «Calcio 2000», annate 2002 e 2003.
  • Enrico Tosi, Forza Milan! – La storia del Milan, Italia/Italy, maggio 2005.
  • Fabrizio Melegari, CentoMilan - Il libro ufficiale, Gazzetta dello Sport-Panini, 1999.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]