Serie A 1979 (calcio femminile)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Serie A
Serie A Femminile 1979
Competizione Serie A
Sport Football pictogram.svg Calcio
Edizione 12ª
Organizzatore F.I.G.C.F.
Date dal 1º aprile 1979
al 28 ottobre 1979
Luogo Italia Italia
Partecipanti 12
Risultati
Vincitore Lazio 1975 Lubiam
(1º titolo)
Secondo Conegliano
Retrocessioni Foggia
Eurokalor Bologna
Statistiche
Miglior marcatore Danimarca Susanne Augustesen (29)
Incontri disputati 110
Gol segnati 316 (2,87 per incontro)
Cronologia della competizione
Left arrow.svg Serie A 1978 Serie A 1980 Right arrow.svg
Ubicazione delle squadre della Serie A femminile 1979.

L'edizione 1979 è stata la dodicesima edizione del campionato italiano di Serie A femminile di calcio.

La Lazio 1975 Lubiam ha conquistato il primo scudetto della sua storia. Il titolo di capocannoniere della Serie A è andato alla danese Susanne Augustesen, calciatrice del Conegliano, autrice di 29 gol. Il Foggia è stato retrocesso in Serie B.

L'Eurokalor Bologna si era ritirato il 23 marzo 1979 a calendario già compilato e ammesso a disputare il campionato di Serie C (regionale).

L'A.C.F. Conegliano rinuncia a nominare un nuovo presidente ed è radiata dai ruoli federali perché il Presidente effettivo, Walter Luccarelli, è squalificato fino al 10 ottobre 1981 e non aveva titolo a rappresentare la società e pagare le tasse di iscrizione, come ha effettivamente fatto. Al termine del campionato il Jolly Catania e il Metra Rodengo Saiano hanno rinunciato a iscriversi alla Serie A, dichiarando entrambe la propria inattività.

Stagione[modifica | modifica wikitesto]

Novità[modifica | modifica wikitesto]

Al termine della stagione 1978 il Valigi Perugia e il Livorno sono stati retrocessi in Serie B. Dalla Serie B 1978 sono stati promossi la Libertas Como e il Belluno, vincitori degli spareggi promozione della Serie B, più il Foggia e lo S.M.E.B. Messina, finaliste del girone E della Serie B (Campionato Meridionale).

Successivamente lo S.M.E.B. Messina rinuncia all'iscrizione alla Serie A, così come il Padova che aveva chiesto e ottenuto un anno di inattività per causa di forza maggiore. Quindi, il campionato, che doveva essere ampliato a 14 squadre, è rimasto a 12 squadre.

Avvengono inoltre i seguenti cambi di denominazione:

  • da C.F. Jolly Componibili Cutispoti a C.F. Jolly Catania di Catania;
  • da S.S. Lazio C.F. Lubiam a S.S. Lazio C.F. 1975 Lubiam di Roma;
  • da A.C.F. Mediolanum Milan a A.C.F. Milan di Milano;
  • da A.C.F. Roma Italparati a A.C.F. Giolli Gelati Roma di Roma;
  • da A.C.F. Verona Ortoflor a A.C.F. Verona di Vigasio.

Formato[modifica | modifica wikitesto]

A seguito del ritiro dell'Eurokalor Bologna, le 11 squadre partecipanti si affrontano in un girone all'italiana con partite di andata e ritorno per un totale di 20 giornate e con due turni complessivi di riposo per ciascuna squadra. L'ultima classificata retrocede in Serie B.

Avvenimenti[modifica | modifica wikitesto]

Con delibera del 17 ottobre 1979 il C.N.G., per la gara dell'8 luglio 1979 Conegliano-Giolli Gelati Roma, ha penalizzato di 3 punti per illecito sportivo il Conegliano e di 1 punto la Giolli Gelati Roma dando partita persa ad entrambe per 2-0.

Squadre partecipanti[modifica | modifica wikitesto]

Club Città Sponsor Stagione 1978
Belluno Belluno 1º posto in Serie B/C
Conegliano Conegliano (TV) 3º posto in Serie A
Eurokalor Bologna Bologna Eurokalor 5º posto in Serie A
Foggia Foggia finalista in Serie B/E
Giolli Gelati Roma Roma Giolli Gelati 10º posto in Serie A
Gorgonzola Gorgonzola (MI) 4º posto in Serie A
Jolly Catania Catania Jolly Campione d'Italia
Lazio 1975 Lubiam Roma 2º posto in Serie A
Libertas Como Como 1º posto in Serie B/B
Metra Rodengo Saiano Rodengo Saiano (BS) Metra 7º posto in Serie A
ACF Milan Milano 6º posto in Serie A
Verona Ortoflor Vigasio (VR) 8º posto in Serie A

Classifica finale[modifica | modifica wikitesto]

Pos. Squadra Pt G V N P GF GS DR
Scudetto.svg 1. Lazio 1975 Lubiam 33 20 15 3 2 50 7 +43
2. Conegliano[1][2] 31 20 15 4 1 59 5 +54
3. Jolly Catania[3] 25 20 11 4 5 41 12 +29
4. Gorgonzola 24 20 10 5 5 39 23 +16
5. ACF Milan 24 20 11 2 7 29 19 +10
6. Bianco.svg Metra Rodengo Saiano[3] 19 20 6 7 7 20 33 -7
7. Giallo e Rosso.svg Libertas Como 17 20 6 5 9 16 25 -9
8. Belluno 16 20 5 6 9 21 36 -15
9. Verona Ortoflor 15 20 6 3 11 19 36 -17
10. Giolli Gelati Roma[1] 6 20 2 3 15 13 40 -27
1downarrow red.svg 11. Foggia 2 20 1 0 19 9 84 -75
Nuvola actions cancel.png --- Eurokalor Bologna Ritirato

Legenda:

      Campione d'Italia
      Retrocesse in Serie B 1980

Note:

Due punti a vittoria, uno a pareggio, zero a sconfitta.

Risultati[modifica | modifica wikitesto]

Calendario[modifica | modifica wikitesto]

1ª giornata
1 apr 1979 1 lug 1979
3-1 Gorgonzola-Milan 3-1
2-0 Jolly CT-Giolli Roma 6-0
6-0 Conegliano-Belluno 3-0
2-0 Lazio 1975-Rodengo 1-1
1-0 Libertas-Verona 2-2
Riposa: Foggia


4ª giornata
22 apr 1979 9 set 1979
1-1 Rodengo-Belluno 2-2
1-2 Milan-Conegliano 0-2
0-2 Verona-Lazio 1975 0-4
4-0 Giolli Roma-Foggia 1-2
0-0 Gorgonzola-Jolly CT 1-0
Riposa: Libertas Como


7ª giornata
13 mag 1979 30 set 1979
0-2 Rodengo-Milan 0-1
1-5 Foggia-Gorgonzola 0-8
1-0 Lazio 1975-Libertas 2-1
0-0 Conegliano-Jolly CT 2-0
1-3 Verona-Belluno 0-0
Riposa: Giolli Roma


10ª giornata
10 giu 1979 21 ott 1979
2-0 Milan-Verona 3-0
3-1 Gorgonzola-Giolli Roma 0-2
0-1 Libertas-Belluno 0-2
1-1 Jolly CT-Rodengo 0-1
11-1 Conegliano-Foggia 4-0
Riposa: Lazio 1975


2ª giornata
8 apr 1979 8 lug 1979
4-0 Rodengo-Foggia 2-1
1-1 Milan-Libertas 3-0
0-1 Verona-Jolly CT 2-6
0-0 Giolli Roma-Conegliano [1]
0-3 Belluno-Lazio 1975 1-4
Riposa: Gorgonzola


5ª giornata
29 apr 1979 16 set 1979
2-0 Lazio 1975-Milan 1-1
4-0 Jolly CT-Libertas 0-0
0-2 Foggia-Verona 2-4
1-2 Giolli Roma-Rodengo 0-1
5-0 Conegliano-Gorgonzola 3-1
Riposa: Belluno


8ª giornata
20 mag 1979 7 ott 1979
2-0 Verona-Giolli Roma 2-1
1-0 Milan-Belluno 2-0
0-0 Gorgonzola-Rodengo 1-1
1-0 Libertas-Foggia 2-0
0-1 Jolly CT-Lazio 1975 1-2
Riposa: Conegliano


11ª giornata
17 giu 1979 28 ott 1979
0-7 Foggia-Lazio 1975 0-7
0-3 Verona-Gorgonzola 2-1
1-3 Giolli Roma-Libertas 0-2
0-3 Belluno-Jolly CT 2-3
0-6 Rodengo-Conegliano 0-9
Riposa: Milan


3ª giornata
15 apr 1979 2 set 1979
0-2 Foggia-Belluno 1-3
1-0 Jolly CT-Milan 2-0
1-0 Conegliano-Verona 3-0
3-0 Lazio 1975-Giolli Roma 5-0
0-1 Libertas-Gorgonzola 0-4
Riposa: Rodengo


6ª giornata
6 mag 1979 23 set 1979
0-0 Belluno-Giolli Roma 1-1
2-1 Milan-Foggia 4-0
0-0 Libertas-Conegliano 0-0
0-1 Rodengo-Verona 1-1
0-3 Gorgonzola-Lazio 1975 0-0
Riposa: Jolly CT


9ª giornata
3 giu 1979 14 ott 1979
1-2 Giolli Roma-Milan 0-2
2-4 Belluno-Gorgonzola 1-1
0-1 Rodengo-Libertas 3-2
0-6 Foggia-Jolly CT 0-5
0-1 Lazio 1975-Conegliano 0-1
Riposa: Verona

Verdetti finali[modifica | modifica wikitesto]

  • La Lazio 1975 Lubiam è Campione d'Italia 1979.
  • Il Foggia retrocede in Serie B.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c Con delibera del 17 ottobre 1979 il C.N.G., per la gara dell'8 luglio 1979 Conegliano-Giolli Gelati Roma, ha penalizzato di 3 punti per illecito sportivo il Conegliano e di 1 punto la Giolli Gelati Roma dando partita persa ad entrambe.
  2. ^ Al termine del campionato il Conegliano è radiato dai ruoli federali.
  3. ^ a b Al termine del campionato il Jolly Catania e il Metra Rodengo Saiano hanno rinunciato a iscriversi alla Serie A, dichiarando entrambe la propria inattività.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Annuario del calcio femminile 1999-2000 di Luca Barboni e Gabriele Cecchi, Mariposa Editrice - Fornacette (PI) - novembre 1999, che ha pubblicato tutte le classifiche della Serie A dal 1968 e della Serie B dal 1983 in poi.