Serie A 2017-2018 (calcio femminile)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Serie A femminile 2017-2018
Competizione Serie A femminile
Sport Football pictogram.svg Calcio
Edizione 51ª
Organizzatore Dipartimento Calcio Femminile
Date dal 30 settembre 2017
al 12 maggio 2018
Luogo Italia Italia
Partecipanti 12
Risultati
Vincitore Juventus
(1º titolo)
Secondo Brescia
Retrocessioni San Zaccaria
Empoli
Statistiche
Miglior marcatore Italia Valentina Giacinti (21)
Incontri disputati 132
Gol segnati 424 (3,21 per incontro)
Cronologia della competizione
Left arrow.svg 2016-2017 2018-2019 Right arrow.svg

L'edizione 2017-2018 è stata la cinquantunesima edizione del campionato italiano di Serie A di calcio femminile. Il campionato è iniziato il 30 settembre 2017 e si è concluso il 12 maggio 2018[1]. La squadra campione in carica era la Fiorentina. Il campionato è stato vinto dalla Juventus, che ha vinto ai tiri di rigore lo spareggio scudetto contro il Brescia[2].

Stagione[modifica | modifica wikitesto]

Novità[modifica | modifica wikitesto]

Dalla Serie A 2016-2017 sono state retrocesse in Serie B il Como 2000 (dopo aver perso lo spareggio contro il San Zaccaria), il Chieti, il Luserna e la Jesina; dalla Serie B 2016-2017 sono state promosse l'Empoli, il Sassuolo, il Valpolicella e la Pink Sport Time, vincitrici dei quattro gironi di Serie B.

Il Cuneo si è disimpegnato dall'attività[3], cedendo il proprio titolo sportivo per la partecipazione al campionato di Serie A alla neonata Juventus[4]. Il Mozzanica[5] e il neopromosso Valpolicella[6] si apparentano con dei club maschili, rispettivamente l'Atalanta e il Chievo, adottandone colori e identità sociali pur mantenendo le loro denominazioni.

Formato[modifica | modifica wikitesto]

Le 12 squadre partecipanti si affrontano in un girone all'italiana con partite di andata e ritorno per un totale di 22 giornate. La squadra prima classificata è campione d'Italia[7]. Accedono alla UEFA Women's Champions League le prime due classificate[7].

Retrocedono direttamente in Serie B le squadre classificate alle ultime due posizioni (11ª e 12ª)[7][8]. Le squadre classificate al 9ª e 10ª posizione disputano un play-out, in campo neutro con gara unica, contro le due squadre di Serie B perdenti gli spareggi promozione per ulteriori due posti in massima serie[7][8].

Calciomercato[modifica | modifica wikitesto]

Con le campionesse uscenti della Fiorentina che lasciano pressoché immutata la squadra scudettata[9], tra le altre formazioni di vertice l'AGSM Verona punta sulle britanniche Fishley e Lipman[10], mentre il Tavagnacco inserisce nel suo undici titolare la slovena Eržen oltreché le giovani Mascarello e Mella. Si segnala in particolar modo il Brescia che, rimasto orfano di Milena Bertolini passata alla guida della nazionale italiana, affida al nuovo tecnico Gianpiero Piovani una rosa profondamente rinnovata[11] con gli ingaggi delle ex AGSM Di Criscio[9] e Giugliano, di Bergamaschi e Giacinti in attacco[11], e delle polacche Daleszczyk e Sikora[9].

Ciò anche per far fronte alla partenza del blocco storico delle leonesse di metà anni 2010, formato da elementi come Bonansea, Cernoia, Gama e Rosucci, accasatosi dalla neonata Juventus; l'entrata nel calcio femminile del club bianconero, affidato a Rita Guarino, catalizza l'interesse del mercato interno[9][10] sicché prendono la strada di Torino anche l'altra ex bresciana Salvai, oltre a Boattin e Galli dall'AGSM e alla promettente Glionna dal Fiammamonza, mentre all'estero le piemontesi pescano le scandinave Franssi, Hyyrynen e Isaksen[9], oltre a riportare in Italia la numero 1 della nazionale Giuliani.

Avvenimenti[modifica | modifica wikitesto]

La sfida tra la neopromossa Pink Sport Time e il Tavagnacco del 13 gennaio 2018

Le premesse della vigilia, che vedono le detentrici della Fiorentina, il Brescia e la nuova Juventus in prima fila per lo scudetto[9], sono parzialmente confermate da un campionato che s'incanala presto sull'asse Torino-Brescia. Le bianconere dimostrano di non patire l'impatto con la nuova realtà, cannibalizzando il torneo con una serie di vittorie consecutive[12] che si protrae fino alla primavera, e legittimando le proprie ambizioni tricolori con i successi negli scontri diretti dicembrini, battendo dapprima a domicilio le biancoblù[13] e poi regolando le viola davanti al pubblico amico[14]: mentre per il Brescia la sconfitta di Mompiano è solo un passaggio a vuoto, in un percorso fin qui fatto anche per loro di sole vittorie, per la Fiorentina campione uscente il rovescio di Vinovo è il punto più basso di un girone di andata al di sotto delle aspettative, che le vede scivolare a –12 dalla vetta e di fatto abdicare anticipatamente nella difesa del tricolore[14].

Al giro di boa del campionato, dietro alle piemontesi che fanno loro il simbolico titolo d'inverno grazie a un percorso netto[15], le sole lombarde si dimostrano capaci di tenere un simile ritmo, pagando 3 lunghezze di svantaggio. Il dualismo prosegue nella tornata conclusiva, con le due rivali che fanno sempre più corsa a se, assicurandosi peraltro con largo vantaggio la qualificazione alla Women's Champions League; anche trascinate dalle reti delle loro bomber, la bianconera Bonansea e la biancoblù Giacinti, quest'ultima capocannoniere a fine stagione. L'unica flessione stagionale della Juventus, arrivata in aprile, permette a un mai domo Brescia, nell'occasione corsaro a Vinovo, di agganciare la vetta[16]; il turno seguente le torinesi incappano nella loro seconda e ultima sconfitta stagionale a Firenze[17], ma le bresciane non ne approfittano facendosi sorprendere tra le mura amiche dal Mozzanica[18], lasciando immutata la situazione generale. I risultati degli ultimi turni non cambiano la classifica, pertanto si rende necessario uno spareggio per assegnare lo scudetto: sul neutro di Novara sia i tempi regolamentari sia i supplementari si chiudono a reti bianche, sicché tocca ai tiri di rigore decretare la vittoria della Juventus, campione d'Italia alla sua stagione d'esordio[19].

Ancora uno spareggio è chiamato a decidere la parte bassa della classifica, dove la neopromossa Pink Sport Time e il San Zaccaria, penultime a pari punti, si giocano la salvezza: sul campo di Montesilvano hanno la meglio le pugliesi[20], relegando le romagnole alla retrocessione in Serie B insieme all'Empoli, quest'ultimo già declassato al termine della stagione regolare. Con questo successo la Pink Sport Time accede, insieme al Sassuolo, ai play-out interdivisionali contro le formazioni cadette uscite sconfitte dai play-off[20]: le due compagini di massima serie hanno la meglio rispettivamente di Pro San Bonifacio e Roma CF, mantenendo entrambe la categoria[21].

Il campionato vive un'ulteriore appendice alle porte dell'estate, quando è ufficializzata la cessione del titolo sportivo del Brescia al neonato Milan[22]; tuttavia, non verificandosi una formale acquisizione della licenza, i regolamenti UEFA non permettono ai rossoneri di ereditare dai biancoblù anche il diritto a partecipare alla Women's Champions League[23]. Pertanto le terze classificate della stagione regolare, un costante Tavagnacco e una Fiorentina in netta ripresa nel girone di ritorno, sono chiamate a giocare la terza e ultima gara di spareggio di questo campionato, che rimette un palio l'ultimo posto utile all'Europa: ad Abano Terme sono le toscane a prevalere, andando ad affiancare la Juventus nel tabellone continentale[24].

Squadre partecipanti[modifica | modifica wikitesto]

Club Stagione Città Stadio Stagione precedente
AGSM Verona dettagli Verona Stadio Aldo Olivieri 3º posto in Serie A
Brescia dettagli Brescia Centro Sp. "Club Azzurri Brescia" (Mompiano) 2º posto in Serie A
Empoli dettagli Empoli (FI) Centro sportivo Monteboro 1º posto in Serie B/A
Fiorentina dettagli Firenze Stadio comunale Gino Bozzi Campione d'Italia
Juventus dettagli Torino Juventus Training Center (Vinovo) -[4]
Mozzanica dettagli Mozzanica (BG) Stadio comunale di Mozzanica 4º posto in Serie A
Pink Sport Time dettagli Bari Stadio Antonio Antonucci (Bitetto) 1º posto in Serie B/D
Res Roma dettagli Roma Unicusano Stadium 5º posto in Serie A
San Zaccaria dettagli Ravenna Centro Sportivo "Massimo Soprani" 8º posto in Serie A
Sassuolo dettagli Sassuolo (MO) Stadio comunale Mirabello (Reggio Emilia) 1º posto in Serie B/B
Tavagnacco dettagli Tavagnacco (UD) Stadio Comunale 6º posto in Serie A
Valpolicella dettagli Verona Stadio Aldo Olivieri 1º posto in Serie B/C

Allenatori e primatisti[modifica | modifica wikitesto]

Squadra Allenatore Giocatrice più presente
(tra parentesi il numero delle presenze)
Capocannoniere
(tra parentesi il numero dei gol segnati)
AGSM Verona Italia Renato Longega Italia Bianca Giulia Bardin,
Inghilterra Shameeka Fishley,
Grecia Sofia Kongoulī (22)
Grecia Sofia Kongoulī (6)
Brescia Italia Gianpiero Piovani Italia Laura Fusetti,
Italia Valentina Giacinti,
Italia Cristiana Girelli,
Stati Uniti Brooke Hendrix,
Italia Daniela Sabatino (22)
Italia Valentina Giacinti (21)
Empoli Italia Alessandro Pistolesi Italia Caterina Bargi,
Italia Maria Luisa Filangeri (22)
Italia Caterina Bargi (4)
Fiorentina Italia Sauro Fattori e Italia Antonio Cincotta Italia Greta Adami,
Italia Elena Linari,
Italia Ilaria Mauro (22)
Italia Tatiana Bonetti (11)
Juventus Italia Rita Guarino Italia Aurora Galli,
Italia Laura Giuliani,
Italia Martina Rosucci (22)
Italia Barbara Bonansea (19)
Mozzanica Italia Elio Garavaglia Italia Lisa Alborghetti,
Italia Michela Ledri,
Italia Giorgia Motta,
Italia Eleonora Piacezzi,
Italia Valeria Pirone (22)
Italia Lisa Alborghetti (10)
Pink Sport Time Italia Roberto D'Ermilio Italia Debora Novellino,
Italia Annamaria Serturini (24)
Italia Romina Pinna (5)
Res Roma Italia Fabio Melillo Italia Camilla Labate,
Italia Rosalia Pipitone (22)
Italia Melania Martinovic (5)
San Zaccaria Italia Mirco Balacich (1ª-9ª)
Italia Fausto Lorenzini (10ª-22ª e spareggio)
Italia Emma Errico,
Italia Raffaella Manieri,
Italia Luisa Pugnali (22)
Italia Emma Errico (8)
Sassuolo Italia Federica D'Astolfo Italia Giulia Bursi (23) Italia Stefania Tarenzi (7)
Tavagnacco Italia Amedeo Cassia (1ª-11ª)
Italia Marco Rossi (12ª-22ª e spareggio)
Italia Serena Ferroli,
Italia Gloria Frizza,
Italia Michela Martinelli,
Italia Alessia Tuttino (23)
Italia Paola Brumana (14)
Valpolicella Italia Diego Zuccher Italia Lisa Faccioli (22) Italia Valentina Boni,
Italia Silvia Fuselli (5)

Classifica finale[modifica | modifica wikitesto]

Fonte: sito ufficiale LND[25].

Pos. Squadra Pt G V N P GF GS DR
Scudetto.svg 1. Juventus[26] 60 22 20 0 2 64 9 +55
2. Brescia[27] 60 22 20 0 2 71 24 +47
3. Fiorentina[27] 43 22 13 4 5 46 20 +26
4. Tavagnacco[27] 43 22 14 1 7 49 28 +21
5. Mozzanica 42 22 13 3 6 37 27 +10
6. Valpolicella 26 22 8 2 12 27 46 -19
7. AGSM Verona 25 22 7 4 11 33 40 -7
8. Res Roma 22 22 7 1 14 19 36 -17
Noatunloopsong (nuvola).svg 9. Sassuolo 19 22 6 1 15 21 39 -18
Noatunloopsong (nuvola).svg 10. Pink Sport Time 16 22 5 1 16 19 53 -34
1downarrow red.svg 11. San Zaccaria[28] 16 22 3 7 12 23 44 -21
1downarrow red.svg 12. Empoli 11 22 3 2 17 16 59 -43

Legenda:

      Campione d'Italia e ammessa alla UEFA Women's Champions League 2018-2019
      Ammessa alla UEFA Women's Champions League 2018-2019
Noatunloopsong (nuvola).svg Ammessa ai play-out
      Retrocesse in Serie B 2018-2019

Note:

Tre punti a vittoria, uno a pareggio, zero a sconfitta.
In caso di arrivo di due o più squadre a pari punti, la graduatoria verrà stilata secondo la classifica avulsa tra le squadre interessate che prevede, in ordine, i seguenti criteri:
  • Spareggio (solo per assegnare lo scudetto e la salvezza)
  • Punti negli scontri diretti
  • Differenza reti negli scontri diretti
  • Differenza reti generale
  • Reti realizzate in generale
  • Sorteggio

Risultati[modifica | modifica wikitesto]

Tabellone[modifica | modifica wikitesto]

Ver Bre Emp Fio Juv Moz PST Res SaZ Sas Tav Val
AGSM Verona –––– 3-6 2-1 1-1 0-2 1-2 2-1 3-0 4-2 2-2 2-3 1-1
Brescia 3-0 –––– 4-1 1-0 0-4 2-3 4-0 4-1 2-1 2-1 2-0 4-2
Empoli 1-5 0-5 –––– 1-3 1-4 0-2 0-1 0-4 1-1 0-4 0-4 1-4
Fiorentina 1-2 2-4 1-0 –––– 2-1 0-0 2-1 5-0 4-0 2-0 1-1 4-0
Juventus 1-0 1-2 4-0 2-0 –––– 3-0 4-1 4-0 2-1 2-0 4-0 6-0
Mozzanica 0-0 1-2 0-1 0-1 0-3 –––– 4-0 1-0 2-2 2-0 4-2 3-2
Pink Sport Time 3-1 0-6 1-3 0-3 1-2 0-2 –––– 1-0 0-0 2-1 1-0 2-4
Res Roma 3-0 0-3 2-1 0-4 0-1 0-1 2-1 –––– 1-1 0-1 0-2 3-0
San Zaccaria 2-3 1-4 2-2 0-0 0-5 1-3 3-1 0-1 –––– 2-0 1-5 1-1
Sassuolo 2-1 0-2 0-1 2-4 0-5 1-2 4-2 1-0 1-0 –––– 0-4 0-1
Tavagnacco 2-0 2-6 4-1 3-0 1-2 5-2 4-0 2-1 0-1 1-0 –––– 3-0
Valpolicella 1-0 1-3 2-0 1-6 0-2 1-3 2-0 0-1 2-1 2-1 0-1 ––––

Calendario[modifica | modifica wikitesto]

Andata (1ª) Prima giornata Ritorno (12ª)
30 set. 1-1 Verona-Fiorentina 2-1 3 feb.
1-1 Empoli-San Zaccaria 2-2
0-3 Mozzanica-Juventus 0-3 4 feb.
0-6 Pink Sport Time-Brescia 0-4 3 feb.
3-0 Res Roma-Valpolicella 1-0
0-4 Sassuolo-Tavagnacco 0-1
Andata (2ª) Seconda giornata Ritorno (13ª)
7 ott. 2-1 Brescia-Sassuolo 2-0 10 feb.
2-1 Fiorentina-Pink Sport Time 3-0
4-0 Juventus-Res Roma 1-0
2-3 San Zaccaria-Verona 2-4 11 feb.
5-2 Tavagnacco-Mozzanica 2-4 10 feb.
2-0 Valpolicella-Empoli 4-1


Andata (3ª) Terza giornata Ritorno (14ª)
28 ott. 1-1 Verona-Valpolicella 0-1 17 feb.
2-0 Brescia-Tavagnacco 6-2 18 feb.
1-4 Empoli-Juventus 0-4 17 feb.
0-0 Pink Sport Time-San Zaccaria 1-3
0-1 Res Roma-Mozzanica 0-1
2-4 Sassuolo-Fiorentina 0-2
Andata (4ª) Quarta giornata Ritorno (15ª)
4 nov. 2-4 Fiorentina-Brescia 0-1 11 mar.
1-0 Juventus-Verona 2-0 12 mar.
0-1 Mozzanica-Empoli 2-0 10 mar.
2-0 San Zaccaria-Sassuolo 0-1 11 mar.
2-1 Tavagnacco-Res Roma 2-0 10 mar.
2-0 Valpolicella-Pink Sport Time 4-2


Andata (5ª) Quinta giornata Ritorno (16ª)
11 nov. 1-2 Verona-Mozzanica 0-0 17 mar.
2-1 Brescia-San Zaccaria 4-1
0-4 Empoli-Res Roma 1-2
1-1 Fiorentina-Tavagnacco 0-3
1-2 Pink Sport Time-Juventus 1-4
0-1 Sassuolo-Valpolicella 1-2
Andata (6ª) Sesta giornata Ritorno (17ª)
18 nov. 2-0 Juventus-Sassuolo 5-0 25 mar.
4-0 Mozzanica-Pink Sport Time 2-0 24 mar.
3-0 Res Roma-Verona 0-3 25 mar.
0-0 San Zaccaria-Fiorentina 0-4 24 mar.
4-1 Tavagnacco-Empoli 4-0
19 nov. 1-3 Valpolicella-Brescia 2-4


Andata (7ª) Settima giornata Ritorno (18ª)
2 dic. 2-1 Verona-Empoli 5-1 14 apr.
0-4 Brescia-Juventus 2-1
4-0 Fiorentina-Valpolicella 6-1 15 apr.
1-0 Pink Sport Time-Res Roma 1-2 14 apr.
1-5 San Zaccaria-Tavagnacco 1-0
1-2 Sassuolo-Mozzanica 0-2
Andata (8ª) Ottava giornata Ritorno (19ª)
9 dic. 0-1 Empoli-Pink Sport Time 3-1 22 apr.
8 dic. 2-0 Juventus-Fiorentina 1-2 21 apr.
9 dic. 1-2 Mozzanica-Brescia 3-2
0-1 Res Roma-Sassuolo 0-1
2-0 Tavagnacco-Verona 3-2
2-1 Valpolicella-San Zaccaria 1-1


Andata (9ª) Nona giornata Ritorno (20ª)
16 dic. 4-1 Brescia-Res Roma 3-0 28 apr.
0-0 Fiorentina-Mozzanica 1-0
3-1 Pink Sport Time-Verona 1-2
0-5 San Zaccaria-Juventus 1-2
0-1 Sassuolo-Empoli 4-0
0-1 Valpolicella-Tavagnacco 0-3
Andata (10ª) Decima giornata Ritorno (21ª)
13 gen. 2-2 Verona-Sassuolo 1-2 5 mag.
0-5 Empoli-Brescia 1-4
6-0 Juventus-Valpolicella 2-0
2-2 Mozzanica-San Zaccaria 3-1
1-0 Pink Sport Time-Tavagnacco 0-4
14 gen. 0-4 Res Roma-Fiorentina 0-5


Andata (11ª) Undicesima giornata Ritorno (22ª)
27 gen. 3-0 Brescia-Verona 6-3 12 mag.
26 gen. 1-3 Valpolicella-Mozzanica 2-3
27 gen. 1-0 Fiorentina-Empoli 3-1
0-1 San Zaccaria-Res Roma 1-1
4-2 Sassuolo-Pink Sport Time 1-2
1-2 Tavagnacco-Juventus 0-4

Spareggi[modifica | modifica wikitesto]

Spareggio scudetto[modifica | modifica wikitesto]

Allo spareggio scudetto accedono il Brescia e la Juventus, che hanno concluso a pari punti al primo posto[29][30]. La partita si è giocata allo stadio Silvio Piola di Novara.

Risultati Luogo e data
Juventus 0 - 0 (dts)
(5-4 dcr)
Brescia Novara, 20 maggio 2018

Spareggio UEFA Women's Champions League[modifica | modifica wikitesto]

Vista la cessione del titolo sportivo per la stagione 2018-2019 del Brescia all'A.C. Milan e la non trasferibilità del diritto di partecipazione alla UEFA Women's Champions League, conquistato sul campo dal Brescia, la Lega Nazionale Dilettanti ha decretato la disputa di uno spareggio tra le terze classificate, la Fiorentina e il Tavagnacco, e la vincente dello spareggio acquisisce il diritto a partecipare alla UEFA Women's Champions League[31].

Risultati Luogo e data
Fiorentina 3 - 0 Tavagnacco Abano Terme, 16 giugno 2018

Spareggio salvezza[modifica | modifica wikitesto]

Allo spareggio salvezza accedono il Pink Sport Time e il San Zaccaria, che hanno concluso a pari punti al decimo posto. La vincitrice accede ai play-out, mentre la perdente retrocede in Serie B[29].

Risultati Luogo e data
San Zaccaria 2 - 3 Pink Sport Time Montesilvano, 19 maggio 2018

Play-out[modifica | modifica wikitesto]

Agli spareggi promozione/retrocessione accedono la nona e la decima classificata in Serie A e le due squadre Serie B perdenti gli spareggi promozione[32][33]. Gli spareggi si disputano in campo neutro e gara secca e le vincitrici sono ammesse in Serie A.

Risultati Luogo e data
Roma CF 0 - 3 (dts) Sassuolo Tavarnuzze, 27 maggio 2018
Pink Sport Time 3 - 1 Pro San Bonifacio Porto Sant'Elpidio, 27 maggio 2018

Statistiche[modifica | modifica wikitesto]

Squadre[modifica | modifica wikitesto]

Capoliste solitarie[modifica | modifica wikitesto]

————————————————————————————————————————————
Juventus
10ª11ª12ª13ª14ª15ª16ª17ª18ª19ª20ª21ª22ª

Classifica in divenire[modifica | modifica wikitesto]

10ª 11ª 12ª 13ª 14ª 15ª 16ª 17ª 18ª 19ª 20ª 21ª 22ª
 
AGSM Verona 1 4 5 5 5 5 8 8 8 9 9 12 15 15 15 16 19 22 22 25 25 25
Brescia 3 6 9 12 15 18 18 21 24 27 30 33 36 39 42 45 48 51 51 54 57 60
Empoli 1 1 1 4 4 4 4 4 7 7 7 8 8 8 8 8 8 8 11 11 11 11
Fiorentina 1 4 7 7 8 9 12 12 13 16 19 19 22 25 25 25 28 31 34 37 40 43
Juventus 3 6 9 12 15 18 21 24 27 30 33 36 39 42 45 48 51 51 51 54 57 60
Mozzanica 0 0 3 3 6 9 12 12 13 14 17 17 20 23 26 27 30 33 36 36 39 42
Pink Sport Time 0 0 1 1 1 1 4 7 10 13 13 13 13 13 13 13 13 13 13 13 13 16
Res Roma 3 3 3 3 6 9 9 9 9 9 12 15 15 15 15 18 18 21 21 21 21 22
San Zaccaria 1 1 2 5 5 6 6 6 6 7 7 8 8 11 11 11 11 14 15 15 15 16
Sassuolo 0 0 0 0 0 0 0 3 3 4 7 7 7 7 10 10 10 10 13 16 19 19
Tavagnacco 3 6 6 9 10 13 16 19 22 22 22 25 25 25 28 31 34 34 37 40 43 43
Valpolicella 0 3 4 7 10 10 10 13 13 13 13 13 16 19 22 25 25 25 26 26 26 26

Individuali[modifica | modifica wikitesto]

Classifica marcatrici[modifica | modifica wikitesto]

Gol Rigori Giocatore Squadra
21 0 Italia Valentina Giacinti Brescia
19 0 Italia Barbara Bonansea Juventus
17 5 Italia Cristiana Girelli Brescia
14 1 Italia Paola Brumana Tavagnacco
13 1 Scozia Lana Clelland Tavagnacco
11 1 Italia Tatiana Bonetti Fiorentina
10 4 Italia Lisa Alborghetti Mozzanica
10 0 Finlandia Sanni Franssi Juventus
10 0 Italia Daniela Sabatino Brescia
9 0 Italia Ilaria Mauro Fiorentina
9 0 Italia Valeria Pirone Mozzanica
8 1 Italia Emma Errico San Zaccaria
7 0 Italia Valentina Bergamaschi Brescia
7 0 Italia Patrizia Caccamo Fiorentina
7 0 Italia Benedetta Glionna Juventus
7 0 Italia Luisa Pugnali San Zaccaria

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ CU 13 - Calendari e campi di giuoco Serie A I Dolci Sapori e Serie B Stagione Sportiva 2017/2018, su calciofemminile.lnd.it, 8 settembre 2017. URL consultato l'8 settembre 2017 (archiviato dall'url originale il 9 settembre 2017).
  2. ^ CU 97 - Esito gare di spareggio, data sorteggio accoppiamenti, decisioni del GS, su calciofemminile.lnd.it, 21 maggio 2018. URL consultato il 22 maggio 2018 (archiviato dall'url originale il 23 maggio 2018).
  3. ^ Conferenza stampa del Cuneo calcio Femminile: ceduti i diritti della serie A alla Juventus, su cuneocalciofemminile.it, 4 luglio 2017. URL consultato il 7 settembre 2017.
  4. ^ a b La Juventus giocherà il campionato di Serie A Femminile, su juventus.com, 1º luglio 2017. URL consultato il 12 agosto 2017.
  5. ^ Nasce L'Atalanta Mozzanica CFD, con il patrocinio della provincia, su asdmozzanica.eu, 22 settembre 2017. URL consultato il 28 settembre 2017.
  6. ^ Valpo e ChievoVerona ufficialmente insieme!, su asdvalpo.it, 31 luglio 2017. URL consultato il 31 luglio 2017 (archiviato dall'url originale il 1º agosto 2017).
  7. ^ a b c d CU 1-Unico, su calciofemminile.lnd.it, 3 luglio 2017. URL consultato il 7 settembre 2017 (archiviato dall'url originale il 7 settembre 2017).
  8. ^ a b CU 66 - Regolamento in materia di promozioni e retrocessioni, su calciofemminile.lnd.it, 20 febbraio 2018. URL consultato il 20 febbraio 2018 (archiviato dall'url originale il 21 febbraio 2018).
  9. ^ a b c d e f Giandomenico Tiseo, Calcio femminile, Serie A 2017-2018: le favorite per lo scudetto. Juventus, Brescia e Fiorentina le squadre più attrezzate, su oasport.it, 28 settembre 2017.
  10. ^ a b Alessandro Tarallo, Calcio femminile, Serie A 2017-2018: le formazioni titolari delle 12 squadre al via, su oasport.it, 27 settembre 2017.
  11. ^ a b Giuseppe Berardi, Anno zero per il Brescia: dopo la turbolenta estate, parte la nuova stagione tra importanti conferme e tanti nuovi volti, su lfootball.it, 30 agosto 2017.
  12. ^ Enrico Turcato, Juventus femminile: un progetto vincente che può trainare l'intero movimento, su it.eurosport.com, 12 dicembre 2017.
  13. ^ Brescia Calcio Femminile, la Juventus cala un poker pesantissimo, su giornaledibrescia.it, 2 dicembre 2017.
  14. ^ a b Roberto Davide Papini, Juventus-Fiorentina 2-0, Rosucci stende le viola, su lanazione.it, 8 dicembre 2017.
  15. ^ Giuseppe Berardi, Juventus Women campione d'Inverno con una giornata di anticipo, cade il Tavagnacco, scorpacciata di reti per Brescia e Fiorentina, su lfootball.it, 15 gennaio 2018.
  16. ^ Alberto Dolfin, La Juventus Women perde col Brescia che l'aggancia in vetta, su lastampa.it, 14 aprile 2018.
  17. ^ La Juventus Women sembra essersi smarrita: battuta 2 a 1 anche a Firenze, su torinosportiva.it, 21 aprile 2018.
  18. ^ Mendes all'ultimo respiro: l'Atalanta Mozzanica sbanca Brescia, su calcioatalanta.it, 21 aprile 2018.
  19. ^ Alberto Dolfin, Storico scudetto al primo anno di vita per la Juventus Women, sconfitto ai rigori nello spareggio il Brescia, su lastampa.it, 20 maggio 2018.
  20. ^ a b Valeria Ariodante, La Pink Bari batte il San Zaccaria e si aggiudica il posto nei play out, su calciofemminileitaliano.it, 20 maggio 2018.
  21. ^ Stefano Pellone, Serie A Femminile 2017-2018, salve Sassuolo e Pink Bari, su mondosportivo.it, 28 maggio 2018.
  22. ^ Comunicato Ufficiale Nº 68 dell'11/06/2018 (PDF), su figc.it, 11 giugno 2018. URL consultato l'8 gennaio 2019 (archiviato dall'url originale il 12 giugno 2018).
  23. ^ Walter Pettinati, Ecco perché l’AC Milan ha rinunciato alla Champions, su calciodonne.it, 13 giugno 2018.
  24. ^ Giandomenico Tiseo, Calcio femminile, Spareggio Champions League: Fiorentina-Tavagnacco 3-0, le viola conquistano il pass europeo, su oasport.it, 16 giugno 2018.
  25. ^ CU 90 - Risultati Serie A e B, classifiche, decisioni del GS, variazione al programma Coppa Italia, su calciofemminile.lnd.it, 15 maggio 2018. URL consultato il 15 maggio 2018 (archiviato dall'url originale il 16 maggio 2018).
  26. ^ Juventus campione d'Italia dopo aver vinto lo spareggio scudetto contro il Brescia.
  27. ^ a b c Poiché il Brescia ha ceduto il proprio titolo sportivo per la stagione 2018-2019 all'A.C. Milan, il posto in UEFA Women's Champions League è stato assegnato alla Fiorentina, vincitrice dello spareggio col Tavagnacco, avendo entrambe concluso il campionato come terze classificate.
  28. ^ San Zaccaria retrocesso dopo aver perso lo spareggio salvezza contro la Pink Sport Time.
  29. ^ a b CU 91 - Gare di spareggio, su calciofemminile.lnd.it, 15 maggio 2018. URL consultato il 15 maggio 2018 (archiviato dall'url originale il 16 maggio 2018).
  30. ^ CU 94 - Variazione data, orario e sede gara di spareggio tra le prime società classificate di Serie A, su calciofemminile.lnd.it, 16 maggio 2018. URL consultato il 16 maggio 2018 (archiviato dall'url originale il 17 maggio 2018).
  31. ^ CU 108 - Accesso alla UWCL 2018/2019: gara di spareggio per la determinazione della squadra terza classificata Serie A 2017/2018, su calciofemminile.lnd.it, 12 giugno 2018. URL consultato il 12 giugno 2018 (archiviato dall'url originale il 12 giugno 2018).
  32. ^ CU 98 - Gara di finale Coppa Italia nazionale, esito sorteggi gare di spareggio, risultati, decisioni del GS, variazioni al programma gare, su calciofemminile.lnd.it, 22 maggio 2018. URL consultato il 22 maggio 2018 (archiviato dall'url originale il 23 maggio 2018).
  33. ^ CU 99 - data di svolgimento, orario e campi di giuoco delle gare di spareggio tra le società perdenti le gare di spareggio tra le prime classificate nei rispettivi Gironi di Serie B e le società classificate al 9º e 10º posto in Serie A, su calciofemminile.lnd.it, 23 maggio 2018. URL consultato il 23 maggio 2018 (archiviato dall'url originale il 24 maggio 2018).

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]