Serie A 2014-2015 (calcio femminile)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Serie A Femminile 2014-2015
Competizione Serie A
Sport Football pictogram.svg Calcio
Edizione 48ª
Organizzatore Dipartimento Calcio Femminile
Date dal 4 ottobre 2014
al 9 maggio 2015
Luogo Italia Italia
Partecipanti 14
Risultati
Vincitore AGSM Verona
(5º titolo)
Secondo Brescia
Retrocessioni Cuneo
Como 2000
Pink Sport Time
Pordenone
Riviera di Romagna
Orobica
Statistiche
Miglior marcatore Italia Patrizia Panico (34)
Miglior portiere Italia Alessia Gritti
Italia Chiara Marchitelli (-19)
Gare 182
Incontri disputati 182
Gol segnati 644 (3,54 per incontro)
Cronologia della competizione
Left arrow.svg Serie A 2013-2014 Serie A 2015-2016 Right arrow.svg

L'edizione 2014-2015 è stata la quarantottesima edizione del campionato italiano di Serie A di calcio femminile.

Stagione[modifica | modifica wikitesto]

Novità[modifica | modifica wikitesto]

A differenza della precedente stagione, partecipano al campionato 14 società. Alle retrocesse Fimauto Valpolicella, Chiasiellis, Inter, Napoli, Grifo Perugia e Scalese si sostituiscono Cuneo, Anima e Corpo Orobica, San Zaccaria e Pink Sport Time, vincitrici dei quattro gironi di B.

Come nella scorsa stagione sono nove le regioni rappresentate, con solo una società ciascuna a rappresentare l'Italia meridionale e quella insulare. La Lombardia resta la regione più rappresentata con 4 squadre, seguono Emilia-Romagna e Friuli-Venezia Giulia con due. Una squadra a testa per Lazio, Toscana, Piemonte, Puglia, Sardegna e Veneto.

Formula[modifica | modifica wikitesto]

Inizialmente, non dovendo più ridurre le società da 16 a 14 squadre, sarebbero dovute retrocedere in Serie B solo quattro squadre: le ultime due classificate, più altre due dopo i play-out (in gara unica sul campo della meglio classificata), secondo lo schema 9ª-12ª e 10ª-11ª, con gli spareggi che non si sarebbero disputati qualora tra le due squadre vi fosse stacco un distacco pari o maggiore di dieci punti[1].

Tuttavia, a poche ore dall'inizio del campionato, il regolamento viene annullato[2]: si deciderà poi in seguito, dopo la terza giornata di campionato, di ripristinare l'originario piano per ridurre le squadre da 14 a 12 entro la stagione successiva. Pertanto, viene varato un nuovo regolamento: a retrocedere in Serie B sono le ultime quattro classificate, più altre due provenienti dai play-out, da disputarsi in gara unica sul campo della meglio classificata, secondo lo schema 7ª-10ª e 8ª-9ª, previo un distacco minore di dieci punti tra le due squadre coinvolte. In caso di pareggio al termine dei 90 minuti, si disputeranno i supplementari mentre, in caso di ulteriore pareggio al termine dei 120 minuti complessivi, sarà considerata salva la squadra meglio classificata in campionato, senza passare per i calci di rigore[3].

Invariato, invece, il sistema di assegnazione dello scudetto (assegnato alla prima classificata), di accesso alla UEFA Women's Champions League (qualificate direttamente alla fase finale la vincitrice dello scudetto e la seconda classificata), così come le promozioni dalla Serie B (promosse le vincitrici dei rispettivi quattro gironi).

Copertura televisiva[modifica | modifica wikitesto]

Per la prima volta, tutti i sabati una gara del campionato viene trasmessa in diretta ed in chiaro sul digitale terrestre. Il canale che trasmette le gare è OdeonTv, canale 177 del digitale terrestre mentre la produzione sarà curata da Professione Sport. La stessa emittente e la stessa produzione che avevano già trasmesso la finale della Supercoppa italiana disputata ad inizio stagione, trasmetteranno inoltre anche alcuni match in differita nel corso della settimana. Tuttavia, le dirette sono state sospese a partire dalla 4ª giornata di ritorno senza apparente motivo[4], suscitando enormi polemiche[5].

1ª giornata: Como 2000 - San Zaccaria 2-3
2ª giornata: Pink Sport Time - Firenze 1-2
3ª giornata: Firenze - Mozzanica 3-2
4ª giornata: AGSM Verona - Res Roma 1-1
5ª giornata: Firenze - Tavagnacco 1-1
6ª giornata: Brescia - Pink Sport Time 8-0[6]
7ª giornata: Res Roma - Tavagnacco 1-1
8ª giornata: AGSM Verona - Brescia 1-0

9ª giornata: Riviera di Romagna - Res Roma 1-3
10ª giornata: Mozzanica - Brescia 0-1
11ª giornata: Brescia - Firenze 6-0
12ª giornata: Mozzanica - AGSM Verona 2-2
13ª giornata: Tavagnacco - Riviera di Romagna 1-0
14ª giornata: Firenze - AGSM Verona 2-2
15ª giornata: Riviera di Romagna - Brescia[7]
16ª giornata: Pink Sport Time - Riviera di Romagna 4-1

Squadre partecipanti[modifica | modifica wikitesto]

Club Stagione Città Stadio Stagione 2013-2014
AGSM Verona dettagli Verona Stadio Aldo Olivieri 4º posto in Serie A
Brescia dettagli Brescia Centro Sp. Club Azzurri Campione d'Italia
Como 2000 dettagli Como Centro Sp. Belvedere 11º posto in Serie A
Cuneo dettagli Cuneo Stadio Fratelli Paschiero 1º posto in Serie B/A
Firenze dettagli Firenze Impianto Sp. San Marcellino 8º posto in Serie A
Pordenone dettagli Pordenone Campo Sportivo "Ovan" di Basaldella di Vivaro (PN) 7º posto in Serie A
Mozzanica dettagli Mozzanica (BG) Comunale di Mozzanica 5º posto in Serie A
Orobica dettagli Azzano San Paolo (BG) Comunale di Azzano San Paolo 1º posto in Serie B/B
Pink Sport Time dettagli Bari Campo Comunale Sportivo Bitetto 1º posto in Serie B/D
Res Roma dettagli Roma Centro Sp. "Raimondo Vianello" 9º posto in Serie A
Riviera di Romagna dettagli Cervia (RA) Stadio Germano Todoli 6º posto in Serie A
San Zaccaria dettagli San Zaccaria, Ravenna Centro Sportivo Massimo Soprani 1º posto in Serie B/C
Tavagnacco dettagli Tavagnacco (UD) Comunale (UPC Stadium) 3º posto in Serie A
Torres dettagli Sassari Stadio Vanni Sanna 2º posto in Serie A

Allenatori[modifica | modifica wikitesto]

Tabella riassuntiva[modifica | modifica wikitesto]

Club Allenatore In carica dal
AGSM Verona Italia Renato Longega 26 gennaio 2010
Brescia Italia Milena Bertolini estate 2012
Como 2000 Italia Fausto Cattaneo estate 2014
Cuneo Italia Gian Luca Petruzzelli estate 2014
Firenze Italia Sauro Fattori estate 2012
Pordenone Italia Fabio Toffolo estate 2013
Mozzanica Italia Nazzarena Grilli agosto 2014
Orobica Italia Marianna Marini estate 2013
Pink Sport Time Italia Isabella Cardone 2008
Res Roma Italia Fabio Melillo >estate 2008
Riviera di Romagna Italia Enrico Buonocore estate 2014
San Zaccaria Italia Jacopo Leandri estate 2013
Tavagnacco Italia Sara Di Filippo estate 2014
Torres Italia Mario Silvetti estate 2014

Classifica finale[modifica | modifica wikitesto]

Pos. Squadra Pt G V N P GF GS DR
Campione d'Italia 1. AGSM Verona 67 26 21 4 1 110 22 +88
2. Brescia 66 26 21 3 2 91 21 +70
3. Mozzanica 56 26 18 2 6 60 19 +41
4. Firenze 48 26 14 6 6 45 36 +9
5. Tavagnacco 47 26 14 5 7 58 33 +25
6. Torres 45 26 13 6 7 60 35 +25
7. Res Roma[8] 38 26 10 8 8 31 23 +8
1downarrow red.svg 8. Riviera di Romagna 35 26 11 2 13 40 44 -4
9. San Zaccaria 28 26 7 7 12 39 49 -10
1downarrow red.svg 10. Cuneo[9] 24 26 8 0 18 31 72 -41
1downarrow red.svg 11. Como 2000 22 26 5 7 14 25 71 -46
1downarrow red.svg 12. Pink Sport Time 15 26 4 3 19 21 61 -40
1downarrow red.svg 13. Pordenone 15 26 3 6 17 17 66 -49
1downarrow red.svg 14. Orobica 8 26 1 5 20 16 92 -76

Legenda:

      Campione d'Italia e ammessa alla UEFA Women's Champions League 2015-2016.
      Ammessa alla UEFA Women's Champions League 2015-2016.
Noatunloopsong (nuvola).svg Qualificate ai play-out.
      Retrocesse in Serie B 2015-2016.

Note:

Tre punti a vittoria, uno a pareggio, zero a sconfitta.
Torres non iscritta alla Serie A 2015-2016 per inadempienze finanziarie.
Riviera di Romagna e Pink Sport Time poi ripescate in Serie A 2015-2016 a completamento organico.

Risultati[modifica | modifica wikitesto]

Calendario[modifica | modifica wikitesto]

Andata (1ª) 1ª giornata Ritorno (14ª)
4 ott. 2-3 Como-San Zaccaria 1-1 31 gen.
0-3 Cuneo-Brescia 0-2
1-1 Firenze-AGSM Verona 2-2
2-2 Pordenone-Torres 0-4
3-1 Mozzanica-Tavagnacco 2-1
4-0 Res Roma-Pink Sport Time 0-1
7-0 Riviera di Romagna-Orobica 3-0
Andata (2ª) 2ª giornata Ritorno (15ª)
11 ott. 6-0 AGSM Verona-Como 7-0 17 feb.
0-1 Orobica-Pordenone 0-0 7 feb.
12 ott. 3-1 Brescia-Riviera di Romagna 4-0 18 mar.
11 ott. 4-0 Tavagnacco-Cuneo 6-1 8 feb.
1-2 Pink Sport Time-Firenze 1-2 24 feb.
0-1 San Zaccaria-Mozzanica 0-2 17 mar.
0-1 Torres-Res Roma 1-1 7 feb.
Andata (3ª) 3ª giornata Ritorno (16ª)
19 ott. 1-1 Brescia-Orobica 6-2 14 feb.
18 ott. 0-3 Como-Tavagnacco 1-1
1-6 Cuneo-Torres 0-3
3-2 Firenze-Mozzanica 0-1
0-7 Pordenone-AGSM Verona 0-7
4-0 Res Roma-San Zaccaria 0-0
3-0 Riviera di Romagna-Pink Sport Time 1-4
Andata (4ª) 4ª giornata Ritorno (17ª)
1° nov. 1-1 AGSM Verona-Res Roma 3-0 21 feb.
0-2 Orobica-Cuneo 1-3
2 nov. 0-3 Tavagnacco-Brescia 1-4
1° nov. 4-0 Mozzanica-Como 6-0
1-0 Pink Sport Time-Pordenone 0-1
0-2 San Zaccaria-Firenze 1-2
3-1 Torres-Riviera di Romagna 3-0
Andata (5ª) 5ª giornata Ritorno (18ª)
2 dic. 0-2 Orobica-Torres 0-7 28 feb.
8 nov. 8-0 Brescia-Pink Sport Time 3-0
1-11 Cuneo-AGSM Verona 0-6
1-1 Firenze-Tavagnacco 2-1
0-2 Pordenone-Mozzanica 0-4
3-1 Res Roma-Como 2000 0-0
2-1 Riviera di Romagna-San Zaccaria 2-1
Andata (6ª) 6ª giornata Ritorno (19ª)
15 nov. 2-1 AGSM Verona-Riviera di Romagna 1-0 14 mar.
0-2 Como 2000-Firenze 1-0
10-0 Tavagnacco-Orobica 1-0
2-0 Mozzanica-Res Roma 0-2
2-1 Pink Sport Time-Cuneo 0-1
3-1 San Zaccaria-Pordenone 3-1
2-3 Torres-Brescia 1-1
Andata (7ª) 7ª giornata Ritorno (20ª)
29 nov. 1-10 Orobica-AGSM Verona 0-5 21 mar.
30 nov. 2-2 Brescia-San Zaccaria 1-3
29 nov. 1-3 Cuneo-Mozzanica 1-4
0-2 Pordenone-Firenze 1-2
30 nov. 1-1 Res Roma-Tavagnacco 1-3
29 nov. 3-1 Riviera di Romagna-Como 2000 2-1
1-0 Torres-Pink Sport Time 2-0
Andata (8ª) 8ª giornata Ritorno (21ª)
6 dic. 1-0 AGSM Verona-Brescia 2-4 28 mar.
1-1 Como 2000-Pordenone 0-0
1-0 Firenze-Res Roma 2-2
4-0 Tavagnacco-Torres 1-0
2-0 Mozzanica-Riviera di Romagna 2-0
2-3 Pink Sport Time-Orobica 1-1
1-2 San Zaccaria-Cuneo 1-2
Andata (9ª) 9ª giornata Ritorno (22ª)
13 dic. 0-7 Orobica-Mozzanica 0-2 11 apr.
7-2 Brescia-Como 2000 7-1
1-4 Cuneo-Firenze 1-3
0-2 Pordenone-Tavagnacco 2-3
1-3 Pink Sport Time-AGSM Verona 1-7
1-3 Riviera di Romagna-Res Roma 0-3
4-0 Torres-San Zaccaria 3-3 12 apr.
Andata (10ª) 10ª giornata Ritorno (23ª)
20 dic. 3-1 AGSM Verona-Torres 6-2 18 apr.
1-5 Como 2000-Cuneo 1-0
1-1 Firenze-Riviera di Romagna 2-0
2-0 Tavagnacco-Pink Sport Time 3-2
0-1 Mozzanica-Brescia 1-2
2-1 Res Roma-Pordenone 0-0
3-1 San Zaccaria-Orobica 3-1
Andata (11ª) 11ª giornata Ritorno (24ª)
10 gen. 5-2 AGSM Verona-Tavagnacco 2-0 25 apr.
0-4 Orobica-Como 2000 2-2
6-0 Brescia-Firenze 5-1
2-1 Cuneo-Res Roma 0-1
0-0 Pink Sport Time-San Zaccaria 1-5
4-2 Riviera di Romagna-Pordenone 1-1
2-1 Torres-Mozzanica 2-4
Andata (12ª) 12ª giornata Ritorno (25ª)
17 gen. 2-1 Como 2000-Pink Sport Time 2-1 2 mag.
1-1 Firenze-Torres 0-1
0-6 Pordenone-Brescia 0-6
2-2 Mozzanica-AGSM Verona 0-1
0-0 Res Roma-Orobica 1-0
2-1 Riviera di Romagna-Cuneo 3-1
2-2 San Zaccaria-Tavagnacco 1-1
Andata (13ª) 13ª giornata Ritorno (26ª)
24 gen. 6-1 AGSM Verona-San Zaccaria 3-1 9 mag.
1-2 Orobica-Firenze 2-7
2-0 Brescia-Res Roma 1-0
2-3 Cuneo-Pordenone 2-0
1-0 Tavagnacco-Riviera di Romagna 1-2
0-0 Pink Sport Time-Mozzanica 0-3
5-0 Torres-Como 2000 1-1

Play-out[modifica | modifica wikitesto]

Risultati Luogo e data
Res Roma n.d.[10] Cuneo Roma, 16 maggio 2015
Riviera di Romagna 1 - 2 San Zaccaria Milano Marittima, 16 maggio 2015

Statistiche[modifica | modifica wikitesto]

Squadre[modifica | modifica wikitesto]

Capoliste solitarie[modifica | modifica wikitesto]

Associazione Sportiva Dilettantistica AGSM VeronaAssociazione Calcio Femminile Brescia FemminileAssociazione Sportiva Dilettantistica AGSM VeronaAssociazione Sportiva Dilettantistica MozzanicaAssociazione Calcio Femminile Brescia Femminile

Record[modifica | modifica wikitesto]

  • Maggior numero di vittorie: AGSM Verona e Brescia (21)
  • Minor numero di sconfitte: AGSM Verona (1)
  • Migliore attacco: AGSM Verona (110 reti)
  • Miglior difesa: Mozzanica (19 reti)
  • Miglior differenza reti: AGSM Verona (+88)
  • Maggior numero di pareggi: Res Roma (8)
  • Minor numero di pareggi: Cuneo (0)
  • Minor numero di vittorie: Orobica (1)
  • Maggior numero di sconfitte: Orobica (20)
  • Peggiore attacco: Orobica (16 reti)
  • Peggior difesa: Orobica (92 reti)
  • Peggior differenza reti: Orobica (-76)
  • Partita con più reti: Cuneo - AGSM Verona 1-11 (12)
  • Partita con maggiore scarto di gol: Cuneo - AGSM Verona 1-11 e Tavagnacco - Orobica 10-0 (10)
  • Maggior numero di reti in una giornata: 36 (22ª giornata)
  • Minor numero di reti in una giornata: 12 (19ª giornata)
  • Miglior serie positiva: AGSM Verona (21)
  • Peggior serie negativa: Como 2000 (7)

Individuali[modifica | modifica wikitesto]

Classifica marcatrici[modifica | modifica wikitesto]

Gol Rigori Giocatore Squadra
33 1 Italia Patrizia Panico AGSM Verona
27 5 Italia Cristiana Girelli Brescia
22 1 Italia Daniela Sabatino Brescia
22 2 Italia Paola Brumana Tavagnacco
21 1 Italia Valentina Giacinti Mozzanica
18 0 Italia Tatiana Bonetti AGSM Verona
18 4 Italia Melania Gabbiadini AGSM Verona
14 0 Ungheria Lilla Sipos AGSM Verona
14 0 Italia Stefania Tarenzi Brescia
14 1 Italia Sandy Iannella Mozzanica
13 2 Italia Simona Sodini Cuneo
13 3 Italia Luisa Pugnali Riviera di Romagna
12 0 Italia Martina Piemonte San Zaccaria
11 0 Italia Sabrina Marchese Torres
11 2 Italia Simona Cimatti San Zaccaria
10 0 Italia Valeria Pirone Res Roma
10 2 Scozia Lana Clelland Pink Sport Time

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Promozioni e retrocessioni stagione sportiva 2014/2015, C.U. n.24 del 03/10/2014
  2. ^ Annullamento Comunicato n.24, C.U. n.24 bis del 6/10/2014
  3. ^ Promozioni e retrocessioni stagione sportiva 2014/2015, C.U. n.30 del 23/10/2014
  4. ^ Annullata la diretta di Res Roma-Agsm Verona
  5. ^ Dirette TV: scontro Belloli-Dipartimento
  6. ^ Match trasmesso in differita.
  7. ^ Rinviata per neve e non trasmessa in diretta
  8. ^ Salvo senza disputare i play-out perché il vantaggio sulla decima è superiore ai 9 punti.
  9. ^ Retrocesso senza disputare i play-out perché il distacco dalla settima è superiore ai 9 punti.
  10. ^ Non disputato perché tra le due squadre si è accumulato un distacco superiore ai nove punti.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]