Stadio Germano Todoli

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Germano Todoli
Stadio dei Pini
Riviera di Romagna - San Zaccaria, 16 maggio 2015, Play-off Serie A calcio femminile 2014-2015 03.jpg
Un'azione di gioco della partita di play-out giocata il 16 maggio 2015 tra San Zaccaria e Riviera di Romagna
Informazioni
StatoItalia Italia
UbicazioneV.le Ravenna 61
loc. Milano Marittima
48015 Cervia
Inaugurazione1939
CoperturaTribuna (3 000 posti)
Pista d'atleticano
Ristrutturazione2004, 2009
Mat. del terrenoErba
Dim. del terreno105×68
ProprietarioComune di Cervia
Uso e beneficiari
CalcioCervia
Capienza
Posti a sedere3 000
Mappa di localizzazione

Coordinate: 44°16′31.08″N 12°20′30.84″E / 44.2753°N 12.3419°E44.2753; 12.3419

Lo stadio Germano Todoli è un impianto sportivo di Cervia in località Milano Marittima. Esso è il terreno interno dell'Associazione Sportiva Cervia 1920 ed è stato utilizzato fino al 2012 dall'Equipe Romagna[1], associazione sportiva che raccoglieva i calciatori professionisti rimasti senza contratto, fino al 2016 dalla squadra femminile Riviera di Romagna, oltreché dalle giovanili del Cervia.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Durante il fascismo il Cervia iniziò a darsi una fisionomia più definita ed iniziò ad ambire categorie più consone ad una città rinomata per i "bagni". Il vecchio campo presso il Lavatoio viene dapprima trasferito presso il Lungomare dove i problemi di drenaggio costringevano spesso gli stessi giocatori ad improvvisarsi pompieri. La visita di Benito Mussolini del 20 giugno 1938 fu occasione per Augusto Piraccini detto "Besagnon", un fruttivendolo che aveva il banco nei pressi dell'area del futuro stadio, di fare richiesta al duce di uno stadio per la squadra locale: l'impianto venne completato nel 1939, battezzato "Stadio dei Pini"[2][3], e da allora è lo stadio di casa del Cervia, lavori di ristrutturazione sono stati effettuati nel 2004 all'epoca del reality "Campioni", e nel 2009.

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

Lo stadio Todoli , così ribattezzato il 17 febbraio 1992[4] in onore del presidente delle migliori stagioni del Cervia, Germano Todoli, ha una capienza di 3.000 posti. È composto da una tribuna centrale coperta a cui nel 2004 si sono aggiunte tribune smontabili sul lato opposto, dopo il termine del reality "Campioni" è stata invece smantellata la gradinata che costituiva una sorta di curva nord. Sul retro della tribuna principale è presente il fabbricato adibito a sede della società calcistica Cervia, mentre adiacente a sud vi è l'antistadio in erba sintetica.

Altro[modifica | modifica wikitesto]

Il 29 giugno 2009 vi si giocò il II Italian Superbowl, vinto dai Giants Bolzano sui Marines Lazio per 35 a 21.[5]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Equipe Romagna
  2. ^ Gli anni ruggenti del Cervia: Il calcio cervese campionato dopo campionato, pag. 10
  3. ^ Carlo Sgarbi, Frugando nel passato, Valbonesi 1983
  4. ^ Gli anni ruggenti del Cervia: Il calcio cervese campionato dopo campionato, pag. 99
  5. ^ IFL - Italian Football League - Lega serie A football americano - Home Archiviato il 6 agosto 2009 in Internet Archive.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Silvano Stella, Mario Silvano Stella, Gli anni ruggenti del Cervia: Il calcio cervese campionato dopo campionato, Associazione Germano Todoli per la difesa dello sport e della natura, 2004

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]