Milan Associazione Calcio 1982-1983

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

1leftarrow blue.svgVoce principale: Associazione Calcio Milan.

Milan Associazione Calcio
Milan 1982 1983.jpg
Stagione 1982-1983
AllenatoreItalia Ilario Castagner
All. in secondaItalia Italo Galbiati
PresidenteItalia Giuseppe Farina
Serie B1º posto (promosso in Serie A)
Coppa ItaliaQuarti di finale
Maggiori presenzeCampionato: Battistini (37)
Totale: Battistini (46)
Miglior marcatoreCampionato: Battistini (11)
Totale: Jordan, Serena (14)
StadioGiuseppe Meazza
Media spettatori35.111[1]

Questa pagina raccoglie i dati riguardanti il Milan Associazione Calcio nelle competizioni ufficiali della stagione 1982-1983.

Stagione[modifica | modifica wikitesto]

Giancarlo Pasinato in maglia rossonera

Il Milan disputa la propria seconda stagione in Serie B sotto la guida del nuovo allenatore Ilario Castagner.[2][3] L'organico della squadra subisce diversi cambiamenti: a lasciare i rossoneri, tra gli altri, sono Novellino, Maldera, Antonelli, Buriani e Collovati, fresco campione del mondo con la Nazionale italiana, che passa all'Inter.[2][3] Dai nerazzurri arrivano in prestito come contropartita Canuti, Pasinato e Serena; altri acquisti sono Verza, Damiani e Nuciari.[2][3] Rimangono invece al Milan Franco Baresi, che a soli 22 anni diventa il nuovo capitano della squadra, Mauro Tassotti e Alberigo Evani.[2][3]

Franco Baresi, nuovo capitano rossonero, in azione con la seconda divisa bianca.

In campionato il Milan non fatica a ottenere la promozione in Serie A 1983-1984:[3] dopo aver chiuso il girone d'andata al secondo posto in classifica a un punto dalla Lazio,[4] termina la competizione al primo posto con solo 3 sconfitte a fronte di 19 vittorie e 16 pareggi per un totale di 54 punti, 8 in più della Lazio seconda classificata.[2] La squadra realizza inoltre 77 gol,[2] con una media di poco più di 2 reti a partita, e ne subisce 36.[5] Il 7 novembre 1982 arriva la sconfitta interna in campionato contro la Cavese (1-2). La partita di ritorno, a Cava de' Tirreni, finisce invece 2-2. Le altre sconfitte stagionali sono quelle di Como (1-0) e Perugia (3-2) in campionato e quella a Torino contro la Juventus (2-1) nel girone eliminatorio di Coppa Italia. Nel campionato cadetto realizza 77 reti in 38 partite: un record, anche se non assoluto (stabilito dalla Spal nella stagione 1949-1950, con 95 reti in 42 partite), per la Serie B. Il calciatore più presente nelle due stagioni del Milan nella serie cadetta è Sergio Battistini, con 74 presenze e 16 reti complessive nei due campionati.[6]

In Coppa Italia il Milan supera il primo turno chiudendo il proprio girone al secondo posto con 7 punti grazie alle vittorie con Padova, Catania e Genoa, al pareggio con il Pescara e alla sconfitta con la Juventus, quest'ultima vincitrice del girone con un punto di vantaggio sui rossoneri.[7] Negli ottavi di finale il Milan elimina il Cagliari vincendo 2-1 a Cagliari e 4-2 a Milano.[8] In questa competizione la squadra sconfigge quindi sia il Genoa che il Cagliari, che lo avevano condannato alla retrocessione nell'ultimo turno del campionato precedente col loro pareggio. Nei quarti di finale i rossoneri affrontano il Verona con cui pareggiano per 2-2 la partita d'andata al Bentegodi e per 3-3 quella di ritorno a San Siro;[8] il Verona si qualifica grazie alla regola dei gol fuori casa. La squadra veronese verrà poi battuta in finale dalla Juventus.

Maglie e sponsor[modifica | modifica wikitesto]

Lo sponsor tecnico per la stagione 1982-1983 è NR, mentre lo sponsor ufficiale è Hitachi.[2] La divisa è una maglia a strisce verticali della stessa dimensione, rosse e nere, con pantaloncini bianchi e calzettoni neri con risvolto rosso. La divisa di riserva è una maglia bianca con colletto e maniche rosse e nere, pantaloncini bianchi e calzettoni bianchi. Tra ottobre del 1982 e marzo del 1983 viene utilizzata una seconda maglia bianca con quattro sottili strisce verticali rosse e nere.

Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
Calzettoni
Casa
Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
Trasferta
Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
Trasferta (ott.-mar.)

Organigramma societario[2][modifica | modifica wikitesto]

Area direttiva

Area tecnica

Area sanitaria

  • Medico sociale: Giovanni Battista Monti
  • Massaggiatori: Paolo Mariconti, Ruggero Ribolzi

Rosa[modifica | modifica wikitesto]

N. Ruolo Giocatore
Italia P Francesco Alberti
Italia P Giulio Nuciari
Italia P Ottorino Piotti
Italia D Franco Baresi (capitano)
Italia D Paolo Benetti
Italia D Roberto Biffi
Italia D Nazzareno Canuti
Italia D Andrea Icardi
Italia D Maurizio Longobardo
Italia D Mauro Tassotti
Italia C Sergio Battistini (vice capitano)
Italia C Stefano Cuoghi
N. Ruolo Giocatore
Italia C Alberigo Evani
Italia C Massimo Gadda
Italia C Tiziano Manfrin
Italia C Giancarlo Pasinato
Italia C Francesco Romano
Italia C Vinicio Verza
Italia A Alberto Cambiaghi[9]
Italia A Oscar Damiani
Italia A Maurizio D'Este
Italia A Giuseppe Incocciati
Scozia A Joe Jordan
Italia A Aldo Serena

Calciomercato[modifica | modifica wikitesto]

Sessione estiva[modifica | modifica wikitesto]

Acquisti
R. Nome da Modalità
P Giulio Nuciari Ternana definitivo
D Nazzareno Canuti Inter prestito
D Maurizio Longobardo Reggina fine prestito
C Tiziano Manfrin Genoa definitivo
C Giancarlo Pasinato Inter prestito
C Vinicio Verza Cesena definitivo
A Oscar Damiani Napoli definitivo
A Maurizio D'Este VJS Velletri definitivo
A Aldo Serena Inter prestito
Cessioni
R. Nome a Modalità
P Roberto Incontri Ternana definitivo
D Fulvio Collovati Inter prestito
D Aldo Maldera Roma definitivo
D Alberto Minoia Sambenedettese definitivo
D Maurizio Venturi Palermo definitivo
C Ruben Buriani Cesena definitivo
C Adelio Moro Cesena definitivo
C Walter Novellino Ascoli definitivo
A Roberto Antonelli Genoa definitivo
A Roberto Mandressi Pescara prestito
A Fabio Valente Sant'Angelo prestito

Sessione autunnale[modifica | modifica wikitesto]

Acquisti
R. Nome a Modalità
A Roberto Mandressi Pescara fine prestito
Cessioni
R. Nome a Modalità
A Alberto Cambiaghi Brescia prestito
A Roberto Mandressi Piacenza fine definitivo

Risultati[modifica | modifica wikitesto]

Serie B[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Serie B 1982-1983.

Girone di andata[modifica | modifica wikitesto]

Milano
12 settembre 1982
1ª giornata
Milan2 – 2SambenedetteseStadio Giuseppe Meazza (28 733 spett.)
Arbitro:  Vitali (Bologna)

Catania
19 settembre 1982
2ª giornata
Catania1 – 1MilanStadio Cibali (20 000 spett.)
Arbitro:  Menegali (Roma)

Milano
26 settembre 1982
3ª giornata
Milan2 – 1ArezzoStadio Giuseppe Meazza (24 961 spett.)
Arbitro:  Pezzella (Frattamaggiore)

Campobasso
3 ottobre 1982
4ª giornata
Campobasso0 – 2MilanStadio Giovanni Romagnoli (17 111 spett.)
Arbitro:  Lo Bello (Siracusa)

Milano
10 ottobre 1982
5ª giornata
Milan3 – 1BariStadio Giuseppe Meazza (39 124 spett.)
Arbitro:  Barbaresco (Cormons)

Monza
17 ottobre 1982
6ª giornata
Monza1 – 4MilanStadio Gino Alfonso Sada (10 842 spett.)
Arbitro:  Patrussi (Ravenna)

Milano
24 ottobre 1982
7ª giornata
Milan5 – 0BolognaStadio Giuseppe Meazza (35 455 spett.)
Arbitro:  Pairetto (Nichelino)

Varese
31 ottobre 1982
8ª giornata
Varese0 – 0MilanStadio Franco Ossola (15 000 spett.)
Arbitro:  Bergamo (Livorno)

Milano
7 novembre 1982
9ª giornata
Milan1 – 2CaveseStadio Giuseppe Meazza (37 822 spett.)
Arbitro:  Falzier (Treviso)

Milano
14 novembre 1982
10ª giornata
Milan2 – 0FoggiaStadio Giuseppe Meazza (36 269 spett.)
Arbitro:  Lanese (Messina)

Cremona
21 novembre 1982
11ª giornata
Cremonese3 – 3MilanStadio Giovanni Zini (16 274 spett.)
Arbitro:  Longhi (Roma)

Milano
28 novembre 1982
12ª giornata
Milan2 – 1PerugiaStadio Giuseppe Meazza (26 108 spett.)
Arbitro:  Pairetto (Nichelino)

Como
5 dicembre 1982
13ª giornata
Como1 – 0MilanStadio Giuseppe Sinigaglia (19 944 spett.)
Arbitro:  Ballerini (La Spezia)

Milano
12 dicembre 1982
14ª giornata
Milan2 – 0PalermoStadio Giuseppe Meazza (32 073 spett.)
Arbitro:  Esposito (Torre del Greco)

Roma
19 dicembre 1982
15ª giornata
Lazio2 – 2MilanStadio Olimpico (65 850 spett.)
Arbitro:  Agnolin (Bassano del Grappa)

Milano
2 gennaio 1983
16ª giornata
Milan3 – 0ReggianaStadio Giuseppe Meazza (37 201 spett.)
Arbitro:  Pirandola (Lecce)

Lecce
9 gennaio 1983
17ª giornata
Lecce1 – 1MilanStadio Comunale (27 658 spett.)
Arbitro:  Barbaresco (Cormons)

Bergamo
16 gennaio 1983
18ª giornata
Atalanta2 – 2MilanStadio Comunale (32 523 spett.)
Arbitro:  Menicucci (Firenze)

Milano
23 gennaio 1983
19ª giornata
Milan2 – 1PistoieseStadio Giuseppe Meazza (32 336 spett.)
Arbitro:  Lo Bello (Siracusa)

Girone di ritorno[modifica | modifica wikitesto]

San Benedetto del Tronto
30 gennaio 1983
20ª giornata
Sambenedettese1 – 1MilanStadio Fratelli Ballarin (12 142 spett.)
Arbitro:  Pieri (Genova)

Milano
13 febbraio 1983
21ª giornata
Milan0 – 0CataniaStadio Giuseppe Meazza (34 386 spett.)
Arbitro:  D'Elia (Salerno)

Arezzo
20 febbraio 1983
22ª giornata
Arezzo2 – 2MilanStadio Comunale (19 255 spett.)
Arbitro:  Altobelli (Roma)

Milano
27 febbraio 1983
23ª giornata
Milan0 – 0CampobassoStadio Giuseppe Meazza (23 076 spett.)
Arbitro:  Patrussi (Ravenna)

Bari
6 marzo 1983
24ª giornata
Bari1 – 4MilanStadio della Vittoria (29 552 spett.)
Arbitro:  Mattei (Macerata)

Milano
13 marzo 1983
25ª giornata
Milan4 – 0MonzaStadio Giuseppe Meazza (38 770 spett.)
Arbitro:  Lombardo (Marsala)

Bologna
20 marzo 1983
26ª giornata
Bologna1 – 3MilanStadio Comunale (47 619 spett.)
Arbitro:  Pieri (Genova)

Milano
27 marzo 1983
27ª giornata
Milan3 – 0VareseStadio Giuseppe Meazza (45 031 spett.)
Arbitro:  Angelelli (Terni)

Cava de' Tirreni
2 aprile 1983
28ª giornata
Cavese2 – 2MilanStadio Comunale (15 000 spett.)
Arbitro:  Redini (Pisa)

Foggia
10 aprile 1983
29ª giornata
Foggia1 – 1MilanStadio Pino Zaccheria (18 000 spett.)
Arbitro:  Longhi (Roma)

Milano
17 aprile 1983
30ª giornata
Milan1 – 1CremoneseStadio Giuseppe Meazza (50 170 spett.)
Arbitro:  Pairetto (Nichelino)

Perugia
24 aprile 1983
31ª giornata
Perugia3 – 2MilanStadio Renato Curi (26 000 spett.)
Arbitro:  Ballerini (La Spezia)

Milano
1º maggio 1983
32ª giornata
Milan2 – 0ComoStadio Giuseppe Meazza (31 275 spett.)
Arbitro:  Redini (Pisa)

Palermo
8 maggio 1983
33ª giornata
Palermo0 – 0MilanStadio La Favorita (28 000 spett.)
Arbitro:  Mattei (Macerata)

Milano
15 maggio 1983
34ª giornata
Milan5 – 1LazioStadio Giuseppe Meazza (63 000 spett.)
Arbitro:  Barbaresco (Cormons)

Reggio Emilia
22 maggio 1983
35ª giornata
Reggiana2 – 3MilanStadio comunale Mirabello (18 464 spett.)
Arbitro:  Menegali (Roma)

Milano
29 maggio 1983
36ª giornata
Milan4 – 2LecceStadio Giuseppe Meazza (27 000 spett.)
Arbitro:  Pieri (Genova)

Milano
5 giugno 1983
37ª giornata
Milan1 – 0AtalantaStadio Giuseppe Meazza (26 106 spett.)
Arbitro:  Testa (Prato)

Pistoia
12 giugno 1983
38ª giornata
Pistoiese0 – 0MilanStadio Comunale (18 000 spett.)
Arbitro:  Altobelli (Roma)

Coppa Italia[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Coppa Italia 1982-1983.

Primo turno[modifica | modifica wikitesto]

Pescara
18 agosto 1982
1ª giornata - Girone 6
Pescara1 – 1MilanStadio Adriatico (22 000 spett.)
Arbitro:  Angelelli (Terni)

Padova
22 agosto 1982
2ª giornata - Girone 6
Padova0 – 1MilanStadio Silvio Appiani (20 000 spett.)
Arbitro:  Ballerini (La Spezia)

Piacenza
29 agosto 1982
3ª giornata - Girone 6
Milan2 – 1CataniaStadio Galleana[10] (15 000 spett.)
Arbitro:  Mattei (Macerata)

Torino
1º settembre 1982
4ª giornata - Girone 6
Juventus2 – 1MilanStadio Comunale Vittorio Pozzo (51 524 spett.)
Arbitro:  Bergamo (Livorno)

Milano
5 settembre 1982
5ª giornata - Girone 6
Milan3 – 2GenoaStadio Giuseppe Meazza (50 000 spett.)
Arbitro:  Agnolin (Bassano del Grappa)

Ottavi di finale[modifica | modifica wikitesto]

Cagliari
6 aprile 1983
Andata
Cagliari1 – 2MilanStadio Sant'Elia (21 102 spett.)
Arbitro:  Altobelli (Roma)

Milano
13 aprile 1983
Ritorno
Milan4 – 2CagliariStadio Giuseppe Meazza (53 423 spett.)
Arbitro:  Facchin (Udine)

Quarti di finale[modifica | modifica wikitesto]

Verona
18 maggio 1983
Andata
Verona2 – 2MilanStadio Marcantonio Bentegodi (35 960 spett.)
Arbitro:  Menicucci (Firenze)

Milano
1º giugno 1983
Ritorno
Milan3 – 3VeronaStadio Giuseppe Meazza (68 374 spett.)
Arbitro:  Mattei (Macerata)

Statistiche[modifica | modifica wikitesto]

Statistiche di squadra[modifica | modifica wikitesto]

Competizione[2][11] Punti In casa In trasferta Totale DR
G V N P Gf Gs G V N P Gf Gs G V N P Gf Gs
Serie B 54 19 14 4 1 44 12 19 5 12 2 33 24 38 19 16 3 77 36 +41
Coccarda Coppa Italia.svg Coppa Italia quarti di finale 4 3 1 0 12 8 5 2 2 1 7 6 9 5 3 1 19 14 +5
Totale - 23 22 15 4 56 20 24 7 14 3 40 30 47 24 19 4 96 50 +46

Statistiche dei giocatori[8][12][modifica | modifica wikitesto]

Giocatore Serie B Coppa Italia Totale
Presenze Reti Ammonizioni Espulsioni Presenze Reti Ammonizioni Espulsioni Presenze Reti Ammonizioni Espulsioni
Alberti, F. F. Alberti 0-0000-0000-000
Baresi, F. F. Baresi 304??92??396??
Battistini, S. S. Battistini 3711??91??4612??
Benetti, P. P. Benetti 10??0000100+0+
Biffi, R. R. Biffi 40??0000400+0+
Cambiaghi, A. A. Cambiaghi 000000000000
Canuti, N. N. Canuti 310??80??390??
Cuoghi, S. S. Cuoghi 292??20??312??
D'Este, M. M. D'Este 11??0000110+0+
Damiani, O. O. Damiani 2710??62??3312??
Evani, A. A. Evani 350??60??410??
Gadda, M. M. Gadda 41??0000410+0+
Icardi, A. A. Icardi 302?180??382?1+
Incocciati, G. G. Incocciati 316??60??376??
Jordan, J. J. Jordan 3010??64??3614??
Longobardo, M. M. Longobardo 30??10??40??
Manfrin, T. T. Manfrin 170??70??240??
Nuciari, G. G. Nuciari 18-16??4-8??22-24??
Pasinato, G. G. Pasinato 337??90??427??
Piotti, O. O. Piotti 20-20??5-6??25-26??
Romano, F. F. Romano 182??50??232??
Serena, A. A. Serena 208??96??2914??
Tassotti, M. M. Tassotti 320?191??411?1+
Verza, V. V. Verza 3110??92??4012??

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Dati che riguardano il solo campionato. (EN) Attendance Statistics of Serie B, stadiapostcards.com. URL consultato il 14 febbraio 2012.
  2. ^ a b c d e f g h i Panini, p. 442.
  3. ^ a b c d e Tosi.
  4. ^ Classifica Parziale Stagione 1982-1983 - Giornata: 19, wikicalcioitalia.info. URL consultato il 20 febbraio 2012.
  5. ^ Pellegatti.
  6. ^ Panini, pp. 434, 448.
  7. ^ Panini, pp. 447-448.
  8. ^ a b c Panini, p. 448.
  9. ^ Ceduto durante la sessione autunnale del calciomercato.
  10. ^ Per inagibilità dello Stadio Giuseppe Meazza: Panini, p. 447.
  11. ^ Milan Associazione Calcio 1982-83 (PDF), magliarossonera.it, p. 2. URL consultato il 19 febbraio 2012.
  12. ^ Milan Associazione Calcio 1982-83 (PDF), magliarossonera.it, p. 3. URL consultato il 19 febbraio 2012.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Almanacco illustrato del Milan, 2ª ed., Panini, marzo 2005.
  • Enrico Tosi, Forza Milan! – La storia del Milan, Italia/Italy, maggio 2005.
  • Sergio Taccone, Quando il Milan era un piccolo diavolo, Limina, giugno 2009.
  • Carlo Pellegatti, Con il Milan nel cuore, Priuli & Verlucca, novembre 2010, ISBN 88-8068-502-3.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]