Stefano Cuoghi

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Stefano Cuoghi
Stefano Cuoghi.jpg
Cuoghi al Milan nella stagione 1981-1982
Nazionalità Italia Italia
Altezza 176 cm
Peso 74 kg
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo Allenatore (ex centrocampista)
Ritirato 1993 - giocatore
Carriera
Squadre di club1
1977-1980 Modena 56 (15)
1980-1983 Milan 61 (5)
1983-1985 Modena 55 (2)
1985-1986 Perugia 34 (0)
1986-1990 Pisa 107 (11)
1990-1993 Parma 82 (3)
Carriera da allenatore
1994-1996Giallo e Blu.png Collecchio
1997-1998Giulianova
1998-2000Messina
2000-2001Brescello
2001Crotone
2002-2003Spezia
2004-2005Grosseto
2005-2006Salernitana
2006-2007Foggia
2007-2008Arezzo
2008-2009Venezia
2009-2010Pisa
2012-2013Viareggio
2013-2014Grosseto
2014Paganese
2016Como
2016Lecco
2016Lecco
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate al dicembre 2016

Stefano Cuoghi (Modena, 8 agosto 1959) è un allenatore di calcio ed ex calciatore italiano di ruolo centrocampista.

Anche suo figlio Marco è un calciatore.[1]

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Giocatore[modifica | modifica wikitesto]

Nato e cresciuto nel Modena, con i canarini debutta nel calcio professionistico. Nel 1980 approda al Milan dove rimane tre stagioni tra Serie A e Serie B. In seguito torna a Modena e poi si trasferisce al Perugia.

Cuoghi (in secondo piano) in azione al Pisa nel 1989, alle prese con il laziale Di Canio.

Nel 1986 torna in Serie A con la maglia del Pisa, mentre nel 1990 approda al Parma, dove vince Coppa Italia e Coppa delle Coppe (segnando il gol del definitivo 3-1 in finale contro l'Anversa a Wembley). A giugno 1993 lascia il calcio giocato.

Allenatore[modifica | modifica wikitesto]

Con il Messina ha conquistato la promozione in Serie C1.

Il 2 novembre 2009 diventa l'allenatore del Pisa in Serie D, con il quale ottiene la promozione tra i professionisti con quattro giornate di anticipo il 18 aprile 2010. Guida i nerazzurri anche nella successiva stagione, nella quale la società pisana viene "ripescata" e disputa così la Lega Pro Prima Divisione. Viene esonerato il 29 novembre successivo, dopo la sconfitta esterna ad Andria che aveva fatto precipitare la squadra al penultimo posto in classifica.

Il 20 febbraio 2012, dopo oltre un anno di inattività, viene ingaggiato come allenatore del Viareggio[2] portandolo alla salvezza. Confermato anche per la stagione 2012-13, si ripete portando alla salvezza la squadra bianconera e sfiorando la vittoria nella Coppa Italia di Lega Pro (perde la finale con il Latina). Non viene confermato per la stagione successiva, a causa di pretese economiche non in linea con il budget della squadra bianconera.

Il 6 settembre, in seguito all'esonero di Francesco Statuto, viene ingaggiato sulla panchina del Grosseto,[3] sulla quale fa ritorno dopo otto anni. In seguito al pareggio interno rimediato il 24 novembre contro la Paganese, Cuoghi viene esonerato dalla guida tecnica della squadra maremmana in favore di Antonello Cuccureddu. Proprio con la squadra di Pagani, il 12 giugno 2014 trova l'accordo per allenare la prima squadra venendo esonerato il 5 ottobre alla luce degli scarsi risultati conseguiti.[4]

Il 13 marzo 2016 gli viene affidata la guida tecnica del Como, sostituendo Gianluca Festa, nel disperato tentativo di ottenere la salvezza in Serie B.[5]

Il 7 agosto seguente passa ad allenare il Lecco, militante in Serie D.[6] Viene esonerato il 16 ottobre, dopo aver raccolto solo sei punti in sette partite,[7] per essere richiamato dopo dieci giorni[8] ed essere nuovamente e definitivamente esonerato (con rescissione del contratto) il 9 dicembre, giacché il suo compenso viene giudicato eccessivo e non onorabile dalla società (frattanto fallita e posta in amministrazione straordinaria)[9].

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Giocatore[modifica | modifica wikitesto]

Competizioni nazionali[modifica | modifica wikitesto]

Modena: 1979-1980
Milan: 1980-1981, 1982-1983
Parma: 1991-1992

Competizioni internazionali[modifica | modifica wikitesto]

Milan: 1981-1982
Pisa: 1987-1988
Parma: 1992-1993

Allenatore[modifica | modifica wikitesto]

Messina: 1999-2000
Pisa: 2009-2010

Note[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

  • (DEENIT) Stefano Cuoghi, su Transfermarkt.it, Transfermarkt GmbH & Co. KG.
  • Stefano Cuoghi, su TuttoCalciatori.Net, Ascoli Piceno, Norz Srl.