Stadio Simonetta Lamberti

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Stadio Simonetta Lamberti
Stadio comunale
Stadio Simonetta Lamberti, 20.01.2008.JPG
L'interno dell'impianto
Informazioni
StatoItalia Italia
UbicazioneCorso Mazzini, 1
84013 Cava de' Tirreni
Inaugurazione12 gennaio 1969[1][2]
Strutturaovale
CoperturaTribuna superiore
Pista d’atletica8 corsie
Dim. del terreno110 × 65 m[1]
ProprietarioComune di Cava de' Tirreni
GestoreCavese 1919
Prog. strutturaleVittorio Casillo[2]
Uso e beneficiari
CalcioCavese
(1969-oggi)
Capienza
Posti a sedere7 800 certificati 5 000[3]
Settore ospiti800[3]
Mappa di localizzazione

Coordinate: 40°42′35″N 14°42′09″E / 40.709722°N 14.7025°E40.709722; 14.7025

Lo stadio comunale Simonetta Lamberti, costruito come stadio comunale, è il maggiore impianto sportivo della città di Cava de’ Tirreni. Ospita gli incontri interni calcistici della Cavese.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Il terreno di gioco, la curva nord, parte dei distinti visti dalla curva sud “Catello Mari” .

L'impianto, progettato dall'ingegnere Vittorio Casillo, venne inaugurato il 12 gennaio 1969 per la gara Cavese-Leonida Gragnano valida per il campionato di promozione, terminata 0-0.[1][2]

Lo stadio assunse il nome di stadio Simonetta Lamberti il 2 aprile 1983 per la gara Milan-Cavese della 28ª giornata del campionato di Serie B 1982-1983 terminata 2-2, fu chiamato così per ricordare Simonetta Lamberti, una bambina uccisa il 12 maggio 1982 dalla camorra, per errore, nel tentativo di colpire il padre, il giudice Alfonso Lamberti.[1][2][4] In precedenza, erano stati accostati anche altri nomi da dare all'impianto sportivo, come quello di Virgilio Felice Levratto o Bruno Mazzotta entrambi ex calciatori della Cavese oppure a Gino Palumbo, ex giornalista metelliano della Gazzetta dello Sport.[1]

Nel 1980 al Simonetta Lamberti (allora semplicemente noto come stadio comunale), si disputò un'amichevole tra la stessa Cavese e l'Italia di Enzo Bearzot.[2][5]

Il 12 dicembre 1983, l'impianto ha ospitato l'incontro Italia-Cipro valido per il girone di qualificazione del Campionato europeo di calcio Under-21 del 1984. Gli azzurri vinsero per 2-0 e si qualificarono all'europeo.[6][2]

Il Simonetta Lamberti ospitò anche un secondo incontro della nazionale Italiana under 21: l'8 settembre 1999 contro la Danimarca terminato 3-1.[7]

Il 30 aprile 2006 la curva sud viene intitolata a Catello Mari, calciatore della Cavese scomparso il 16 aprile precedente in un incidente stradale.[1][8] Successivamente, nel 2008 la sala stampa ristrutturata, venne intitolata al giornalista Raffaele Senatore.[1]

Il 12 settembre 2012, il Lamberti ha ospitato un'amichevole dell'Italia under-19 contro il Portogallo, terminata 2-0.[9]

Nel 2019, l'impianto ospiterà alcuni incontri della XXX Universiade. Per omologare l'impianto sportivo, sono stati stanziati 800 000 euro.[10]

Incontri internazionali ufficiali[modifica | modifica wikitesto]

Cava de' Tirreni
12 dicembre 1983
Qualificazioni al campionato europeo di calcio Under-21 1984
Italia Italia2 – 0
referto
Cipro CiproStadio Simonetta Lamberti
Arbitro: Irlanda del Nord Snoody

Cava de' Tirreni
8 settembre 1999
Qualificazioni al campionato europeo di calcio Under-21 2000
Italia Italia3 – 1
referto
Danimarca DanimarcaStadio Simonetta Lamberti
Arbitro: Portogallo Mendez

Struttura[modifica | modifica wikitesto]

Lo stadio è formato da un unico anello, tranne il settore tribuna che ne dispone di due, di cui quello superiore coperto ed è dotato di un impianto di illuminazione per le manifestazioni in notturna e di una pista di atletica (l'unica nella provincia di Salerno ad 8 corsie insieme a quella presente nello stadio Dirceu di Eboli), oltre ad una pedana per il salto in alto di recente costruzione.[11]

Il Lamberti è poi dotato di: sala stampa e riprese video, palestra, sala interviste, quattro spogliatoi per atleti, due per gli arbitri, sala antidoping e parcheggio atleti.[11]

Ecco, invece, l'elenco dei settori in cui è schematizzato lo stadio:[11]

  • curva Sud “Catello Mari” (tifosi locali);
  • curva Nord (tifosi ospiti);
  • Distinti;
  • tribuna scoperta inferiore;
  • tribuna coperta laterale superiore;
  • tribuna coperta centrale superiore;
  • tribuna vip;
  • tribuna stampa "Gino Palumbo".

Capienza[modifica | modifica wikitesto]

La capienza dell'impianto è cambiata nel corso degli anni. Il picco massimo di affluenza si è registrato nella partita Cavese-Milan del campionato di Serie B 1982-1983 terminata 2-2, all'evento ci furono circa 22 000 spettatori[1][2] In numerose occasioni ci sono state grosse affluenze[2], ma per via delle nuove norme imposte dagli enti, la capienza dell'impianto è stata ridotta sempre di più. Oggi il "Simonetta Lamberti" ha una capienza massima di 7 000 posti e una certificata di 5 200 posti, di cui 800 sono riservati al settore ospiti.[3]

Eventi[modifica | modifica wikitesto]

Concerti[modifica | modifica wikitesto]

Il "Simonetta Lamberti" ha ospitato concerti dei più grandi artisti del panorama musicale mondiale e nazionale, su tutti spicca il concerto dei Pink Floyd che si tenne nel 1989.[2] Tra gli altri artisti che si sono esibiti nello stadio figurano: Bob Dylan, Deep Purple, The Clash, The Cure, Sting, Prince, Tina Turner, Simply Red, Simple Minds, Duran Duran, Dire Straits, Spandau Ballet, Vasco Rossi, Zucchero,[2] Claudio Baglioni, Francesco De Gregori, Pino Daniele che vi incise il suo secondo album dal vivo E sona mo', Eric Clapton.[12]

Disfida dei Trombonieri[modifica | modifica wikitesto]

Dal 1974, a cadenza annuale nella prima settimana di luglio, il “Simonetta Lamberti” è teatro della Disfida dei Trombonieri, evento storico-folcloristico che rievoca l'aiuto dato dai cavesi al re di Napoli Ferdinando d'Aragona nella battaglia di Sarno del 1460. Il sovrano, per riconoscenza, inviò alla “Università de la Cava” una lettera con cui si dichiarava disponibile ad esaudire tutte le richieste del popolo amico e, in allegato, la cosiddetta Pergamena bianca, completa della sua firma e dei sigilli, nella quale i cavesi avrebbero potuto scrivergli cosa gradivano. I cavesi non compilarono mai il documento che è tuttora conservato intatto nel comune.[13]

I trombonieri dei quattro distretti aragonesi (Pasculano, Mitiliano, Sant'Adiutore e Corpo di Cava) si cimentano, un gruppo alla volta, in batterie di sparo con il trombino davanti ad una giuria di esperti che valuta la velocità di caricamento, la precisione e lo stile dei concorrenti secondo un rigoroso e dettagliato regolamento. Alla fine della Disfida vengono consegnati i premi “Città fedelissima” e, soprattutto, la leggendaria Pergamena bianca, che il casale vincente conserverà fino all'edizione successiva.[13]

Trasporti[modifica | modifica wikitesto]

La struttura è facilmente raggiungibile poiché è situata a circa cento metri dall'uscita autostradale dell'A3 sulla tratta Napoli-Salerno.[14] Con i trasporti pubblici, lo stadio è raggiungibile tramite le linee 4 e 9 di Busitalia (ex CSTP) che fermano alla ferrovia.[15]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c d e f g h STADIO COMUNALE "SIMONETTA LAMBERTI", lacavese.it. URL consultato il 17 agosto 2016 (archiviato dall'url originale l'8 febbraio 2009).
  2. ^ a b c d e f g h i j Antonio Ioele, I 40 anni del Simonetta Lamberti, su lacavese.it, 8 gennaio 2009. URL consultato il 17 agosto 2016 (archiviato dall'url originale il 3 settembre 2012).
  3. ^ a b c IMPIANTI CON CAPIENZA INFERIORE A 7.500 SPETTATORI UTILIZZATI NEI CAMPIONATI DI LEGA PRO – I Divisione (PDF), osservatoriosport.interno.gov.it. URL consultato il 17 agosto 2016 (archiviato dall'url originale il 1º maggio 2014).
  4. ^ MA CHE C’ENTRAVA SIMONETTA? (PDF), panoramatirreno.it, aprile 2000, p. III. URL consultato il 5 agosto 2017 (archiviato il 4 agosto 2017).
  5. ^ Raffaele Senatore, Lo stadio “S. Lamberti” un monumento da rispettare, panoramatirreno.it, febbraio 2002. URL consultato il 5 agosto 2017 (archiviato il 5 agosto 2017).
  6. ^ Mario Bianchini, Era solo Cipro, ma il successo vale., nº 302, Torino, La Stampa, 22 dicembre 1983, p. 22. URL consultato il 17 agosto 2016 (archiviato il 17 agosto 2016).
  7. ^ Silvano Stella, È un'Under sempre esagerata, Milano, La Gazzetta dello Sport, 9 settembre 1999. URL consultato il 17 agosto 2016 (archiviato il 17 agosto 2016).
  8. ^ DIARIO Aprile/Maggio (PDF), panoramatirreno.it, 6 maggio 2006, p. 6. URL consultato il 5 agosto 2017 (archiviato il 5 agosto 2017).
  9. ^ Filippo Brusa, Taccuino, Milano, La Gazzetta dello Sport, 12 settembre 2012. URL consultato il 17 agosto 2016 (archiviato il 17 agosto 2016).
  10. ^ Universiadi 2019, lo stadio di Cava ospiterà gli incontri di calcio, corrieredelmezzogiorno.corriere.it, 3 marzo 2017. URL consultato il 5 agosto 2017 (archiviato il 4 agosto 2017).
  11. ^ a b c lo Stadio, lacavese.it. URL consultato il 17 agosto 2016 (archiviato dall'url originale il 9 settembre 2012).
  12. ^ Pino Daniele ed Eric Clapton: quella notte a Cava de' Tirreni, su panorama.it. URL consultato il 21 agosto 2016.
  13. ^ a b La disfida dei trombonieri, su tuttosucava.it. URL consultato il 17 agosto 2016 (archiviato il 17 agosto 2016).
  14. ^ Stadio Simonetta Lamberti - come arrivare [collegamento interrotto], su lacittadisalerno.gelocal.it. URL consultato il 17 agosto 2016.
  15. ^ ORARIO LINEE INTERURBANE, su cstp.it. URL consultato il 17 agosto 2016.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]