Diego Giannattasio

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Diego Giannattasio
Diego giannattasio.png
Nazionalità Italia Italia
Altezza 175 cm
Peso 65 kg
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo Allenatore (ex centrocampista)
Carriera
Giovanili
Teramo
Squadre di club1
1964-1965 Bari 0 (0)
1965-1971 Matera 208 (1)
1971-1974 Brindisi 105 (9)
1974 Avellino 4 (0)
1974-1975 Bari 26 (0)
1975 Brindisi 2 (0)
1975-1977 Lecce 64 (1)
1977-1981 Matera 85 (2)
Carriera da allenatore
1981-1982 Matera
1983-1985 Matera
1985-1986 Emilio Morrone Cosenza
1986-1987 Ascoli Vice
1990-1991 Vigor Trani
1991-1992 Altamura
1992-1993 Molfetta
1993-1994 Taranto
1994-2000 Perugia Primavera-Vice
2000-2003 Ancona Primavera
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate al 6 novembre 2009

Diego Giannattasio (Teramo, 19 luglio 1945) è un allenatore di calcio ed ex calciatore italiano, di ruolo centrocampista.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Calciatore[modifica | modifica wikitesto]

La sua carriera da calciatore, nel ruolo di mediano ed a volte anche di libero, inizia in Serie D con il Matera.

In carriera vince per tre volte il campionato di Serie C disputando così 4 stagioni da titolare in Serie B: con il Brindisi nelle stagioni 1972-1973 e 1973-1974, con il Lecce nel campionato 1976-1977 e con il Matera nel 1979-1980, oltre ad una breve esperienza con l'Avellino nel 1974 prima di essere girato al Bari.

Termina di giocare nel 1981 a Matera dove inizia ad allenare.

In carriera ha totalizzato complessivamente 122 presenze e 6 reti in Serie B.

Allenatore[modifica | modifica wikitesto]

A Matera si ferma per tre stagioni[1][2][3] e, dopo alcune esperienze in Serie C2 ed una da allenatore in seconda all'Ascoli nel 1986-1987[4], approda al Perugia nel 1994.

Con la squadra Primavera degli umbri raggiunge una finale nel campionato 1994-1995 persa contro la Lazio ed è campione d'Italia Primavera nel 1995-1996 e nel 1996-1997. Inoltre nel campionato 1995-1996 siede sulla panchina della prima squadra per un breve periodo dopo l'esonero di Walter Novellino e prima dell'arrivo di Giovanni Galeone[5]. Nella stagione 1998-1999 infine è vice di Ilario Castagner in prima squadra[6].

Termina l'esperienza perugina nel 2000 per passare all'Ancona, sempre come allenatore della Primavera. Successivamente svolge per conto della FIGC il ruolo di osservatore ufficiale per le nazionali giovanili.

A partire da agosto 2011 è responsabile tecnico del settore giovanile della neo costituita Società Sportiva Dilettantistica Città di Brindisi[7].

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Competizioni nazionali[modifica | modifica wikitesto]

Matera: 1967-1968
Brindisi: 1971-1972
Lecce: 1975-1976
Matera: 1978-1979
Lecce: 1975-1976

Competizioni internazionali[modifica | modifica wikitesto]

Lecce: 1976

Allenatore[modifica | modifica wikitesto]

Perugia: 1995-1996; 1996-1997

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Stagione 1981-82, materacalciostory.it. URL consultato l'8 agosto 2013.
  2. ^ Stagione 1983-84, materacalciostory.it. URL consultato l'8 agosto 2013.
  3. ^ Stagione 1984-85, materacalciostory.it. URL consultato l'8 agosto 2013.
  4. ^ Arrivano i nuovi poveri, in La Repubblica, 25 luglio 1986. URL consultato il 6 novembre 2009.
  5. ^ 1995-96: Gaucci vara il Perugia di Galeone, su perugia.com. URL consultato il 6 novembre 2009.
  6. ^ Il Perugia 1998-99, su www2.raisport.rai.it. URL consultato il 6 novembre 2009 (archiviato dall'url originale il 5 ottobre 1999).
  7. ^ Il nuovo Brindisi punta molto sul settore giovanile, pugliacalcio24.it. URL consultato il 5 settembre 2011.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]