Football Club Internazionale 1958-1959

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Football Club Internazionale
Inter 1958-59.jpg
Un undici nerazzurro di questa stagione
Stagione 1958-1959
AllenatoreItalia Giuseppe Bigogno
Italia Aldo Campatelli[1]
All. in secondaDanimarca Frank Pedersen
PresidenteItalia Angelo Moratti
Serie A3º posto
Coppa ItaliaFinalista
Coppa delle FiereQuarti di finale
Maggiori presenzeCampionato: Angelillo (33)[2]
Totale: Angelillo (36)
Miglior marcatoreCampionato: Angelillo (33)[2]
Totale: Angelillo (35)
StadioSan Siro
Media spettatori33 737[3]¹
¹
considera le partite giocate in casa in campionato.
Dati aggiornati al 13 settembre 1959

Questa voce raccoglie le informazioni riguardanti il Football Club Internazionale Milano nelle competizioni ufficiali della stagione 1958-1959.

Stagione[modifica | modifica wikitesto]

La stagione 1958-59 vide i nerazzurri classificarsi al terzo posto in campionato, dietro Milan e Fiorentina.[4] I risultati della squadra furono strettamente connessi alle prestazioni di Angelillo[5], le cui reti mantennero la formazione — da marzo affidata a Campatelli in luogo di Bigogno, col danese Pedersen in veste di collaboratore —[6] ai vertici sino alla primavera.[4] Dopo una doppietta rifilata al Bologna il 12 aprile 1959[7], l'attaccante rimase tuttavia all'asciutto per oltre un mese: la circostanza rischiò di impedire il sorpasso a Borel[4], fin lì primatista di marcature nei campionati a 18 squadre con le 32 realizzazioni del torneo 1933-34.[8] Nell'ultima giornata i milanesi ospitarono la Lazio, con l'argentino affidato alla marcatura di Carosi[9] cui, secondo lo stesso Angelillo, era stato promesso un milione di lire qualora fosse riuscito ad impedirgli il gol.[10] L'attaccante trovò una doppietta[11], grazie alla quale contribuì alla vittoria per 4-0 e superò il primato di Borel.[4]

Conseguita contro il Lione la più ampia vittoria nella propria storia europea (con un netto 7-0[12]), l'Inter — nelle cui fila debuttò il minorenne Mario Corso[13] pervenne anche a disputare la finale di Coppa Italia: l'incontro, tenutosi a ridosso della nuova stagione, fu però vinto dalla Juventus per 4-1.[14]

Maglie[modifica | modifica wikitesto]

Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
Calzettoni
1ª divisa
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
2ª divisa

Organigramma societario[modifica | modifica wikitesto]

Area direttiva

Area tecnica

Area sanitaria

  • Massaggiatore: Bartolomeo Della Casa

Rosa[modifica | modifica wikitesto]

N. Ruolo Giocatore
Italia P Enzo Matteucci
Italia P Mario Da Pozzo
Italia P Natale Nobili
Italia D Aristide Guarneri
Italia D Bruno Bolchi
Italia D Livio Fongaro
Italia D Luigi Robbiati
Italia D Ambrogio Valadè
Italia D Vasco Tagliavini
Italia D Amos Cardarelli
Italia C Mario Corso
Italia C Enea Masiero
Italia C Giovanni Invernizzi
N. Ruolo Giocatore
Svezia C Lennart Skoglund
Italia C Claudio Guglielmoni
Svezia C Bengt Lindskog
Italia C Luigi Mascalaito
Italia C Mario Mereghetti
Italia C Arcadio Venturi
Italia C Italo Galbiati
Argentina A Antonio Valentín Angelillo
Italia A Mauro Bicicli
Italia A Eddie Firmani
Italia A Eugenio Rizzolini
Italia A Renzo Rovatti
Uruguay A Washington Cacciavillani
Allenatore
Italia Giuseppe Bigogno
Italia Aldo Campatelli[1]

Risultati[modifica | modifica wikitesto]

Campionato[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Serie A 1958-1959.

Girone di andata[modifica | modifica wikitesto]

Udine
21 settembre 1958
1ª giornata
Udinese1 – 3InterStadio Moretti
Arbitro:  Jonni (Macerata)

Milano
28 settembre 1958
2ª giornata
Inter3 – 0PadovaStadio San Siro
Arbitro:  Famulari (Messina)

Genova
5 ottobre 1958
3ª giornata
Genoa4 – 2InterStadio Luigi Ferraris
Arbitro:  Rigato (Mestre)

Milano
12 ottobre 1958
4ª giornata
Inter8 – 0SPALStadio San Siro
Arbitro:  Bonetto (Torino)

Firenze
19 ottobre 1958
5ª giornata
Fiorentina4 – 0InterStadio Comunale
Arbitro:  Marchese (Napoli)

Milano
26 ottobre 1958
6ª giornata
Inter3 – 2RomaStadio San Siro
Arbitro:  Liverani (Torino)

Milano
2 novembre 1958
7ª giornata
Milan1 – 1InterStadio San Siro
Arbitro:  Marchese (Napoli)

Milano
16 novembre 1958
8ª giornata
Inter2 – 0L.R. VicenzaStadio San Siro
Arbitro:  Moriconi (Roma)

Milano
23 novembre 1958
9ª giornata
Inter5 – 1SampdoriaStadio San Siro
Arbitro:  Rigato (Mestre)

Bologna
30 novembre 1958
10ª giornata
Bologna2 – 2InterStadio Renato Dall'Ara
Arbitro:  Marchese (Napoli)

Milano
18 dicembre 1958
11ª giornata[15]
Inter1 – 3JuventusStadio San Siro
Arbitro:  Rigato (Mestre)

Trieste
21 dicembre 1958
12ª giornata
Triestina1 – 1InterStadio Giuseppe Grezar
Arbitro:  Jonni (Macerata)

Torino
28 dicembre 1958
13ª giornata
Talmone Torino0 – 5InterStadio Filadelfia
Arbitro:  Orlandini (Roma)

Milano
4 gennaio 1959
14ª giornata
Inter1 – 1NapoliStadio San Siro
Arbitro:  Moriconi (Roma)

Bari
11 gennaio 1959
15ª giornata
Bari1 – 2InterStadio della Vittoria
Arbitro:  Orlandini (Roma)

Milano
18 gennaio 1959
16ª giornata
Inter1 – 0AlessandriaStadio San Siro
Arbitro:  Famulari (Messina)

Roma
25 gennaio 1959
17ª giornata
Lazio1 – 2InterStadio Olimpico
Arbitro:  Marchese (Napoli)

Girone di ritorno[modifica | modifica wikitesto]

Milano
1º febbraio 1959
18ª giornata
Inter5 – 0UdineseStadio San Siro
Arbitro:  Ubezio (Novara)

Padova
8 febbraio 1959
19ª giornata
Padova2 – 0InterStadio Silvio Appiani
Arbitro:  Bonetto (Torino)

Milano
15 febbraio 1959
20ª giornata
Inter4 – 1GenoaStadio San Siro
Arbitro:  De Marchi (Pordenone)

Ferrara
22 febbraio 1959
21ª giornata
SPAL0 – 1InterStadio Comunale
Arbitro: Francia Groppi

Milano
8 marzo 1959
22ª giornata
Inter1 – 3FiorentinaStadio San Siro
Arbitro:  Orlandini (Roma)

Roma
15 marzo 1959
23ª giornata
Roma2 – 2InterStadio Olimpico
Arbitro:  Marchrse (Napoli)

Milano
22 marzo 1959
24ª giornata
Inter1 – 0MilanStadio San Siro
Arbitro:  Lo Bello (Siracusa)

Vicenza
29 marzo 1959
25ª giornata
L.R. Vicenza2 – 1InterStadio Romeo Menti
Arbitro:  Marchese (Napoli)

Genova
5 aprile 1959
26ª giornata
Sampdoria2 – 4InterStadio Luigi Ferraris
Arbitro:  Pieri (Trieste)

Milano
12 aprile 1959
27ª giornata
Inter5 – 1BolognaStadio San Siro
Arbitro: Francia Guigue

Torino
19 aprile 1959
28ª giornata
Juventus3 – 2InterStadio Comunale
Arbitro:  Lo Bello (Siracusa)

Milano
26 aprile 1959
29ª giornata
Inter1 – 0TriestinaStadio San Siro
Arbitro:  Famulari (Messina)

Milano
17 maggio 1959
30ª giornata
Inter1 – 0Talmone TorinoStadio San Siro
Arbitro:  Gambarotta (Genova)

Napoli
24 maggio 1959
31ª giornata
Napoli1 – 0InterStadio del Vomero
Arbitro:  Pieri (Trieste)

Milano
28 maggio 1959
32ª giornata
Inter2 – 1BariStadio San Siro
Arbitro:  Adami (Roma)

Alessandria
2 giugno 1959
33ª giornata
Alessandria1 – 1InterStadio Giuseppe Moccagatta
Arbitro:  De Marchi (Pordenone)

Milano
7 giugno 1959
34ª giornata
Inter4 – 0LazioStadio San Siro
Arbitro:  Babini (Ravenna)

Coppa Italia[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Coppa Italia 1958-1959.
Mantova
14 settembre 1958
Terzo turno eliminatorio
Ozo Mantova0 – 7InterStadio Danilo Martelli
Arbitro:  De Marchi (Pordenone)

Milano
18 novembre 1958
Quarto turno eliminatorio
Inter3 – 2NapoliStadio San Siro
Arbitro:  De Marchi (Pordenone)

Padova
3 maggio 1959
Ottavi di finale
Padova2 – 3InterStadio Silvio Appiani
Arbitro:  Liverani (Torino)

Roma
10 giugno 1959
Quarti di finale
Lazio0 – 1InterStadio Olimpico
Arbitro:  Liverani (Torino)

Milano
6 settembre 1959
Semifinali
Inter1 – 0VeneziaStadio San Siro
Arbitro:  Gambarotta (Genova)

Milano
13 settembre 1959
Finale
Inter1 – 4JuventusStadio San Siro
Arbitro:  Jonni (Macerata)

Statistiche[modifica | modifica wikitesto]

Statistiche aggiornate al 13 settembre 1959.

Statistiche di squadra[modifica | modifica wikitesto]

Competizione Punti In casa In trasferta Totale D.R.
G V N P Gf Gs G V N P Gf Gs G V N P Gf Gs
Scudetto.svg Serie A 46 17 14 1 2 53 13 17 6 5 6 24 28 34 20 6 8 77 41 36
Coccarda Coppa Italia.svg Coppa Italia - 3 2 0 1 5 6 3 3 0 0 11 2 6 5 0 1 16 8 8
Coppa delle Fiere.svg Coppa delle Fiere - 1 1 0 0 7 0 2 0 1 1 1 5 3 1 1 1 8 5 3
Totale - 21 17 1 3 65 19 22 9 6 7 36 35 43 26 7 10 101 54 47

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c Subentrato alla 23ª giornata.
  2. ^ a b Grassia, Lotito, p. 226.
  3. ^ Statistiche spettatori Serie A (dal 1952-53 al 1961-62) (PDF), su stadiapostcards.com.
  4. ^ a b c d Grassia, Lotito, pp. 112-113.
  5. ^ Claudio Gregori, Angelillo si schiera e porta l'Inter in gol, in La Gazzetta dello Sport, 12 febbraio 2005.
  6. ^ Leo Cattini, L'Inter esonera Bigogno dall'incarico di allenatore, in La Stampa, 11 marzo 1959, p. 6.
  7. ^ Angelillo guida l'Inter al successo col Bologna: 5-1, in Stampa Sera, 13 aprile 1959, p. 5.
  8. ^ Da Nordahl a Angelillo: i bomber con più di 30 centri nel massimo campionato italiano in un'unica stagione, su repubblica.it, 25 gennaio 2016.
  9. ^ Sebastio, p. 260.
  10. ^ Giuseppe Bagnati, Angelillo, il "signor record", su gazzetta.it, 26 febbraio 2008.
  11. ^ L.C., Angelillo sviene per la gioia di aver battuto il record dei goals, in Stampa Sera, 8 giugno 1959, p. 5.
  12. ^ Inter-Lione, proprio contro il Lione l'Inter ha firmato la più larga vittoria nelle coppe europee, su inter.it, 1º ottobre 2002.
  13. ^ Sebastio, p. 194.
  14. ^ La Juventus trionfa a S. Siro e vince la Coppa Italia, in Stampa Sera, 14 settembre 1959, p. 5.
  15. ^ Recupero della gara sospesa il 7 dicembre 1958 per nebbia al 58'.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Calcio Portale Calcio: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di calcio