Football Club Internazionale 1958-1959

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
F.C. Internazionale
Inter 1958-59.jpg
Una formazione dell'Inter 1958-59
Stagione 1958-1959
AllenatoreItalia Giuseppe Bigogno
Danimarca Frank Pedersen[1]
ConsulenteItalia Aldo Campatelli[1]
PresidenteItalia Angelo Moratti
Serie A3º posto
Coppa ItaliaFinalista
Maggiori presenzeCampionato: Angelillo (33)
Miglior marcatoreCampionato: Angelillo (33)
StadioStadio San Siro

Questa voce raccoglie le informazioni riguardanti il Football Club Internazionale Milano nelle competizioni ufficiali della stagione 1958-1959.

Stagione[modifica | modifica wikitesto]

Nella stagione 1958-1959 il titolo di campione d'Italia andò al Milan con 52 punti, al secondo posto la Fiorentina con 49 punti, terzi i nerazzurri con 46 punti. La stagione successiva al Mondiale di Svezia segnò l'esordio in prima squadra di Mario Corso, nonché il record di gol per Antonio Valentin Angelillo: l'attaccante argentino realizzò 33 reti in altrettante presenze in campionato, contribuendo al terzo posto dei nerazzurri, ottimo anche il bottino del sudafricano Eddie Firmani autore di 20 reti. La formazione raggiunse anche la finale di Coppa Italia, in cui fu battuta dalla Juventus per 4-1, nel torneo per accedere alla finale ha eliminato nell'ordine Ozo Mantova, Napoli, Padova, Lazio e Venezia, mentre in Coppa delle Fiere sconfisse 7-0 il Lione: ad oggi è la più ampia vittoria interna, per la squadra, nelle coppe continentali.[2]

Maglie[modifica | modifica wikitesto]

Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
Calzettoni
1ª divisa
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
2ª divisa

Organigramma societario[modifica | modifica wikitesto]

Area direttiva

Area tecnica

Area sanitaria

  • Massaggiatore: Bartolomeo Della Casa

Rosa[modifica | modifica wikitesto]

N. Ruolo Giocatore
Italia P Enzo Matteucci
Italia P Mario Da Pozzo
Italia P Natale Nobili
Italia D Aristide Guarneri
Italia D Bruno Bolchi
Italia D Livio Fongaro
Italia D Luigi Robbiati
Italia D Ambrogio Valadè
Italia D Vasco Tagliavini
Italia D Amos Cardarelli
Italia C Mario Corso
Italia C Enea Masiero
Italia C Giovanni Invernizzi
N. Ruolo Giocatore
Svezia C Lennart Skoglund
Italia C Claudio Guglielmoni
Svezia C Bengt Lindskog
Italia C Luigi Mascalaito
Italia C Mario Mereghetti
Italia C Arcadio Venturi
Italia C Italo Galbiati
Argentina A Antonio Valentín Angelillo
Italia A Mauro Bicicli
Italia A Eddie Firmani
Italia A Eugenio Rizzolini
Italia A Renzo Rovatti
Uruguay A Washington Cacciavillani
Allenatore
Italia Giuseppe Bigogno (1ª-22ª)
Danimarca Frank Pedersen (23ª-34ª)

Risultati[modifica | modifica wikitesto]

Campionato[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Serie A 1958-1959.

Girone di andata[modifica | modifica wikitesto]

Udine
21 settembre 1958
1ª giornata
Udinese1 – 3InterStadio Moretti
Arbitro:  Jonni (Macerata)

Milano
28 settembre 1958
2ª giornata
Inter3 – 0PadovaStadio San Siro
Arbitro:  Famulari (Messina)

Genova
5 ottobre 1958
3ª giornata
Genoa4 – 2InterStadio Luigi Ferraris
Arbitro:  Rigato (Mestre)

Milano
12 ottobre 1958
4ª giornata
Inter8 – 0SPALStadio San Siro
Arbitro:  Bonetto (Torino)

Firenze
19 ottobre 1958
5ª giornata
Fiorentina4 – 0InterStadio Comunale
Arbitro:  Marchese (Napoli)

Milano
26 ottobre 1958
6ª giornata
Inter3 – 2RomaStadio San Siro
Arbitro:  Liverani (Torino)

Milano
2 novembre 1958
7ª giornata
Milan1 – 1InterStadio San Siro
Arbitro:  Marchese (Napoli)

Milano
16 novembre 1958
8ª giornata
Inter2 – 0L.R. VicenzaStadio San Siro
Arbitro:  Moriconi (Roma)

Milano
23 novembre 1958
9ª giornata
Inter5 – 1SampdoriaStadio San Siro
Arbitro:  Rigato (Mestre)

Bologna
30 novembre 1958
10ª giornata
Bologna2 – 2InterStadio Renato Dall'Ara
Arbitro:  Marchese (Napoli)

Milano
7 dicembre 1958
11ª giornata[3]
Inter1 – 3JuventusStadio San Siro
Arbitro:  Rigato (Mestre)

Trieste
21 dicembre 1958
12ª giornata
Triestina1 – 1InterStadio Giuseppe Grezar
Arbitro:  Jonni (Macerata)

Torino
28 dicembre 1958
13ª giornata
Talmone Torino0 – 5InterStadio Filadelfia
Arbitro:  Orlandini (Roma)

Milano
4 gennaio 1959
14ª giornata
Inter1 – 1NapoliStadio San Siro
Arbitro:  Moriconi (Roma)

Bari
11 gennaio 1959
15ª giornata
Bari1 – 2InterStadio della Vittoria
Arbitro:  Orlandini (Roma)

Milano
18 gennaio 1959
16ª giornata
Inter1 – 0AlessandriaStadio San Siro
Arbitro:  Famulari (Messina)

Roma
25 gennaio 1959
17ª giornata
Lazio1 – 2InterStadio Olimpico
Arbitro:  Marchese (Napoli)

Girone di ritorno[modifica | modifica wikitesto]

Milano
1º febbraio 1959
18ª giornata
Inter5 – 0UdineseStadio San Siro
Arbitro:  Ubezio (Novara)

Padova
8 febbraio 1959
19ª giornata
Padova2 – 0InterStadio Silvio Appiani
Arbitro:  Bonetto (Torino)

Milano
15 febbraio 1959
20ª giornata
Inter4 – 1GenoaStadio San Siro
Arbitro:  De Marchi (Pordenone)

Ferrara
22 febbraio 1959
21ª giornata
SPAL0 – 1InterStadio Comunale
Arbitro: Francia Groppi

Milano
2 marzo 1959
22ª giornata
Inter1 – 3FiorentinaStadio San Siro
Arbitro:  Orlandini (Roma)

Roma
15 marzo 1959
23ª giornata
Roma2 – 2InterStadio Olimpico
Arbitro:  Marchrse (Napoli)

Milano
22 marzo 1959
24ª giornata
Inter1 – 0MilanStadio San Siro
Arbitro:  Lo Bello (Siracusa)

Vicenza
29 marzo 1959
25ª giornata
L.R. Vicenza2 – 1InterStadio Romeo Menti
Arbitro:  Marchese (Napoli)

Genova
5 aprile 1959
26ª giornata
Sampdoria2 – 4InterStadio Luigi Ferraris
Arbitro:  Pieri (Trieste)

Milano
12 aprile 1959
27ª giornata
Inter5 – 1BolognaStadio San Siro
Arbitro: Francia Guigue

Torino
19 aprile 1959
28ª giornata
Juventus3 – 2InterStadio Comunale
Arbitro:  Lo Bello (Siracusa)

Milano
26 aprile 1959
29ª giornata
Inter1 – 0TriestinaStadio San Siro
Arbitro:  Famulari (Messina)

Milano
17 maggio 1959
30ª giornata
Inter1 – 0Talmone TorinoStadio San Siro
Arbitro:  Gambarotta (Genova)

Napoli
24 maggio 1959
31ª giornata
Napoli1 – 0InterStadio del Vomero
Arbitro:  Pieri (Trieste)

Milano
28 maggio 1959
32ª giornata
Inter2 – 1BariStadio San Siro
Arbitro:  Adami (Roma)

Alessandria
2 giugno 1959
33ª giornata
Alessandria1 – 1InterStadio Giuseppe Moccagatta
Arbitro:  De Marchi (Pordenone)

Milano
7 giugno 1959
34ª giornata
Inter4 – 0LazioStadio San Siro
Arbitro:  Babini (Ravenna)

Coppa Italia[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Coppa Italia 1958-1959.
Mantova
14 settembre 1957
3º turno eliminatorio
Ozo Mantova0 – 7InterStadio Danilo Martelli
Arbitro:  De Marchi (Pordenone)

Milano
18 novembre 1958
4º turno eliminatorio
Inter3 – 2NapoliStadio San Siro
Arbitro:  De Marchi (Pordenone)

Padova
3 maggio 1959
Ottavi di Finale
Padova2 – 3Stadio Silvio Appiani
Arbitro:  Liverani (Torino)

Roma
10 giugno 1959
Quarti di Finale
Lazio0 – 1InterStadio Olimpico
Arbitro:  Liverani (Torino)

Milano
6 settembre 1959
Semifinale
Inter1 – 0VeneziaStadio San Siro
Arbitro:  Gambarotta (Genova)

Milano
13 settembre 1959
Finale
Inter1 – 4JuventusStadio San Siro
Arbitro:  Jonni (Macerata)

Altri dati[modifica | modifica wikitesto]

  • Nella stagione 1958-1959 la squadra De Martino (paragonabile alla Primavera di oggi) vinceva l'omonima coppa battendo il Verona per 3 a 0 a S.Siro. (Gazzetta dello Sport 22 Giugno 1959)
  • Per l'occasione la formazione era stata rinforzata dagli innesti di giovani della prima squadra quali Aristide Guarneri, Bruno Bolchi, Renzo Rovatti, Mario Corso e Marioi Mereghetti (detto Màgia), alcuni di questi rientrati appositamente da una tournée in Svezia.
  • L'Inter era arrivata alla finale partendo da un girone di qualificazione molto agguerrito con squadre come Milan, con calibri come Gilberto Noletti, Mario Trebbi, Alessandro Salvadore, Giovanni Trapattoni, Rino Ferrario, Gazzetta dello Sport 13 Dicembre 1958) Atalanta , Como, Modena, Parma passando poi alle fasi successive battendo Sampdoria e Fiorentina (Gazzetta dello Sport 13-06-1959)
  • La squadra base prima della finale era composta da: Bandoni o Da Pozzo, portieri, Morganti, Verdi, Invernizzi II, difensori, Contigiani, Sala, Rocchi, mediani, Colombo, Guglielmoni, Mascalaito, Mereghetti, Rovatti, Orlando, attaccanti, (Gazzetta dello Sport 28 Febbraio 1959)
  • La stessa squadra De Martino e precisamente : Da Pozzo, Morganti, Verdi, Contigiani, Invernizzi II, Rocchi, Colombo, Guglielmoni, Mascalaito, Mereghetti, Rovatti, (Gazzetta dello Sport 23 Aprile 1959), affronta a Basilea la Nazionale Svizzera Juniores e la batte davanti a 40.000 spettatori di cui più di 3.000 italiani, con applausi a scena aperta e con tanto di inno nazionale,( Gazzetta dello Sport 28 Aprile 1959),( MilanInter 27 Aprile 1959 Biblioteca Braidense) La partita era in avanspettacolo all'incontro tra le nazionali di Svizzera e Jugoslavia.
  • Alcuni della De Martino vengono chiamati a far parte della Rappresentativa Regionale Lombarda, (Gazzetta dello Sport 13 Marzo 1958), per il Quadrangolare di Asti dove saranno presenti: Lombardia, Toscana, Piemonte, Liguria. Dell'Internazionale vengono convocati: Antonio Annibale, Bruno Bolchi, Vincenzo Sangalli, Franco Contigiani, Lotario Invernizzi e Renato Tonon. Del Milan vengono convocati: Giovanni Trapattoni, Paolo Ferrario, Sandro Salvadore e Mario Trebbi. Completano i convocati giocatori del Brescia, Trevigliese e Verdellese. Tra questi ultimi Pier Luigi Pizzaballa che diventerà il portiere titolare dell'Atalanta per diversi anni.
  • Per la Coppa Nazionale Primavera con inizio 11 maggio 1959 il Commissario Tecnico Cameroni convocava per l'allenamento della rappresentativa locale al campo Pirelli i seguenti giocatori: Internazionale F.C. Annibale, Ausenda, Bolchi, Contigiani, Invernizzi, Sangalli, Tonon, Valenzano; Milan. Broggi II, Bonvini, Cei, Ferrario, Garagna, Salvadore, Trebbi, Trapattoni, Vitali, Tagliaferri; altri giocatori da Lillion Snia, Meda, Cesano Maderno, Calvairate, Giorgio Cò, Pirelli, Uri,( Fonte MilanInter 21 Aprile1959 Biblioteca Braidense).
  • In precedenza i ragazzi dell'Inter incontravano la Nazionale Italiana a S.Siro in una partita di preparazione per la trasferta in Irlanda del Nord dove poi avrebbe pareggiato 2-2, (Gazzetta dello Sport 8 Novembre 1957). Risultato: Italia-Inter 3-0. Formazioni. Italia: Bugatti (Sarti), Corradi, Cervato (Vincenzi), Chiappella (David), Ferrario (Bernardin), Segato, Boniperti (Ghiggia), Montuori, Bean (Firmani), Schiaffino, Gratton (Prini). Inter: Sarti (Bugatti), Morganti (Invernizzi) Invernizzi (Verdi),Tagliaferri (Contigiani), Bolchi (Rocchi), Sangalli (Bolchi), Colombo ,Rovatti (Bozzi), Lecchi (Rovatti), Bozzi (Tonon), Valenzano (Fiammenghi).
  • I giocatori della rosa della prima squadra non utilizzati la domenica venivano impiegati nel campionato cadetti che il mercoledì all'Arena incontravano le altre squadre di serie A e B. La formazione veniva completata dai giovani della De Martino che solitamente giocavano la domenica a S.Siro in avanspettacolo alla partita di campionato.
  • Lecco-Inter 0-0 Campionato Cadetti, (Fonte Milan Inter 1 Dicembre 1958 Biblioteca Braidense), Formazioni. Lecco: Roncaletti, Agnolini, Giannelli, Maitre, Sacchi, Vergani, Mauri, Sala A., Bosatra, Callegari, Meregalli. Inter: Da Pozzo, Morganti, Verdi, Contigiani, Invernizzi, Sala, Colombo, Mereghetti, Mascalaito, Guglielmoni, Orlando.
  • Il 10 Dicembre 1958 Campionato Cadetti,( La Gazzetta dello Sport), all'Arena in avanspettacolo alla partita internazionale Inter-Lione. Formazione: Nobili, Fongaro, Guarneri, Masiero, Tagliavini, Bolchi, Rovatti, Firmani, Angelillo, Lindskog, Corso. I cadetti incontravano in una partita ufficiale il Como con questa formazione: Da Pozzo (Bandoni), Robbiati, Valadè, Contigiani, Invernizzi II, Sala, (Rocchi), Colombo, Guglielmoni, Mascalaito, Galbiati (Rizzolini), Orlando.
  • Inter-Como 1-0 Campionato Cadetti,( Fonte Milan Inter 15 Dicembre 1958 Biblioteca Braidense) Formazioni. Inter: Da Pozzo, Robbiati, Valadè, Contigiani, Invernizzi II, Sala, Colombo, Guglielmoni, Mascalaito, Galbiati, Mereghetti, Orlando. Como: Lonardi, Figini, Rambaldelli, Beretta, Orlandi, La Rosa, Stecker, Villa, Firotto, Perversi, Bissi.
  • Il 15 Gennaio 1960, (Gazzetta dello Sport), la prima squadra: Terenghi, Fongaro, Guarneri, Masiero, Cardarelli, Invernizzi, Bicicli, Rancati, Angelillo, Lindskog, Corso, si allenava al campo Redaelli con una squadra giovanile: Matteucci, Facchetti, Verdi, Contigiani, Della Giovanna, Vincenzi, Tosi, Mazzola, (Brigo), Manini (Mascalaito), Longoni. La partita era in preparazione all'incontro Inter-Udinese. Rancati tra i titolari segnava 3 gol e il risultato finale fu di 7 a 2. Tutta la squadra titolare riceveva gli elogi per il bel gioco dimostrato. Nell'articolo appunto sulla Gazzetta il giornalista,( firma Fra Me), faceva notare che la brillantezza dimostrata non doveva essere attribuita alla pochezza della squadra dei giovani in quanto nella stessa militavano elementi quali Mazzola, Manini, Facchetti e poi, Verdi, Contigiani, Brigo che secondo il giornalista avrebbero fatto la loro buona figura tra i ranghi, dei maggiorenni. Per alcuni di loro il giornalista aveva visto molto bene.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b Subentrato alla 23ª giornata. Campatelli-Pedersen alla guida dell'Inter, Il Corriere dello Sport, n. 60, 11 marzo 1959, p. 5.
  2. ^ L'era d'oro di Angelo Moratti, enciclopediadelcalcio.it.
  3. ^ Partita rinviata e recuperata il 18 dicembre 1958.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Calcio Portale Calcio: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di calcio