Davide Santon

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Davide Santon
Davide Santon - Inter Mailand (1).jpg
Davide Santon nel 2009.
Nazionalità Italia Italia
Altezza 187 cm
Peso 83 kg
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo Difensore
Squadra Inter
Carriera
Giovanili
1999-2005
2005-2008
Ravenna Ravenna
Inter
Squadre di club1
2008-2011 Inter 40 (0)
2010-2011 Cesena Cesena 11 (0)
2011-2015 Newcastle Newcastle 82 (1)
2015- Inter 9 (0)
Nazionale
2007
2007-2008
2008
2009-2012
2009-2013
Italia Italia U-16
Italia Italia U-17
Italia Italia U-20
Italia Italia U-21
Italia Italia
4 (2)
12 (2)
2 (0)
17 (0)
8 (0)
Palmarès
Transparent.png Torneo di Tolone
Bronzo Tolone 2011
1 Dati relativi al solo campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate al 2 luglio 2015

Davide Santon (Portomaggiore, 2 gennaio 1991) è un calciatore italiano, difensore dell'Inter.

Caratteristiche tecniche[modifica | modifica wikitesto]

« Avevo detto che era un predestinato, e ora che l'ho visto dal vivo confermo: è esattamente così.[1] »
(Marcello Lippi, 2009)

Terzino di spinta, può giocare sia a destra che a sinistra. È dotato nei fondamentali d'attacco per via degli anni passati nelle giovanili giocando come centrocampista esterno, e alle volte attaccante. Possiede una buona stazza fisica, un buon dribbling ed una notevole capacità di corsa.[2]

Nel 2010 è stato inserito nella lista dei migliori calciatori nati dopo il 1989 stilata da Don Balón.[3]

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Inter[modifica | modifica wikitesto]

Cresciuto nel settore giovanile del Ravenna, a 14 anni passa nelle giovanili dell'Inter, con cui è stato campione nazionale Allievi ed ha raggiunto la finale scudetto del Campionato Primavera.[4]

Nell'estate del 2008 viene aggregato al ritiro della prima squadra svolto a Brunico, e il 21 gennaio 2009, a 18 anni, esordisce tra i professionisti giocando titolare come terzino sinistro in Inter-Roma (2-1), valida per i quarti di finale della Coppa Italia. Il suo esordio in Serie A avviene il 25 gennaio, da titolare, in Inter-Sampdoria (1-0). Gioca con grande personalità, e ottiene subito la stima e la fiducia del tecnico José Mourinho, che lo impiega con continuità.[5][6] Il 24 febbraio esordisce nelle coppe europee giocando da titolare in Inter-Manchester United (0-0), partita di andata degli ottavi di finale della Champions League. Il sito uefa.com lo inserisce tra i dieci giovani più promettenti del panorama europeo.[7] Contribuisce, con 16 presenze, alla vittoria dello scudetto, e a fine stagione esordisce anche in Nazionale.

Santon in maglia interista nel 2009, durante un'azione di gioco.

All'inizio della stagione 2009-2010 trova meno spazio e il 17 novembre durante una gara con l'Under-21 si procura una lesione al menisco del ginocchio destro. Questo infortunio pregiudica la sua stagione,[senza fonte] nella quale ottiene solo 15 presenze in tutte le manifestazioni.

Nella sua terza stagione in prima squadra, sotto la direzione del nuovo allenatore Rafael Benitez, non viene impiegato con continuità in campionato, ma riesce tuttavia a partecipare alla vittoria del Mondiale per club scendendo in campo nella semifinale.

Cesena[modifica | modifica wikitesto]

Il 31 gennaio 2011, ultimo giorno del mercato invernale, passa al Cesena in prestito secco nell'ambito dell'operazione che porta Yuto Nagatomo all'Inter.[8][9] Per la sua avventura cesenate sceglie la maglia 46, in onore di Valentino Rossi.[10] Esordisce il 2 febbraio, giocando titolare nella partita Cesena-Catania (1-1) allo stadio Manuzzi. Totalizza 11 presenze in campionato nel girone di ritorno, non convincendo del tutto con le sue prestazioni.

Newcastle[modifica | modifica wikitesto]

Dopo aver fatto ritorno all'Inter, con cui svolge il ritiro precampionato, il 30 agosto 2011 passa al Newcastle a titolo definitivo per 6 milioni di euro;[11] firma un contratto quinquennale con la società inglese.[12] Esordisce con il Newcastle il 16 ottobre, entrando nel secondo tempo della partita di Premier League contro il Tottenham (2-2). Disputa la sua seconda partita in campionato quasi due mesi dopo, il 10 dicembre, giocando da titolare nella sfida persa per 4-2 contro il Norwich City. Dopodiché viene schierato con continuità come terzino sinistro da parte del tecnico Alan Pardew, il quale lo definisce elemento preziosissimo per la formazione inglese.[13] Gioca 27 partite in stagione.

Il 17 marzo 2013 segna il suo primo gol in carriera nella partita di Premier persa per 2-1 in casa del Wigan. In tutto in questa stagione gioca 38 partite mentre nel 2013-2014 ne gioca solo 28 per via di qualche infortunio.

Per un infortunio al ginocchio rimane fuori da agosto a dicembre 2014; torna in campo il 3 gennaio 2015 giocando da titolare per un'ora il match di FA Cup perso per 1-0 contro il Leicester City dell'ex Inter Esteban Cambiasso.

Complessivamente con il Newcastle in 3 anni e mezzo ha disputato 94 partite e segnato 1 gol.

Ritorno all'Inter[modifica | modifica wikitesto]

Il 2 febbraio 2015, voluto dal tecnico Roberto Mancini,[14] torna all'Inter in prestito con diritto di riscatto [15] fissato a 3.8 milioni, che diventerà obbligatorio non appena il giocatore avrà raggiunto le 10 presenze da titolare con la maglia nerazzurra;[16] sceglie di indossare la maglia numero 21. Due giorni dopo debutta da titolare in Napoli-Inter 1-0 (Quarti di finale di Coppa Italia) venendo sostituito da Dodô al minuto 86. Si conquista subito il posto da titolare giocando su entrambe le fasce visti gli infortuni dei compagni di reparto, diventando quindi un punto fermo degli 11 titolari. Il riscatto avviene automaticamente alla cifra stabilita appunto dopo la decima presenza e cioè dopo Inter-Wolfsburg del 19 marzo (ottavi di Europa League).[17]

Nazionale[modifica | modifica wikitesto]

Ha fatto la trafila delle nazionali giovanili, giocando con l'Under-16 e l'Under-17, dalla quale nel 2008 è passato direttamente all'Under-20. Il 31 marzo 2009 esordisce nella Nazionale Under-21, guidata da Pierluigi Casiraghi, giocando titolare nella partita amichevole Olanda-Italia (1-1).[18][19]

Il ct Marcello Lippi lo convoca per la prima volta in Nazionale,[20] con la quale esordisce il 6 giugno 2009, a 18 anni e 5 mesi, giocando titolare come terzino destro nell'amichevole Italia-Irlanda del Nord (3-0) disputata a Pisa. Viene quindi inserito nella lista dei 23 convocati per la Confederations Cup 2009, nella quale tuttavia non viene impiegato.

Dopo poco più di un anno di assenza, torna in Nazionale con il ct Cesare Prandelli,[21] che il 17 novembre 2010 lo impiega da titolare nella partita amichevole contro la Romania disputata a Klagenfurt. Rimane comunque nel giro dell'Under-21, e con Ciro Ferrara come allenatore diventa il capitano degli Azzurrini fino all'arrivo di Devis Mangia, che lo esclude dalle convocazioni.

Rientra nel giro della Nazionale maggiore con la convocazione per l'amichevole contro la Francia nel novembre 2012, e il 6 febbraio 2013 viene schierato da titolare come terzino sinistro durante l'amichevole contro i Paesi Bassi disputata all'Amsterdam Arena.

Dopo due anni di assenza viene convocato in Nazionale dal ct Antonio Conte per l'amichevole contro l'Inghilterra del 31 marzo 2015, nella quale non viene tuttavia impiegato.

Statistiche[modifica | modifica wikitesto]

Presenze e reti nei club[modifica | modifica wikitesto]

Statistiche aggiornate al 2 luglio 2015.

Stagione Squadra Campionato Coppe nazionali Coppe europee Altre coppe Totale
Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Pres Reti
2008-2009 Italia Inter A 16 0 CI 2 0 UCL 2 0 SI 0 0 20 0
2009-2010 A 12 0 CI 2 0 UCL 1 0 SI 0 0 15 0
2010-gen. 2011 A 12 0 CI 1 0 UCL 4 0 SI+SU+Cmc 0+0+1 0 18 0
gen.-giu. 2011 Italia Cesena A 11 0 CI - - - - - - - - 11 0
2011-2012 Inghilterra Newcastle PL 24 0 FACup+CdL 2+1 0 - - - - - - 27 0
2012-2013 PL 31 1 FACup+CdL 1+0 0 UEL 6 0 - - - 38 1
2013-2014 PL 27 0 FACup+CdL 1+0 0 - - - - - - 28 0
2014-feb. 2015 PL 0 0 FACup+CdL 1+0 0 - - - - - - 1 0
Totale Newcastle 82 1 6 0 6 0 94 1
feb.-giu. 2015 Italia Inter A 9 0 CI 1 0 UEL 4 0 - - - 14 0
2015-2016 A 0 0 CI 0 0 - - - - - - 0 0
Totale Inter 49 0 6 0 11 0 1 0 67 0
Totale carriera 142 1 12 0 17 0 1 0 172 1

Cronologia presenze e reti in Nazionale[modifica | modifica wikitesto]

Cronologia completa delle presenze e delle reti in Nazionale - Italia Italia
Data Città In casa Risultato Ospiti Competizione Reti Note
06-06-2009 Pisa Italia Italia 3 – 0 Irlanda del Nord Irlanda del Nord Amichevole -
10-06-2009 Pretoria Italia Italia 4 – 3 Nuova Zelanda Nuova Zelanda Amichevole - Uscita al 61’ 61’
12-08-2009 Basilea Svizzera Svizzera 0 – 0 Italia Italia Amichevole -
05-09-2009 Tbilisi Georgia Georgia 0 – 2 Italia Italia Qual. Mondiali 2010 - Ingresso al 71’ 71’
14-10-2009 Parma Italia Italia 3 – 2 Cipro Cipro Qual. Mondiali 2010 -
17-11-2010 Klagenfurt Romania Romania 1 – 1 Italia Italia Amichevole -
29-03-2011 Kiev Ucraina Ucraina 0 – 2 Italia Italia Amichevole - Ingresso al 56’ 56’
06-02-2013 Amsterdam Paesi Bassi Paesi Bassi 1 – 1 Italia Italia Amichevole -
Totale Presenze 8 Reti 0

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Competizioni Giovanili[modifica | modifica wikitesto]

Campionato Allievi Nazionali: 1

Inter: 2007-2008

Competizioni nazionali[modifica | modifica wikitesto]

Scudetto.svg Campionato italiano: 2

Inter: 2008-2009, 2009-2010

Coccarda Coppa Italia.svg Coppa Italia: 1

Inter: 2009-2010

Super coppa italiana.svg Supercoppa italiana: 2

Inter: 2008, 2010

Competizioni internazionali[modifica | modifica wikitesto]

Coppacampioni.png UEFA Champions League: 1

Inter: 2009-2010

FIFA Club World Cup.svg Coppa del mondo per club: 1

Inter: 2010

Nazionale[modifica | modifica wikitesto]

Bronze MedGames.svg 2011

Note[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]