Paniōnios Gymnastikos Syllogos Smyrnīs

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Paniōnios G.S.S.
Calcio Football pictogram.svg
Panionios GSS Logo.png
Kyanerythri (Blu-rossi), Istorikos (Storico)
Segni distintivi
Uniformi di gara
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
Casa
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
Trasferta
Colori sociali Rosso e Blu (Diagonale).png Blu, rosso
Dati societari
Città Nea Smyrnī
Nazione Grecia Grecia
Confederazione UEFA
Federazione Flag of Greece.svg HFF
Campionato Gamma Ethniki
Fondazione 1890
Presidente Grecia Christos Daras
Allenatore Grecia Leonidas Vokolos
Stadio Stadio di Nea Smyrnī
(11.700 posti)
Sito web www.panioniosfc.gr
Palmarès
Trofei nazionali 2 Coppe di Grecia
Trofei internazionali 1 Coppa dei Balcani per club
Si invita a seguire il modello di voce

Il Paniōnios Gymnastikos Syllogos Smyrnīs (in greco: Πανιώνιος Γυμναστικός Σύλλογος Σμύρνης, Associazione Ginnastica Pan-Ionica di Smirne) è una società calcistica greca con sede a Nea Smyrnī, comune della prefettura di Atene.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Il club fu fondato nel 1890 a Smirne, allora impero ottomano, sotto il nome di Orpheus Music and Sports Club. Nel 1893 alcuni membri dell'Orpheus formarono un'organizzazione separata, il "Gymnasion Club" e iniziarono ad organizzare competizioni sportive annuali. Nel 1898 l'Orpheus e il Gymnasion si fusero di nuovo formando il PGSS. Dopo la sconfitta militare greca nella Guerra greco-turca (19191922) il club fu trasferito nel comune ateniese di Nea Smyrnī. Il club presto divenne famoso per occuparsi di tutti i principali sport e fu il primo club greco ad istituire una divisione di Atletica leggera femminile nel 1925. Con la graduale trasformazione del calcio e del basket maschile in sport professionistici, il Paniōnios FC e il Paniōnios BC divennero club privati operando sotto gli auspici dei tradizionali "sport dilettantistici" della PGSS.

Il Paniōnios ha passato quasi tutta la sua intera storia nella prima divisione greca (ora chiamata 'Superleague'), essendo stato estromesso dalla massima divisione greca solo due volte nella sua storia ultracentenaria. Il Paniōnios, insieme al Larissa e al PAOK Salonicco, si è spesso classificato nella Zona UEFA-Intertoto, dietro alle "big" AEK Atene, Panathinaikos e Olympiakos. Si è quindi affacciata diverse volte sullo scenario europeo.

Nel Panionios sono cresciuti i tre maggiori attaccanti greci degli anni ottanta, ossia Nikos Anastopoulos (poi dell'Olympiakos), Thomas Mavros (poi dell'AEK), e Dīmītrīs Saravakos (poi del Panathīnaïkos). Altri giocatori famosi cresciuti nel club sono stati Nikos Tsiantakīs (poi dell'Olympiakos) e Takis Fyssas, poi del Panathinaikos e membro della Nazionale greca.

Nel dicembre del 2001 il club fu ridenominato Neos Paniōnios FC (Nuovo Panionios FC) al fine di evitare la minaccia di retrocessione dalla prima divisione a causa di difficoltà finanziarie.

Il 5 settembre 2008 ingaggiò l'attaccante uruguaiano Álvaro Recoba, reduce da un'ultradecennale esperienza nel campionato italiano.

Il 26 aprile 2010 fu assunto l'allenatore svedese Mikael Stahre, esonerato il 28 ottobre dello stesso anno. Al suo posto fu richiamato Geōrgios Paraschos, tornato in panchina nel novembre 2010, ma dimessosi una settimana dopo. Parallelamente alla crisi di risultati, il club attraversò una situazione di caos amministrativo, dopo la decisione di Tsakiris di cedere il controllo del sodalizio. Il 10 dicembre 2010 la panchina fu affidata a Takīs Lemonīs, rimasto in carica fino alla decima giornata della stagione successiva. La riduzione del budget e la partenza dei giocatori chiave furono tra le cause della partenza di Lemonīs, rimpiazzato da Apostolos Mantzios, che mantenne il ruolo sino alla fine della stagione 2011-2012, riuscendo a salvare la squadra dalla retrocessione.

Nel 2012-2013 il club fu costretto a fare affidamento su giovani giocatori provenienti dal vivaio con poche aggiunte, in quanto non poteva ingaggiare, a causa di gravi problemi finanziari, giocatori di età superiore a 23 anni. In questa fase difficile, il ruolo di allenatore fu assunto dall'ex portiere Dīmītrios Eleutheropoulos, subentrato a stagione in corso e all'esordio come tecnico. Pur con un organico pieno di giovani, il nuovo allenatore riuscì a disputare un ottimo girone d'andata, ciuso dalla squadra vicino alla vetta della classifica, ma una serie di risultati negativi nelle seguenti giornate portò all'esonero di Eleutheropoulos, sostituito da Kostas Panagopoulos.

Il bando ai trasferimenti imposto dalle autorità calcistiche nazionali al club fu esteso alla stagione 2013-2014, segnata da perduranti problemi finanziari, mentre la maggior parte dei giocatori esperti come Goundoulakis, Siderakis, Rokas, Andralas lasciarono il club, seguiti poco dopo da Kostas Mendrinos. Fu Nikos Pantelis a guidare la squadra nella prima parte del campionato, portando risultati soddisfacenti, ma la dirigenza decise di sostituirlo con Kostas Panagopoulos. Nella seconda parte del torneo la squadra si trovò in una posizione difficile, così per le ultime dieci partite di campionato fu chiamato in panchina l'esperto Nikos Anastopoulos, che alla fine riuscì a salvare il club dalla retrocessione.

Nonostante la crisi finanziaria, durante questo periodo i rossoblù misero in mostra alcuni giocatori di talento provenienti dal settore giovanlie, molti dei quali facevano parte delle nazionali giovanili greche e la maggior parte dei quali furono poi ceduti ad altri club. Tra questi si ricordano Maniatis, Siovas, Samaris, Kolovos, Avlonitis (passato all'Olympiakos), Kontoes, Arabidis, Dounis, Anestis, Lambropoulos (ceduto all'AEK Atene), P. Spyropoulos (ceduto al Panathīnaïkos), Kouros (all'Atromītos), Peristeridis (al Platanias).

La stagione 2014-2015 iniziò con il club ancora costretto a rinunciare a calciatori di età superiore a 23 anni (ad eccezione di tre fuoriquota) e per un altro anno dovette puntare sui ragazzi delle giovanili, ma riuscì a rimanere nella categoria, finendo al tredicesimo posto. Nel 2015-2016 ottenne un ottimo quinto posto, assicurandosi la sua partecipazione ai play-off del campionato e allo stesso tempo la qualificazione all'Europa League, cui non poté, tuttavia, prendere parte perché non ottenne la licenza UEFA (il suo posto fu preso dal PAS Giannina, che era arrivato sesto).

Nel campionato 2016-2017 chiuse nuovamente al quinto posto, partecipando per il secondo anno consecutivo ai play-off del campionato e garantendosi al contempo la qualificazione all'Europa League. Settimo nel 2017-2018, concluse al sesto posto nel 2018-2019, mentre nella stagione successiva retrocesse in seconda serie a causa dell'ultimo posto finale. Nel 2020-21 la squadra del Panionios è ripartita dal campionato regionale Gamma Ethniki, nel gruppo 6.[1]

Allenatori[modifica | modifica wikitesto]

Organico[modifica | modifica wikitesto]

Rosa 2019-2020[modifica | modifica wikitesto]

N. Ruolo Giocatore
3 Grecia D Giōrgos Saramantas
4 Grecia D Stefanos Evangelou
5 Brasile D Domingues
7 Grecia C Panagiotis Korbos (capitano)
8 Serbia C Novica Maksimović
9 Grecia A Kostas Doumtsios
10 Georgia A Bachana Arabuli
12 Slovenia P Matic Kotnik
13 Grecia D Odysseas Lymperakis
14 Grecia D Dimitris Stavropoulos
16 Grecia C Giannis Oikonomidis
17 Francia C Sofiane Sidi Ali
18 Grecia D Vasilios Rentzas
19 Grecia D Giannīs Kiakos
N. Ruolo Giocatore
20 Messico C Pedro Arce
22 Grecia D Thanasis Papageorgiou
23 Grecia A Sotiris Tsiloulis
27 Grecia C Giannis Papanikolaou
28 Grecia A Frixos Grivas
30 Grecia P Dimitris Nikas
32 Albania D Antonio Mico
33 Polonia D Sebastian Chruściel
36 Grecia A Filippos Selkos
40 Grecia C Christos Retsos
44 Serbia C Nemanja Milojević
67 Francia P Jérémy Malherbe
Azerbaigian C Araz Abdullayev
Francia C Oumar Camara

Rose delle stagioni precedenti[modifica | modifica wikitesto]

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Competizioni nazionali[modifica | modifica wikitesto]

1978-1979, 1997-1998
1996-1997

Competizioni internazionali[modifica | modifica wikitesto]

1971

Altri piazzamenti[modifica | modifica wikitesto]

Secondo posto: 1950-1951, 1970-1971
Terzo posto: 1946-1947, 1958-1959, 1960-1961
Finalista: 1951-1952, 1960-1961, 1966-1967, 1988-1989
Semifinalista: 1952-1953, 1953-1954, 1958-1959, 1961-1962, 1968-1969, 1971-1972, 1972-1973, 1990-1991, 1999-2000, 2017-2018
Terzo posto: 1992-1993
Finalista: 2008
Finalista: 1986

Statistiche e record[modifica | modifica wikitesto]

Statistiche nelle competizioni UEFA[modifica | modifica wikitesto]

Tabella aggiornata alla fine della stagione 2018-2019.

Competizione Partecipazioni G V N P RF RS
Coppa delle Coppe 2 10 6 0 4 15 15
Coppa UEFA/UEFA Europa League 5 19 7 0 12 20 34
Coppa delle Fiere 1 2 1 0 1 2 3
Coppa Intertoto 1 4 1 0 3 3 4
Stagione Risultato Note
Coppa delle Coppe
1979-1980 Secondo turno eliminato dal IFK Göteborg
1998-1999 Quarti di finale eliminato dal Lazio
Stagione Risultato Note
Coppa Uefa
1971-1972 Sedicesimi eliminato dal Ferencváros
1987-1988 Trentaduesimi eliminato dal Toulouse
2003-2004 Secondo turno eliminato dal Barcellona
2004-2005 Fase a gironi classificato 4º nel girone D
Stagione Risultato Note
Coppa delle Fiere
1969-1970 Trentaduesimi eliminato dal Rostock
Stagione Risultato Note
Coppa Intertoto
2008 Terzo turno eliminato dal Napoli

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) PAOK ends up second and Panionios gets relegated, unless..., ekathimerini.com, 19 luglio 2020.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

  Portale Calcio: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di calcio