Caio Ribeiro Decoussau

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Caio
FC Inter 1995-96 - Caio e Roberto Carlos.png
Caio (a sinistra) all'Inter nella stagione 1995-1996, accanto al connazionale Roberto Carlos.
Nome Caio Ribeiro Decossau
Nazionalità Brasile Brasile
Altezza 177 cm
Peso 74 kg
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo Attaccante
Ritirato 2005
Carriera
Squadre di club1
1994-1995 San Paolo 31 (14)
1995-1996 Inter 6 (0)
1996-1997 Napoli 20 (0)
1997-1998 Santos 25 (6)
1998-1999 Flamengo 37 (3)
2000-2001 Santos 11 (0)
2001-2002 Fluminense 16 (2)
2003 Grêmio 26 (4)
2003-2004 RW Oberhausen 15 (1)
2004-2006 Botafogo 42 (10)
Nazionale
1995 Brasile Brasile U-20 7 (5)
1996 Brasile Brasile 4 (3)
Palmarès
Transparent.png Mondiale Under-20
Argento Qatar 1995
Transparent.png Concacaf Gold Cup
Argento Stati Uniti 1996
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
 

Caio Ribeiro Decoussau, conosciuto come Caio (San Paolo, 16 agosto 1975), è un ex calciatore brasiliano, di ruolo attaccante.

È soprannominato Douthorinho ("dottorino") per il suo abbigliamento sempre raffinato e per il suo aspetto estetico sempre molto curato.[1]

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Inizia la carriera nel 1994 con il San Paolo, squadra con cui vince la Supercoppa sudamericana, la Recopa Sudamericana e la Coppa CONMEBOL.

Viene quindi acquistato all'età di vent'anni dall'Inter, per 7 miliardi di lire,[2] e dopo un anno viene ceduto al Napoli, squadra con cui termina la sua breve esperienza italiana, senza segnare alcun gol in Serie A[3].

Dopo l'Italia è tornato in Brasile, con una piccola parentesi tedesca al Rot-Weiß Oberhausen, dove ha giocato nel Santos, Flamengo, Fluminense, Grêmio e Botafogo.

Con la Nazionale di calcio del Brasile ha giocato il campionato del mondo Under-20 1995, perdendo la finale, ma venendo premiato come miglior giocatore del torneo.[4]

Gioca con la Nazionale brasiliana 11 partite realizzando in totale 8 reti tra Nazionale Under 20 e maggiore.

Si è ritirato all'età di trent'anni per intraprendere la carriera di modello.

Dopo il ritiro[modifica | modifica wikitesto]

Nel 2007 ha intrapreso la carriera di commentatore in Brasile per la radio Rádio Globo e la televisione SporTV. Ha proseguito poi la sua carriera anche nel campionato del mondo 2010 con Tiago Leifert, giornalista brasiliano nel programma Central da Copa.

Statistiche[modifica | modifica wikitesto]

Cronologia presenze e reti in nazionale[modifica | modifica wikitesto]

Cronologia completa delle presenze e delle reti in nazionale ― Brasile
Data Città In casa Risultato Ospiti Competizione Reti Note
11/01/1996 Los Angeles Brasile Brasile 4 – 1 Canada Canada Gold Cup 1996 - Fase a gironi 1
13/01/1996 Los Angeles Brasile Brasile 5 – 0 Honduras Honduras Gold Cup 1996 - Fase a gironi 2
17/01/1996 Los Angeles Stati Uniti Stati Uniti 0 – 1 Brasile Brasile Gold Cup 1996 - Semifinale -
20/01/1996 Los Angeles Messico Messico 2 – 0 Brasile Brasile Gold Cup 1996 - Finale -
Totale Presenze 4 Reti 3

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Competizioni nazionali[modifica | modifica wikitesto]

Santos: 1997
Flamengo: 1999
Flamengo: 1999

Competizioni internazionali[modifica | modifica wikitesto]

San Paolo: 1993
San Paolo: 1994
San Paolo: 1994
Flamengo: 1999

Individuale[modifica | modifica wikitesto]

Qatar 1995

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Pacchi dall'estero: Caio, perché?, contra-ataque.it, 21 luglio 2012. URL consultato il 13 maggio 2014.
  2. ^ Calciatori ‒ La raccolta completa Panini 1961-2012, Vol. 12 (1995-1996), Panini, 2012, p. 10.
  3. ^ Cristian Vitali, Calciobidoni - Non comprate quello straniero, Piano B Edizioni, Giugno 2010.
  4. ^ Sebastiano Vernazza, Attenzione: tra i top c' è stato anche Caio, in La Gazzetta dello Sport, 4 luglio 2007. URL consultato il 20 ottobre 2016.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

  • (PT) Caio Ribeiro Decoussau, su Futpedia.globo.com, Globo Comunicação e Participações SA. (archiviato dall'url originale il 2008-2011).