Zé Elias

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Zé Elias
Zé Elias - SC Rheindorf Altach.jpg
Nazionalità Brasile Brasile
Altezza 178 cm
Peso 73 kg
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo Centrocampista
Ritirato 2009
Carriera
Squadre di club1
1993-1996 Corinthians 60 (2)
1996-1997 Bayer Leverkusen 23 (0)
1997-1999 Inter 33 (0)
1999-2000 Bologna 19 (0)
2000-2003 Olympiakos 42 (2)
2003-2004 Genoa 19 (1)
2004-2006 Santos 11 (0)
2006 Guarani 1 (0)
2006-2007 Omonia 12 (1)
2007-2008 Londrina ? (?)
2008-2009 Altach 16 (0)
Nazionale
1995Brasile Brasile U-20? (?)
1995-2001 Brasile Brasile 10 (0)
Palmarès
Transparent.png Mondiale Under-20
Argento Qatar 1995
Transparent.png Concacaf Gold Cup
Argento Stati Uniti 1996
Olympic flag.svg Olimpiadi
Bronzo Atlanta 1996
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
 

José Elias Moedim Júnior, meglio noto come Zé Elias (San Paolo, 25 settembre 1976), è un ex calciatore brasiliano, di ruolo centrocampista.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

È il fratello maggiore di Rubinho, di ruolo portiere; hanno militato entrambi nel Genoa in due periodi differenti.

In seguito al ritiro ha fatto l'opinionista sportivo per la radio brasiliana Rádio Globo e per ESPN Brasile.[1]

Il 22 luglio 2011 è stato arrestato in Brasile per non aver pagato gli alimenti, pari a 400 000 euro, ai figli.[2]

Caratteristiche tecniche[modifica | modifica wikitesto]

Mancino,[3] era un centrocampista capace di coniugare tecnica e dinamismo.[3][4]

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Debutta come professionista nel 1993 al Corinthians, dove gioca per tre anni. In tutto conta 60 partite e 2 gol, quindi conquista la medaglia di bronzo ai Giochi olimpici di Atlanta 1996 venendo poi acquistato dal Bayer Leverkusen, che lo ingaggia per la stagione 1996-1997.

La stagione successiva il brasiliano arriva in Italia per la prima volta, all'Inter di Luigi Simoni, acquistato per 10 miliardi di lire,[5] nell'anno in cui la squadra milanese conquisterà la Coppa UEFA. Rimane a Milano fino al 1999.

Si trasferisce poi al Bologna, dove resta per una stagione per poi passare all'Olympiakos rimanendovi per tre anni.

Nel 2003-2004 ritorna in Italia, al Genoa, dove rimane per una stagione ritornando poi in Brasile, al Santos. Nel 2006 si trasferisce nel Guarani (seconda serie brasiliana), e nello stesso anno si trasferisce a Cipro, all'Omonia Nicosia.[6]

Dopo la sua esperienza a Cipro, ritorna nel suo paese d'origine andando a giocare nel Londrina.

Si è ritirato come giocatore nel marzo 2008 e venne assunto come osservatore in Brasile da parte dell'Inter.[senza fonte]

Nel giugno dello stesso anno firma un contratto con il SC Rheindorf Altach per la stagione 2008-2009 prima di annunciare il suo nuovo ritiro a fine anno.

Nazionale[modifica | modifica wikitesto]

Con la Nazionale brasiliana ha giocato 10 partite tra il 1995 e il 2001. Ha anche partecipato ai Giochi olimpici di Atlanta, nel 1996, dove conquistò con la squadra la medaglia di bronzo.

Statistiche[modifica | modifica wikitesto]

Cronologia presenze e reti in nazionale[modifica | modifica wikitesto]

Cronologia completa delle presenze e delle reti in nazionale ― Brasile
Data Città In casa Risultato Ospiti Competizione Reti Note
29-3-1995 Goiânia Brasile Brasile 1 – 1 Honduras Honduras Amichevole -
14-1-1996 Los Angeles Brasile Brasile 5 – 0 Honduras Honduras Gold Cup 1996 - 1º turno - Ingresso al 73’ 73’ [7]
21-1-1996 Los Angeles Brasile Brasile 0 – 2 Messico Messico Gold Cup 1996 - Finale - Ingresso al 68’ 68’ [7]
27-3-1996 São José do Rio Preto Brasile Brasile 8 – 2 Ghana Ghana Amichevole - Ingresso al 60’ 60’
24-4-1996 Johannesburg Sudafrica Sudafrica 2 – 3 Brasile Brasile Amichevole - Ingresso al 46’ 46’
28-8-1996 Mosca Russia Russia 2 – 2 Brasile Brasile Amichevole - Ammonizione
31-8-1996 Amsterdam Paesi Bassi Paesi Bassi 2 – 2 Brasile Brasile Amichevole -
9-10-1997 Belém Brasile Brasile 2 – 0 Marocco Marocco Amichevole - Ammonizione
29-4-1998 Rio de Janeiro Brasile Brasile 0 – 1 Argentina Argentina Amichevole -
13-11-1999 Vigo Spagna Spagna 0 – 0 Brasile Brasile Amichevole - Ingresso al 88’ 88’
Totale Presenze 10 Reti 0

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Competizioni nazionali[modifica | modifica wikitesto]

  • Coppa Bandeirantes: 1
Corinthians: 1994
Corinthians: 1995
Corinthians: 1995
Olympiakos: 2000-2001, 2001-2002, 2002-2003
Santos: 2004

Competizioni internazionali[modifica | modifica wikitesto]

Inter: 1997-1998

Nazionale[modifica | modifica wikitesto]

Atlanta 1996

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (PT) Ex-jogador Zé Elias é contratado pela ESPN Brasil, su natelinha.ne10.uol.com.br, 18 aprile 2014 (archiviato dall'url originale il 28 dicembre 2014).
  2. ^ Ex nerazzurri, arrestato Ze Elias, su fcinter1908.it.
  3. ^ a b Gianni Mura, Che classe Ze Elias. Bergomi sempre meglio, in la Repubblica, 2 novembre 1997, p. 39.
  4. ^ Roberto Beccantini, Colonnese fa il gigante, in La Stampa, 20 aprile 1998, p. 26.
  5. ^ Calciatori ‒ La raccolta completa Panini 1961-2012, vol. 14 (1997-1998), Modena, Panini, 6 agosto 2012, p. 10.
  6. ^ Germano D'Ambrosio, Ufficiale: Ze Elias a Cipro, su tuttomercatoweb.com, 22 luglio 2006. URL consultato il 22 luglio 2011 (archiviato dall'url originale il 29 settembre 2017).
  7. ^ a b La CBF ha scelto di schierare una Nazionale Under-23 e pertanto, al contrario della FIFA, non considera questa partita come disputata dalla propria Nazionale maggiore ma da quella olimpica

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]