Michele Paramatti

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Michele Paramatti
Nazionalità Italia Italia
Altezza 181 cm
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo Difensore
Ritirato 2004
Carriera
Giovanili
SPAL
Squadre di club1
1986-1987 SPAL 2 (0)
1987-1989 Russi 47 (7)
1989-1995 SPAL 148 (6)
1995-2000 Bologna 135 (14)
2000-2002 Juventus 26 (0)
2002-2003 Bologna 30 (1)
2003-2004 Reggiana 25 (1)
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
 

Michele Paramatti (Salara, 10 marzo 1968) è un ex calciatore italiano, di ruolo difensore.

Campione d'Italia con la Juventus nella stagione 2001-2002, nel corso della sua carriera ha vinto anche un campionato di Serie B (1995-1996), una Coppa Intertoto (1998), entrambi con la maglia del Bologna, e un campionato di Serie C1 (1991-1992) con la SPAL.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Anche suo figlio Lorenzo, nato nel 1995, è un calciatore professionista.

Nel settembre 2012 ha aperto il sito unamagliaperlemilia.it grazie al quale ha venduto maglie di giocatori famosi raccogliendo circa 24.000 euro da devolvere ai terremotati dell'Emilia.[1]

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Cresciuto calcisticamente nella SPAL nel ruolo di terzino ambidestro, ha raggiunto la notorietà nel Bologna diventandone capitano e arrivando a giocare, oltre a numerose stagioni da titolare in serie A, anche una semifinale di Coppa UEFA (stagione 1998-99) nella quale mise a segno il momentaneo vantaggio dei rossoblu nella gara di ritorno contro l'Olympique Marsiglia.

Nell'estate 1995, a ventisette anni, dopo nove campionati nelle serie minori (di cui sette con la SPAL), è un giocatore disoccupato. Si allena con l'Equipe Romagna, quando Gabriele Oriali (d.s. del Bologna), scommette sulla sua voglia di rivincita e gli offre una chance.

Dopo cinque stagioni in rossoblù, nelle quali ottiene una doppia promozione dalla Serie C1 alla Serie A, nel 2000 fu ingaggiato dalla Juventus: alla vigilia della partenza Paramatti salutò la società bolognese in una conferenza stampa nella quale, ringraziando i tifosi, scoppiò in lacrime dicendo: "Non posso dimenticarli perché hanno sempre dimostrato un grosso attaccamento. Sono stato fiero di vestire la maglia del Bologna e ringrazio tutti: ma è un arrivederci, perché cinque anni non si dimenticano".[2] A Torino annovererà 26 presenze in due stagioni, vincendo il campionato del 2001-2002. In seguito fa ritorno al Bologna (come promesso al momento dell'addio), totalizzando un bottino di 30 presenze ed 1 gol nella stagione 2002-2003. Ha chiuso la carriera giocando poi con la Reggiana fino al campionato 2003-2003, in Serie C1.

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Juventus: 2001-2002
Bologna: 1998
Bologna: 1995-1996
SPAL: 1991-1992

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Matteo Dalla Vite, La maglia di Zanetti all'asta per aiutare i terremotati dell'Emilia, in La Gazzetta dello Sport, 2 settembre 2012, p. 12.
  2. ^ Fonte: http://www2.raisport.rai.it/news/sport/calcio/200005/26/392ec156043de/

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

  • (DEENIT) Michele Paramatti, su Transfermarkt.it, Transfermarkt GmbH & Co. KG.