Antonio Dattilo

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Antonio Dattilo
Informazioni personali
Arbitro di Football pictogram.svg Calcio
Sezione Locri
Attività nazionale
Anni Campionato Ruolo
2001-2006 Serie A e B Arbitro

Antonio Dattilo (Melito di Porto Salvo, 28 giugno 1971) è un ex arbitro di calcio italiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Nativo di Melito Porto Salvo, vive a Gioiosa Ionica e appartiene alla sezione di Locri dell'Associazione Italiana Arbitri.

Dal 2002 al 2006 ha arbitrato alcune decine di partite in Serie A (debuttando il 28 aprile 2002 in Venezia-Torino 1-1) ed oltre un centinaio fra Coppa Italia, Serie B e Serie C1.

Dopo aver lasciato la carriera arbitrale, è stato dirigente sportivo dell'U.S. Gioiosa Jonica, squadra di calcio della sua cittadina di origine dove vive e dove ha militato da calciatore prima di intraprendere la carriera arbitrale, ha collaborato con l'emittente televisiva Telemia. Dal febbraio 2011 diviene team manager del Bocale militante in Eccellenza Calabria[1]. Nell'autunno 2011 divenne direttore sportivo del Roggiano Calcio con il campionato in corso che militava in quello di Promozione Calabrese girone B.[2]. Che lo è tutt'oggi D.S. del Roggiano Calcio.

Nella primavera 2011 il suo nome è stato accostato ad una possibile candidatura come Presidente della Provincia di Reggio Calabria, ma Dattilo ha smentito la notizia[3].

Il 24 marzo 2015 in Cassazione viene assolto in riguardo a Calciopoli, dopo essere stato condannato in primo e in secondo grado per associazione a delinquere ed un episodio di frode sportiva (Udinese-Brescia).[4]

Note[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]