Mircea Lucescu

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Mircea Lucescu
Lucescu Zenit.jpg
Lucescu nel 2017
Nazionalità Romania Romania
Altezza 177 cm
Peso 70 kg
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo Allenatore (ex attaccante)
Squadra Turchia Turchia
Ritirato 1982 - giocatore
Carriera
Squadre di club1
1963-1965 Dinamo Bucarest 3 (0)
1965-1967 Bianco e Nero.svg Ştiinţa/Politehnica Bucarest ? (?)
1967-1977 Dinamo Bucarest 247 (57)
1977-1982 Corvinul Hunedoara 111 (21)
Nazionale
1966-1979 Romania Romania 74 (9)
Carriera da allenatore
1979-1980 Corvinul Hunedoara
1981-1986 Romania Romania
1986-1990 Dinamo Bucarest
1990-1991 Pisa
1991-1995 Brescia
1995-1996 Brescia
1996-1997 Reggiana
1997-1998 Rapid Bucarest
1998-1999 Inter
1999-2000 Rapid Bucarest
2000-2002 Galatasaray
2002-2004 Beşiktaş
2004-2016 Šachtar
2016-2017 Zenit S. Pietroburgo
2017- Turchia Turchia
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate al 28 maggio 2017

Mircea Lucescu (Bucarest, 29 luglio 1945) è un allenatore di calcio ed ex calciatore rumeno ct della Nazionale turca.

Ha un figlio, Răzvan, ex calciatore professionista, di ruolo portiere.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Giocatore[modifica | modifica wikitesto]

Attaccante, ha giocato nella Dinamo Bucarest dal 1963 al 1965 (tre presenze, zero reti) e dal 1967 al 1977 (247 partite, 57 gol). Ha chiuso la carriera da professionista nella Corvinul Hunedoara. Inoltre ha anche giocato 74 incontri con la Nazionale rumena, realizzando nove centri e disputando, da capitano, il mondiale del 1970[1].

Allenatore[modifica | modifica wikitesto]

Allenatore dal 1979, ha guidato per un anno il Corvinul Hunedoara (team con il quale chiuderà la carriera agonistica nel 1982, per qualche tempo fu impiegato nella veste di giocatore-allenatore) per poi dirigere la Nazionale dal 1981 al 1986, e ancora la Dinamo Bucarest fino al 1990, vincendo la coppa nazionale nel 1986 e ottenendo il double campionato-coppa nel 1990.

Lucescu alla guida del Brescia nel 1992

Nel 1990 approda in Italia come direttore tecnico del Pisa. Il 10 marzo 1991, dopo una sconfitta con il Cagliari, viene sollevato dall'incarico.[2] Dalla stagione successiva è stato direttore tecnico del Brescia in serie B. Il primo anno con le Rondinelle si piazza primo posto in campionato ottenendo l'accesso diretto in Serie A e nella Coppa Italia viene eliminato al secondo turno dal Milan. Il secondo anno arriva quindicesimo in campionato ma retrocedono in Serie B perché perdono lo spareggio con l'Udinese. Ha allenato anche la Reggiana e l'Inter, con scarsi risultati: con gli emiliani, in Serie A nella stagione 1996-97, ottenne 4 punti in 10 gare (4 pareggi e 6 sconfitte, senza vittorie) e venne esonerato con la squadra ultima in classifica mentre con i nerazzurri nella stagione 1998-99 rassegnò le dimissioni[3] prima della conclusione della stagione (dopo la sconfitta per 4-0 con la Sampdoria del 21 marzo 1999).

Finita il periodo italiano torna in patria e conduce per il finale di stagione il Rapid Bucarest alla vittoria in campionato senza perdere alcun incontro. A fine stagione vince anche la Supercoppa nazionale.

Al suo primo impegno con il Galatasaray, vince la Supercoppa UEFA contro il Real Madrid grazie a una doppietta di Jardel. Al suo secondo anno a Istanbul vince il campionato turco, prima di passare al Beşiktaş, vincendo un altro titolo turco al primo anno con la nuova squadra. Dal 2004 al 2016 ha guidato lo Šachtar, dove decide di basare la propria formazione sul talento dei calciatori offensivi brasiliani:[4] con il club vince 21 trofei nazionali (8 campionati ucraini, sei coppe nazionali e sette supercoppe nazionali) contrastando lo storico dominio della Dinamo Kiev nel calcio ucraino. Con lo Shakhtar Donetsk ha anche vinto l'edizione della Coppa UEFA 2008-2009 nella finale di Istanbul del 20 maggio 2009 contro il Werder Brema (2-1 ai supplementari).

Il 21 maggio 2016 lascia lo Shakhtar Donetsk dopo dodici anni,[5] e tre giorni dopo firma un contratto biennale con i russi dello Zenit San Pietroburgo.[6] La sua prima stagione con la formazione russa termina con una Supercoppa di Russia vinta contro il CSKA Mosca a inizio stagione e un terzo posto in campionato con l'accesso all'Europa League. Il 28 maggio 2017 la società russa ha deciso di risolvere il contratto.[7]

Il 2 agosto 2017 viene annunciato il suo ingaggio come allenatore della Turchia.[8]

Statistiche[modifica | modifica wikitesto]

Allenatore[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Statistiche aggiornate al 21 maggio 2017

Stagione Squadra Campionato Coppe nazionali Coppe continentali Altre coppe Totale Vittorie %
Comp G V N P Comp G V N P Comp G V N P Comp G V N P G V N P %
1985-1986 Romania Dinamo Bucarest DA 20 13 3 4 CR 5 4 1 0 CU 25 17 4 4 68,00
1986-1987 DA 34 17 10 7 CR 5 4 0 1 CdC 2 0 0 2 41 21 10 10 51,22
1987-1988 DA 34 30 3 1 CR 5 4 0 1 CdC 2 0 0 2 41 34 3 4 82,93
1988-1989 DA 34 30 2 2 CR 5 4 0 1 CdC 6 3 3 0 45 37 5 3 82,22
1989-1990 DA 34 26 5 3 CR 4 3 1 0 CdC 8 5 0 3 46 34 6 6 73,91
Totale Dinamo Bucarest 156 116 23 17 24 19 2 3 18 8 3 7 198 143 28 27 72,22
1990-1991 Italia Pisa[9] A 24 6 5 13 CI 4 2 0 2 28 8 5 15 28,57
1991-1992 Italia Brescia[10] B 38 14 21 3 CI 4 1 0 3 42 15 21 6 35,71
1992-1993 A 34 9 12 13 CI 2 0 1 1 36 9 13 14 25,00
1993-1994 B 38 15 14 9 CI 5 2 2 1 CAI 7 5 1 1 50 22 17 11 44,00
1994-1995 A 21 2 6 13 CI 2 0 0 2 23 2 6 15 &&8,70
1995-1996 B 24 7 6 11 CI 1 0 0 1 25 7 6 12 28,00
Totale Brescia 155 47 59 49 14 3 3 8 7 5 1 1 176 55 63 58 31,25
1996-1997 Italia Reggiana A 10 0 4 6 CI 3 1 0 2 13 1 4 8 &&7,69
1997-1998 Romania Rapid Bucarest DA 34 24 6 4 CR 5 5 0 0 I 2 0 1 1 41 29 7 5 70,73
1998-1999 DA 16 13 2 1 CR 2 2 0 0 CdC 4 2 1 1 22 17 3 2 77,27
1998-1999 Italia Inter A 15 5 4 6 CI 4 1 0 3 UCL 3 1 1 1 22 7 5 10 31,82
1998-1999 Romania Rapid Bucarest DA 12 11 1 0 CR 3 1 0 2 CdC 15 12 1 2 80,00
1999-2000 DA 34 22 6 6 CR 5 3 1 1 UCL 2 0 2 0 SR 1 1 0 0 42 26 9 7 61,90
Totale Rapid Bucarest 96 70 15 11 15 11 1 3 8 2 3 2 1 1 0 0 120 84 19 15 70,00
2000-2001 Turchia Galatasaray TL 34 23 4 7 TK 4 3 1 0 UCL 16 7 4 5 SE 1 1 0 0 55 34 9 12 61,82
2001-2002 TL 34 24 6 4 TK 1 0 1 0 UCL 16 6 7 3 51 30 14 7 58,82
Totale Galatasaray 68 47 10 11 5 3 2 0 32 13 11 8 1 1 0 0 106 64 23 19 60,38
2002-2003 Turchia Beşiktaş TL 34 26 7 1 TK 3 2 0 1 CU 10 5 3 2 47 33 10 4 70,21
2003-2004 TL 34 18 8 8 TK 2 1 0 1 UCL+CU 6+2 2+0 1+0 3+2 44 21 9 14 47,73
Totale Beşiktaş 68 44 15 9 5 3 0 2 18 7 4 7 91 54 19 18 59,34
2004-2005 Ucraina Šachtar VL 30 26 2 2 KU 8 5 1 2 UCL+CU 10+4 5+1 1+1 4+2 SU 1 0 1 0 53 37 6 10 69,81
2005-2006 VL 30+1 23+1 6 1 KU 3 2 0 1 UCL+CU 2+8 0+5 1+1 1+2 SU 1 0 1 0 44 31 9 4 70,45
2006-2007 VL 30 19 6 5 KU 7 4 2 1 UCL+CU 8+4 3+1 3+2 2+1 SU 1 0 0 1 50 27 13 10 54,00
2007-2008 VL 30 24 2 4 KU 7 6 1 0 UCL 10 5 0 5 SU 1 0 1 0 48 35 4 9 72,92
2008-2009 PL 30 19 7 4 KU 5 4 0 1 UCL+CU 8+9 5+6 0+2 3+1 SU 1 0 1 0 53 34 10 9 64,15
2009-2010 PL 30 24 5 1 KU 4 3 0 1 UCL+UEL 2+10 0+6 2+2 0+2 SE 1 0 0 1 47 33 9 5 70,21
2010-2011 PL 30 23 3 4 KU 5 5 0 0 UCL 10 7 0 3 SU 1 1 0 0 46 36 3 7 78,26
2011-2012 PL 30 25 4 1 KU 5 5 0 0 UCL 6 1 2 3 SU 1 0 0 1 42 31 6 5 73,81
2012-2013 PL 30 25 4 1 KU 5 5 0 0 UCL 8 3 2 3 SU 1 1 0 0 44 34 6 4 77,27
2013-2014 PL 28 21 2 5 KU 5 4 0 1 UCL+UEL 6+2 2+0 2+1 2+1 SU 1 1 0 0 42 28 5 9 66,67
2014-2015 PL 26 17 5 4 KU 8 6 2 0 UCL 8 2 4 2 SU 1 1 0 0 43 26 11 6 60,47
2015-2016 PL 26 20 3 3 KU 8 6 1 1 UCL+UEL 10+8 3+5 2+2 5+1 SU 1 1 0 0 53 35 8 10 66,04
Totale Šachtar 351 267 49 35 70 55 7 8 133 60 30 43 12 5 4 3 565 387 90 88 68,50
2016-2017 Russia Zenit PL 30 18 7 5 KR 2 1 0 1 UEL 8 6 0 2 SR 1 1 0 0 41 26 7 8 63,41
Totale carriera ~973 ~620 191 162 ~147 98 16 33 219 97 52 70 15 8 4 3 1 353 824 262 268 60,90

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Giocatore[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Competizioni nazionali[modifica | modifica wikitesto]
Dinamo Bucarest: 1963-1964, 1964-1965, 1970-1971, 1972-1973, 1974-1975, 1976-1977
Dinamo Bucarest: 1967-1968
Corvinul Hunedoara: 1979–1980

Allenatore[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Competizioni nazionali[modifica | modifica wikitesto]
Dinamo Bucarest: 1989-1990
Rapid Bucarest: 1998-1999
Dinamo Bucarest: 1985-1986, 1989-1990
Rapid Bucarest: 1997-1998
Brescia: 1991-1992
Rapid Bucarest: 1999
Galatasaray: 2001-2002
Beşiktaş: 2002-2003
Shakhtar Donetsk: 2003-2004, 2007-2008, 2010-2011, 2011-2012, 2012-2013, 2015-2016
Shakhtar Donetsk: 2004-2005, 2005-2006, 2007-2008, 2009-2010, 2010-2011, 2011-2012, 2012-2013, 2013-2014
Shakhtar Donetsk: 2005, 2008, 2010, 2012, 2013, 2014, 2015
Zenit S. Pietroburgo: 2016
Competizioni internazionali[modifica | modifica wikitesto]
Brescia: 1993-1994
Galatasaray: 2000
Shakhtar Donetsk: 2008-2009

Onorificenze[modifica | modifica wikitesto]

Ordine al Merito di III Classe - nastrino per uniforme ordinaria Ordine al Merito di III Classe
— 2006
Ordine al Merito di II Classe - nastrino per uniforme ordinaria Ordine al Merito di II Classe
— 2009
Ordine al Merito Sportivo di III classe con due barre - nastrino per uniforme ordinaria Ordine al Merito Sportivo di III classe con due barre
— 2009
Cavaliere dell'Ordine della Stella di Romania - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere dell'Ordine della Stella di Romania
— 2009
Ordine al Merito di I Classe - nastrino per uniforme ordinaria Ordine al Merito di I Classe
— 2011

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Incontri della nazionale rumena del 1970, romaniansoccer.ro. URL consultato il 22 aprile 2013.
  2. ^ 'senza colpe, lo caccio', repubblica.it, 12 marzo 1991.
  3. ^ Lucescu: l'Inter non è con me, vado via
  4. ^ Zenit's Mircea Lucescu on the coaching life, in UEFA.com, 28 ottobre 2016. URL consultato il 28 ottobre 2016.
  5. ^ Thank you, Mister! Shakhtar.com
  6. ^ Mircea Lucescu is the new Zenit Manager fc-zenit.ru
  7. ^ Ufficiale: Zenit San Pietroburgo, Lucescu lascia il club, tuttomercatoweb.com, 28 maggio 2017.
  8. ^ Turchia, Ufficiale: Lucescu è il nuovo CT, calciomercato.it, 2 agosto 2017.
  9. ^ Come direttore tecnico insieme all'allenatore Luca Giannini.
  10. ^ Come direttore tecnico insieme all'allenatore Adelio Moro.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]