Divizia A 1985-1986

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Divizia A 1985-1986
Competizione Liga I
Sport Football pictogram.svg Calcio
Edizione 68ª
Organizzatore FRF
Date dal 4 agosto 1985
al 18 giugno 1986
Luogo Romania Romania
Partecipanti 18
Formula Girone all'italiana A/R
Risultati
Vincitore Steaua București
(11º titolo)
Retrocessioni Târgu Mureș
Bihor Oradea
Politehnica Timișoara
Statistiche
Miglior marcatore Romania Gheorghe Hagi (31)
Incontri disputati 306
Gol segnati 872 (2,85 per incontro)
Steaua B..jpeg
La rosa della Steaua Bucarest che vinse il suo undicesimo titolo.
Cronologia della competizione
Left arrow.svg 1984-1985 1986-1987 Right arrow.svg

La Divizia A 1985-1986 è stata la 68a edizione della massima serie del campionato di calcio rumeno, disputato tra il 4 agosto 1985 e il 18 giugno 1986 e concluso con la vittoria finale della Steaua București, al suo undicesimo titolo e secondo consecutivo.

Capocannoniere del torneo fu Gheorghe Hagi (Sportul Studențesc), con 31 reti.

Stagione[modifica | modifica wikitesto]

Formula[modifica | modifica wikitesto]

Come nella stagione precedente le squadre partecipanti furono 18 e disputarono un turno di andata e ritorno per un totale di trentaquattro partite.

Le ultime tre classificate retrocedettero in Divizia B.

Le qualificate alle coppe europee furono quattro: la vincente alla Coppa dei Campioni 1986-1987, seconda e terza alla Coppa UEFA 1986-1987 e la vincente della Cupa României alla Coppa delle Coppe 1986-1987.

Avvenimenti[modifica | modifica wikitesto]

L'avvio del torneo vide Dinamo Bucarest e Steaua Bucarest in testa alla classifica dopo tre giornate[1]: vincendo lo scontro diretto quattro giorni dopo[2], la Steaua assunse definitivamente il comando dela classifica. Nelle giornate successive si fece avanti fra le inseguitrici lo Sportul Studențesc[3], che concluse il girone di andata con sette punti di svantaggio sulla Steaua.

Il girone di ritorno si aprì con la Steaua che perse l'imbattibilità contro il Corvinul Hunedoara[4], ma che risultò in grado di gestire il vantaggio con la seconda. Dopo aver vinto lo scontro diretto del 27 aprile[5], la Steaua aumentò il proprio vantaggio fino ad ottenere sulla seconda un vantaggio di dieci punti che, con quattro gare di anticipo[6], assicurarono alla squadra (che, nel frattempo, si era laureata campione d'Europa) l'undicesimo titolo nazionale.

Le ultime giornate risultarono decisive per gli altri verdetti del campionato: inizialmente avvantaggiata nella lotta per la qualificazione in Coppa UEFA, la Dinamo Bucarest ebbe un graduale declino che favorì il sorpasso dello Sportul Studențesc e dell'Univ. Craiova, quest'ultimo in Europa grazie alla miglior differenza reti. La qualificazione alla finale di coppa nazionale contro i campioni della Steaua, avvenuta pochi giorni dopo la conclusione del campionato, garantì comunque alla Dinamo la qualificazione in Europa[7]. In zona retrocessione, un brusco calo di rendimento costò al Politehnica Timișoara la permanenza in massima divisione, compromessa a causa di due sconfitte consecutive nelle ultime due gare[8], fra cui quella nello scontro diretto il Târgu Mureș[9], che poté rimettersi in carreggiata nella lotta alla salvezza prima di sciupare tutto all'ultima giornata[10]. Chiuse la classifica il Bihor Oradea, mai in gara durante l'intero arco del campionato.

Classifica finale[modifica | modifica wikitesto]

Pos. Squadra Pt G V N P GF GS DR
Scudetto Romania.svg 1. Steaua Bucarest 57 34 26 5 3 79 25 +54
2. Sportul Studențesc 48 34 19 10 5 87 41 +46
3. Univ. Craiova 46 34 20 6 8 65 36 +29
4. Dinamo Bucarest 46 34 20 6 8 49 27 +22
5. Corvinul Hunedoara 37 34 17 3 14 84 50 +34
6. Argeș Pitești 36 34 14 8 12 39 41 -2
7. U Cluj 33 34 14 5 15 51 52 -1
8. Rapid Bucarest 33 34 14 5 15 41 56 -15
9. Petrolul Ploiești 31 34 11 9 14 34 41 -7
10. Bacău 30 34 14 2 18 45 50 -5
11. Brașov 30 34 11 8 15 35 58 -23
12. Victoria Bucarest 29 34 9 11 14 36 47 -11
13. Olt Scornicești 29 34 11 7 16 42 57 -15
14. Chimia Râmnicu Vâlcea 29 34 12 5 17 36 53 -17
15. Gloria Buzău 28 34 10 8 16 45 61 -16
1downarrow red.svg 16. Politehnica Timișoara 27 34 11 5 18 48 56 -8
1downarrow red.svg 17. Târgu Mureș 26 34 10 6 18 30 50 -20
1downarrow red.svg 18. Bihor Oradea 17 34 5 7 22 26 71 -45

Legenda:

         Campione di Romania e qualificato in Coppa dei Campioni 1986-1987.
         Qualificate in Coppa UEFA 1986-1987.
         Vincitrice della Cupa României 1985-1986 e qualificato in Coppa delle Coppe 1986-1987.
         Retrocessi in Divizia B 1986-1987.

Note:

Due punti a vittoria, uno a pareggio, zero a sconfitta.

Squadra campione[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Fotbal Club Steaua București 1947 1985-1986.

Statistiche[modifica | modifica wikitesto]

Squadre[modifica | modifica wikitesto]

Capoliste solitarie[modifica | modifica wikitesto]

————————————————————————————————————————————————————————————————————
Steaua Bucarest
10ª11ª12ª13ª14ª15ª16ª17ª18ª19ª20ª21ª22ª23ª24ª25ª26ª27ª28ª29ª30ª31ª32ª33ª34ª

Note[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]