Fotbal Club Dinamo 1948 București

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
FC Dinamo București
Calcio Football pictogram.svg
FC Dinamo 1948 București logo.png
Câinii Roșii (Cani Rossi), Spartanii (Spartani)
Alb Roșii (Bianco-Rossi)
Segni distintivi
Uniformi di gara
Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
Casa
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
Trasferta
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
Terza divisa
Colori sociali 600px Culori DinB LAN.svg Rosso-bianco
Dati societari
Città ROU Bucharest CoA.pngBucarest
Paese Romania Romania
Confederazione UEFA
Federazione Flag of Romania.svg FRF
Fondazione 1948
Proprietario Romania Ionuț Negoiță
Presidente Romania Constantin Anghelache
Allenatore Romania Mircea Rednic
Stadio Stadionul Dinamo
(15.300 posti)
Sito web www.fcdinamo.ro
Palmarès
Titoli nazionali 18
Trofei nazionali 13 Coppe di Romania
2 Supercoppa di Romania
Dati aggiornati al 17 aprile 2013
Si invita a seguire il modello di voce

La Fotbal Club Dinamo 1948 București è la sezione calcistica della società polisportiva rumena Dinamo București.

La Dinamo è uno dei club più titolati del Paese e la prima ad aver partecipato a una competizione ufficiale europea (la Coppa dei Campioni 1955-56).

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Gli inizi e le prime vittorie[modifica | modifica wikitesto]

La Dinamo viene fondata il 14 maggio 1948 da parte del Ministero dell'Interno, dovendo sacrificare i pluri campioni dell'Unirea Tricolor, squadra a cui ha preso il posto abusivamente nel campionato rumeno, così come risulta da un'intervista a Cornel Dinu, una delle icone del club[1].
Per il primo titolo occorre aspettare il 1955, quando i cani rossi (come vengono chiamati i giocatori della Dinamo, a causa dello stemma del club) vincono il primo campionato. Quattro anni dopo arriva la prima Coppa di Romania, ma è soprattutto durante gli anni sessanta che la Dinamo inizia ad accrescere vistosamente il proprio palmarès, tanto da avviare un'accesa rivalità con un altro club di Bucarest, la Steaua.

Nell'autunno del 1956, la squadra fa il suo debutto in Coppa dei Campioni. Nella sua prima partita, la squadra ha sconfitto il Galatasaray con 3-1. Nella gara di ritorno, la Dinamo ha perso a Istanbul con 1-2, e spostato in avanti.

Negli anni sessanta il Dinamo conquista il titoli per quattro volte consecutive, tra le proprie file il superbo portiere Ilie Datcu e la punta Ion Pârcălab, e centrocampista Radu Nunweiller.

Tra la fine degli anni sessanta e i primi anni settanta, la Dinamo vince contre squadre del calibro di Inter, Real Madrid, Atlético Madrid e Eintracht Frankfurt, nelle coppe europee.

Dudu Georgescu vincitore della Scarpa d'oro nel 1975 e 1977 ha suscitato l'interesse del Real Madrid, ma il regime comunista di Nicolae Ceausescu non gli ha permesso di trasferire.

Gli anni d'oro[modifica | modifica wikitesto]

Nei primi anni ottanta la crisi della Steaua regala alla Dinamo 3 titoli consecutivi. Nella stagione 1981-1982 il club partecipa alla Coppa UEFA, dove aver eliminato l'Inter in sedicesimi di finale. Il team biancorosso sfiora l'impresa nella Coppa dei Campioni 1983-1984, quando dopo aver eliminato il Kuusysi Lahti e i campioni in carica dell'Amburgo, supera anche i sovietici della Dinamo Minsk, guadagnando uno storico accesso alle semifinali. Qui però deve inchinarsi al Liverpool di Ian Rush (di lì a poco campione d'Europa a spese della Roma) che la elimina con una doppia vittoria (1-0 e 2-1).

Tuttavia, nella seconda metà degli anni ottanta le cose si invertono. La Steaua torna prepotentemente alla ribalta, e dopo lo scudetto del 1985 conquista pure la Coppa dei Campioni 1986. Sconfitta dai "cugini" nella finale di Coppa di Romania 1989, la Dinamo guadagna comunque l'accesso alla Coppa delle Coppe 1990 (in quanto la Steaua ha pure vinto lo scudetto e accede alla Coppa dei Campioni). Qui i cani rossi eliminano Dinamo Tirana, Panathinaikos e Partizan Belgrado, volando così in semifinale. Ma l'Anderlecht di Vincenzo Scifo è un ostacolo insormontabile, e ancora una volta la Dinamo abbandona a un passo dalla finale.

Stagioni recenti[modifica | modifica wikitesto]

Sempre nel 1990 la Dinamo riconquista comunque lo scudetto. Seguono anni difficili, con la Steaua che si aggiudica sei titoli nazionali consecutivi, superando così la Dinamo nel computo degli scudetti. In ogni caso la Dinamo resta tra le maggiori società calcistiche rumene, annoverando nel proprio palmarès 18 campionati e 11 coppe nazionali.

Il quattordicesimo titolo, nella stagione 1991-92, è contrassegnato dal record d'imbattibilità in campionato: la Dinamo realizza 21 vittorie e 13 pareggi, per un totale di 55 punti. Intanto nella Coppa UEFA 1991-1992 la squadra rumena elimina l'Sporting Lisbona di Luis Figo nel trentaduesimi di finale, ma viene eliminato nei sedicesimi dai Genoa di Osvaldo Bagnoli.

Nella stagione 2005-2006 la squadra si qualificò in Coppa UEFA, dopo aver eliminato l'Everton 5-1 nel primo turno, ma furono eliminati al fase a gironi, mentre in campionato ha a lungo lottato nelle posizioni di vertice, ma il titolo alla fine è stato assegnato agli eterni rivali della Steaua.

La Dinamo riconquistarono il suo 18º titolo nel campionato 2006-2007 ottiene la qualificazione in Coppa UEFA affrontarono nel gruppo eliminatorio squadre come Tottenham, Bayer Leverkusen, Club Brugge e Beşiktaş, la squadra arrivando secondo nel girone ma è stata eliminata nei sedicesimi di finale del torneo dal Benfica.

Nella stagione seguente ha affrontato la Lazio nelle due gare valide per la qualificazione ai gironi della UEFA Champions League, venendo eliminata dopo un pareggio 1-1 all'Olimpico di Roma e una sconfitta per 3-1 a Bucarest. La mancata qualificazione ha portato alle dimissioni del tecnico Mircea Rednic, e all'ingaggio come nuovo allenatore dell'italiano Walter Zenga, già protagonista in Romania sulle panchine delle rivali cittadine National e Steaua.

Per la stagione 2009-2010 è stato ingaggiato come allenatore l'italiano Dario Bonetti, ma a novembre è stato esonerato nonostante l'impresa compiuta nella qualificazione per l'Europa League, quando la squadra ha rimontato in trasferta uno 0-3 contro lo Slovan Liberec per poi vincere ai calci di rigore. Bonetti è stato sostituito da Cornel Talnar, ex grande calciatore della Dinamo.

La stagione 2011-2011 ha visto la squadra di Bonetti vincere la Cupa României, mentre il campionato si chiude al quinto posto. Nel mese di luglio conquista anche la Supercoppa di Romania.

Settore giovanile[modifica | modifica wikitesto]

Dinamo ha una infrastruttura importante per la formazione e la preparazione dei bambini verso la professionalità. Il centro giovanile ha nove gruppi organizzati gestiti da categorie di età, per i bambini tra i nove ei 18 anni. In totale, la Dinamo ha circa 180 giovani.

Tutti i gruppi giocano nelle competizioni organizzate dalla Bucarest Football Association e in quelli creati dalla Federazione rumena. I giovani intorno 16-18 anni sono promosse nella seconda squadra, Dinamo II.

Il centro giovanile ha la sua base nella Dinamo Sport Center, dove hanno otto spogliatoi per i giocatori, uno per gli allenatori, uno per gli arbitri, un centro medico e un deposito per le attrezzature. Inoltre, il centro ha molti motivi di formazione, tra cui il campo di Piti Varga.

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Titoli ufficiali[modifica | modifica wikitesto]

1955, 1961-1962, 1962-1963, 1963-1964, 1964-1965, 1970-1971, 1972-1973, 1974-1975, 1976-1977, 1981-1982, 1982-1983, 1983-1984, 1989-1990, 1991-1992, 1999-2000, 2001-2002, 2003-2004, 2006-2007
1958-59, 1963-64, 1967-68, 1981-82, 1983-84, 1985-86, 1989-90, 1999-00, 2000-01, 2002-03, 2003-04, 2004-05, 2011-12
2005, 2012

Altri piazzamenti[modifica | modifica wikitesto]

Semifinalista (1): 1983-1984 (eliminata dal Liverpool)
Semifinalista (1): 1989-1990 (eliminata dall'Anderlecht)

Giocatori celebri[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Lo stesso argomento in dettaglio: Categoria:Calciatori del F.C. Dinamo 1948 București.

Rosa 2014-2015[modifica | modifica wikitesto]

N. Ruolo Giocatore
1 Romania P Traian Marc
3 Portogallo D Ricardo Machado
4 Israele D Hatem Abd Elhamed
5 Romania C Nicolae Grigore
6 Bosnia ed Erzegovina D Gordan Bunoza
7 Romania C Gheorghe Grozav
8 Romania C Dorin Rotariu
9 Polonia A Kamil Biliński
10 Romania C Cosmin Matei
14 Camerun D Collins Fai
15 Romania C Patrick Petre
16 Francia D Alexandre Durimel
18 Romania C Marian Cristescu
N. Ruolo Giocatore
19 Senegal C Boubacar Mansaly
20 Romania D Ștefan Bărboianu
21 Romania D Andrei Marc
22 Portogallo D Serginho
27 Romania D Ionuț Nedelcearu
29 Romania A Marius Niculae
34 Macedonia P Kristijan Naumovski
35 Romania C Ionuț Șerban
55 Romania A Marius Alexe
77 Romania C Bogdan Gavrilă
93 Romania C Valentin Lazăr
94 Romania D Steliano Filip

Staff tecnico[modifica | modifica wikitesto]

Allenatore: Romania Mircea Rednic
Vice allenatore: Romania Daniel Stanciu
Preparatore dei portieri: Romania Marian Vlad
Preparatore atletico: Italia Marco Oneto
Allenatore squadra riserve: Romania Florin Bratu

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

calcio Portale Calcio: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di calcio