Răzvan Lucescu

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Răzvan Lucescu
RO B ROMAUT Razvan Lucescu 1.jpg
Nazionalità Romania Romania
Altezza 180 cm
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo Allenatore (ex portiere)
Squadra PAOK
Ritirato 2003 - giocatore
Carriera
Giovanili
1981-1985 Dinamo Bucarest
1985-1987 Sportul Studențesc
Squadre di club1
1987-1992 Sportul Studențesc 24 (0)
1992-1993 Crema 3 (0)
1993-1996 Sportul Studențesc 81 (0)
1996-1997 Progresul Bucarest 31 (0)
1997-1998 Sportul Studențesc 31 (0)
1998-2000 Progresul Bucarest 23 (0)
2000 Brașov 13 (0)
2000-2001 Rapid Bucarest 26 (0)
2001-2002 Bacău 10 (0)
2002-2003 Rapid Bucarest 1 (0)
Carriera da allenatore
2003-2004 Brașov
2004-2007 Rapid Bucarest
2007-2009 Brașov
2009-2011 Romania Romania
2011-2012 Rapid Bucarest
2012-2014 Al-Jaish
2014 Petrolul Ploiești
2014-2017 Skoda Xanthī
2017- PAOK
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate al 9 giugno 2011

Răzvan Lucescu (Bucarest, 17 febbraio 1969) è un allenatore di calcio ed ex calciatore rumeno, attuale tecnico del PAOK Salonicco.

È il figlio di Mircea Lucescu, tecnico dello Zenit ed ex-tecnico del Brescia e dell'Inter. Il 29 aprile 2009 viene nominato commissario tecnico della nazionale rumena, sostituendo Victor Pițurcă.[1]

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Giocatore[modifica | modifica wikitesto]

Ha giocato nel ruolo di portiere. In 15 stagioni giocate in Divizia A (ora Liga I) ha giocato 249 partite, vincendo un titolo nazionale nel 2002-2003, la sua ultima stagione, in cui ricopriva anche il ruolo di vicepresidente della società. Nel suo curriculum vanta anche una brevissima esperienza in Italia: difatti ad inizio carriera ha difeso in tre occasioni la porta dell Crema 1908, compagine semiprofessionistica lombarda[2][3].

Allenatore[modifica | modifica wikitesto]

Dopo buone stagioni passate ad allenare il Brașov (vittoria schiacciante nel campionato di serie B e storica promozione del club in serie A) ed il Rapid Bucarest (con cui ha partecipato alla Coppa UEFA arrivando fino ai quarti di finale e vincendo la Coppa di Romania), Lucescu è stato ingaggiato dalla Federazione calcistica della Romania per guidare la nazionale. Dopo due anni, nel giugno 2011 viene sostituito nuovamente da Vitor Piturca e torna così ad allenare il Rapid Bucarest dove poi dopo un anno in cui riuscì a qualificare la squadra nei gruppi di Europa League e il quarto posto in campionato, è costretto a lasciare per la crisi economica della società. Si trasferisce quindi in Qatar dove alla guida del Al Jaish ottiene buoni risultati in campionato (secondo posto) e in Champions League asiatica e la prima e storica vittoria del Club nella Qatar Stars Cup. Nel marzo del 2014 ritorna in Romania alla guida del Petrolul Ploiești dove ritrova Adrian Mutu con cui aveva già lavorato in Nazionale. Il 24 Settembre 2014, Lucescu firma un contratto con il Skoda Xanthi militante nella Super League Greca. Guida il club all'ottavo posto e alla sua prima finale della storia nella Coppa di Grecia del 2014. Termina il contratto nel giugno 2017 dopo un sesto posto. Il 11 agosto 2017 diventa il nuovo allenatore del PAOK, con cui firma un contratto triennale.[4]

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Giocatore[modifica | modifica wikitesto]

Rapid Bucarest: 2002–2003

Allenatore[modifica | modifica wikitesto]

Rapid Bucarest: 2005–2006, 2006–2007
Al Jaish: 2012–2013

Note[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]