Anghel Iordănescu

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Anghel Iordănescu
Anghel Iordănescu.jpg
Nome Anghel "Puiu" Iordănescu
Nazionalità Romania Romania
Altezza 176 cm
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo Allenatore (ex attaccante)
Ritirato 1986 - giocatore
Carriera
Giovanili
1962-1968 Steaua Bucarest
Squadre di club1
1968-1982Steaua Bucarest317 (155)
1982-1984OFI Creta34 (6)
1985-1986Steaua Bucarest0 (0)
Nazionale
1971-1981 Romania Romania 64 (26)
Carriera da allenatore
1984-1986 Steaua Bucarest (vice)
1986-1990 Steaua Bucarest
1990-1992 Anorthosis
1992-1993 Steaua Bucarest
1993-1998 Romania Romania
1998-1999 Grecia Grecia
1999-2000 Al-Hilal
2000-2001 Rapid Bucarest
2001-2002 Al-Ain
2002-2004 Romania Romania
2004-2006 Al-Ittihad
2006-2007 Al-Ain
2014-2016 Romania Romania
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate al 14 dicembre 2015

Anghel Iordănescu (Iași, 4 maggio 1950) è un allenatore di calcio, ex calciatore e politico rumeno.

Già attaccante della Steaua Bucarest e dell'OFI Creta ed in seguito allenatore, nel 2004 Iordănescu entra in politica tra le file del Partito Socialdemocratico rumeno[1].

Ha allenato più volte la nazionale rumena.

Insieme a Stefan Covaci, Mircea Lucescu e Emerich Jenei è uno degli allenatori rumeni più vincenti di tutti i tempi.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Giocatore[modifica | modifica wikitesto]

Iordănescu è stato un brillante centravanti, dotato di buona tecnica. In Romania vestì solo la maglia della Steaua Bucarest, dopo essere entrato nelle giovanili nel 1962, all'età di 12 anni. Sei anni dopo fece la prima apparizione in campo con la prima squadra, mentre è datata 1971 la sua prima presenza con la Romania. Tra il 1968 e il 1982 mise a segno 155 gol con la Steaua, il che lo rende il miglior realizzatore nella storia della squadra di Bucarest.

Con la Steaua Iordănescu vinse due campionati rumeni (1976 e 1978) e cinque Coppe di Romania (1969, 1970, 1971, 1976, e 1979). Nella stagione 1981-1982 fu il capocannoniere della prima divisione (la Divizia A).

Nel 1982 Iordănescu lasciò la Romania per giocare nell'OFI Creta, in Grecia: fece ritorno solo due anni dopo, diventando vice-allenatore della Steaua, la squadra in cui aveva giocato. Con in panchina come primo allenatore Emerich Jenei, Iordănescu vinse il campionato 1985 e la Coppa dei Campioni 1985-1986, scendendo tra l'altro in campo da sostituto nella finale con il Barcellona.

Allenatore[modifica | modifica wikitesto]

Emerich Jenei venne nominato CT della Romania nell'estate del 1986, e così Iordănescu divenne l'allenatore della Steaua. Condusse la squadra a tre titoli nazionali (1987, 1988 e 1989) e a tre Coppe di Romania negli stessi anni. A livello internazionale, la Steaua raggiunse con Iordănescu la semifinale di Coppa dei Campioni 1987-1988 e la finale l'anno dopo (1988-1989).

Nel 1990 Iordănescu lasciò la Steaua per la seconda volta, firmando un contratto per i ciprioti dell'Anorthosis Famagosta. Rescisso il contratto nel 1992, tornò alla Steaua per guidare il team fino ai quarti di finale della Coppa delle Coppe 1992-1993 e ad un nuovo titolo nazionale.

Nell'estate del 1993 gli venne chiesto di sostituire Cornel Dinu come CT della nazionale rumena. Iordănescu portò così la squadra a qualificarsi per i campionato del mondo 1994, rassegna nella quale poi raggiunsero i quarti di finale, miglior performance di sempre del calcio rumeno. Continuò come selezionatore della Romania anche dopo i Mondiali 1994, conducendo la Nazionale a qualificarsi ai campionato d'Europa 1996 e ai campionato del mondo 1998.

Dopo la sconfitta con la Croazia agli ottavi di finale dei campionato del mondo 1998, Iordănescu si dimise, andando ad assumere la guida di un'altra nazionale, quella greca, panchina dalla quale venne esonerato nel 1999 dopo la mancata qualificazione ai campionato d'Europa 2000.

Nel 2000 venne messo sotto contratto dalla squadra saudita dell'Al-Hilal, condotta a vincere nello stesso anno la AFC Champions League, e la Coppa del Principe. Lasciò il club dopo un anno per accasarsi alla Rapid Bucarest, da cui venne esonerato poche settimane dopo aver ricevuto l'incarico, cosicché firmò per l'Al Ain, squadra degli Emirati Arabi Uniti.

La Romania fallì la qualificazione ai campionato del mondo 2002 e Iordănescu venne chiamato a sostituire l'allora CT Gheorghe Hagi, diventando così selezionatore della nazionale del suo paese per la seconda volta. Il principale obiettivo, qualificarsi per i campionato d'Europa 2004, venne mancato anche questa volta. La Federcalcio rumena gli rinnovò la fiducia anche per le qualificazioni ai campionato del mondo 2006, affermando che non c'era nessuno meglio di lui ma anche che nessuno era disposto ad assumersi l'incarico di CT. Dopo un'altra prestazione negativa contro la piccola Armenia, Iordănescu venne definitivamente esonerato.

Dopo il secondo mandato sulla panchina della Romania, tornò in Arabia Saudita, firmando per l'Al-Ittihad e guidando la squadra di Gedda alla sua seconda AFC Champions League in due anni, nel 2005. Dopo solo un anno venne esonerato per le scarse performance. All'inizio della stagione 2006-2007, Anghel Iordănescu è tornato a guidare l'Al Ain. Dopo ha deciso di ritirarsi dal mondo del calcio.

Nell'ottobre 2014, forte del suo legame con la nazionale romena, accetta nuovamente l'incarico di CT della Romania e centra la qualificazione al campionato d'Europa 2016. Dopo la fallimentare campagna in Francia (due sconfitte e un pareggio con eliminazione al primo turno) il 27 giugno 2016 si dimette.

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Giocatore[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Competizioni nazionali[modifica | modifica wikitesto]

Steaua Bucarest: 1975-1976, 1977-1978
Steaua Bucarest: 1968-1969, 1969-1970, 1970-1971, 1975-1976, 1978-1979

Competizioni internazionali[modifica | modifica wikitesto]

Steaua Bucarest: 1985-1986

Nazionale[modifica | modifica wikitesto]

1980

Individuale[modifica | modifica wikitesto]

1981-1982 (20 gol)

Allenatore[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Competizioni nazionali[modifica | modifica wikitesto]

Steaua Bucarest: 1986-1987, 1987-1988, 1988-1989, 1992-1993
Steaua Bucarest: 1986-1987, 1988-1989
Al-Hilal: 1999-2000
Al-Hilal: 1999-2000
Al-Ain: 2001

Competizioni internazionali[modifica | modifica wikitesto]

Steaua Bucarest: 1986
Al-Hilal: 2000
Al-Ittihad: 2005
Al-Ittihad: 2004-2005

Carriera politica[modifica | modifica wikitesto]

Anghel Iordănescu

Senatore della Romania
Durata mandato 6 febbraio 2008 –
19 dicembre 2012
Legislature V, VI
Gruppo
parlamentare
PSD (fino a gennaio 2009),
Indipendente (da gennaio 2009)
Circoscrizione Ilfov
Sito istituzionale

Dati generali
Partito politico PSD (2004-2009)
UNPR (dal 2010)

Nel 2004 decise di entrare in politica con l'intenzione di «portare allegria ai cittadini»[2]. Nell'estate del 2004 fu eletto come consigliere nel distretto di Ilfov per il Partito Social Democratico (PSD) e, nello stesso anno, diede le dimissioni per candidarsi come senatore alle elezioni parlamentari in Romania del 2004[3]. Non riuscì, tuttavia, ad ottenere il seggio. Nel febbraio del 2008 il senatore Teodor Filipescu lasciò il proprio incarico per motivi di salute e fu sostituito proprio da Iordănescu, che era arrivato secondo nelle liste del PSD[4][5].

Nel 2008 lanciò la propria candidatura alla presidenza del Consiglio del distretto di ilfov, ma alle elezioni amministrative fu sconfitto dall'esponente del Partito Democratico Liberale (PD-L) Cristache Radulescu[4][6]. Fu in ogni caso rieletto senatore in occasione delle elezioni parlamentari del novembre 2008.

Nel corso della legislatura si avvicinò a Gabriel Oprea, rompendo i propri rapporti con il PSD e avvicinandosi alla formazione fondata da quest'ultimo, l'Unione Nazionale per il Progresso della Romania (UNPR)[7]. In occasione delle elezioni presidenziali in Romania del 2009, infatti, sostenne apertamente la candidatura di Traian Băsescu (PD-L), che era avversata dal PSD[8]. Lasciò la politica nel 2012 al termine della legislatura.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Anghel IORDĂNESCU, Sinteza activitatii parlamentare în legislatura 2004-2008
  2. ^ (RO) Iordănescu: „Nu regret că am intrat în politică”, Evenimentul zilei, 27 maggio 2008. URL consultato il 3 novembre 2017.
  3. ^ (RO) Anghel Iordanescu, candidat la Parlament pe listele PSD Ilfov, Adevărul, 12 agosto 2004. URL consultato il 3 novembre 2017.
  4. ^ a b (RO) Iordănescu se visează baron politic de Ilfov, Gândul, 20 marzo 2008. URL consultato il 3 novembre 2017.
  5. ^ (RO) Florin Ciolac, Anghel Iordănescu va fi senator din februarie, Mediafax, 17 dicembre 2007. URL consultato il 3 novembre 2017.
  6. ^ (RO) Simona Popescu, Iordanescu, invins la Ilfov, România Liberă, 18 giugno 2008. URL consultato il 3 novembre 2017.
  7. ^ (RO) Andrei Mazurchievici, Anghel Iordănescu, la al treilea mandat la conducerea echipei naţionale, Mediafax, 27 ottobre 2014. URL consultato il 3 novembre 2017.
  8. ^ (RO) Gabriel Oprea şi Anghel Iordănescu îl susţin pe Băsescu, Evenimentul zilei, 6 ottobre 2009. URL consultato il 3 novembre 2017.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]