Emre Can

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Emre Can
Germany VS. Cameroon (3) (cropped).jpg
Can in azione con la nazionale tedesca nella Confederations Cup 2017
Nazionalità Germania Germania
Altezza 184 cm
Peso 80 kg
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo Centrocampista
Squadra Juventus
Carriera
Giovanili
2000-2006Yellow and Blue Flag.svg SV Blau-Gelb Frankfurt
2006-2009Eintracht Francoforte
2009-2011Bayern Monaco
Squadre di club1
2011-2013Bayern Monaco II31 (3)
2012-2013Bayern Monaco4 (1)
2013-2014Bayer Leverkusen29 (3)
2014-2018Liverpool115 (10)
2018-Juventus29 (4)
Nazionale
2009Germania Germania U-151 (0)
2009-2010Germania Germania U-168 (2)
2010-2011Germania Germania U-1723 (3)
2012-2013Germania Germania U-195 (0)
2013-2015Germania Germania U-2113 (1)
2015-Germania Germania21 (1)
Palmarès
UEFA European Cup.svg Europei di calcio
Bronzo Francia 2016
Transparent.png Europei di calcio Under-21
Bronzo Repubblica Ceca 2015
Transparent.png Confederations Cup
Oro Russia 2017
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate al 26 maggio 2019

Emre Can (IPA: /ˈɛmrɛ ˈd͡ʒɑn/; Francoforte sul Meno, 12 gennaio 1994) è un calciatore tedesco di origine turca, centrocampista della Juventus e della nazionale tedesca.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Bayern Monaco[modifica | modifica wikitesto]

Esordisce in prima squadra nella vittoriosa DFL-Supercup del 2012. Esordisce in campionato il 13 aprile 2013, nella sfida della 26ª giornata di Bundesliga giocata all'Allianz Arena contro il Norimberga e vinta per 4-0. Nella stessa stagione gioca anche altre tre partite di campionato, con un gol segnato, e due gare nella coppa nazionale.

Il 6 aprile 2013, con ben sei giornate di anticipo rispetto alla fine del campionato, vince il suo primo titolo di Bundesliga.[1] Il 25 maggio 2013 vince la Champions League, grazie alla vittoria per 2-1 nella finale contro il Borussia Dortmund.[2] Il 1º giugno 2013 vince anche la Coppa di Germania, ottenendo con la compagine bavarese uno storico treble.[3]

Bayer Leverkusen[modifica | modifica wikitesto]

Il 2 agosto 2013 si lega al Bayer Leverkusen, con diritto di controriscatto a favore della società bavarese.[4] La prima presenza con la nuova squadra la trova nella partita persa per 2-0 sul campo dello Schalke 04. Il primo gol arriva il 26 ottobre 2013 nella partita vinta 2-1 contro l'Augusta. Conclude la sua unica stagione con 39 presenze e 4 gol.

Liverpool[modifica | modifica wikitesto]

Can al Liverpool nel 2014

Il 5 giugno 2014 viene acquistato dagli inglesi del Liverpool per circa 15 milioni di euro.[5] La prima presenza con la maglia del Liverpool giunge con la sconfitta per 3-1 sul campo del Manchester City, mentre l'8 novembre 2014 arriva il primo gol inglese per lui nella sconfitta interna contro il Chelsea. Dopo un primo periodo in cui è spesso relegato in panchina, scala le gerarchie del tecnico Brendan Rodgers divenendo uno dei cosiddetti giocatori inamovibili della squadra titolare. Conclude la sua prima stagione in Inghilterra con 40 presenze e 1 gol.

Nella stagione successiva, nonostante il cambio di tecnico, da Brendan Rodgers a Jurgen Klopp, mantiene il posto da titolare. Il primo gol in Premier League lo trova nella vittoria esterna per 6-0 contro l'Aston Villa, mentre nella fase a gironi dell'Europa League trova il primo gol in Europa nella partita pareggiata 1-1 in casa del Rubin Kazan. Conclude la sua seconda stagione con la maglia dei Reds con 49 presenze e 2 gol.

Esordisce nella nuova stagione 2016-2017 con la vittoria per 4-3 sul campo dell'Arsenal. Realizza il primo gol stagionale il 29 ottobre 2016 nella partita vinta 4-2 sul campo del Crystal Palace. Il 6 novembre 2016 trova il secondo gol stagionale, e secondo consecutivo in campionato, nella vittoria per 6-1 in casa contro il Watford valevole per il momentaneo primo posto in classifica. Il 19 novembre, giocando la partita pareggiata 0-0 sul campo del Southampton, raggiunge quota 100 presenze con la maglia dei Reds.

Juventus[modifica | modifica wikitesto]

In scadenza di contratto con il Liverpool, il 21 giugno 2018 si trasferisce a parametro zero agli italiani della Juventus.[6] Esordisce in maglia bianconera il successivo 18 agosto, nella vittoriosa trasferta di Serie A contro il Chievo (3-2), subentrando allo scadere al connazionale Khedira.[7] Il suo impatto con la realtà torinese subisce tuttavia un brusco stop in ottobre, quando è costretto a operarsi per un nodulo tiroideo benigno, rimanendo temporanemente lontano dall'attività agonistica fino al termine dell'anno.[8] Una volta ristabilitosi, ancora contro i succitati clivensi trova, il 21 gennaio 2019, la prima rete di marca juventina, siglando il raddoppio nel vittorioso incontro casalingo di campionato (3-0).[9] Nel frattempo, cinque giorni prima aveva vinto la sua prima Supercoppa italiana, a Gedda contro il Milan (1-0), match in cui il tedesco subentra a Pjanic nella ripresa. Segna 4 reti complessive nella sua prima stagione juventina, vincendo ad aprile il suo primo campionato italiano.

Nazionale[modifica | modifica wikitesto]

Come capitano della nazionale tedesca Under-17, nel 2011 ha guidato la squadra alla conquista del terzo posto nel campionato mondiale di calcio Under-17, vincendo sei delle sette partite del torneo e venendo battuti solo in semifinale dai futuri vincitori del Messico per 3-2: in quella partita Can segnò il suo unico gol della competizione.

Nonostante le sue origine turche e quindi la possibilità di giocare anche per la Turchia, Can ha dichiarato di voler continuare la sua esperienza in Germania e con le sue selezioni giovanili.[10]

Esordisce ufficialmente con la nazionale maggiore il 4 settembre 2015 a Francoforte sul Meno (sua città natale), giocando tutti e 90 i minuti, in un match valido per la qualificazione all'Europeo 2016 contro la Polonia. Viene convocato per gli Europei 2016 in Francia,[11] scendendo in campo in occasione della semifinale giocata contro i padroni di casa.

A causa di un infortunio alla schiena, non viene convocato per il Mondiale 2018.[12]

Statistiche[modifica | modifica wikitesto]

Presenze e reti nei club[modifica | modifica wikitesto]

Statistiche aggiornate al 26 maggio 2019.

Stagione Squadra Campionato Coppe nazionali Coppe continentali Altre coppe Totale
Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Pres Reti
2011-2012 Germania Bayern Monaco II RLS 17 1 - - - - - - - - - 17 1
2012-2013 RLB 14 2 - - - - - - - - - 14 2
Totale Bayern Monaco II 31 3 - - - - - - 31 3
2012-2013 Germania Bayern Monaco BL 4 1 CG 2 0 UCL 0 0 SG 1 0 7 1
2013-2014 Germania Bayer Leverkusen BL 29 3 CG 3 1 UCL 7 0 - - - 39 4
2014-2015 Inghilterra Liverpool PL 27 1 FACup+CdL 6+3 0 UCL+UEL 2+2 0 - - - 40 1
2015-2016 PL 30 1 FACup+CdL 0+5 0 UEL 14 1 - - - 49 2
2016-2017 PL 32 5 FACup+CdL 6+2 0 - - - - - - 40 5
2017-2018 PL 26 3 FACup+CdL 2+0 0 UCL 10[13] 3[14] - - - 38 6
Totale Liverpool 115 10 24 0 28 4 - - 167 14
2018-2019 Italia Juventus A 29 4 CI 1 0 UCL 6 0 SI 1 0 37 4
Totale carriera 208 21 30 1 41 4 2 0 281 26

Cronologia presenze e reti in nazionale[modifica | modifica wikitesto]

Cronologia completa delle presenze e delle reti in nazionale ― Germania
Data Città In casa Risultato Ospiti Competizione Reti Note
4-9-2015 Francoforte Germania Germania 3 – 1 Polonia Polonia Qual. Euro 2016 -
7-9-2015 Glasgow Scozia Scozia 2 – 3 Germania Germania Qual. Euro 2016 -
13-11-2015 Saint-Denis Francia Francia 2 – 0 Germania Germania Amichevole - Ingresso al 33’ 33’
26-3-2016 Berlino Germania Germania 2 – 3 Inghilterra Inghilterra Amichevole - Ammonizione al 39’ 39’
29-3-2016 Monaco di Baviera Germania Germania 4 – 1 Italia Italia Amichevole - Ingresso al 68’ 68’
4-6-2016 Gelsenkirchen Germania Germania 2 – 0 Ungheria Ungheria Amichevole - Ingresso al 46’ 46’
7-7-2016 Marsiglia Germania Germania 0 – 2 Francia Francia Euro 2016 - Semifinale - Ammonizione al 36’ 36’ - Uscita al 67’ 67’
22-3-2017 Dortmund Germania Germania 1 – 0 Inghilterra Inghilterra Amichevole - Ingresso al 66’ 66’
6-6-2017 Brøndby Danimarca Danimarca 1 – 1 Germania Germania Amichevole - Ingresso al 58’ 58’
10-6-2017 Norimberga Germania Germania 7 – 0 San Marino San Marino Qual. Mondiali 2018 -
19-6-2017 Soči Australia Australia 2 – 3 Germania Germania Conf. Cup 2017 - 1º turno - Ingresso al 78’ 78’
22-6-2017 Kazan' Germania Germania 1 – 1 Cile Cile Conf. Cup 2017 - 1º turno -
25-6-2017 Soči Germania Germania 3 – 1 Camerun Camerun Conf. Cup 2017 - 1º turno -
29-6-2017 Soči Germania Germania 4 – 1 Messico Messico Conf. Cup 2017 - Semifinale - Ingresso al 67’ 67’ - Ammonizione al 72’ 72’
2-7-2017 San Pietroburgo Cile Cile 0 – 1 Germania Germania Conf. Cup 2017 - Finale - Ingresso al 79’ 79’ - Ammonizione al 90’ 90’
1-9-2017 Praga Rep. Ceca Rep. Ceca 1 – 2 Germania Germania Qual. Mondiali 2018 - Ingresso al 79’ 79’
5-10-2017 Belfast Irlanda del Nord Irlanda del Nord 1 – 3 Germania Germania Qual. Mondiali 2018 - Ingresso al 66’ 66’
8-10-2017 Kaiserslautern Germania Germania 5 – 1 Azerbaigian Azerbaigian Qual. Mondiali 2018 1
10-11-2017 Londra Inghilterra Inghilterra 1 – 1 Germania Germania Amichevole - Ingresso al 67’ 67’
14-11-2017 Colonia Germania Germania 2 – 2 Francia Francia Amichevole - Uscita al 83’ 83’
13-10-2018 Amsterdam Paesi Bassi Paesi Bassi 3 – 0 Germania Germania UEFA Nations League 2018-2019 - 1º turno - Uscita al 57’ 57’
Totale Presenze 21 Reti 1

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Competizioni nazionali[modifica | modifica wikitesto]

Bayern Monaco: 2012
Bayern Monaco: 2012-2013
Bayern Monaco: 2012-2013
Juventus: 2018-2019
Juventus: 2018

Competizioni internazionali[modifica | modifica wikitesto]

Bayern Monaco: 2012-2013

Nazionale[modifica | modifica wikitesto]

Russia 2017

Individuale[modifica | modifica wikitesto]

2015-2016

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Bayern campione di Germania con 6 turni d'anticipo: è il trionfo numero 23, su gazzetta.it, 6 aprile 2013. URL consultato il 22 maggio 2015.
  2. ^ Borussia-Bayern 1-2, festa con Robben sul filo di lana, su gazzetta.it, 25 maggio 2013. URL consultato il 22 maggio 2015.
  3. ^ Bayern nella storia: tripletta. Vince anche la Coppa di Germania, su gazzetta.it, 1º giugno 2013. URL consultato il 22 maggio 2015.
  4. ^ (DE) Can kickt für Leverkusen - für mindestens zwei Jahre, su kicker.de, 2 agosto 2013. URL consultato il 22 maggio 2015.
  5. ^ Liverpool, Emre Can è il secondo acquisto, su gazzetta.it, 5 giugno 2015. URL consultato il 22 maggio 2015.
  6. ^ Ufficiale: Emre Can è bianconero!, su juventus.com, 21 giugno 2018.
  7. ^ Mattia Fontana, Bernardeschi al 93' salva il debutto di Cristiano Ronaldo: la Juventus vince 3-2 al Bentegodi, su it.eurosport.com, 18 agosto 2018.
  8. ^ Emre Can operato alla tiroide. La Juve: "Intervento riuscito", su sport.sky.it, 29 ottobre 2018.
  9. ^ Emre Can: «Avremmo potuto segnare più gol», su juventus.com, 21 gennaio 2019.
  10. ^ (DE) Emre Can: Ich will für Deutschland spielen, su tz.de, 14 luglio 2011. URL consultato il 22 maggio 2015.
  11. ^ (DE) Löw streicht Bellarabi, Brandt, Reus und Rudy, su dfb.de, 31 maggio 2016. URL consultato il 20 luglio 2017.
  12. ^ (EN) Emre Can out of Germany's provisional World Cup squad, su skysports.com. URL consultato il 21 giugno 2018.
  13. ^ 2 presenze nei turni preliminari.
  14. ^ 2 reti nei turni preliminari.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

  • (ENDEFRESAR) Emre Can, su FIFA.com, FIFA. Modifica su Wikidata
  • Emre Can, su UEFA.com, UEFA. Modifica su Wikidata
  • (EN) Emre Can, su national-football-teams.com, National Football Teams. Modifica su Wikidata
  • (DEENIT) Emre Can, su Transfermarkt, Transfermarkt GmbH & Co. KG. Modifica su Wikidata
  • Emre Can, su it.soccerway.com, Perform Group. Modifica su Wikidata
  • Emre Can, su calcio.com, HEIM:SPIEL Medien GmbH. Modifica su Wikidata
  • (EN) Emre Can, su soccerbase.com, Racing Post. Modifica su Wikidata
  • (DE) Emre Can, su fussballdaten.de, Fussballdaten Verlags GmbH. Modifica su Wikidata