Calcio ai Giochi della XXXI Olimpiade

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Vai alla navigazione Vai alla ricerca
Voce principale: Giochi della XXXI Olimpiade.
27º torneo olimpico di calcio
Rio de Janeiro 2016
Informazioni generali
Sport Calcio
EdizioneGiochi della XXXI Olimpiade
Paese ospitanteBandiera del Brasile Brasile
CittàRio de Janeiro
Periododal 3 agosto 2016
al 20 agosto 2016
Nazionali maschili16
Nazionali femminili12
Incontri disputati58
Gol segnati168 (2,9 per partita)
Classifica finale maschile
Medaglia d'oro VincitoreBandiera del Brasile Brasile (1º titolo)
Medaglia d'argento SecondoBandiera della Germania Germania
Medaglia di bronzo TerzoBandiera della Nigeria Nigeria
Classifica finale femminile
Medaglia d'oro VincitoreBandiera della Germania Germania (1º titolo)
Medaglia d'argento SecondoBandiera della Svezia Svezia
Medaglia di bronzo TerzoBandiera del Canada Canada
Cronologia della competizione
Londra 2012 Tokyo 2020
Calcio a
Rio de Janeiro 2016
Torneo
uomini  donne
Squadre
uomini  donne

Il torneo di calcio della XXXI Olimpiade è stato il ventiseiesimo torneo olimpico, nel calcio maschile, ed il sesto nel calcio femminile. Si è svolto dal 3 al 20 agosto 2016 in sei città (Rio de Janeiro, San Paolo, Brasilia, Belo Horizonte, Manaus e Salvador).

Qualificazione[modifica | modifica wikitesto]

Uomini[modifica | modifica wikitesto]

Oltre a quella del Brasile, nazione ospitante, 15 squadre nazionali maschili si sono qualificate da sei confederazioni continentali.

Torneo di qualificazione Date Luogo Posti Qualificate
Paese ospitante 2 ottobre 2009 Bandiera della Danimarca Danimarca 1 Bandiera del Brasile Brasile
Campionato sudamericano di calcio Under-20 2015[1] 14 gennaio – 7 febbraio 2015 Bandiera dell'Uruguay Uruguay 1 Bandiera dell'Argentina Argentina
Campionato europeo di calcio Under-21 2015[2] 17 – 30 giugno 2015 Bandiera della Rep. Ceca Rep. Ceca 4 Bandiera della Danimarca Danimarca
Bandiera della Germania Germania
Bandiera del Portogallo Portogallo
Bandiera della Svezia Svezia
Calcio ai Giochi del Pacifico 2015[3] 3 – 17 luglio 2015 Bandiera della Papua Nuova Guinea Papua Nuova Guinea 1 Bandiera delle Figi Figi
Torneo preolimpico CONCACAF 2015[4] 1 – 13 ottobre 2015 Bandiera degli Stati Uniti Stati Uniti 2 Bandiera dell'Honduras Honduras
Bandiera del Messico Messico
Coppa d'Africa Under-23 2015[5] 28 novembre – 12 dicembre 2015 Bandiera del Senegal Senegal 3 Bandiera dell'Algeria Algeria
Bandiera della Nigeria Nigeria
Bandiera del Sudafrica Sudafrica
Coppa d'Asia AFC Under-23 2016[6] 12 – 30 gennaio 2016 Bandiera del Qatar Qatar 3 Bandiera dell'Iraq Iraq
Bandiera del Giappone Giappone
Bandiera della Corea del Sud Corea del Sud
Play-off CONCACAF-CONMEBOL 25 – 29 marzo 2016 Bandiera della Colombia Barranquilla
Bandiera degli Stati Uniti Frisco
1 Bandiera della Colombia Colombia
Totale 16

Donne[modifica | modifica wikitesto]

Oltre a quella del Brasile, nazione ospitante, 11 squadre nazionali femminili si sono qualificate da sei confederazioni continentali.

Torneo di qualificazione Date Luogo Posti Qualificate
Paese ospitante 2 ottobre 2009 Bandiera della Danimarca Danimarca 1 Bandiera del Brasile Brasile
Copa América Femenina[7] 11 – 28 settembre 2014 Bandiera dell'Ecuador Ecuador 1 Bandiera della Colombia Colombia
Campionato mondiale di calcio femminile 2015[8]
(ammesse solo formazioni europee)
6 giugno – 5 luglio 2015 Bandiera del Canada Canada 2 Bandiera della Francia Francia
Bandiera della Germania Germania
Torneo preolimpico femminile CAF 2015[5] 2 – 18 ottobre 2015 Più paesi 2 Bandiera del Sudafrica Sudafrica
Bandiera dello Zimbabwe Zimbabwe
Torneo preolimpico femminile OFC 2016[3] 23 gennaio 2016 Bandiera della Papua Nuova Guinea Papua Nuova Guinea 1 Bandiera della Nuova Zelanda Nuova Zelanda
Torneo preolimpico femminile CONCACAF 2016[9] 10 – 21 febbraio 2016 Bandiera degli Stati Uniti Stati Uniti 2 Bandiera del Canada Canada
Bandiera degli Stati Uniti Stati Uniti
Torneo preolimpico femminile AFC 2016[10] 29 febbraio – 9 marzo 2016 Bandiera del Giappone Giappone[11] 2 Bandiera dell'Australia Australia
Bandiera della Cina Cina
Torneo preolimpico femminile UEFA 2016[12] 2 – 9 marzo 2016 Bandiera dei Paesi Bassi Paesi Bassi 1 Bandiera della Svezia Svezia
Totale 12

Stadi[modifica | modifica wikitesto]

Brasilia San Paolo
Stadio nazionale Mané Garrincha Arena Corinthians

15°47′00.6″S 47°53′56.99″W / 15.7835°S 47.899164°W-15.7835; -47.899164 (Estádio Nacional Mané Garrincha)

23°32′43.91″S 46°28′24.14″W / 23.545531°S 46.473372°W-23.545531; -46.473372 (Arena Corinthians)

Spettatori: 69 349[13]
Ristrutturato per la Coppa del Mondo 2014
Spettatori: 48 234[13]
Nuovo stadio per la Coppa del Mondo 2014
Belo Horizonte
Mappa di localizzazione: Brasile
Belo Horizonte
Belo Horizonte
Brasilia
Brasilia
San Paolo
San Paolo
Rio de Janeiro
Rio de Janeiro
Salvador
Salvador
Manaus
Manaus
Mineirão

19°51′57″S 43°58′15″W / 19.865833°S 43.970833°W-19.865833; -43.970833 (Estádio Mineirão)

Spettatori: 58 170[13]
Ristrutturato per la Coppa del Mondo 2014
Salvador
Itaipava Arena Fonte Nova

12°58′43″S 38°30′15″W / 12.978611°S 38.504167°W-12.978611; -38.504167 (Arena Fonte Nova)

Spettatori: 51 900[13]
Nuovo stadio per la Coppa del Mondo 2014
Manaus Rio de Janeiro
Arena da Amazônia Stadio olimpico João Havelange Stadio Maracanã

3°04′59″S 60°01′41″W / 3.083056°S 60.028056°W-3.083056; -60.028056 (Arena da Amazônia)

22°53′35.42″S 43°17′32.17″W / 22.893172°S 43.292269°W-22.893172; -43.292269 (Estádio Olímpico João Havelange)

22°54′43.8″S 43°13′48.59″W / 22.912167°S 43.230164°W-22.912167; -43.230164 (Estádio do Maracanã)

Spettatori: 40 549[13]
Nuovo stadio per la Coppa del Mondo 2014
Spettatori: 60 000
Ristrutturato per le olimpiadi del 2016
Spettatori: 74 738[13]
Ristrutturato per la Coppa del Mondo 2014

Tornei[modifica | modifica wikitesto]

Maschile[modifica | modifica wikitesto]

Femminile[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Reglamento – Campeonato Sudamericano Sub-20 Juventud de América 2015 (PDF), su conmebol.com. URL consultato il 4 giugno 2016 (archiviato dall'url originale il 3 marzo 2016).
  2. ^ Regulations of the UEFA European Under-21 Championship, 2013–15 competition (PDF), su uefa.com, UEFA.
  3. ^ a b OFC Insider Issue 6, su issuu.com, Oceania Football Confederation, 11 marzo 2015, p. 8.
  4. ^ United States Named Host for CONCACAF Men’s Olympic Qualifying Championship 2015, su concacaf.com, 12 febbraio 2015. URL consultato il 13 febbraio 2015 (archiviato dall'url originale il 14 febbraio 2015).
  5. ^ a b CAF Full Calendar, su cafonline.com, 28 febbraio 2015. URL consultato il 28 febbraio 2015.
  6. ^ Regulations AFC U-23 Championship 2016 (PDF), su the-afc.com, AFC.
  7. ^ Reglamento – Copa América Femenina 2014 (PDF), su conmebol.com. URL consultato il 4 giugno 2016 (archiviato dall'url originale il 3 marzo 2016).
  8. ^ Germany and Norway drawn together, su uefa.com, 6 dicembre 2014.
  9. ^ 2016 CONCACAF Women’s Olympic Qualifying Championship Will be Played in Dallas and Houston, su ussoccer.com, US Soccer, 12 agosto 2015.
  10. ^ Groups drawn for First Round of Rio 2016 Women's Qualifiers, su Asian Football Confederation, 4 dicembre 2014. URL consultato il 4 dicembre 2014.
  11. ^ Football - Women's AFC Olympic Qualifying Tournament, su corporate.olympics.com.au, Australian Olympic Committee. URL consultato il 28 luglio 2015 (archiviato dall'url originale il 9 agosto 2015).
  12. ^ European contenders impress in Canada, su uefa.com, 18 giugno 2015.
  13. ^ a b c d e f 2014 FIFA World Cup Brazil Venues, su fifa.com, 18 gennaio 2012. URL consultato il 12 giugno 2014 (archiviato dall'url originale il 21 ottobre 2013).

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]