Renato Sanches

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Renato Sanches
Zen-benf16 (2).jpg
Renato Sanches con la maglia del Benfica nel 2016.
Nazionalità Portogallo Portogallo
Altezza 176 cm
Peso 75 kg
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo Centrocampista
Squadra Lilla
Carriera
Giovanili
2005-2006Águias Musgueira
2006-2014Benfica
Squadre di club1
2014-2016Benfica58 (5)
2016-2017Bayern Monaco17 (0)
2017-2018Swansea City12 (0)
2018-2019Bayern Monaco18 (1)
2019-Lilla0 (0)
Nazionale
2013Portogallo Portogallo U-167 (1)
2013Portogallo Portogallo U-1719 (4)
2014-2015Portogallo Portogallo U-1912 (3)
2017Portogallo Portogallo U-214 (0)
2016-Portogallo Portogallo18 (1)
Palmarès
UEFA European Cup.svg Europei di calcio
Oro Francia 2016
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate al 23 agosto 2019

Renato Júnior Luz Sanches (Lisbona, 18 agosto 1997) è un calciatore portoghese, centrocampista del Lilla e della nazionale portoghese, con cui si è laureato campione d'Europa nel 2016.

Caratteristiche tecniche[modifica | modifica wikitesto]

In grado di ricoprire più ruoli a centrocampo, è forte fisicamente, abile palla al piede e nella gestione del possesso e possiede un buon tiro dalla distanza.[1] Paragonato a Clarence Seedorf per la sua visione di gioco, Sanches ha dichiarato di ispirarsi proprio all'ex giocatore olandese.[2]

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Benfica[modifica | modifica wikitesto]

Nato a Lisbona, originario per parte di padre di São Tomé e di madre di Capo Verde,[3] Sanches entrò nel 2005 nelle giovanili di un club della capitale portoghese, l'Águias Musgueira,[4] dal quale un anno più tardi fu prelevato dal Benfica per il corrispettivo di 750 euro.[4] Nel 2014 esordì in Segunda Liga con il Benfica B.

Aggregato alla prima squadra nel 2015, debuttò in Primeira Liga il 30 ottobre di quell'anno in casa del Tondela e, il 25 novembre successivo, in Champions League nella trasferta contro l'Astana, in Kazakistan;[5] contro l'Académica, infine, il 4 dicembre realizzò il suo primo goal in campionato.

Bayern Monaco[modifica | modifica wikitesto]

Del 10 maggio 2016 è la notizia della cessione del giocatore al Bayern Monaco per la cifra di 35 milioni di euro;[6] il club tedesco, che ha stipulato con Sanches un contratto quinquennale fino a tutta la stagione 2020-21, ha previsto un supplemento di indennizzo al Benfica fino a un massimo di 10 milioni dipendentemente dal realizzarsi di determinati obiettivi sportivi entro la durata del contratto[6] (sia in termini di raggiungimento di un determinato numero di presenze sia di conseguimento di vittorie individuali o di squadra).[6]

Swansea City, ritorno al Bayern e Lille[modifica | modifica wikitesto]

Il 31 agosto 2017 viene ufficializzato il passaggio del giocatore in Premier League allo Swansea City con la formula del prestito oneroso.[7]

A fine stagione, retrocesso lo Swansea in Championship, Sanches fa ritorno al Bayern, dove trova la fiducia del nuovo allenatore, il croato Niko Kovač. Il 19 settembre 2018 sigla la sua prima rete in Champions League, a scapito del suo ex-club, il Benfica.

Il 23 agosto 2019 viene ufficializzato il suo trasferimento a titolo definitivo al Lilla.[8]

Nazionale[modifica | modifica wikitesto]

Rappresentante il suo Paese a livello giovanile (Under-15, 16, 17 e 19), ha debuttato in nazionale maggiore il 25 marzo 2016 a Leiria in occasione di un'amichevole contro la Bulgaria.[9]

Incluso nella lista dei convocati al successivo Europeo in Francia,[10] ha realizzato la sua prima rete con la nazionale nel quarto di finale del torneo contro la Polonia successivamente vinto ai calci di rigore: grazie a questa partita diventa il più giovane titolare della storia degli Europei e il più giovane marcatore di sempre della fase ad eliminazione diretta.[11] Il 10 luglio si laurea campione d'Europa dopo la vittoria in finale sulla Francia padrona di casa per 1-0, ottenuta grazie al goal decisivo di Éder durante i tempi supplementari.[12] A 18 anni diviene così il giocatore più giovane a vincere il campionato Europeo di calcio.

Statistiche[modifica | modifica wikitesto]

Presenze e reti nei club[modifica | modifica wikitesto]

Statistiche aggiornate al 16 agosto 2019.

Stagione Squadra Campionato Coppe nazionali Coppe continentali Altre coppe Totale
Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Pres Reti
2015-2016 Portogallo Benfica PL 24 2 CP+CdL 0+5 0+0 UCL 6 0 - - - 35 2
2016-2017 Germania Bayern Monaco BL 17 0 CG 2 0 UCL 6 0 SG 0 0 25 0
ago. 2017 BL 0 0 CG 0 0 UCL 0 0 SG 1 0 1 0
ago. 2017-2018 Galles Swansea City PL 12 0 FACup+CdL 2+1 0+0 - - - - - - 15 0
2018-2019 Germania Bayern Monaco BL 17 1 CG 1 0 UCL 6 1 SG 0 0 24 2
ago. 2019 BL 1 0 CG 1 0 UCL 0 0 SG 1 0 3 0
Totale Bayern Monaco 35 1 4 0 12 1 2 0 53 2
ago. 2019-2020 Francia Lilla L1 0 0 CF+CdL 0+0 0 UCL 0 0 - - - 0 0
Totale carriera 71 3 12 0 18 1 2 0 103 4

Cronologia presenze e reti in nazionale[modifica | modifica wikitesto]

Cronologia completa delle presenze e delle reti in nazionale ― Portogallo
Data Città In casa Risultato Ospiti Competizione Reti Note
25-3-2016 Leiria Portogallo Portogallo 0 – 1 Bulgaria Bulgaria Amichevole - Ingresso al 74’ 74’
29-3-2016 Leiria Portogallo Portogallo 2 – 1 Belgio Belgio Amichevole - Ingresso al 46’ 46’
29-5-2016 Porto Portogallo Portogallo 3 – 0 Norvegia Norvegia Amichevole - Ingresso al 72’ 72’
2-6-2016 Londra Inghilterra Inghilterra 1 – 0 Portogallo Portogallo Amichevole - Ingresso al 72’ 72’
8-6-2016 Lisbona Portogallo Portogallo 7 – 0 Estonia Estonia Amichevole - Ingresso al 58’ 58’
14-6-2016 Saint-Étienne Portogallo Portogallo 1 – 1 Islanda Islanda Euro 2016 - 1º turno - Ingresso al 71’ 71’
22-6-2016 Lione Ungheria Ungheria 3 – 3 Portogallo Portogallo Euro 2016 - 1º turno - Ingresso al 46’ 46’
25-6-2016 Lens Croazia Croazia 0 – 1 dts Portogallo Portogallo Euro 2016 - Ottavi di finale - Ingresso al 50’ 50’
30-6-2016 Marsiglia Polonia Polonia 1 – 1 dts
(3 - 5 dcr)
Portogallo Portogallo Euro 2016 - Quarti di finale 1
6-7-2016 Lione Portogallo Portogallo 2 – 0 Galles Galles Euro 2016 - Semifinale - Uscita al 74’ 74’
10-7-2016 Saint-Denis Portogallo Portogallo 1 – 0 Francia Francia Euro 2016 - Finale - Uscita al 79’ 79’ 1º titolo europeo
13-11-2016 Faro Portogallo Portogallo 4 – 1 Lettonia Lettonia Qual. Mondiali 2018 - Ingresso al 88’ 88’
28-3-2017 Funchal Portogallo Portogallo 2 – 3 Svezia Svezia Amichevole -
6-9-2018 Lisbona Portogallo Portogallo 1 – 1 Croazia Croazia Amichevole - Ingresso al 86’ 86’
10-9-2018 Lisbona Portogallo Portogallo 1 – 0 Italia Italia UEFA Nations League 2018-2019 - 1º turno - Ingresso al 74’ 74’
11-10-2018 Chorzów Polonia Polonia 2 – 3 Portogallo Portogallo UEFA Nations League 2018-2019 - 1º turno - Ingresso al 75’ 75’
14-10-2018 Londra Scozia Scozia 1 – 3 Portogallo Portogallo Amichevole - Ingresso al 56’ 56’
20-11-2018 Guimarães Portogallo Portogallo 1 – 1 Polonia Polonia UEFA Nations League 2018-2019 - 1º turno -
Totale Presenze 18 Reti 1

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Competizioni nazionali[modifica | modifica wikitesto]

Benfica: 2015-2016
Benfica: 2015-2016
Bayern Monaco: 2016-2017, 2018-2019
Bayern Monaco: 2018-2019
Bayern Monaco: 2016, 2017, 2018

Nazionale[modifica | modifica wikitesto]

Francia 2016

Individuale[modifica | modifica wikitesto]

Francia 2016
2016

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Il talento della settimana di uefa.com: Renato Sanches, su uefa.com, UEFA, 19 dicembre 2015 (archiviato dall'url originale il 5 gennaio 2016).
  2. ^ (PT) Francisco Santos, Renato Sanches: «Seedorf é uma referência», in Record, 3 marzo 2016. URL consultato il 6 luglio 2016 (archiviato dall'url originale il 28 aprile 2016).
  3. ^ (PT) Idade de Renato Sanches questionada de novo, in Sapo, 5 luglio 2016. URL consultato il 6 luglio 2016 (archiviato dall'url originale il 6 luglio 2016).
  4. ^ a b (PT) Pedro Jorge da Cunha, Renato Sanches: Benfica pagou 750 euros, Águias pede «mais uma pinguinha», in Mais Futebol, 12 maggio 2016. URL consultato il 6 luglio 2016 (archiviato dall'url originale il 6 luglio 2016).
  5. ^ L'Astana ferma il Benfica, su uefa.com, UEFA, 25 novembre 2015 (archiviato dall'url originale il 5 gennaio 2016).
  6. ^ a b c (PT) Renato Sanches assina pelo Bayern Munique, in Jornal de Notícias, 10 maggio 2016. URL consultato il 6 luglio 2016 (archiviato dall'url originale il 10 maggio 2016).
  7. ^ https://www.swanseacity.com/news/swans-sign-renato-sanches-loan
  8. ^ (FR) L’international portugais Renato Sanches est Lillois !, su www.losc.fr. URL consultato il 23 agosto 2019.
  9. ^ (PT) Mário Aleixo, Portugal-Bulgária na estreia de Renato Sanches, in RTP, 24 marzo 2016. URL consultato il 6 luglio 2016 (archiviato dall'url originale il 6 luglio 2016).
  10. ^ (PT) Isaura Almeida, Renato Sanches vai ao Euro2016. Saiba quem são os 23 convocados de Fernando Santos, in Diário de Notícias, 17 maggio 2016. URL consultato il 6 luglio 2016 (archiviato dall'url originale il 6 luglio 2016).
  11. ^ Redazione Goal Italia, Il gioiello è nella storia: l'Europa scopre Renato Sanches, su Goal.com, 1º luglio 2016. URL consultato il 18 agosto 2016.
  12. ^ Euro 2016, Portogallo campione: 1-0 alla Francia, Eder gol ai supplementari, gazzetta.it, 10 luglio 2016. URL consultato l'11 luglio 2016.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]