Jude Bellingham

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Vai alla navigazione Vai alla ricerca
Jude Bellingham
Bellingham nel 2024
NazionalitàBandiera dell'Inghilterra Inghilterra
Altezza186 cm
Peso75 kg
Calcio
RuoloCentrocampista
SquadraReal Madrid
Carriera
Giovanili
2010-2019Birmingham City
Squadre di club1
2018-2020Birmingham City51 (7)
2020-2023Borussia Dortmund92 (12)
2023-Real Madrid28 (19)
Nazionale
2016-2018Bandiera dell'Inghilterra Inghilterra U-158 (1)
2018-2019Bandiera dell'Inghilterra Inghilterra U-1611 (3)
2019Bandiera dell'Inghilterra Inghilterra U-173 (2)
2020Bandiera dell'Inghilterra Inghilterra U-214 (1)
2020-Bandiera dell'Inghilterra Inghilterra31 (4)
Palmarès
 Europei di calcio
ArgentoEuropa 2020
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate al 20 giugno 2024

Jude Victor William Bellingham (Stourbridge, 29 giugno 2003) è un calciatore inglese, centrocampista del Real Madrid e della nazionale inglese, con cui è diventato vicecampione d'Europa nel 2021.

Cresciuto nel Birmingham City, di cui è il più giovane debuttante in assoluto,[1] nel 2020 passa al Borussia Dortmund, con cui vince una Coppa di Germania nel 2020-2021. Nel 2023 viene acquistato dal Real Madrid per 103 milioni di euro, cifra che lo rende uno degli acquisti più onerosi nella storia del calcio:[2] con i blancos vince una Supercoppa di Spagna, un campionato spagnolo e una UEFA Champions League nel 2024. Ha rappresentato l'Inghilterra a livello di selezioni Under-15, Under-16 e Under-17, prima di esordire con quella maggiore nel 2020. Da allora ha partecipato a due campionati europei (2021 e 2024) e un campionato mondiale (2022). Considerato uno dei migliori calciatori della sua generazione,[3] nel 2023 ha vinto il Trofeo Kopa[4] e il Golden Boy.[5]

Bellingham è nato a Stourbridge, West Midlands, nel 2003.[1] È il figlio maggiore di Mark Bellingham, un sergente della polizia di West Midlands. Suo fratello minore Jobe è a sua volta un calciatore della squadra inglese del Sunderland.

Caratteristiche tecniche

[modifica | modifica wikitesto]

Bellingham è un centrocampista offensivo dotato di forza fisica, velocità e di un'ottima tecnica individuale. Già in giovane età si è dimostrato un calciatore completo, con ottime caratteristiche di tiro, recupero palloni ed impostazione di gioco che ne hanno permesso l'impiego in tutti i ruoli del centrocampo, trovando la sua collocazione ideale nel ruolo di mezzala. Ha dichiarato di ispirarsi a Zinédine Zidane.[6][7][8]

Nell'ottobre del 2023, è stato incluso nella lista dei 25 finalisti del premio Golden Boy, assegnato dal quotidiano Tuttosport al miglior giocatore Under-21 militante in un campionato europeo,[9][10] risultandone poi il vincitore.[5]

Birmingham City

[modifica | modifica wikitesto]
Bellingham con il Birmingham nel 2019

Nel 2011, all'età di 8 anni, entra nel vivaio del Birmingham City,[1][11] con cui prosegue la sua militanza nelle selezioni giovanili fino ad entrare nell'Under-23.[12] Il 15 ottobre 2018, a soli 15 anni, debutta ufficialmente proprio con quest'ultima squadra, subentrando al 60' al posto di Kyle Hurst per poi realizzare il gol-vittoria nella partita casalinga vinta per 1-0 contro i pari età del Nottingham Forest.[13] Il 20 febbraio 2019, in virtù dell'ottimo rendimento stagionale frutto di 3 gol in 10 presenze totali,[14][15] la rivista FourFourTwo lo inserisce nella lista dei 50 giovani calciatori più promettenti al mondo,[15] oltre a conquistarsi l'attenzione dei grandi club d'Europa.[12][15][16]

A luglio 2019 viene aggregato alla prima squadra per il ritiro in Portogallo[17], dove scende in campo in varie amichevoli,[18][19] che gli consentono la conferma in pianta stabile.[20] Sceglie di indossare la maglia numero 22 per la stagione 2019-2020 di Championship.[21] Il 6 agosto è diventato il più giovane esordiente del Birmingham City all'età di 16 anni e 38 giorni (battuto il record di 16 anni e 139 giorni stabilito da Trevor Francis nel 1969),[1] scendendo in campo nell'incontro di League Cup contro il Portsmouth, dopo il quale viene eletto migliore in campo per la sua squadra. Diciannove giorni dopo fa il suo esordio in Football League contro lo Swansea. Il 31 agosto debutta in casa contro lo Stoke City, contribuendo alla vittoria con un gol e diventando anche il più giovane marcatore di sempre a Birmingham, all'età di 16 anni e 63 giorni.[22] Nel novembre 2019 è stato eletto giovane giocatore del mese EFL.[23]

A fine stagione, in cui colleziona 4 reti in 44 partite complessive, viene ceduto per 25 milioni di sterline al Borussia Dortmund; tale trasferimento permette al Birmingham di salvarsi dal fallimento, che avrebbe bruscamente interrotto 145 anni di attività sportiva.[24] Il club ha quindi deciso, con un'iniziativa che ha sollevato diverse critiche, di ritirare il numero 22 in segno di gratitudine.[24]

Borussia Dortmund

[modifica | modifica wikitesto]
Bellingham con il Borussia Dortmund nel 2020

Il 20 luglio 2020 passa quindi al club di Dortmund.[25][26] Nonostante la giovane età trova spazio sin da subito come titolare in prima squadra, arrivando anche a realizzare la sua prima rete in Bundesliga il 10 aprile 2021 nel successo per 3-2 contro lo Stoccarda.[27] Quattro giorni dopo realizza la sua prima rete in Champions League in occasione della sconfitta per 1-2 contro il Manchester City (che sancisce l'eliminazione dei gialloneri), diventando, a 17 anni e 289 giorni, il secondo calciatore più giovane a segnare nella fase a eliminazione diretta della Champions League dopo Bojan Krkić.[28] Ha concluso l'annata 2020-2021 con 46 presenze totali e 4 marcature. Successivamente, viene eletto tra i candidati al Trofeo Kopa 2021, piazzandosi al secondo posto alle spalle dello spagnolo Pedri.[29]

Il 4 dicembre 2021 disputa il suo primo Der Klassiker contro il Bayern Monaco, in cui servirà gli assist per entrambe le reti della propria squadra. La gara si concluderà per 3-2 in favore dei bavaresi con molte polemiche da parte dei giocatori gialloneri per via di alcune decisioni arbitrali controverse.[30][31] A fine gara, Bellingham decide di sfogarsi in un'intervista criticando aspramente le decisioni del direttore di gara,[32] cosa che infine gli costerà una multa di 40.000 euro dalla DFB.[33]

2023-2024: trionfo in Liga e la prima Champions League
[modifica | modifica wikitesto]

Il 14 giugno 2023 viene annunciato il suo trasferimento al club spagnolo del Real Madrid,[34][35] con cui sigla un contratto dalla durata di sei anni che prevede un versamento iniziale di 103 milioni di euro,[36] più ulteriori 30,9 milioni di bonus aggiuntivi variabili fino al 30% dell'importo fisso,[37][38] rendendolo uno degli acquisti più onerosi nella storia del calcio, il secondo in assoluto per i Blancos dopo quello di Hazard nel 2019.[39] Decide peraltro di indossare la maglia numero 5.[40]

Bellingham ritira il premio come "Rivelazione dell'anno" sul red carpet dei Laureus World Sports Awards nel 2024

Il 12 agosto seguente segna all'esordio con la nuova maglia, venendo schierato da titolare per la prima volta e fissando il punteggio sul definitivo 2-0 dei Blancos nella vittoriosa trasferta contro l'Athletic Bilbao e valevole per la prima giornata di Liga Santander.[41] Sette giorni più tardi, sempre in campionato, è nuovamente protagonista nel successo sull'Almería, contro cui realizza una doppietta e fornisce a Vinícius Jr. l'assist per il 3-1 finale.[42][43] Il 25 agosto decide con un gol di testa la sfida contro il Celta Vigo, vinta per 1-0 allo Stadio Balaídos e, in virtù di tali prestazioni, a fine agosto viene nominato miglior giocatore del mese dalla Liga spagnola.[44] Infine, il 2 settembre mette a segno al 95' la rete del definitivo 2-1 con cui i Blancos sconfiggono in rimonta il Getafe al loro debutto nel nuovo Santiago Bernabéu.[45] Così facendo, Bellingham diventa il secondo giocatore della storia dopo Cristiano Ronaldo a segnare 5 gol nelle prime 4 partite disputate in campionato con il Real Madrid.[46][47] Il 20 settembre esordisce in UEFA Champions League con gli spagnoli, in occasione del match inaugurale del Gruppo C con l'Union Berlino vinto per 1-0 proprio grazie a una sua rete segnata al 94'.[48][49] Si ripete il 3 ottobre seguente nella seconda partita della fase a gironi, andando a segno sul campo del Napoli, battuto per 3-2, e venendo inoltre eletto miglior giocatore della serata.[50]

Il 28 ottobre 2023 disputa il suo primo Clásico contro il Barcellona, in cui segna la doppietta che permette ai Blancos di vincere per 2-1 in rimonta nonché, a livello personale, raggiungere la doppia cifra di reti in campionato per la prima volta in carriera.[51][52] Il 21 aprile 2024 è nuovamente decisivo contro i blaugrana, segnando il gol che stabilisce il risultato sul 3-2 finale,[53] mentre il 4 maggio vince con quattro giornate d'anticipo il campionato spagnolo.[54][55] Conclude la sua stagione d'esordio in terra iberica alzando al cielo la sua prima Champions League, in seguito alla finale di Wembley disputata il 1º giugno e vinta per 2-0 contro il Borussia Dortmund, sua ex squadra;[56] parallelamente a ciò, in virtù dei 19 gol segnati in Liga, diventa il miglior cannoniere stagionale dei Blancos, nonché (a pari merito con Robert Lewandowski) il terzo in assoluto dietro soltanto all'ucraino Artem Dovbyk e il norvegese Alexander Sørloth.[57]

Nazionali giovanili

[modifica | modifica wikitesto]

A fine 2018 esordisce con la Nazionale Under-16 dell'Inghilterra, con cui disputa sette partite, segnando quattro gol e indossando anche la fascia da capitano.[58][59]

È stato incluso nella nazionale Under-17 per la Syrenka Cup, un torneo amichevole svoltosi a settembre 2019 in preparazione delle qualificazioni ai Campionati europei di categoria del marzo dell'anno successivo.[60] Ha fatto il suo debutto come sostituto nella partita inaugurale del torneo per l'Inghilterra, in una vittoria per 5-0 contro la Finlandia nella quale ha segnato il terzo gol,[61] e ha capitanato la squadra nella seconda partita vittoriosa per 4-2 contro l'Australia.[62] Ha mantenuto la fascia di capitano per la finale, in cui l'Inghilterra ha battuto i padroni di casa della Polonia ai rigori dopo il 2-2 nei tempi regolamentari.[63] Alla fine del torneo, è stato nominato miglior giocatore della manifestazione.[64]

Il 4 settembre 2020 debutta nella nazionale Under-21 inglese, nella partita vinta per 6-0 contro la compagine kosovara, alla quale contribuisce segnando una rete, diventando a 17 anni e 67 giorni il più giovane marcatore della selezione U21.[65]

Nazionale maggiore

[modifica | modifica wikitesto]
Bellingham (in alto, secondo da sinistra) con la nazionale inglese al campionato del mondo 2022

Il 12 novembre 2020, a 17 anni e 136 giorni, esordisce in amichevole contro l’Irlanda diventando il terzo esordiente più giovane nella storia dell’Inghilterra dopo Theo Walcott e Wayne Rooney.[66] Convocato per il campionato europeo il 31 maggio 2021,[67] nell'amichevole contro l'Austria (vinta per 1-0), disputata due giorni dopo, è partito per la prima volta da titolare con la selezione inglese.[68] Il 13 giugno 2021, entrando in campo al minuto 82 della partita inaugurale del gruppo D tra Inghilterra e Croazia (terminata 1-0), è diventato il più giovane giocatore della storia a giocare in una fase finale del campionato europeo e, al contempo, il più giovane calciatore a giocare in un grande torneo internazionale a 17 anni e 349 giorni.[69][70] Tuttavia via il suo record viene battuto solo sei giorni dopo dal polacco Kacper Kozłowski in Spagna-Polonia 1-1.[71][72]

Convocato per disputare la fase finale del campionato del mondo 2022,[73] nella partita inaugurale del Gruppo B mette segna il suo primo gol con la maglia dell'Inghilterra contribuendo alla vittoria per 6-2 contro l'Iran,[74][75] diventando il primo calciatore nato negli anni 2000 a riuscirci in un Mondiale.[74] Agli ottavi di finale fornisce a Henderson l'assist per il gol che apre le marcature per il successo sul Senegal (3-0), infrangendo il record come più giovane calciatore inglese della storia a realizzare un passaggio vincente in nazionale.[76] Il cammino degli inglesi s'interrompe ai quarti contro la Francia.[77]

Convocato per Euro 2024,[78] va a segno nella prima partita dei gironi vinta 1-0 contro la Serbia.[79]

Presenze e reti nei club

[modifica | modifica wikitesto]

Statistiche aggiornate al 1º giugno 2024.

Stagione Squadra Campionato Coppe nazionali Coppe continentali Altre coppe Totale
Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Pres Reti
2019-2020 Bandiera dell'Inghilterra Birmingham City FLC 41 4 FACup+CdL 3+0 0 - - - - - - 44 4
2020-2021 Bandiera della Germania Borussia Dortmund BL 29 1 CG 6 2 UCL 10 1 SG 1 0 46 4
2021-2022 BL 32 3 CG 3 0 UCL+UEL 6+2 1+2 SG 1 0 44 6
2022-2023 BL 31 8 CG 4 2 UCL 7 4 - - - 42 14
Totale Borussia Dortmund 92 12 13 4 25 8 2 0 132 24
2023-2024 Bandiera della Spagna Real Madrid PD 28 19 CR 1 0 UCL 11 4 SS 2 0 42 23
Totale carriera 161 35 17 4 36 12 4 0 218 51

Cronologia presenze e reti in nazionale

[modifica | modifica wikitesto]
Cronologia completa delle presenze e delle reti in nazionale ― Inghilterra
Data Città In casa Risultato Ospiti Competizione Reti Note
12-11-2020 Londra Inghilterra Bandiera dell'Inghilterra 3 – 0 Bandiera dell'Irlanda Irlanda Amichevole - Ingresso al 73’ 73’
25-3-2021 Londra Inghilterra Bandiera dell'Inghilterra 5 – 0 Bandiera di San Marino San Marino Qual. Mondiali 2022 - Ingresso al 46’ 46’
2-6-2021 Middlesbrough Inghilterra Bandiera dell'Inghilterra 1 – 0 Bandiera dell'Austria Austria Amichevole -
6-6-2021 Middlesbrough Inghilterra Bandiera dell'Inghilterra 1 – 0 Bandiera della Romania Romania Amichevole - Ingresso al 65’ 65’
13-6-2021 Londra Inghilterra Bandiera dell'Inghilterra 1 – 0 Bandiera della Croazia Croazia Euro 2020 - 1º turno - Ingresso al 82’ 82’
22-6-2021 Londra Rep. Ceca Bandiera della Rep. Ceca 0 – 1 Bandiera dell'Inghilterra Inghilterra Euro 2020 - 1º turno - Ingresso al 68’ 68’
3-7-2021 Roma Ucraina Bandiera dell'Ucraina 0 – 4 Bandiera dell'Inghilterra Inghilterra Euro 2020 - Quarti di finale - Ingresso al 65’ 65’
5-9-2021 Londra Inghilterra Bandiera dell'Inghilterra 4 – 0 Bandiera di Andorra Andorra Qual. Mondiali 2022 - Uscita al 62’ 62’
12-11-2021 Londra Inghilterra Bandiera dell'Inghilterra 5 – 0 Bandiera dell'Albania Albania Qual. Mondiali 2022 - Ingresso al 63’ 63’
15-11-2021 Serravalle San Marino Bandiera di San Marino 0 – 10 Bandiera dell'Inghilterra Inghilterra Qual. Mondiali 2022 -
26-3-2022 Londra Inghilterra Bandiera dell'Inghilterra 2 – 1 Bandiera della Svizzera Svizzera Amichevole - Ingresso al 79’ 79’
29-3-2022 Londra Inghilterra Bandiera dell'Inghilterra 3 – 0 Bandiera della Costa d'Avorio Costa d'Avorio Amichevole -
4-6-2022 Budapest Ungheria Bandiera dell'Ungheria 1 – 0 Bandiera dell'Inghilterra Inghilterra UEFA Nations League 2022-2023 - 1º turno -
7-6-2022 Monaco di Baviera Germania Bandiera della Germania 1 – 1 Bandiera dell'Inghilterra Inghilterra UEFA Nations League 2022-2023 - 1º turno - Ingresso al 14’ 14’
14-6-2022 Wolverhampton Inghilterra Bandiera dell'Inghilterra 0 – 4 Bandiera dell'Ungheria Ungheria UEFA Nations League 2022-2023 - 1º turno - Uscita al 68’ 68’
23-9-2022 Milano Italia Bandiera dell'Italia 1 – 0 Bandiera dell'Inghilterra Inghilterra UEFA Nations League 2022-2023 - 1º turno -
26-9-2022 Londra Inghilterra Bandiera dell'Inghilterra 3 – 3 Bandiera della Germania Germania UEFA Nations League 2022-2023 - 1º turno - Uscita al 90+1’ 90+1’
21-11-2022 Al Rayyan Inghilterra Bandiera dell'Inghilterra 6 – 2 Bandiera dell'Iran Iran Mondiali 2022 - 1º turno 1
25-11-2022 Al Khawr Inghilterra Bandiera dell'Inghilterra 0 – 0 Bandiera degli Stati Uniti Stati Uniti Mondiali 2022 - 1º turno - Uscita al 68’ 68’
29-11-2022 Al Rayyan Galles Bandiera del Galles 0 – 3 Bandiera dell'Inghilterra Inghilterra Mondiali 2022 - 1º turno -
4-12-2022 Al Khor Inghilterra Bandiera dell'Inghilterra 3 – 0 Bandiera del Senegal Senegal Mondiali 2022 - Ottavi di finale - Uscita al 76’ 76’
10-12-2022 Al Khor Inghilterra Bandiera dell'Inghilterra 1 – 2 Bandiera della Francia Francia Mondiali 2022 - Quarti di finale -
23-3-2023 Napoli Italia Bandiera dell'Italia 1 – 2 Bandiera dell'Inghilterra Inghilterra Qual. Euro 2024 - Uscita al 85’ 85’
26-3-2023 Londra Inghilterra Bandiera dell'Inghilterra 2 – 0 Bandiera dell'Ucraina Ucraina Qual. Euro 2024 - Uscita al 86’ 86’
9-9-2023 Breslavia Ucraina Bandiera dell'Ucraina 1 – 1 Bandiera dell'Inghilterra Inghilterra Qual. Euro 2024 - Uscita al 65’ 65’
12-9-2023 Glasgow Scozia Bandiera della Scozia 1 – 3 Bandiera dell'Inghilterra Inghilterra Amichevole 1 Ammonizione al 42’ 42’ Uscita al 84’ 84’
17-10-2023 Londra Inghilterra Bandiera dell'Inghilterra 3 – 1 Bandiera dell'Italia Italia Qual. Euro 2024 - Uscita al 85’ 85’
23-3-2024 Londra Inghilterra Bandiera dell'Inghilterra 0 – 1 Bandiera del Brasile Brasile Amichevole - Ammonizione al 13’ 13’ Uscita al 67’ 67’
26-3-2024 Londra Inghilterra Bandiera dell'Inghilterra 2 – 2 Bandiera del Belgio Belgio Amichevole 1
16-6-2024 Gelsenkirchen Serbia Bandiera della Serbia 0 – 1 Bandiera dell'Inghilterra Inghilterra Euro 2024 - 1º turno 1 Uscita al 86’ 86’
20-6-2024 Francoforte sul Meno Danimarca Bandiera della Danimarca 1 – 1 Bandiera dell'Inghilterra Inghilterra Euro 2024 - 1º turno -
Totale Presenze 31 Reti 4
Cronologia completa delle presenze e delle reti in nazionale ― Inghilterra Under-21
Data Città In casa Risultato Ospiti Competizione Reti Note
4-9-2020 Pristina Kosovo Under-21 Bandiera del Kosovo 0 – 6 Bandiera dell'Inghilterra Inghilterra Under-21 Qual. Europeo Under-21 2021 1 Ingresso al 63’ 63’
8-9-2020 Ried im Innkreis Austria Under-21 Bandiera dell'Austria 1 – 2 Bandiera dell'Inghilterra Inghilterra Under-21 Qual. Europeo Under-21 2021 -
7-10-2020 Andorra la Vella Andorra Under-21 Bandiera di Andorra 3 – 3 Bandiera dell'Inghilterra Inghilterra Under-21 Qual. Europeo Under-21 2021 -
13-10-2020 Wolverhampton Inghilterra Under-21 Bandiera dell'Inghilterra 2 – 1 Bandiera della Turchia Turchia Under-21 Qual. Europeo Under-21 2021 - Ammonizione al 41’ 41’
Totale Presenze 4 Reti 1
  • Calciatore più giovane ad aver debuttato con il Birmingham City (16 anni e 38 giorni).
  • Calciatore più giovane ad aver segnato con il Birmingham City (16 anni e 63 giorni).
  • Calciatore più giovane ad aver segnato con la nazionale Under-21 inglese (17 anni e 67 giorni).
  • Calciatore più giovane ad aver giocato nella fase finale di un campionato europeo con l'Inghilterra (17 anni e 349 giorni).

Competizioni nazionali

[modifica | modifica wikitesto]
Borussia Dortmund: 2020-2021
Real Madrid: 2024
Real Madrid: 2023-2024

Competizioni internazionali

[modifica | modifica wikitesto]
Real Madrid: 2023-2024
2019-2020
2022-2023
2023
2023
Miglior emergente dell'anno: 2023
2023
Rivelazione dell'anno: 2024
2023-2024
2023-2024
2023-2024
  1. ^ a b c d (EN) Bellingham creates Blues history, su bcfc.com, 6 agosto 2019. URL consultato il 7 agosto 2019 (archiviato dall'url originale il 30 aprile 2020).
  2. ^ Bellingham al Real Madrid, affare fatto: 103 milioni più bonus al Dortmund, su goal.com, 7 giugno 2023.
  3. ^ Quanto è forte Jude Bellingham?, su it.uefa.com, 31 ottobre 2023.
  4. ^ Bellingham vince il trofeo Kopa: è il miglior giovane al mondo, su goal.com, 30 ottobre 2023.
  5. ^ a b Jude Bellingham è il Golden Boy Absolute Best 2023, su tuttosport.com, 17 novembre 2023.
  6. ^ La camiseta 5 ora è di Bellingham: "Zidane è stato il migliore, spero di essere all'altezza", su La Gazzetta dello Sport, 15 giugno 2023. URL consultato il 15 agosto 2023.
  7. ^ Bellingham al Real con la 5 di Zidane, 'è un giorno speciale' - Calcio - Ansa.it, su Agenzia ANSA, 15 giugno 2023. URL consultato il 15 agosto 2023.
  8. ^ (EN) Jude Bellingham will wear the No.5 shirt like Zidane: I admire him and I am honoured by the legacy of this number, su MARCA, 15 giugno 2023. URL consultato il 15 agosto 2023.
  9. ^ European Golden Boy 2023: svelati i 25 finalisti in corsa per l’Absolute Best, su tuttosport.com, 12 ottobre 2023. URL consultato il 14 ottobre 2023.
  10. ^ I 25 finalisti del Golden Boy 2023, su Sky Sport, 13 ottobre 2023. URL consultato il 14 ottobre 2023.
  11. ^ (EN) Bellingham creates Blues history, su Birmingham City Football Club. URL consultato il 7 settembre 2023.
  12. ^ a b (EN) Ben Fisher, Why Jude Bellingham is already on the radar of football's powerhouses, in The Guardian, 20 febbraio 2020. URL consultato il 7 settembre 2023.
  13. ^ (EN) Report: Nottingham Forest Under-23s 0 Blues Under-23s 1, su Birmingham City Football Club. URL consultato il 7 settembre 2023.
  14. ^ (EN) Sam Wallace, While Bundesliga clubs sense opportunity, England's youth face difficult choice over whether to stick or twist, in The Telegraph, 10 marzo 2019. URL consultato il 7 settembre 2023.
  15. ^ a b c (EN) Brian Dick, Who is Jude Bellingham? A quick introduction to the teenage wonder boy, su BirminghamLive, 30 marzo 2019. URL consultato il 7 settembre 2023.
  16. ^ (EN) Jude Bellingham to Manchester United? Birmingham teenager is a special talent, su Sky Sports. URL consultato il 7 settembre 2023.
  17. ^ (EN) Alex Dicken, Birmingham City confirm 26-man squad for Portugal tour, in Birmingham Mail, 7 luglio 2019. URL consultato il 2 agosto 2019.
  18. ^ (EN) Report: Blues 6 Swindon Town 1, su bcfc.com, 19 luglio 2019. URL consultato il 19 luglio 2019 (archiviato dall'url originale il 19 luglio 2019).
  19. ^ (EN) Joseph Chapman, Birmingham City player ratings as Pep Clotet's men win again in pre-season, in Birmingham Live, 20 luglio 2019. URL consultato il 20 luglio 2019.
  20. ^ (EN) Blues 2019/20 squad numbers, su bcfc.com, 2 agosto 2019. URL consultato il 2 agosto 2019 (archiviato dall'url originale il 2 agosto 2019).
  21. ^ Football Club History Database - Birmingham City, su www.fchd.info. URL consultato il 7 settembre 2023.
  22. ^ (EN) Birmingham 2–1 Stoke: Blues comeback heaps more pressure on Nathan Jones, in Sky Sports, 31 agosto 2019. URL consultato il 1º settembre 2019.
  23. ^ (EN) Joe Townsend, Jude Bellingham: Birmingham City teenager wins EFL Young Player of the Month award for November, in BBC Sport, 23 dicembre 2019. URL consultato il 27 dicembre 2019.
  24. ^ a b Il ritiro di numero di maglia più improbabile della storia, su rivistaundici.com, 23 luglio 2020.
  25. ^ (EN) Jude Bellingham to join Borussia Dortmund, su bcfc.com, 20 luglio 2020. URL consultato il 1º settembre 2020 (archiviato dall'url originale l'11 febbraio 2021).
  26. ^ (EN) Jude Bellingham to join Borussia Dortmund, su bvb.de, 20 luglio 2020.
  27. ^ (EN) Bellingham scores first Bundesliga goal, in BBC Sport, 10 aprile 2021. URL consultato il 15 aprile 2021.
  28. ^ Bellingham, gol da record che non basta al Borussia. VIDEO, su sport.sky.it. URL consultato il 15 aprile 2021.
  29. ^ (EN) Ballon d'Or: Lionel Messi wins award as best player in world football for seventh time, in BBC Sport, 29 novembre 2021. URL consultato il 1º giugno 2024.
  30. ^ Dortmund left fuming over Bayern's winning penalty decision, su reuters.com, 5 dicembre 2021. URL consultato il 1º giugno 2024.
  31. ^ (EN) Andy Brassell, Dortmund and Bellingham cry foul in Klassiker but old failings remain, in The Guardian, 6 dicembre 2021. URL consultato il 1º giugno 2024.
  32. ^ (EN) Jude Bellingham: German FA investigating Borussia Dortmund & England midfielder's comments on referee, in BBC Sport, 6 dicembre 2021. URL consultato il 1º giugno 2024.
  33. ^ (EN) Jude Bellingham: Borussia Dortmund midfielder fined by German FA for referee comments, in BBC Sport, 7 dicembre 2021. URL consultato il 1º giugno 2024.
  34. ^ (EN) Jude Bellingham's move to Real Madrid complete, su bvb.de, 14 giugno 2023. URL consultato il 14 giugno 2023.
  35. ^ (ES) COMUNICADO oficial: Jude Bellingham, su realmadrid.com, 14 giugno 2023. URL consultato il 14 giugno 2023.
  36. ^ (EN) Real Madrid sign Bellingham on six-year deal, in BBC Sport. URL consultato il 15 agosto 2023.
  37. ^ E' ufficiale, Bellingham al Real Madrid - Calcio - Ansa.it, su Agenzia ANSA, 14 giugno 2023. URL consultato il 15 agosto 2023.
  38. ^ Sky Sport, Bellingham è del Real Madrid, su sport.sky.it, 7 giugno 2023. URL consultato il 15 agosto 2023.
  39. ^ (EN) Steve McManaman admits Real Madrid's 'aura' key to expected Jude Bellingham move, su 90min.com, 9 maggio 2023. URL consultato il 15 agosto 2023.
  40. ^ Real Madrid, Bellingham sceglie il 5 di Zidane: "Grande responsabilità", su tuttosport.com, 15 giugno 2023. URL consultato il 15 agosto 2023.
  41. ^ Real Madrid, buona la prima: 2-0 all’Athletic, Bellingham subito a segno. Ansia Militao, su La Gazzetta dello Sport, 12 agosto 2023. URL consultato il 15 agosto 2023.
  42. ^ Andrea De Pauli, È già il Real Madrid di Bellingham: 3-1 ad Almeria, su corrieredellosport.it, Corriere dello Sport, 19 agosto 2023.
  43. ^ Jude e Jobe: la serata da ricordare dei Bellingham, doppietta per entrambi, su www.goal.com, 20 agosto 2023. URL consultato il 21 aprile 2024.
  44. ^ (ES) Jude Bellingham, Mejor Jugador de LALIGA EA SPORTS en agosto, su Página web oficial de LALIGA | LALIGA. URL consultato il 31 agosto 2023.
  45. ^ Bellingham, sempre lui: quinto gol in quattro giornate. E il Real ribalta il Getafe al 95', su La Gazzetta dello Sport, 2 settembre 2023. URL consultato il 7 settembre 2023.
  46. ^ Bellingham come Cristiano Ronaldo: l'impatto al Real Madrid è da record, su corrieredellosport.it, 2 settembre 2023. URL consultato il 7 settembre 2023.
  47. ^ (EN) Jude Bellingham matches Cristiano Ronaldo record with latest Real Madrid goal, su 90min.com, 3 settembre 2023. URL consultato il 7 settembre 2023.
  48. ^ (EN) Jude Bellingham scores 94th minute winner against Union Berlin, he is inevitable, su SPORTbible, 20 settembre 2023. URL consultato il 20 settembre 2023.
  49. ^ (EN) Real Madrid 1-0 FC Union Berlin – Jude Bellingham's fairytale start continues with late winner against Union, su Eurosport, 20 settembre 2023. URL consultato il 20 settembre 2023.
  50. ^ Bellingham, che colpo! Gol da urlo al Maradona, su Sportmediaset.it. URL consultato il 4 ottobre 2023.
  51. ^ Liga: Bellingham mostruoso nel Clasico, il Real batte 2-1 il Barcellona in rimonta, su Sportmediaset.it. URL consultato il 2 novembre 2023.
  52. ^ Sky Sport, E' sempre Bellingham: 2 gol per vincere il Clasico, su sport.sky.it. URL consultato il 2 novembre 2023.
  53. ^ Scatto Real: vince il Clasico al 91' con Bellingham e ipoteca la Liga. Barça, delusione enorme, su La Gazzetta dello Sport. URL consultato il 30 aprile 2024.
  54. ^ Sky Sport, La Liga ha decretato il suo nuovo campione, su sport.sky.it, 4 maggio 2024. URL consultato l'8 maggio 2024.
  55. ^ Real Madrid, tris al Cadice: Ancelotti a un passo dalla vittoria della Liga, su La Gazzetta dello Sport. URL consultato l'8 maggio 2024.
  56. ^ Real infinito, leggenda Ancelotti: Carvajal e Vinicius stendono il Dortmund, è la 15ª Champions!, su La Gazzetta dello Sport. URL consultato il 1º giugno 2024.
  57. ^ (EN) Statistics LALIGA EA SPORTS 2023/24, su Página web oficial de LALIGA | LALIGA. URL consultato il 28 maggio 2024.
  58. ^ (EN) Academy highlights of the month: November and December 2018 (PDF), su bcfcacademy.com. URL consultato il 1º settembre 2019 (archiviato dall'url originale l'11 febbraio 2021).
  59. ^ (EN) Jude Bellingham: Internationals, su worldfootball.net. URL consultato il 1º settembre 2019.
  60. ^ (EN) Nicholas Veevers, New England MU17s boss Kevin Betsy will take his squad to Poland for the Syrenka Cup, su thefa.com, 30 agosto 2019. URL consultato il 1º settembre 2019.
  61. ^ (EN) U17 Friendlies 2019: September: England–Finland 5:0, su worldfootball.net. URL consultato il 9 settembre 2019.
  62. ^ (EN) Nicholas Veevers, Young Lions come back from behind to beat Austria and secure Syrenka Cup Final spot, su thefa.com, 8 settembre 2019. URL consultato il 9 settembre 2019.
  63. ^ (EN) Young Lions lift the Syrenka Cup with a penalty shootout win over hosts Poland, su thefa.com, 10 settembre 2019. URL consultato l'11 settembre 2019.
  64. ^ (PL) Puchar Syrenki U-17: Przegrywamy po karnych z Anglią, su junior.weszlo.com, 10 settembre 2019. URL consultato il 15 settembre 2019.
  65. ^ (EN) Jude Bellingham makes history with wonder strike for England U21s, su metro.co.uk, 4 settembre 2020. URL consultato il 19 settembre 2020.
  66. ^ (EN) Phil McNulty, Bellingham debut in routine England win, in BBC Sport, 12 novembre 2020. URL consultato il 13 novembre 2020.
  67. ^ (EN) England Squad: Gareth Southgate names 26-man squad for Euro 2020 - Alexander-Arnold in, Lingard, Ward-Prowse out, su eurosport.com, 1º giugno 2021. URL consultato il 3 giugno 2021.
  68. ^ (EN) England vs. Austria - Football Match Report - June 2, 2021, su espn.com. URL consultato il 3 giugno 2021.
  69. ^ Bellingham nella storia: è il più giovane di sempre all'Europeo, su corrieredellosport.it. URL consultato il 14 giugno 2021.
  70. ^ Inghilterra, Bellingham diventa il calciatore più giovane ad aver giocato un Europeo, su sportmediaset.mediaset.it. URL consultato il 14 giugno 2021.
  71. ^ Spagna-Polonia 1-1: la rete di Lewandowski vale il pari contro la Spagna, su it.uefa.com, 19 giugno 2021. URL consultato il 22 luglio 2021.
  72. ^ Kozłowski e Bellingham hanno stabilito dei nuovi record a EURO, su it.uefa.com, 3 luglio 2021. URL consultato il 22 luglio 2021.
  73. ^ Sky Sport, Southgate, la decisione su Tomori, Abraham e Smalling, su Sky Sport. URL consultato il 5 dicembre 2022.
  74. ^ a b Mondiali 2022, Inghilterra-Iran 6-2: inglesi esagerati, esordio-show in Qatar, su sportmediaset.mediaset.it. URL consultato il 21 novembre 2022.
  75. ^ Inghilterra-Iran diretta 6-2: goleada Tre Leoni, il recupero è record, su corrieredellosport.it. URL consultato il 5 dicembre 2022.
  76. ^ Inghilterra-Senegal 3-0: si sblocca Kane, Southgate ai quarti contro la Francia, su corrieredellosport.it. URL consultato il 5 dicembre 2022.
  77. ^ Mondiali 2022, Inghilterra-Francia 1-2: Giroud porta i Bleus in semifinale, su sportmediaset.mediaset.it. URL consultato il 17 giugno 2024.
  78. ^ (EN) England squad named for EURO 2024, su englandfootball.com. URL consultato il 17 giugno 2024.
  79. ^ Euro 2024: Serbia-Inghilterra 0-1, a Southgate basta un gol di Bellingham, su sportmediaset.mediaset.it. URL consultato il 17 giugno 2024.

Altri progetti

[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni

[modifica | modifica wikitesto]
Controllo di autoritàVIAF (EN8529167202617967930002 · LCCN (ENno2024010173 · GND (DE1275258301