Federico Marchetti

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Vai alla navigazione Vai alla ricerca
Disambiguazione – Se stai cercando l'imprenditore, vedi Federico Marchetti (imprenditore).
Federico Marchetti
Marchetti con la nazionale italiana nel 2013
Nazionalità Bandiera dell'Italia Italia
Altezza 188 cm
Peso 83 kg
Calcio
Ruolo Portiere
Squadra Ħamrun Spartans
Carriera
Giovanili
1995-1999Bessica
1999-2002Torino
Squadre di club1
2002-2003Pro Vercelli34 (-52)[1]
2003-2004Crotone0 (0)
2004Treviso0 (0)
2004-2005Torino1 (-1)
2005Pro Vercelli13 (-17)
2005-2006Biellese28 (-39)[2]
2006-2008AlbinoLeffe45 (-48)[3]
2008-2011Cagliari68 (-89)
2011-2018Lazio161 (-188)
2018-2022Genoa8 (-21)
2023Spezia1 (-2)
2023-Ħamrun Spartans6 (-4)
Nazionale
2009-2013Bandiera dell'Italia Italia11 (-11)
Palmarès
 Confederations Cup
Bronzo Brasile 2013
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate al 7 aprile 2024

Federico Marchetti (Bassano del Grappa, 7 febbraio 1983) è un calciatore italiano, portiere dell’Ħamrun Spartans.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

È stato soprannominato Tarzan dal giornalista e telecronista sportivo Guido De Angelis.[4]

Ha un figlio, Edoardo, avuto il 26 settembre 2021 dall'attrice Lorena Cacciatore.[5]

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Gli inizi: Torino, Pro Vercelli e Biellese[modifica | modifica wikitesto]

Originario di Cassola, paese in provincia di Vicenza, in giovane età ricopriva il ruolo di portiere con la squadra del Cassola.[6] Poi nella categoria esordienti inizia a giocare col Bessica, formazione della provincia trevigiana, per poi passare nelle giovanili del Torino; dopo aver disputato in prestito una stagione con la maglia della Pro Vercelli, va a "farsi le ossa" prima in Serie C1 giocando con il Crotone e poi in Serie B con il Treviso, sempre in prestito, rientrando infine a Torino. Successivamente, reduce da una breve parentesi ancora con la Pro Vercelli, si trasferisce alla Biellese, essendo rimasto svincolato dal Torino dopo il fallimento del club granata nel 2005.[7] Durante il periodo con la Biellese ricevette una curiosa squalifica di due turni nel corso del campionato di Serie C2 per aver mostrato le terga durante la finale di ritorno dei play-out con il Portogruaro: senza commettere alcun fallo grave, Marchetti dapprima danneggiò a calci un cartellone pubblicitario e successivamente mostrò ai tifosi locali il sedere dopo essersi calato i calzoncini.[8]

AlbinoLeffe[modifica | modifica wikitesto]

Nel 2006 viene ingaggiato per 500 euro dall'AlbinoLeffe in Serie B,[9] dove disputa un buon numero di partite stagionali. La stagione successiva compie il salto di qualità dimostrandosi un portiere affidabile e divenendo titolare. Poco prima dei play-off subisce un intervento al gomito ma riesce a rientrare giusto in tempo per giocarli, anche se la sua squadra viene sconfitta in finale dal Lecce.

Cagliari[modifica | modifica wikitesto]

Nella stagione successiva, a 25 anni, passa in prestito al Cagliari con diritto di riscatto della comproprietà (fissato a 2.500.000 €). Anche in Serie A ha dato continuità al suo rendimento, dimostrandosi uno dei più promettenti portieri italiani in circolazione. Nel giugno 2009 la società sarda riscatta l'intero cartellino del giocatore per una cifra che si aggira sui 4,5 milioni di euro.

La stagione 2009-10 non si apre nel migliore dei modi per il portiere veneto, anche perché la squadra resta a secco di risultati nelle prime partite; convince con una buona prestazione, invece, in Bari-Cagliari 0-1, quando negli ultimi secondi compie un intervento decisivo su un tiro ravvicinato che poteva regalare il pareggio ai pugliesi.[10]

Il 22 ottobre 2009 viene premiato come miglior portiere della Serie A 2008-2009.[11] Al termine del campionato è richiesto dai più prestigiosi club italiani che però non trovano accordo né con il giocatore, né con la società rossoblu affinché il portiere possa essere ceduto: Marchetti resta ancora un altro anno a difendere la porta dei sardi.

Il 27 luglio 2010 il giocatore viene messo sul mercato dal Cagliari;[12] chiuso il calciomercato senza essere ceduto, viene relegato al ruolo di terzo portiere della rosa.[13] Il "caso" creatosi attorno al portiere, è dovuto a una sua dichiarazione "Ho sperato nell'opportunità Samp"[14] che ha provocato la reazione del presidente del Cagliari Massimo Cellino[15], il quale successivamente si è scontrato verbalmente anche con il procuratore del giocatore.[16][17][18] Anche il sindaco della città dove Marchetti è cresciuto, Cassola, è voluta intervenire in proposito con una lettera di sostegno al giocatore.[19]

Lazio[modifica | modifica wikitesto]

Il 5 luglio 2011, a 28 anni, Marchetti viene acquistato dalla Lazio per poco più di 5 milioni.[20] L'esordio con la Lazio avviene allo Stadio Olimpico il 18 agosto 2011 (Lazio-Rabotnicki 6-0 di Europa League): questa partita è anche l'esordio in una competizione europea per il portiere. Nella sua prima stagione alla Lazio ha indossato due differenti numeri di maglia: il 22 per le partite di campionato e Coppa Italia e l'83 per le gare di Europa League.[21] In campionato riesce, nonostante l'anno di inattività, a riproporsi subito a ottimi livelli. Il 16 ottobre gioca e vince il suo primo derby capitolino (2-1). Durante la partita contro il Lecce del 10 dicembre si infortuna alla coscia destra ed è costretto ad un mese di stop:[22] il suo 2011 in biancoceleste si chiude con 19 gare disputate di cui ben 10 senza subire gol.

Il 30 aprile 2012 viene squalificato per 4 giornate dal giudice sportivo "per avere, al termine della gara, sul terreno di giuoco, posto da tergo le mani sulla spalla dell'arbitro, spingendolo con veemenza"[23]; l'episodio si riferisce a una rissa scoppiata il giorno prima durante il match tra Udinese e Lazio: negli ultimi secondi si sente un triplice fischio che inganna i biancocelesti che, ritenendo conclusa la partita, si fermano consentendo ai friuliani di raddoppiare: da qui parte la bagarre che coinvolge anche Marchetti, il quale mette le mani addosso all'arbitro Mauro Bergonzi.[24]

Il 5 gennaio 2013, nella gara casalinga vinta per 2-1 contro il Cagliari, con la rete subita da Marco Sau ferma la sua imbattibilità in campionato a 512 minuti consecutivi, entrando comunque tra i primi dieci portieri della storia laziale col più lungo minutaggio d'imbattibilità.[25] Il 26 maggio 2013 vince la Coppa Italia battendo in finale la Roma per 1-0.[26]

Il 18 agosto 2013 perde la Supercoppa italiana 2013 contro la Juventus subendo 4 gol.[27] Il 19 settembre 2013 durante la gara di Europa League Lazio-Legia Varsavia, indossa per la prima volta la fascia di capitano. Il 20 maggio 2015 perde la finale di Coppa Italia dove la Lazio viene sconfitta dalla Juventus per 2-1.[28] La quinta stagione si apre l'8 agosto 2015, giocando da titolare e perdendo la Supercoppa italiana 2015, per 2-0, contro i Campioni d'Italia della Juventus.[29] Il 17 maggio 2017 perde la sua seconda finale di Coppa Italia poiché la sua squadra viene superata, per 2-0, dalla Juventus.[30] Nel febbraio del 2017 viene messo fuori rosa dalla sua squadra[31]: la società non ha mai chiarito in modo ufficiale le motivazioni, giustificate dai frequenti problemi fisici e, nonostante sia circolata anche un'ipotesi di reintegro, Marchetti non ha più disputato un incontro ufficiale fino alla scadenza del suo contratto[32].

Genoa[modifica | modifica wikitesto]

A luglio 2018 passa al Genoa a parametro zero[33] e l'11 agosto fa il suo esordio a difesa della porta dei grifoni in occasione della vittoria casalinga (4-0) contro il Lecce valida per il terzo turno di Coppa Italia. In campionato gioca da titolare le prime 4 gare prima di essere sostituito da Ionuț Radu.[34] Nella stagione successiva viene relegato al ruolo di terzo portiere.[34]

Nel settembre 2020 ritorna ad essere provvisoriamente titolare, in sostituzione di Perin colpito dal COVID-19.[35] Il 27 settembre torna dunque a giocare una partita, in cui subisce 6 reti da parte del Napoli.[36] Tuttavia gioca soltanto questa gara, ammalandosi anch'egli successivamente di COVID-19 e guarendo poco tempo dopo, proprio insieme al compagno Perin, il quale torna ad essere tra i pali.[37] Gioca altre 3 partite nel corso della stagione.

Il 26 maggio 2022, viene ufficializzato il suo addio alla squadra dopo quattro anni.[38]

Spezia[modifica | modifica wikitesto]

Dopo esser rimasto svincolato per alcuni mesi, il 21 gennaio 2023 Marchetti viene tesserato dallo Spezia, di nuovo in Serie A.[39] Fa il suo esordio con gli aquilotti il 19 febbraio successivo, subentrando all'infortunato Bartłomiej Drągowski al 25' del match di campionato contro la Juventus, poi terminato con una sconfitta per 0-2;[40] il portiere veneto torna così a disputare un incontro della massima serie a un anno e mezzo dall'ultima volta.[41][42]

Ħamrun Spartans[modifica | modifica wikitesto]

Terminata la sua esperienza in Liguria, il 4 luglio 2023 Marchetti si accorda ufficialmente con l'Ħamrun Spartans, squadra della massima serie maltese, con cui sottoscrive un contratto annuale.[43] Nell'occasione, ritrova l'allenatore Luciano Zauri, suo ex compagno di squadra alla Lazio.[43] Esordisce con la squadra maltese nella partita di andata del primo turno di qualificazione della Champions League, giocata in casa contro il Maccabi Haifa e persa per 0-4.

Nazionale[modifica | modifica wikitesto]

Il 6 giugno 2009, a 26 anni,[44] esordisce in nazionale, convocato dal CT Marcello Lippi, giocando da titolare nella partita amichevole Italia-Irlanda del Nord (3-0) disputata a Pisa.[45] Nel corso del 2009 diventa il secondo portiere della nazionale alle spalle di Gianluigi Buffon e l'anno successivo viene convocato per il Mondiale 2010.

Il 14 giugno 2010 esordisce nel Mondiale in Sudafrica sostituendo l'infortunato Buffon all'inizio del secondo tempo di Italia-Paraguay (1-1), prima partita del girone. In seguito, vista l'indisponibilità del portiere titolare, viene schierato dall'inizio per le successive partite del 1º turno contro Nuova Zelanda (1-1) e Slovacchia (sconfitta per 3-2).

Torna nel giro della nazionale nel 2013 con il CT Cesare Prandelli, che lo inserisce nella lista dei convocati per la Confederations Cup in Brasile.[46] Torna in campo con la nazionale l'11 giugno 2013, subentrando al posto di Salvatore Sirigu all'inizio del secondo tempo della partita amichevole contro Haiti (2-2) disputata a Rio de Janeiro.

Il 22 marzo 2015, dopo quasi due anni di assenza dalla nazionale, con l'infortunio di Mattia Perin, viene convocato dal CT Antonio Conte per le partite contro Inghilterra e Bulgaria.[47]

Viene convocato sempre da Conte come terzo portiere per l'Europeo 2016 in Francia, senza tuttavia scendere in campo.[48]

Statistiche[modifica | modifica wikitesto]

Presenze e reti nei club[modifica | modifica wikitesto]

Statistiche aggiornate al 7 aprile 2024.

Stagione Squadra Campionato Coppe nazionali Coppe continentali Altre coppe Totale
Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Pres Reti
2002-2003 Bandiera dell'Italia Pro Vercelli C2 34+2[49] -52 + 0[49] CI-C 0 0 - - - - - - 36 -52
2003-gen. 2004 Bandiera dell'Italia Crotone C1 0 0 CI-C 3 -5 - - - - - - 3 -5
gen.-giu. 2004 Bandiera dell'Italia Treviso B 0 0 CI - - - - - - - - 0 0
2004-gen. 2005 Bandiera dell'Italia Torino B 1 -1 CI 0 0 - - - - - - 1 -1
gen.-giu. 2005 Bandiera dell'Italia Pro Vercelli C2 13 -17 CI-C - - - - - - - - 13 -17
Totale Pro Vercelli 47+2 -69 + 0 0 0 - - - - 49 -69
2005-2006 Bandiera dell'Italia Biellese C2 28+2[49] -39 + 0[49] - - - - - - - - - 30 -39
2006-2007 Bandiera dell'Italia AlbinoLeffe B 13 -20 CI 0 0 - - - - - - 13 -20
2007-2008 B 32+4[50] -28 + -4[50] CI 1 -1 - - - - - - 37 -33
Totale AlbinoLeffe 45+4 -48 + -4 1 -1 - - - - 50 -53
2008-2009 Bandiera dell'Italia Cagliari A 35 -41 CI 1 0 - - - - - - 36 -41
2009-2010 A 33 -48 CI 1 -1 - - - - - - 34 -49
2010-2011 A 0 0 CI 0 0 - - - - - - 0 0
Totale Cagliari 68 -89 2 -1 - - - - 70 -90
2011-2012 Bandiera dell'Italia Lazio A 31 -37 CI 1 -3 UEL 7[51] -8 - - - 39 -48
2012-2013 A 33 -32 CI 3 -2 UEL 10[51] -6 - - - 46 -40
2013-2014 A 21 -29 CI 0 0 UEL 4 -6 SI 1 -4 26 -39
2014-2015 A 30 -29 CI 0 0 - - - - - - 30 -29
2015-2016 A 29 -39 CI 0 0 UCL+UEL 0+5 -7 SI 1 -2 35 -48
2016-2017 A 17 -22 CI 1 -1 - - - - - - 18 -23
2017-2018 A 0 0 CI 0 0 UEL 0 0 SI 0 0 0 0
Totale Lazio 161 -188 5 -6 26 -27 2 -6 194 -227
2018-2019 Bandiera dell'Italia Genoa A 4 -10 CI 2 -3 - - - - - - 6 -13
2019-2020 A 0 0 CI 0 0 - - - - - - 0 0
2020-2021 A 4 -11 CI 2 -2 - - - - - - 6 -13
2021-2022 A 0 0 CI 1 -2 - - - - - - 1 -2
Totale Genoa 8 -21 5 -7 - - - - 13 -27
gen.-giu. 2023 Bandiera dell'Italia Spezia A 1 -2 CI - - - - - - - - 1 -2
2023-2024 Bandiera di Malta Hamrun Spartans PL 6 -4 CM 3 -2 UCL+UECL 2[52]+4[52] -6[52] + -9[52] SM 1 0 16 -21
Totale carriera 376 -468 16 -19 32 -42 3 -6 427 -535

Cronologia presenze e reti in nazionale[modifica | modifica wikitesto]

Cronologia completa delle presenze e delle reti in nazionale ― Italia
Data Città In casa Risultato Ospiti Competizione Reti Note
6-6-2009 Pisa Italia Bandiera dell'Italia 3 – 0 Bandiera dell'Irlanda del Nord Irlanda del Nord Amichevole -
14-10-2009 Parma Italia Bandiera dell'Italia 3 – 2 Bandiera di Cipro Cipro Qual. Mondiali 2010 -2
18-11-2009 Cesena Italia Bandiera dell'Italia 1 – 0 Bandiera della Svezia Svezia Amichevole -
3-3-2010 Monaco Italia Bandiera dell'Italia 0 – 0 Bandiera del Camerun Camerun Amichevole -
5-6-2010 Ginevra Svizzera Bandiera della Svizzera 1 – 1 Bandiera dell'Italia Italia Amichevole -1
14-6-2010 Città del Capo Italia Bandiera dell'Italia 1 – 1 Bandiera del Paraguay Paraguay Mondiali 2010 - 1º turno - Ingresso al 46’ 46’
20-6-2010 Nelspruit Italia Bandiera dell'Italia 1 – 1 Bandiera della Nuova Zelanda Nuova Zelanda Mondiali 2010 - 1º turno -1
24-6-2010 Johannesburg Slovacchia Bandiera della Slovacchia 3 – 2 Bandiera dell'Italia Italia Mondiali 2010 - 1º turno -3
11-6-2013 Rio de Janeiro Italia Bandiera dell'Italia 2 – 2 Bandiera di Haiti Haiti Amichevole -2 Ingresso al 46’ 46’
14-8-2013 Roma Italia Bandiera dell'Italia 1 – 2 Bandiera dell'Argentina Argentina Amichevole - Ingresso al 54’ 54’
15-10-2013 Napoli Italia Bandiera dell'Italia 2 – 2 Bandiera dell'Armenia Armenia Qual. Mondiali 2014 -2
Totale Presenze 11 Reti -11

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Lazio: 2012-2013
Ħamrun Spartans: 2023

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ 36 (-52) se si comprendono le presenze nei play-out.
  2. ^ 30 (-39) se si comprendono le presenze nei play-out.
  3. ^ 49 (-52) se si comprendono le presenze nei play-off.
  4. ^ Il vocabolario dei telecronisti faziosi, su sportmediaset.mediaset.it, 24 settembre 2012. URL consultato il 30 aprile 2015 (archiviato dall'url originale il 28 ottobre 2012).
  5. ^ Lorena Cacciatore è mamma. Sesso e nome del bebè: “Parto doloroso”, su gossipetv.com, 27 settembre 2021. URL consultato il 27 settembre 2021.
  6. ^ Marchetti abituato alle svolte del destino, in La Gazzetta dello Sport, RCS MediaGroup S.p.A., 16 giugno 2010. URL consultato il 12 novembre 2016.
  7. ^ Marchetti, sfida al passato: quando il Torino perse il talento del portiere di Bassano, in IlPortiere.com. URL consultato il 12 novembre 2016 (archiviato dall'url originale il 13 novembre 2016).
  8. ^ Mostra natiche, viene squalificato, su tgcom24.mediaset.it, mediaset.it, 30 maggio 2006. URL consultato il 16 marzo 2012 (archiviato dall'url originale il 14 agosto 2014).
  9. ^ Lazio, c'è Marchetti: l'uomo che visse due volte, su calciomercato.com, 14 giugno 2011. URL consultato il 18 ottobre 2023.
  10. ^ Bari-Cagliari 0-1: I rossoblù strappano la prima vittoria grazie ad un "nuovo" Nenè, su goal.com, 23 settembre 2009. URL consultato il 29 luglio 2011.
  11. ^ Niccolò Schirru, Marchetti miglior portiere della Serie A 2008/2009, su tuttocagliari.net, 22 ottobre 2009. URL consultato il 18 ottobre 2023.
  12. ^ Giampaolo Gaias, Comunicato ufficiale del Cagliari - "Cercheremo di accontentare Marchetti. Se parte, Agazzi sarà il titolare", su tuttocagliari.net, 27 luglio 2010. URL consultato il 18 ottobre 2023.
  13. ^ Bisoli: Marchetti? Grande professionista, in Corriere dello Sport, 1º settembre 2010. URL consultato il 2 settembre 2010 (archiviato dall'url originale il 2 aprile 2015).
  14. ^ Marchetti: "Ho sperato nell'opportunità Samp" Tuttomercatoweb.com
  15. ^ Cagliari, Cellino contro Marchetti: "Doveva parlare con me" Tuttomercatoweb.com
  16. ^ Ag.Marchetti: "Da Cellino parole gravi" Tuttomercatoweb.com
  17. ^ Cellino: "Bozzo? Non lo conosco e non ho nulla da dirgli" Tuttomercatoweb.com
  18. ^ Marchetti, l'agente attacca Cellino: "Ingiusto l'atteggiamento punitivo" Tuttomercatoweb.com
  19. ^ Il sindaco di Cassola: "Federico, siamo con te" Tuttomercatoweb.com
  20. ^ Calciomercato Lazio, comunicato ufficiale su Lulic, Marchetti e Konko | CALCIOMERCATO.IT, su calciomercato.it. URL consultato il 31 dicembre 2011 (archiviato dall'url originale il 3 dicembre 2013).
  21. ^ Per Marchetti maglia n°. 22 in Campionato e n°. 83 in Europa League, 8 settembre 2011. URL consultato il 31 dicembre 2011 (archiviato il 2 aprile 2015).
  22. ^ Marchetti, stop fino a dopo sosta, in Corriere dello Sport, 12 dicembre 2011. URL consultato il 31 dicembre 2011 (archiviato dall'url originale il 2 dicembre 2013).
  23. ^ Lazio: fuori 4 giornate a Marchetti, 3 a Dias, Gazzetta dello Sport, 30 aprile 2012
  24. ^ Marchetti squalificato 4 giornate per la spinta all'arbitro Bergonzi Archiviato il 1º maggio 2012 in Internet Archive., Unione Sarda, 30 aprile 2012
  25. ^ Le pagelliadi, è arrivata la Befana! Archiviato l'8 giugno 2019 in Internet Archive., Globalist.it, 6 gennaio 2013.
  26. ^ Coppa Italia, Roma-Lazio 0-1: Lulic regala il sesto trofeo ai biancocelesti, in La Repubblica, 26 maggio 2013. URL consultato il 26 maggio 2013.
  27. ^ Juventus 4 - 0 Lazio soccerway.com
  28. ^ Juventus, in bacheca la decima Coppa Italia! Lazio freddata da mitra Matri, in tuttomercatoweb, 30 maggio 2015.
  29. ^ La Juventus conquista la Supercoppa TIM, su legaseriea.it, 8 agosto 2015. URL consultato il 9 agosto 2015 (archiviato dall'url originale il 9 agosto 2015).
  30. ^ Juventus Lazio 2-0, Coppa Italia ai bianconeri, 17 maggio 2017. URL consultato il 17 maggio 2017.
  31. ^ Lazio, che fine ha fatto Marchetti? Lui ci scherza su: "Allenamenti e... briscola con Djordjevic!", su gianlucadimarzio.com, 14 febbraio 2018. URL consultato il 18 ottobre 2023.
  32. ^ Calciomercato, Lazio-Marchetti idea reintegro, Corriere dello Sport, 5 gennaio 2018.
  33. ^ Genoa, c'è Marchetti: ha firmato un biennale, su gazzetta.it, 5 giugno 2018. URL consultato il 13 agosto 2018.
  34. ^ a b Marchetti, dall'oblio a titolare: Tarzan non molla, su gazzetta.it. URL consultato il 26 settembre 2020.
  35. ^ Perin positivo alla Covid-19, Napoli-Genoa slitta alle 18. Gli altri giocatori tutti negativi al primo tampone, su ilsecoloxix.it, 26 settembre 2020. URL consultato il 27 settembre 2020.
  36. ^ Il Napoli e il Milan restano a punteggio pieno, su it.uefa.com, 27 settembre 2020. URL consultato il 28 settembre 2020.
  37. ^ Marco Barbaliscia, Genoa, Marchetti: "Finalmente negativo! Il Coronavirus non è una banale influenza" (FOTO), su lazionews.eu, 12 ottobre 2020. URL consultato il 29 ottobre 2020.
  38. ^ Raffaello Lapadula, Genoa via alla rivoluzione: svincolati Destro, Sirigu, Masiello e Marchetti, su calcioinpillole.com, 26 maggio 2022. URL consultato l'11 agosto 2022.
  39. ^ Ufficiale | Federico Marchetti è un nuovo calciatore dello Spezia, su acspezia.com. URL consultato il 21 gennaio 2023.
  40. ^ Spezia-Juventus 0-2, ma gli acquilotti sono vivi - Liguria, su ansa.it, 19 febbraio 2023. URL consultato il 30 aprile 2023.
  41. ^ Antonio Torrisi, Dragowski ko al 24': Marchetti torna in Serie A dopo quasi 2 anni, su goal.com, 19 febbraio 2023. URL consultato il 29 aprile 2023.
  42. ^ Spezia-Juve, il quarantenne Marchetti in campo dopo un anno e mezzo, su gazzetta.it, 19 febbraio 2023. URL consultato il 19 febbraio 2023.
  43. ^ a b (EN) V. Camilleri, Watch: Ħamrun Spartans complete the signing of former Italy goalkeeper Federico Marchetti, in SportsDesk, 4 luglio 2023. URL consultato il 5 luglio 2023.
  44. ^ Otto novità tra i convocati per l'amichevole Italia-Irlanda del Nord Archiviato il 31 maggio 2009 in Internet Archive. Figc.it
  45. ^ Guido Guenci, Amichevoli Internazionali - L'Italia di riserva mette in crisi Lippi, su it.eurosport.yahoo.com, 7 giugno 2009. URL consultato il 16 dicembre 2021 (archiviato dall'url originale il 12 giugno 2009).
  46. ^ Inviata alla FIFA la lista per la Confederations Cup: c'è anche Barzagli Archiviato l'8 giugno 2013 in Internet Archive. Figc.it
  47. ^ Nazionale, Perin ko. Convocato Marchetti Archiviato il 2 aprile 2015 in Internet Archive. corrieredellosport.it
  48. ^ Inizia il ‘Sogno Azzurro’: su Rai 1 ufficializzata la lista dei convocati per l’Europeo, 31 maggio 2016. URL consultato il 31 maggio 2015 (archiviato dall'url originale il 3 giugno 2016).
  49. ^ a b c d Play-out.
  50. ^ a b Play-off.
  51. ^ a b Una presenza nei turni preliminari.
  52. ^ a b c d Nei turni preliminari.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]