Marco Parolo

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Marco Parolo
20150616 - Portugal - Italie - Genève - Marco Parolo.jpg
Parolo, nel 2015, con la maglia della nazionale italiana.
Nazionalità Italia Italia
Altezza 184[1] cm
Peso 75[1] kg
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo Centrocampista
Squadra Lazio
Carriera
Giovanili
1996-1998non conosciuta Torino Club
1998-2001non conosciuta Soccer Boys
2001-2004Como
Squadre di club1
2004-2005Como31 (3)[2]
2005-2007Pistoiese52 (3)
2007Chievo0 (0)
2007-2008Foligno 29 (3)[3]
2008-2009Verona32 (4)
2009-2012Cesena104 (11)
2012-2014Parma72 (11)
2014-Lazio135 (23)
Nazionale
2011-Italia Italia36 (0)
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate al 23 settembre 2018

Marco Parolo (Gallarate, 25 gennaio 1985) è un calciatore italiano, centrocampista della Lazio, di cui è vice-capitano, e della nazionale italiana.

Caratteristiche tecniche[modifica | modifica wikitesto]

È un centrocampista centrale abile sia nel gioco d'attacco sia nella fase difensiva.[4]

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Inizi[modifica | modifica wikitesto]

Cresciuto calcisticamente nel Como, in seguito al fallimento della società comasca passa a titolo gratuito alla Pistoiese[5] dove milita per due anni. Viene quindi riscattato dal Chievo[6] che lo cede per un biennio in terza serie, prima al Foligno di Pierpaolo Bisoli dove inizia a farsi notare dagli addetti ai lavori, sfiorando con gli umbri la promozione in cadetteria,[7] e successivamente al Verona.

Cesena[modifica | modifica wikitesto]

Dopo la stagione trascorsa tra le file degli scaligeri, i clivensi risolvono la compartecipazione in loro favore[8] e, successivamente, girano il calciatore in prestito al Cesena dove ritrova Bisoli, l'allenatore che lo aveva lanciato nel palcoscenico calcistico nazionale.

Durante la stagione 2009-2010 a 24 anni esordisce in Serie B e va in rete il 17 ottobre 2009 in Cesena-Brescia (2-0), il 9 gennaio 2010 in Cesena-Piacenza (3-0) (segnando una doppietta)[9], il 16 gennaio 2010 in Reggina-Cesena (1-3)[10], ed il 30 maggio 2010, segnando il gol decisivo nella partita Piacenza-Cesena (0-1), permettendo alla sua squadra la promozione alla Serie A, categoria dalla quale mancava da 19 stagioni[11]. Viste le ottime prestazioni del centrocampista lombardo la società cesenate decide di acquistare metà del suo cartellino[12].

Debutta in Serie A il 28 agosto 2010, a 25 anni, nella partita in trasferta contro la Roma terminata 0-0.[13] Un mese dopo segna il suo primo gol in serie A contro il Napoli, partita poi terminata 1-4 per i partenopei. Il 22 giugno 2011 il calciatore viene riscattato interamente dal Cesena[14], e rimane a Cesena anche per la stagione successiva.

Il 20 novembre 2011 segna, con un tiro da fuori area, il gol partita nella trasferta contro il Bologna.[15]

Parma[modifica | modifica wikitesto]

Nel luglio 2012 si trasferisce al Parma in prestito, con diritto di riscatto (circa 4 milioni di euro) a favore della società ducale.[16] Segna il primo gol con la maglia gialloblu il 16 settembre, nella sconfitta contro il Napoli (3-1).[17] Al termine della stagione, il club emiliano esercita il riscatto.[18] Il 25 settembre 2013 contribuisce alla vittoria per 4-3 contro l'Atalanta, mettendo a segno due reti.[19] Il 27 ottobre si ripete nella partita con il Milan, vinta 3-2 dal Parma.[20] Nel girone di ritorno segna altri gol decisivi contro Sassuolo e Napoli.[21][22] Con 8 reti in 36 presenze risulta una pedina importante dei ducali che ottengono sul campo la qualificazione europea, poi revocata a tavolino.[23]

Lazio[modifica | modifica wikitesto]

Parolo, nel 2018, con la maglia della Lazio.

All'apertura della sessione estiva di mercato del 2014, passa a titolo definitivo alla Lazio.[24] In biancoceleste non tarda a mettersi in mostra, segnando diversi gol: il 25 gennaio 2015 realizza una doppietta contro il Milan, permettendo ai romani di vincere per 3-1.[25][26] Sceso in campo nella finale di Coppa Italia contro la Juventus[27], contribuisce al raggiungimento del terzo posto in campionato.[28] Espulso nell'ultima giornata (nella gara contro il Napoli, in cui sblocca il punteggio) si vede comminare un turno di squalifica[28], che sconta in occasione della Supercoppa italiana (dove la sua squadra è nuovamente battuta dai bianconeri).[29] Il 18 agosto esordisce nelle coppe continentali, giocando contro il Bayer Leverkusen nei play-off di Champions League.[30] Il 26 novembre segna invece il primo gol in campo internazionale, andando a bersaglio contro il Dnipro in Europa League.[31] Nel derby capitolino del 3 aprile 2016, mette a segno l'unico punto laziale (il finale è di 4-1 per la Roma).[32]

Il 18 gennaio 2017, in Lazio-Genoa di Coppa Italia, disputa la centesima partita con il club.[33] Il successivo 5 febbraio, in occasione della vittoria per 6-2 contro il Pescara, entra nella storia della Serie A diventando il primo centrocampista centrale a segnare una quaterna.[34][35] Disputa anche in questa stagione la finale della coppa nazionale, con lo stesso esito del 2015: le Aquile si arrendono alla Juventus, venendo battute per 2-0.[36] Al debutto ufficiale della stagione 2017-18, vince il suo primo trofeo: la Supercoppa italiana, che la Lazio contende vittoriosamente agli stessi piemontesi.[37] Una settimana più tardi, disputa la centesima gara in A con i colori biancocelesti: la circostanza è la partita di campionato contro la Spal, terminata senza gol.[38]

Nazionale[modifica | modifica wikitesto]

Parolo, nel 2015, con la maglia della nazionale italiana nella partita di qualificazione a Euro 2016 contro l'Azerbaigian

Nel maggio 2004 viene convocato da Paolo Berrettini nell'Under-19, in vista delle tre partite con Israele, Bielorussia e Repubblica Ceca, dove però non viene impiegato.

Il 20 marzo 2011 ottiene la prima convocazione nella nazionale maggiore ad opera di Cesare Prandelli, in vista del doppio impegno contro Slovenia ed Ucraina. Il 29 marzo 2011, a 26 anni, fa il suo esordio in maglia azzurra nell'amichevole Ucraina-Italia (0-2) giocata a Kiev, subentrando al posto di Claudio Marchisio.[39] Dopo due anni e mezzo, il 10 novembre 2013 viene nuovamente convocato da Prandelli, in vista del doppio impegno contro Germania e Nigeria.[40] Scende in campo controgli africani, il 18 novembre, subentrando a Thiago Motta nel corso del secondo tempo (partita terminata 2-2).

Viene inserito nella lista dei 23 convocati per il Mondiale 2014, per il quale gli viene assegnata la maglia numero 18. Fa il suo esordio nella prima partita del girone Italia-Inghilterra (2-1) subentrando ad Antonio Candreva al 78º minuto.[41] Gioca il secondo tempo (subentrando a Mario Balotelli) nell'ultima partita del girone, persa 1-0 contro l'Uruguay, che determina l'eliminazione della nazionale.[42]

Fa poi parte con continuità del gruppo azzurro sotto la gestione del CT Antonio Conte, che il 31 maggio 2016 lo convoca per gli Europei 2016 in Francia.[43] L'esordio in tale competizione arriva il 13 giugno successivo in occasione della 1ª partita della fase a gironi vinta, per 0-2, contro il Belgio. L'avventura però termina ai quarti di finale, quando la nazionale italiana viene battuta dalla Germania ai calci di rigore, durante i quali il centrocampista lombardo mette a segno il proprio tiro dal dischetto.[44]

Statistiche[modifica | modifica wikitesto]

Presenze e reti nei club[modifica | modifica wikitesto]

Statistiche aggiornate al 23 settembre 2018.

Stagione Squadra Campionato Coppe nazionali Coppe continentali Altre coppe Totale
Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Pres Reti
2004-2005 Italia Como C1 31+2[45] 3 CI+CI-C 3+0 0 - - - - - - 36 3
2005-2006 Italia Pistoiese C1 24 1 CI+CI-C 0 0 - - - - - - 24 1
2006-2007 C1 28 2 CI+CI-C 0 0 - - - - - - 28 2
Totale Pistoiese 52 3 - - - - - - 52 3
2007-2008 Italia Foligno C1 29+2[46] 3+0 CI-C 0 0 - - - - - - 31 3
2008-2009 Italia Verona 1D 32 4 CI+CI-LP 0 0 - - - - - - 32 4
2009-2010 Italia Cesena B 36 5 CI 0 0 - - - - - - 36 5
2010-2011 A 37 5 CI 1 0 - - - - - - 38 5
2011-2012 A 31 1 CI 3 0 - - - - - - 34 1
Totale Cesena 104 11 4 0 - - - - 108 11
2012-2013 Italia Parma A 36 3 CI 1 0 - - - - - - 37 3
2013-2014 A 36 8 CI 2 0 - - - - - - 38 8
Totale Parma 72 11 3 0 - - - - 75 11
2014-2015 Italia Lazio A 34 10 CI 6 1 - - - - - - 40 11
2015-2016 A 31 3 CI 0 0 UCL+UEL 2[47]+7 0+3 SI 0 0 40 6
2016-2017 A 34 5 CI 4 0 - - - - - - 38 5
2017-2018 A 31 4 CI 3 0 UEL 8 2 SI 1 0 43 6
2018-2019 A 5 1 CI 0 0 UEL 0 0 - - - 5 1
Totale Lazio 135 23 13 1 17 5 1 0 166 29
Totale carriera 459 58 23 1 17 5 1 0 500 64

Cronologia presenze e reti in nazionale[modifica | modifica wikitesto]

Cronologia completa delle presenze e delle reti in nazionale ― Italia
Data Città In casa Risultato Ospiti Competizione Reti Note
29-3-2011 Kiev Ucraina Ucraina 0 – 2 Italia Italia Amichevole - Ingresso al 88’ 88’
18-11-2013 Londra Nigeria Nigeria 2 – 2 Italia Italia Amichevole - Ingresso al 53’ 53’
31-5-2014 Londra Irlanda Irlanda 0 – 0 Italia Italia Amichevole - Ingresso al 37’ 37’
4-6-2014 Perugia Italia Italia 1 – 1 Lussemburgo Lussemburgo Amichevole - Ingresso al 86’ 86’
14-6-2014 Manaus Inghilterra Inghilterra 1 – 2 Italia Italia Mondiali 2014 - 1º turno - Ingresso al 79’ 79’
24-6-2014 Natal Italia Italia 0 – 1 Uruguay Uruguay Mondiali 2014 - 1º turno - Ingresso al 46’ 46’
4-9-2014 Bari Italia Italia 2 – 0 Paesi Bassi Paesi Bassi Amichevole - Ingresso al 67’ 67’
18-11-2014 Genova Italia Italia 1 – 0 Albania Albania Amichevole -
31-3-2015 Torino Italia Italia 1 – 1 Inghilterra Inghilterra Amichevole -
12-6-2015 Spalato Croazia Croazia 1 – 1 Italia Italia Qual. Euro 2016 - Ammonizione al 53’ 53’
16-6-2015 Ginevra Italia Italia 0 – 1 Portogallo Portogallo Amichevole - Ingresso al 76’ 76’
3-9-2015 Firenze Italia Italia 1 – 0 Malta Malta Qual. Euro 2016 - Ingresso al 55’ 55’
6-9-2015 Palermo Italia Italia 1 – 0 Bulgaria Bulgaria Qual. Euro 2016 -
10-10-2015 Baku Azerbaigian Azerbaigian 1 – 3 Italia Italia Qual. Euro 2016 -
13-11-2015 Bruxelles Belgio Belgio 3 – 1 Italia Italia Amichevole - Uscita al 60’ 60’
17-11-2015 Bologna Italia Italia 2 – 2 Romania Romania Amichevole - Ingresso al 70’ 70’
24-3-2016 Udine Italia Italia 1 – 1 Spagna Spagna Amichevole - Ammonizione al 69’ 69’, Uscita al 89’ 89’
29-3-2016 Monaco di Baviera Germania Germania 4 – 1 Italia Italia Amichevole - Ingresso al 68’ 68’
29-5-2016 Ta' Qali Italia Italia 1 – 0 Scozia Scozia Amichevole - Ingresso al 62’ 62’
6-6-2016 Verona Italia Italia 2 – 0 Finlandia Finlandia Amichevole -
13-6-2016 Lione Belgio Belgio 0 – 2 Italia Italia Euro 2016 - 1º turno -
17-6-2016 Tolosa Italia Italia 1 – 0 Svezia Svezia Euro 2016 - 1º turno -
27-6-2016 Saint-Denis Italia Italia 2 – 0 Spagna Spagna Euro 2016 - Ottavi -
2-7-2016 Bordeaux Germania Germania 1 – 1 dts
(6 - 5 dcr)
Italia Italia Euro 2016 - Quarti -
1-9-2016 Bari Italia Italia 1 – 3 Francia Francia Amichevole -
5-9-2016 Haifa Israele Israele 1 – 3 Italia Italia Qual. Mondiali 2018 -
6-10-2016 Torino Italia Italia 1 – 1 Spagna Spagna Qual. Mondiali 2018 - Ammonizione al 49’ 49’, Uscita al 76’ 76’
9-10-2016 Skopje Macedonia Macedonia 2 – 3 Italia Italia Qual. Mondiali 2018 - Ingresso al 64’ 64’, Ammonizione al 70’ 70’
15-11-2016 Milano Italia Italia 0 – 0 Germania Germania Amichevole -
28-3-2017 Amsterdam Paesi Bassi Paesi Bassi 1 – 2 Italia Italia Amichevole -
6-10-2017 Torino Italia Italia 1 – 1 Macedonia Macedonia Qual. Mondiali 2018 - Ammonizione al 69’ 69’
9-10-2017 Scutari Albania Albania 0 – 1 Italia Italia Qual. Mondiali 2018 -
10-11-2017 Solna Svezia Svezia 1 – 0 Italia Italia Qual. Mondiali 2018 -
13-11-2017 Milano Italia Italia 0 – 0 Svezia Svezia Qual. Mondiali 2018 -
23-3-2018 Manchester Argentina Argentina 2 – 0 Italia Italia Amichevole - Uscita al 61’ 61’
27-3-2018 Londra Inghilterra Inghilterra 1 – 1 Italia Italia Amichevole -
Totale Presenze 36 Reti 0

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Lazio: 2017

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b Marco PAROLO, su sslazio.it.
  2. ^ 33 (3) se si comprendono anche i play-out.
  3. ^ 31 (3) se si comprendono anche i play-off.
  4. ^ Jacopo Manfredi, Italia-Francia 1-3, Ventura stecca la prima, su repubblica.it, 1º settembre 2016.
  5. ^ UFFICIALE: Pistoiese, arrivano anche Parolo e Criniti, Tuttomercatoweb.com, 23 agosto 2005.
  6. ^ UFFICIALE: Pistoiese, l'esito delle comproprietà, Tuttomercatoweb.com, 20 giugno 2007.
  7. ^ Foligno, sulla scia di Parolo dove nascono i grandi, su corrieredellosport.it, 14 dicembre 2011 (archiviato dall'url originale il 26 settembre 2015).
  8. ^ UFFICIALE: Chievo-Hellas, risolte tre comproprietà, Tuttomercatoweb.com, 23 giugno 2009.
  9. ^ Cesena - Piacenza 3-0[collegamento interrotto], Cesenacalcio.it, 9 gennaio 2010.
  10. ^ Reggina - Cesena 1-3[collegamento interrotto], Cesenacalcio.it, 16 gennaio 2010.
  11. ^ Piacenza-Cesena 0-1, Piacenzacalcio.it, 30 maggio 2010.
  12. ^ UFFICIALE: Cesena, riscattata la metà di Parolo, Tuttomercatoweb.com, 22 giugno 2010. URL consultato il 30 ottobre 2013.
  13. ^ Roma 0-0 Cesema, Legaseriea.it, 28 agosto 2010.
  14. ^ Riscattato Marco Parolo, Cesenacalcio.it, 22 giugno 2011.
  15. ^ Bologna-Cesena 0-1[collegamento interrotto], Bolognafc.it, 20 novembre 2011.
  16. ^ Parolo: "Una grande squadra per ritornare a divertirmi", su repubblica.it, 17 luglio 2012.
  17. ^ Federico Sala, Festa Napoli, gioia Insigne il Parma non ha scampo, su repubblica.it, 16 settembre 2012.
  18. ^ UFFICIALE: Parma, riscattato il cartellino di Parolo - Tuttomercatoweb il 04/07/2013
  19. ^ Parma a suon di gol, Torino e Livorno si fanno rimontare, in la Repubblica, 26 settembre 2013, p. 67.
  20. ^ Enrico Currò, Milan, stavolta il finale è da incubi Balotelli sostituito: Uno come gli altri, in la Repubblica, 28 ottobre 2013, p. 25.
  21. ^ Andrea Tosi, Sassuolo-Parma 0-1, Parolo-gol. Malesani si salva, per ora..., su gazzetta.it, 2 marzo 2014.
  22. ^ Giacomo Luchini, Parma-Napoli 1-0: Parolo rilancia i ducali, Benitez dice addio al secondo posto, su repubblica.it, 6 aprile 2014.
  23. ^ Francesco Saverio Intorcia, Doppio Amauri, Parma in Europa, in la Repubblica, 19 maggio 2014, p. 32.
  24. ^ Marco Ercole e Giulio Cardone, Lazio scatenata sul mercato: dopo Parolo trattativa col Parma anche per Paletta, su repubblica.it, 5 giugno 2014.
  25. ^ Enrico Currò, Milan, un solo tempo la Lazio rimonta e si prende il match Inzaghi ora rischia, in la Repubblica, 25 gennaio 2015, p. 56.
  26. ^ Roberto Pinna, Fantacalcio, Lazio: Parolo, è il momento buono per schierarlo..., su gazzetta.it, 26 gennaio 2015.
  27. ^ Jacopo Manfredi, Coppa Italia, Lazio-Juventus 1-2: Matri regala il decimo trofeo ai bianconeri, su repubblica.it, 20 maggio 2015.
  28. ^ a b Marco Azzi, Lazio, l'ultima gioia vale la Champions Higuain butta via il rigore che vale tutto, in la Repubblica, 1º giugno 2015, p. 36.
  29. ^ Marco Ercole, Mister Pioli ritrova Lulic e Parolo per il Leverkusen, su roma.repubblica.it, 12 agosto 2015.
  30. ^ Nicola Berardino, Lazio-Bayer Leverkusen 1-0: Keita gol, Pioli più vicino alla Champions, su gazzetta.it, 18 agosto 2015.
  31. ^ Nicola Berardino, Europa League, Lazio-Dnipro 3-1: Pioli va ai sedicesimi e chiude primo, su gazzetta.it, 26 novembre 2015.
  32. ^ Davide Stoppini, Lazio-Roma 1-4, il derby è giallorosso. Apre El Shaarawy, chiude Perotti, su gazzetta.it, 3 aprile 2016.
  33. ^ Marco Parolo a quota 100 presenze, su lazionews.eu, 19 gennaio 2017.
  34. ^ Fabrizio Bocca, Il capolavoro di Parolo cannoniere per caso sui resti del Pescara, in la Repubblica, 6 febbraio 2017, p. 35.
  35. ^ Almanacco illustrato del Calcio 2018, Modena, Panini Editore, 2017, pp. 382-383, ISBN 9771129338008.
  36. ^ Andrea Ghislandi, Juve-Lazio 2-0, i bianconeri vincono la Coppa Italia, su sportmediaset.mediaset.it, 17 maggio 2017.
  37. ^ Marco Ercole, Supercoppa alla Lazio con Immobile e Murgia Inzaghi è nella storia, in la Repubblica, 14 agosto 2017, p. 5.
  38. ^ Parolo recordman di presenze, su lanuovaferrara.gelocal.it, 20 agosto 2017.
  39. ^ Nazionale: novità Parolo nelle convocazioni per Slovenia e Ucraina soccermagazine.it
  40. ^ Nazionale, convocati Parolo e Criscito. A casa Aquilani
  41. ^ Italia - Inghilterra 2 - 1 parmatoday.it.
  42. ^ Italia ancora fuori dai mondiali al primo turno, passa l'Uruguay, blitzquotidiano.it, 6 marzo 2015. URL consultato il 5 febbraio 2017.
  43. ^ Inizia il ‘Sogno Azzurro’: su Rai 1 ufficializzata la lista dei convocati per l’Europeo, figc.it, 31 maggio 2016. URL consultato il 31 maggio 2015.
  44. ^ Euro 2016, Darmian tradisce l'Italia ai rigori: Germania in semifinale grazie a Neuer, eurosport.com, 2 luglio 2016. URL consultato il 3 luglio 2016.
  45. ^ Play-out.
  46. ^ Play-off.
  47. ^ Nel turno preliminare contro il Bayer Leverkusen.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]