Nicolò Barella

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Nicolò Barella
Fenerbahçe - Cagliari Calcio 20170807 (222) (cropped).jpg
Barella con il Cagliari nel 2017
Nazionalità Italia Italia
Altezza 172 cm
Peso 68 kg
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo Centrocampista
Squadra Inter
Carriera
Giovanili
2006-2015Cagliari
Squadre di club1
2014-2016Cagliari8 (0)
2016Como16 (0)
2016-2019Cagliari97 (7)
2019-Inter12 (1)
Nazionale
2012Italia Italia U-155 (0)
2012Italia Italia U-164 (0)
2013Italia Italia U-175 (0)
2014-2015Italia Italia U-188 (0)
2015-2016Italia Italia U-1916 (0)
2016-2017Italia Italia U-208 (0)
2017-2019Italia Italia U-219 (1)
2018-Italia Italia12 (3)
Palmarès
Transparent.png Europei di calcio Under-19
Argento Germania 2016
Transparent.png Mondiali di calcio Under-20
Bronzo Corea del Sud 2017
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate al 9 novembre 2019

Nicolò Barella (Cagliari, 7 febbraio 1997) è un calciatore italiano, centrocampista dell'Inter, in prestito dal Cagliari, e della nazionale italiana.

Caratteristiche tecniche[modifica | modifica wikitesto]

Premiato come miglior centrocampista italiano della classe '97 per due anni di fila (2012[1] e 2013[2]) e inserito dalla UEFA nella lista dei 50 osservati speciali per la stagione 2018-2019[3], Barella è un centrocampista polivalente in grado di adattarsi a qualsiasi ruolo del centrocampo, potendo essere impiegato come trequartista, mediano o mezzala.[4] Tra le sue maggiori qualità spiccano un'ottima visione di gioco e una notevole dinamicità e aggressività che lo portano a lottare su ogni pallone.[4] È dotato di un buon tiro dalla distanza ed è uno specialista dei calci da fermo.[4]

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Cagliari e prestito al Como[modifica | modifica wikitesto]

Scoperto da Gianfranco Matteoli nella Scuola Calcio Gigi Riva,[5] passa sin da giovanissimo nelle giovanili del Cagliari. Viene aggregato alla prima squadra nella stagione 2014-2015 e fa il suo esordio il 14 gennaio 2015, a 17 anni, nella partita di Coppa Italia contro il Parma persa 2-1 allo Stadio Tardini.[6] L'esordio in Serie A avviene il 4 maggio 2015, ancora una volta contro il Parma, nella partita vinta 4-0 dal Cagliari allo Stadio Sant'Elia,[7] dopodiché disputa anche le ultime due partite di campionato contro Cesena e Udinese.

Inizia la stagione successiva con il Cagliari, retrocesso in Serie B, ottenendo 5 presenze. Il 5 gennaio 2016 passa in prestito al Como[8] sempre in Serie B, dove viene schierato titolare e ottiene 16 presenze. L'esperienza termina tuttavia con la retrocessione del Como in Lega Pro.

Nell'estate 2016 torna quindi al Cagliari, neopromosso in Serie A. Complici anche gli infortuni di alcuni compagni, scala presto le gerarchie del reparto, affermandosi appena diciannovenne come titolare dell'undici rossoblù schierato dall'allenatore Rastelli. Ottiene 28 presenze in campionato e contribuisce da protagonista alla salvezza del Cagliari.

Il 17 settembre 2017, all'inizio della stagione 2017-2018, realizza il suo primo gol in carriera e in Serie A nella partita vinta 2-0 in casa della SPAL.[9] Il 17 dicembre dello stesso anno, nella gara esterna contro la Roma, diventa il più giovane calciatore a indossare la fascia da capitano nella storia del Cagliari, a soli 20 anni, 10 mesi e 9 giorni, battendo il record che apparteneva a Nicola Murru.[10] Termina la sua seconda stagione da titolare nella massima serie realizzando 6 reti in 34 gare di campionato.

Il 24 febbraio 2019, nella partita contro la Sampdoria persa 1-0, raggiunge le 100 presenze con la maglia rossoblu. Al termine della stagione, Barella diventa il giocatore con il numero più alto di palloni recuperati (253) della Serie A 2018-2019[5] e vince il Premio Bulgarelli come miglior centrocampista della stagione.[11]

Inter[modifica | modifica wikitesto]

Il 12 luglio 2019 passa all'Inter[12] in prestito oneroso a 12 milioni di euro con obbligo di riscatto fissato a 25 milioni, più bonus fino a un massimo di 12 milioni.[13] Esordisce con la maglia dell'Inter il 26 agosto successivo, entrando nella ripresa della 1ª partita di campionato vinta per 4-0 sul Lecce.[14] Il 17 settembre esordisce nelle coppe europee, nella partita della fase a gironi di Champions League contro lo Slavia Praga (1-1), nella quale realizza il suo primo gol con l'Inter dopo essere subentrato nel secondo tempo.[15] Divenuto presto titolare, il 9 novembre realizza il suo primo gol in Serie A con l'Inter, con un tiro da fuori area nei minuti finali che decide la gara interna contro il Verona (2-1).[16]

Nazionale[modifica | modifica wikitesto]

Nazionali giovanili[modifica | modifica wikitesto]

Ha giocato in tutte le nazionali giovanili, a partire dall'Under-15.

Con l'Under-19 nel 2016 ha preso parte all'Europeo Under-19 disputato in Germania, arrivando al secondo posto.[17]

Nel 2017 con l'Under-20 partecipa al Mondiale Under-20 in Corea del Sud. A seguito di una frattura al polso rimediata nella seconda partita della fase a gironi, vinta dagli Azzurrini per 2-0 contro il Sudafrica, è costretto ad abbandonare la competizione che l'Under-20 chiude al terzo posto.[18]

Esordisce con l'Under-21 guidata da Di Biagio il 1º settembre 2017, giocando da titolare nella partita amichevole Spagna-Italia (3-0) disputata a Toledo.[19] Dopo il passaggio alla nazionale maggiore viene richiamato in Under-21 nel giugno 2019 per disputare l’Europeo Under-21 in Italia,[20] nel quale realizza un gol nell'ultima partita della fase a gironi vinta contro il Belgio, che tuttavia non permette agli Azzurrini di qualificarsi per la semifinale.

Nazionale maggiore[modifica | modifica wikitesto]

Viene chiamato per la prima volta in nazionale dal CT Ventura, nell'ottobre 2017, per sostituire l'infortunato Marco Verratti nelle ultime 2 partite del girone di qualificazione al Mondiale 2018, nelle quali non viene impiegato.[21] Il 10 ottobre 2018, all'età di 21 anni, debutta durante la gestione del CT Roberto Mancini, venendo schierato dal 1' nella partita amichevole disputata contro l'Ucraina a Genova (1-1). Il 23 marzo 2019 realizza il suo primo gol in nazionale, nel match casalingo vinto per 2-0 contro la Finlandia a Udine, valido per le qualificazioni all'Europeo 2020.[22][23]

Statistiche[modifica | modifica wikitesto]

Presenze e reti nei club[modifica | modifica wikitesto]

Statistiche aggiornate al 9 novembre 2019.

Stagione Squadra Campionato Coppe nazionali Coppe continentali Altre coppe Totale
Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Pres Reti
2014-2015 Italia Cagliari A 3 0 CI 1 0 - - - - - - 4 0
2015-gen. 2016 B 5 0 CI 0 0 - - - - - - 5 0
gen.-giu. 2016 Italia Como B 16 0 CI 0 0 - - - - - - 16 0
2016-2017 Italia Cagliari A 28 0 CI 2 0 - - - - - - 30 0
2017-2018 A 34 6 CI 1 0 - - - - - - 35 6
2018-2019 A 35 1 CI 3 0 - - - - - - 38 1
Totale Cagliari 105 7 7 0 - - - - 112 7
2019-2020 Italia Inter A 12 1 CI 0 0 UCL 4 1 - - - 16 2
Totale carriera 133 8 7 0 4 1 - - 144 9

Cronologia presenze e reti in nazionale[modifica | modifica wikitesto]

Cronologia completa delle presenze e delle reti in nazionale ― Italia
Data Città In casa Risultato Ospiti Competizione Reti Note
10-10-2018 Genova Italia Italia 1 – 1 Ucraina Ucraina Amichevole - Uscita al 78’ 78’
14-10-2018 Chorzów Polonia Polonia 0 – 1 Italia Italia UEFA Nations League 2018-2019 - 1º turno -
17-11-2018 Milano Italia Italia 0 – 0 Portogallo Portogallo UEFA Nations League 2018-2019 - 1º turno -
20-11-2018 Genk Italia Italia 1 – 0 Stati Uniti Stati Uniti Amichevole - Uscita al 75’ 75’
23-3-2019 Udine Italia Italia 2 – 0 Finlandia Finlandia Qual. Euro 2020 1
8-6-2019 Atene Grecia Grecia 0 – 3 Italia Italia Qual. Euro 2020 1
11-6-2019 Torino Italia Italia 2 – 1 Bosnia ed Erzegovina Bosnia ed Erzegovina Qual. Euro 2020 -
5-9-2019 Erevan Armenia Armenia 1 – 3 Italia Italia Qual. Euro 2020 - Ammonizione al 59’ 59’, Uscita al 69’ 69’
8-9-2019 Tampere Finlandia Finlandia 1 – 2 Italia Italia Qual. Euro 2020 -
12-10-2019 Roma Italia Italia 2 – 0 Grecia Grecia Qual. Euro 2020 - Uscita al 87’ 87’
15-11-2019 Zenica Bosnia ed Erzegovina Bosnia ed Erzegovina 0 – 3 Italia Italia Qual. Euro 2020 -
18-11-2019 Palermo Italia Italia 9 – 1 Armenia Armenia Qual. Euro 2020 1
Totale Presenze 12 Reti 3
Cronologia completa delle presenze e delle reti in nazionale ― Italia Under-21
Data Città In casa Risultato Ospiti Competizione Reti Note
1-9-2017 Toledo Spagna Under-21 Spagna 3 – 0 Italia Italia Under-21 Amichevole - Uscita al 76’ 76’
4-9-2017 Cittadella Italia Under-21 Italia 4 – 1 Slovenia Slovenia Under-21 Amichevole - Uscita al 46’ 46’
14-11-2017 Frosinone Italia Under-21 Italia 3 – 2 Russia Russia Under-21 Amichevole -
22-3-2018 Perugia Italia Under-21 Italia 1 – 1 Norvegia Norvegia Under-21 Amichevole -
27-3-2018 Novi Sad Serbia Under-21 Serbia 0 – 1 Italia Italia Under-21 Amichevole - Uscita al 65’ 65’
25-5-2018 Estoril Portogallo Under-21 Portogallo 3 – 2 Italia Italia Under-21 Amichevole - Uscita al 82’ 82’
16-6-2019 Bologna Italia Under-21 Italia 3 – 1 Spagna Spagna Under-21 Europeo Under-21 2019 - 1º turno -
19-6-2019 Bologna Italia Under-21 Italia 0 – 1 Polonia Polonia Under-21 Europeo Under-21 2019 - 1º turno -
22-6-2019 Reggio Emilia Belgio Under-21 Belgio 1 – 3 Italia Italia Under-21 Europeo Under-21 2019 - 1º turno 1 Uscita al 90’ 90’
Totale Presenze 9 Reti 1

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Nicolò Barella miglior centrocampista d'Italia classe 97, su tuttocagliari.net, 31 ottobre 2012. URL consultato il 9 agosto 2016 (archiviato dall'url originale il 12 ottobre 2016).
  2. ^ La Giovane Italia, premiati i talenti del futuro, su sport.sky.it, 1º ottobre 2013. URL consultato il 9 agosto 2016.
  3. ^ (EN) UEFA.com, 50 for the future: UEFA.com's ones to watch for 2018/19, su UEFA.com, 24 luglio 2018. URL consultato il 15 novembre 2019.
  4. ^ a b c Cagliari, dopo Zola anche Festa lancia Barella, lo Steven Gerrard sardo, su gazzetta.it, 8 maggio 2015. URL consultato il 25 luglio 2015.
  5. ^ a b Barella ha scelto. Da Riva a LeBron, ecco chi è il jolly che vuole Conte, su gazzetta.it, 5 giugno 2019. URL consultato il 20 giugno 2019.
  6. ^ Barella: "Ho cercato di dare il massimo", su cagliaricalcio.com, 14 gennaio 2015. URL consultato il 13 luglio 2019.
  7. ^ Barella: "Crediamoci ancora", su cagliaricalcio.com, 5 maggio 2015. URL consultato il 13 luglio 2019.
  8. ^ Nicolò Barella al Como, su cagliaricalcio.com, 5 gennaio 2016. URL consultato il 14 maggio 2018.
  9. ^ Spal-Cagliari 0-2: decidono Barella e Joao Pedro, su gazzetta.it, 17 settembre 2017. URL consultato il 14 maggio 2018.
  10. ^ 20 anni, 10 mesi e 9 giorni, Barella il Capitano più giovane della storia del Cagliari, su blogcagliaricalcio1920.net. URL consultato il 18 dicembre 2017.
  11. ^ Barella eletto miglior centrocampista della stagione, su gazzetta.it, 28 maggio 2019. URL consultato il 19 luglio 2019.
  12. ^ Nicolò Barella è un nuovo giocatore dell'Inter, su inter.it, 12 luglio 2019.
  13. ^ Inter, è fatta per Barella! Operazione da 45 milioni, oggi le visite e la firma, su gazzetta.it, 11 luglio 2019.
  14. ^ Capolavori di Brozo, Sensi e Candreva, Lukaku fa esplodere S. Siro: per la prima di Conte è subito grande Inter, su gazzetta.it, 26 agosto 2019.
  15. ^ Inter, brutto esordio: Barella riacciuffa lo Slavia al 92', su gazzetta.it, 17 settembre 2019.
  16. ^ Barella, una magia cancella i tanti errori. Lukaku fa arrabbiare San Siro, su La Gazzetta dello Sport - Tutto il rosa della vita. URL consultato il 9 novembre 2019.
  17. ^ Barella, secondo posto agli Europei, su cagliaricalcio.com, 24 luglio 2016. URL consultato il 17 luglio 2019.
  18. ^ Barella, che sfortuna!, su cagliaricalcio.com, 24 maggio 2017. URL consultato il 17 luglio 2019.
  19. ^ Esordio in U21 per Barella e Romagna, su cagliaricalcio.com, 1º settembre 2017. URL consultato il 17 luglio 2019.
  20. ^ Europei Under 21, i 23 convocati del c.t. Di Biagio, su gazzetta.it. URL consultato il 6 giugno 2019.
  21. ^ Barella convocato in Nazionale, su cagliaricalcio.com, 1º ottobre 2017. URL consultato il 17 luglio 2019.
  22. ^ Sky Sport, Barella-Kean, Finlandia stesa dalla giovane Italia, su sport.sky.it. URL consultato il 23 marzo 2019 (archiviato dall'url originale il 23 marzo 2019).
  23. ^ Italia, gol di Barella: di Astori l’ultima rete cagliaritana in azzurro, su gazzetta.it. URL consultato il 23 marzo 2019.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]