Roberto Gagliardini

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Roberto Gagliardini
Roberto Gagliardini 01.JPG
Gagliardini con l'Atalanta nel 2016
Nazionalità Italia Italia
Altezza 188 cm
Peso 77 kg
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo Centrocampista
Squadra Inter
Carriera
Giovanili
2001-2014Atalanta
Squadre di club1
2013-2014Atalanta0 (0)
2014Cesena19 (1)[1]
2014-2015Spezia14 (1)
2015-2016Vicenza16 (1)
2016-2017Atalanta14 (0)
2017-Inter137 (16)
Nazionale
2014-2015Italia Italia U-205 (2)
2015-2017Italia Italia U-216 (0)
2017-Italia Italia7 (0)
Palmarès
Transparent.png Europei di calcio Under-21
Bronzo Polonia 2017
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate al 15 maggio 2022

Roberto Gagliardini (Bergamo, 7 aprile 1994) è un calciatore italiano, centrocampista dell'Inter e della nazionale italiana.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Ha iniziato a giocare a calcio a Dalmine, la sua città d'infanzia.

Caratteristiche tecniche[modifica | modifica wikitesto]

Soprannominato Duracell dai compagni di squadra,[2] Gagliardini è un interno di centrocampo che abbina ottime doti fisiche e tecniche a una buona capacità di lettura del gioco.[3][4]

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Gagliardini con l'Atalanta nell'ottobre 2016

Atalanta e i prestiti al Cesena, Spezia e Vicenza[modifica | modifica wikitesto]

Prodotto del vivaio dell'Atalanta,[5] dove arriva a 7 anni per giocare nei Pulcini, esordisce tra i professionisti il 4 dicembre 2013 contro il Sassuolo (2-0 per i nerazzurri), partita valida per i sedicesimi di finale di Coppa Italia.[6] Il 17 gennaio 2014 passa a titolo temporaneo al Cesena, in Serie B.[7] Esordisce con i romagnoli cinque giorni dopo contro il Varese (1-3 il finale), subentrando al 73' al posto di Guido Marilungo. Sua è la terza rete siglata dai bianconeri.[8] Trova molto spazio nelle gerarchie di mister Bisoli contribuendo alla promozione del club in massima serie.[9]

Il 1º settembre 2014 passa in prestito con diritto di riscatto allo Spezia in Serie B.[5] Nel corso della stagione ottiene 14 presenze in campionato, essendo più volte bloccato da problemi fisici.[10][11]

Il 30 luglio 2015 passa al Vicenza in Serie B, in prestito con diritto di riscatto e controriscatto a favore dell'Atalanta.[12] Il 28 gennaio 2016, dopo aver ottenuto 16 presenze e realizzato 1 gol nella prima parte del campionato, le due società si accordano per la risoluzione del prestito e Gagliardini torna all'Atalanta.[13] Dopo cinque mesi senza presenze in partite ufficiali, fa il suo esordio in Serie A il 15 maggio 2016, a 22 anni, giocando da titolare nell'ultima giornata di campionato, sul campo del Genoa.[14][15] Nella stagione successiva gioca frequentemente da titolare, totalizzando 13 presenze in campionato fino a gennaio 2017.

Inter[modifica | modifica wikitesto]

Dopo aver collezionato 16 presenze totali con la squadra bergamasca, l'11 gennaio 2017 viene ceduto all'Inter in prestito biennale con obbligo di riscatto;[16] secondo fonti giornalistiche, l'accordo tra le due società sarebbe stato trovato sulla base di 2 milioni di euro per il prestito e altri 20 milioni al momento del riscatto[17] (avvenuto alla prima presenza del giocatore nella stagione 2017-2018).[18] Gagliardini firma un contratto da 1,5 milioni l'anno fino al 2021 e sceglie la maglia numero 5.[19] Fa il suo esordio in maglia nerazzurra tre giorni dopo, nella gara vinta in casa per 3-1 contro il Chievo.[20][21] Segna la sua prima rete in Serie A il 5 marzo nella gara vinta fuori casa per 1-5 contro il Cagliari con un tiro dalla distanza.[22] Utilizzato come titolare, termina la stagione con 18 presenze e 2 reti in campionato.

Nella stagione 2017-2018 viene schierato titolare come centrale di centrocampo dall'allenatore Luciano Spalletti. Ottiene 30 presenze in campionato e, seppur lui non avesse giocato una stagione positiva,[23][24][25] l'Inter raggiunge il 4º posto e si qualifica per la successiva edizione della Champions League.

All'inizio della stagione successiva, Gagliardini viene escluso dalla lista Champions dell'Inter per ragioni di fair play finanziario.[26] Il 3 novembre 2018 sigla la sua prima doppietta della carriera nella partita di campionato vinta per 5-0 contro il Genoa.[27] Va a segno anche il 10 marzo 2019 segnando il definitivo 2-0 contro la Spal,[28] per poi segnare un'altra doppietta al Genoa il 3 aprile, contribuendo così al successo per 0-4 dei nerazzurri.[29] In questa stagione viene utilizzato con meno continuità, ma realizza 5 gol in campionato in 19 presenze.

All'inizio della sua quarta stagione all'Inter, il 17 settembre 2019, fa il suo esordio nelle coppe europee, nella partita contro lo Slavia Praga (1-1) valevole per la fase a giorni di Champions League.[30] Nonostante le prestazioni non sempre positive,[31] visti anche gli infortuni dei compagni di reparto, trova spazio con l'allenatore Antonio Conte (in particolare nel post-lockdown)[32] e realizza 4 gol nel campionato terminato al 2º posto. All’ultima giornata di campionato raggiunge quota 100 presenze complessive con la maglia dell’Inter nel successo per 0-2 contro l'Atalanta.[33] Disputa da titolare la finale di Europa League, persa 3-2 contro il Siviglia a Colonia.

Nella stagione 2020-2021 vince il suo primo campionato italiano, collezionando 28 presenze e mettendo a segno 3 gol.

Nella stagione seguente fa il suo esordio in Serie A nella vittoria casalinga per 6-1 contro il Bologna, subentrando a Marcelo Brozović, e trova la maglia da titolare nella sconfitta esterna contro la Lazio per 3-1.[34][35] Il 12 gennaio 2022, pur non giocando, vince il suo secondo trofeo con l'Inter, la Supercoppa italiana, battendo per 2-1 la Juventus dopo i tempi supplementari.[36] Nel corso della stagione vince anche la Coppa Italia, battendo in finale ancora la Juventus, in una gara terminata 4-2 per i nerazzurri dopo i tempi supplementari; anche in questo caso Gagliardini non scende in campo.[37]

Nazionale[modifica | modifica wikitesto]

Nazionali giovanili[modifica | modifica wikitesto]

Tra il 2014 e il 2015 ha ottenuto 5 presenze con la maglia della nazionale Under-20, con la quale ha realizzato 2 gol.

Il 12 agosto 2015 esordisce con la nazionale Under-21 guidata da Di Biagio, subentrando al posto di Verre al 60' della partita amichevole contro l'Ungheria disputata a Telki.[38] Viene convocato per l'Europeo Under-21 2017 in Polonia, dove l'Italia viene eliminata in semifinale dalla Spagna per 3-1, partita nella quale viene espulso per somma di ammonizioni.[39]

Nazionale maggiore[modifica | modifica wikitesto]

Riceve la prima convocazione in nazionale A il 7 novembre 2016 da parte del CT Ventura, in sostituzione dell'infortunato Marchisio, per la partita di qualificazione al Mondiale 2018 contro il Liechtenstein e l'amichevole contro la Germania.[40] Debutta il 28 marzo 2017, a 22 anni, sostituendo Daniele De Rossi al 37º del primo tempo della partita amichevole vinta 2-1 contro l'Olanda all'Amsterdam ArenA.[41]

Statistiche[modifica | modifica wikitesto]

Presenze e reti nei club[modifica | modifica wikitesto]

Statistiche aggiornate al 15 maggio 2022.

Stagione Squadra Campionato Coppe nazionali Coppe continentali Altre coppe Totale
Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Pres Reti
2013-gen. 2014 Italia Atalanta A 0 0 CI 1 0 - - - - - - 1 0
gen.-giu. 2014 Italia Cesena B 19+2[42] 1+0[42] CI - - - - - - - - 21 1
2014-2015 Italia Spezia B 14 1 CI 0 0 - - - - - - 14 1
2015-gen. 2016 Italia Vicenza B 16 1 CI 3 0 - - - - - - 19 1
gen.-giu. 2016 Italia Atalanta A 1 0 CI - - - - - - - - 1 0
2016-gen. 2017 A 13 0 CI 1 0 - - - - - - 14 0
Totale Atalanta 14 0 2 0 - - - - 16 0
gen.-giu. 2017 Italia Inter A 18 2 CI 1 0 UEL - - - - - 19 2
2017-2018 A 30 0 CI 2 0 - - - - - - 32 0
2018-2019 A 19 5 CI 2 0 UCL[43]+UEL - - - - - 21 5
2019-2020 A 24 4 CI 0 0 UCL+UEL 4+4 0 - - - 32 4
2020-2021 A 28 3 CI 1 0 UCL 4 0 - - - 33 3
2021-2022 A 18 2 CI 1 0 UCL 5 0 SI 0 0 24 2
Totale Inter 137 16 7 0 17 0 0 0 161 16
Totale carriera 202 19 12 0 17 0 0 0 231 19

Cronologia presenze e reti in nazionale[modifica | modifica wikitesto]

Cronologia completa delle presenze e delle reti in nazionale ― Italia
Data Città In casa Risultato Ospiti Competizione Reti Note
28-3-2017 Amsterdam Paesi Bassi Paesi Bassi 1 – 2 Italia Italia Amichevole - Ingresso al 37’ 37’
6-10-2017 Torino Italia Italia 1 – 1 Macedonia Macedonia Qual. Mondiali 2018 - Uscita al 75’ 75’
9-10-2017 Scutari Albania Albania 0 – 1 Italia Italia Qual. Mondiali 2018 -
27-3-2018 Londra Inghilterra Inghilterra 1 – 1 Italia Italia Amichevole - Ingresso al 79’ 79’
7-9-2018 Bologna Italia Italia 1 – 1 Polonia Polonia UEFA Nations League 2018-2019 - 1º turno -
20-11-2018 Genk Italia Italia 1 – 0 Stati Uniti Stati Uniti Amichevole - Ingresso al 76’ 76’
11-11-2020 Firenze Italia Italia 4 – 0 Estonia Estonia Amichevole -
Totale Presenze 7 Reti 0
Cronologia completa delle presenze e delle reti in nazionale ― Italia Under-21
Data Città In casa Risultato Ospiti Competizione Reti Note
12-8-2015 Telki Ungheria Under-21 Ungheria 0 – 0 Italia Italia Under-21 Amichevole - Ingresso al 60’ 60’
10-8-2016 San Benedetto del Tronto Italia Under-21 Italia 0 – 0 Albania Albania Under-21 Amichevole - Ingresso al 75’ 75’
18-6-2017 Cracovia Danimarca Under-21 Danimarca 0 – 2 Italia Italia Under-21 Europeo Under-21 2017 - 1º turno -
21-6-2017 Tychy Rep. Ceca Under-21 Rep. Ceca 3 – 1 Italia Italia Under-21 Europeo Under-21 2017 - 1º turno - Ingresso al 75’ 75’
24-6-2017 Cracovia Italia Under-21 Italia 1 – 0 Germania Germania Under-21 Europeo Under-21 2017 - 1º turno -
27-6-2017 Cracovia Italia Under-21 Italia 1 – 3 Spagna Spagna Under-21 Europeo Under-21 2017 - Semifinale - Yellow card.svgYellow card.svgRed card.svg 50’, 58’
Totale Presenze 6 Reti 0

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Competizioni giovanili[modifica | modifica wikitesto]

Atalanta: 2007-2008

Competizioni nazionali[modifica | modifica wikitesto]

Inter: 2020-2021
Inter: 2021
Inter: 2021-2022

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ 21 (1) se si comprendono i play-off.
  2. ^ Inter, parla Gagliardini: 'Ecco perché mi chiamano Duracell. Skriniar impressionante. Sulla 5...', su Calciomercato.com | Tutte le news sul calcio in tempo reale. URL consultato il 10 marzo 2019.
  3. ^ Avellino, ecco chi è Gagliardini: potrebbe essere lui il colpo, su tuttoavellino.it, 24 giugno 2015.
  4. ^ Roberto Gagliardini all'Avellino,Taccone: "È fatta", su avellino-calcio.it, 25 giugno 2015.
  5. ^ a b Mercato: Roberto Gagliardini è un nuovo giocatore delle Aquile, su acspezia.com, 1º settembre 2014. URL consultato il 13 agosto 2020.
  6. ^ Atalanta - Sassuolo 2-0, su transfermarkt.it.
  7. ^ UFFICIALE: Atalanta: Marilungo e Gagliardini al Cesena, su tuttomercatoweb.com. URL consultato il 29 febbraio 2016 (archiviato dall'url originale il 9 marzo 2014).
  8. ^ Varese - Cesena 1-3, su transfermarkt.it.
  9. ^ UFFICIALE: Spezia, dall'Atalanta arriva Gagliardini, su tuttomercatoweb.com, 1º settembre 2014.
  10. ^ Spezia: da valutare la posizione di Gagliardini, su tuttob.com.
  11. ^ Spezia, Gagliardini: “La mia stagione condizionata dagli infortuni”, su seriebnews.com.
  12. ^ Gagliardini in prestito al Vicenza, su atalanta.it, 29 luglio 2015. URL consultato il 14 gennaio 2020.
  13. ^ Roberto Gagliardini all'Atalanta, su atalanta.it, 29 gennaio 2016. URL consultato il 14 gennaio 2020.
  14. ^ Genoa-Atalanta 1-2, il tabellino: gol di D'Alessandro, Pavoletti e Kurtic, su gazzetta.it, 15 maggio 2016. URL consultato il 19 gennaio 2017.
  15. ^ Serie A Atalanta, per Gagliardini esordio contro il Genoa, su tuttosport.com, 13 maggio 2016. URL consultato il 19 gennaio 2017.
  16. ^ Roberto Gagliardini è nerazzurro!, su inter.it, 11 gennaio 2017.
  17. ^ Inter-Gagliardini, adesso è tutto ufficiale. "Un sogno che si avvera", su gazzetta.it, 11 gennaio 2017.
  18. ^ Inter, il mercato a bilancio: plusvalenze da 44 milioni, 33,5 milioni per Gabigol, su calcioefinanza.it, 27 ottobre 2017.
  19. ^ Gagliardini: "Inter grande occasione, spero di ritagliarmi un posto", su sportmediaset.mediaset.it, 11 gennaio 2017.
  20. ^ Jacopo Gerna, Inter-Chievo 3-1: gol di Pellissier, Icardi, Perisic ed Eder, su gazzetta.it, 14 gennaio 2017. URL consultato il 19 gennaio 2017.
  21. ^ Inter, Gagliardini: "Il mio esordio? È stato un turbinio di emozioni...", su gazzetta.it, 14 gennaio 2017. URL consultato il 19 gennaio 2017.
  22. ^ E poi c'è il Gaglia: gol e polenta per Cattelan, su sport.sky.it, 5 marzo 2017. URL consultato il 6 marzo 2017.
  23. ^ Inter, Gagliardini in clima derby: "Milan tra le prime 4? Meglio di no" | Goal.com, su goal.com. URL consultato il 10 marzo 2019.
  24. ^ Mercato, Gagliardini ‘fermo al palo’: a gennaio non si muove, l’Inter ci riflette per giugno, su Tribuna.com. URL consultato il 10 marzo 2019.
  25. ^ Il Giorno su Gagliardini: "Si capisce perché nelle gerarchie di Spalletti...", su FC Inter 1908, 7 ottobre 2017. URL consultato il 10 marzo 2019.
  26. ^ Inter, lista Champions: fuori Gagliardini, Dalbert e Joao Mario, su gazzetta.it. URL consultato il 3 novembre 2018.
  27. ^ Gagliardini: "Avevo bisogno di questa partita". Joao Mario: "Ringrazio i tifosi per la fiducia", su gazzetta.it. URL consultato il 3 novembre 2018.
  28. ^ Serie A Inter-Spal 2-0, il tabellino, su corrieredellosport.it. URL consultato il 4 aprile 2019.
  29. ^ L'Inter dilaga a Marassi: 4-0 sul Genoa, altra doppietta di Gagliardini - TUTTOmercatoWEB.com, su tuttomercatoweb.com. URL consultato il 4 aprile 2019.
  30. ^ Inter Slavia Praga 1-1: gol e highlights della partita. Barella salva i nerazzurri al 92', su sport.sky.it. URL consultato il 13 agosto 2020.
  31. ^ Gagliardini e la traversa impossibile, è il simbolo del flop delle riserve, su gazzetta.it. URL consultato il 13 agosto 2020.
  32. ^ Gagliardini inamovibile nell'Inter post lockdown, Genoa il bersaglio preferito, su inter-news.it, 23 luglio 2020. URL consultato il 13 agosto 2020.
  33. ^ Le vittorie in trasferta e i clean sheet: Inter-Atalanta, all you need to know, su inter.it. URL consultato il 13 agosto 2020.
  34. ^ Sky Sport, Inter-Bologna 6-1. HIGHLIGHTS, su sport.sky.it. URL consultato il 20 ottobre 2021.
  35. ^ Sky Sport, La Lazio ribalta 3-1 l'Inter, primo ko per Inzaghi, su sport.sky.it. URL consultato il 20 ottobre 2021.
  36. ^ Festa Inter in Supercoppa: Sanchez punisce la Juve al 121'!, su gazzetta.it, 12 gennaio 2022.
  37. ^ L'Inter batte 4-2 la Juve e vince la Coppa Italia: decisiva la doppietta di Perisic, su gazzetta.it, 11 maggio 2022.
  38. ^ Ungheria U21 - Italia U21 0-0, su transfermarkt.it.
  39. ^ Europei U21, Spagna-Italia 3-1: Saul spegne il sogno degli azzurrini, su repubblica.it, 27 giugno 2017. URL consultato il 4 aprile 2019.
  40. ^ Marchisio lascia il ritiro. Ventura convoca Izzo e Gagliardini, su figc.it, 7 novembre 2011. URL consultato il 19 gennaio 2017 (archiviato dall'url originale l'8 novembre 2016).
  41. ^ Olanda-Italia 1-2: Eder e Bonucci trascinano i debuttanti, su repubblica.it, 28 marzo 2017. URL consultato il 4 aprile 2019.
  42. ^ a b Play-off.
  43. ^ Non inserito in lista UEFA.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]