Kevin Lasagna

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Kevin Lasagna
Kevin Lasagna Udinese.JPG
Lasagna con l'Udinese nel 2017
Nazionalità Italia Italia
Altezza 181 cm
Peso 80 kg
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo Attaccante
Squadra Verona
Carriera
Giovanili
1998-2005non conosciuta US Sambenedettina
2005-2009Chievo
2009-2011Suzzara
Squadre di club1
2011-2012Governolese32 (21)
2012-2013Cerea35 (7)
2013-2014Este33 (21)
2014-2017Carpi108 (24)[1]
2017-2021Udinese118 (30)
2021-Verona19 (2)
Nazionale
2018-Italia Italia7 (0)
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate al 23 maggio 2021

Kevin Lasagna (San Benedetto Po, 10 agosto 1992) è un calciatore italiano, attaccante del Verona, in prestito dall'Udinese.

Caratteristiche tecniche[modifica | modifica wikitesto]

È un attaccante mancino dalle discrete qualità tecniche[2][3] e dotato di una grande velocità in campo aperto[4]; tra le sue migliori qualità vi sono l'attacco della profondità[5][6] e un buon diagonale mancino[4][7], mentre risulta deficitario sul piano della finalizzazione[8][9][10][11].

Predilige il ruolo di seconda punta in formazioni votate ad un gioco di contropiede[12], a causa delle sue difficoltà contro difese schierate[4][13]; ha espresso il meglio del suo gioco di fianco a compagni dalla grande capacità nel gioco di sponda[14] come Jeremy Mbakogu a Carpi e Stefano Okaka ad Udine.[15]

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Gli inizi[modifica | modifica wikitesto]

Dopo quattro anni nelle giovanili del ChievoVerona, passa al Suzzara e poi alla Governolese, nel campionato di Promozione. Nel 2012 viene acquistato dal Cerea, squadra con la quale disputa la stagione 2012-13, collezionando 35 presenze e 7 reti nel terzo girone di Serie D. Passa quindi all'Este, anch'essa militante in quarta serie,[16] dove disputa un'ottima stagione con 21 gol in 33 partite.

Carpi[modifica | modifica wikitesto]

Le sue prestazioni attirano l'interesse del direttore sportivo del Carpi Cristiano Giuntoli,[17] che decide di comprarne il cartellino per 75.000 euro.[18] Debutta con la maglia biancorossa in amichevole contro il Parma il 23 agosto 2014, segnando al debutto la rete del definitivo 1-1.[19] Debutta invece nel campionato di Serie B il 13 settembre, mettendo a referto un assist nel pareggio per 1-1 a Crotone.[20][21] Il tecnico Fabrizio Castori crede in lui e, nonostante la giovane età e la mancanza di esperienza nel calcio professionistico, lo schiera spesso. La scelta di Castori si rivela azzeccata, tanto che le ottime prestazioni di Lasagna, condite da 5 reti e 3 assist, contribuiranno alla storica promozione dei biancorossi in Serie A.[22][23] Lasagna segna il suo primo gol da professionista il 16 novembre 2014 al 94' nel successo al Cabassi per 5-2 contro il Cittadella,[24] mentre la sua prima doppietta da professionista arriva il 28 marzo 2015 nella vittoria in trasferta per 2-1 contro il Vicenza.[25]

Diventato presto il beniamino dei tifosi carpigiani, gli viene assegnato il soprannome KL15 e dedicato un coro.[26][27][28]

Il 23 agosto 2015 esordisce con il Carpi in massima serie nella sconfitta per 5-2 sul campo della Sampdoria.[29] Il 24 gennaio 2016 segna il suo primo gol in Serie A, permettendo al Carpi di pareggiare per 1-1 al 92' contro l'Inter a San Siro.[30] Il 3 febbraio si ripete contro la Fiorentina nella partita persa al Franchi per 2-1.[31] Il 12 febbraio 2016 realizza il momentaneo pareggio nella sconfitta interna per 3-1 contro la Roma.[32] Il 20 marzo, su calcio di punizione, risulta decisivo per la vittoria per 2-1 allo Stadio Bentegodi contro il Verona.[33] Il 25 aprile segna contro l'Empoli il gol vincente all'85'.[34] Nonostante un grande girone di ritorno, il Carpi retrocede in Serie B all'ultima giornata da terzultimo e con un punto in meno del Palermo (38 contro 39). Limitatamente alla Serie A, Lasagna risulta essere il giocatore del Carpi con più presenze (36, di cui 8 da titolare e 28 partendo dalla panchina) e con più gol segnati (5, tutti da subentrato).[35] Il 18 ottobre successivo, rinnova fino al giugno 2020 con il club biancorosso.[36]

Durante la stagione 2016-2017 Lasagna resta al Carpi e lo trascina ai Play-off di Serie B mettendo a referto 5 assist e 14 gol,[37] diventando così capocannoniere stagionale della squadra.[38] Nei Play-off non brilla particolarmente, ma il Carpi riesce a raggiungere la doppia finale che vedrà i biancorossi sconfitti dal Benevento.[39] Lasagna gioca da titolare nello 0-0 dell'andata al Cabassi e subentra dalla panchina nel decisivo match di ritorno al Vigorito, perso per 1-0.

Udinese[modifica | modifica wikitesto]

Il 14 gennaio 2017 viene acquistato a titolo definitivo dall'Udinese per 4,5 milioni di euro più bonus, ma resta comunque in prestito alla squadra emiliana fino al giugno seguente.[40] Il 12 agosto 2017 sigla il suo primo gol in Coppa Italia proprio con la maglia dell'Udinese.[41] Segna il suo primo gol in Serie A con la maglia friulana il 17 settembre 2017 contro il Milan, nella sconfitta per 2-1 a San Siro.[42] Il 16 dicembre segna nuovamente a San Siro, questa volta contro l'Inter, nella vittoria per 1 a 3 per i bianconeri.[43] Durante il mese di dicembre trova un grande stato di forma, che gli permette di andare a segno per cinque partite consecutive eguagliando il record di Antonio Di Natale che resisteva dal maggio 2010.[44] Conclude il campionato con 12 gol segnati contribuendo alla salvezza della squadra. Nella stagione successiva indossa la fascia di capitano in diverse partite, dimezzando il bottino rispetto all'annata precedente.[45] Dopo la partenza di Valon Behrami, nell'estate 2019 diventa a tutti gli effetti il nuovo capitano della società friulana, venendo poi rimpiazzato nel novembre 2020 da Rodrigo de Paul.[46]

Verona[modifica | modifica wikitesto]

Il 26 gennaio 2021 viene ceduto in prestito con obbligo di riscatto condizionato al Verona.[47][48] Il primo gol arriva il 3 marzo seguente, nella vittoria per 3-0 in casa del Benevento.[49] Segna la sua seconda rete nella parita vinta per 2-0 contro il Cagliari[50]

Nazionale[modifica | modifica wikitesto]

Il 9 ottobre 2018 viene convocato per la prima volta dalla nazionale italiana dal CT Roberto Mancini, in sostituzione dell'infortunato Simone Zaza.[51] Debutta in nazionale il 14 ottobre 2018, a 26 anni, subentrando a Bernardeschi nel secondo tempo della partita contro la Polonia, e fornendo al 91' l'assist per il gol vittoria di Biraghi che evita la retrocessione dell’Italia nella Lega B della Nations League.[52]

Statistiche[modifica | modifica wikitesto]

Presenze e reti nei club[modifica | modifica wikitesto]

Statistiche aggiornate al 23 Maggio 2021.

Stagione Squadra Campionato Coppe nazionali Coppe continentali Altre coppe Totale
Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Pres Reti
2011-2012 Italia Governolese Prom 32 21 - - - - - - - - - 32 21
2012-2013 Italia Cerea D 35 7 CI-D 0 0 - - - - - - 35 7
2013-2014 Italia Este D 33 21 CI-D 0 0 - - - - - - 33 21
2014-2015 Italia Carpi B 30 5 CI 0 0 - - - - - - 30 5
2015-2016 A 36 5 CI 3 0 - - - - - - 39 5
2016-2017 B 42+5[53] 14 CI 0 0 - - - - - - 47 14
Totale Carpi 108+5 24 3 0 - - - - 116 24
2017-2018 Italia Udinese A 29 12 CI 3 2 - - - - - - 32 14
2018-2019 A 36 6 CI 1 0 - - - - - - 37 6
2019-2020 A 36 10 CI 3 2 - - - - - - 39 12
2020-gen. 2021 A 17 2 CI 1 0 - - - - - - 18 2
Totale Udinese 118 30 8 4 - - - - 126 34
gen.-giu. 2021 Italia Verona A 19 2 CI - - - - - - - - 19 2
Totale carriera 345+5 105 11 4 - - - - 361 109

Cronologia presenze e reti in nazionale[modifica | modifica wikitesto]

Cronologia completa delle presenze e delle reti in nazionale ― Italia
Data Città In casa Risultato Ospiti Competizione Reti Note
14-10-2018 Chorzów Polonia Polonia 0 – 1 Italia Italia UEFA Nations League 2018-2019 - 1º turno - Ingresso al 81’ 81’
17-11-2018 Milano Italia Italia 0 – 0 Portogallo Portogallo UEFA Nations League 2018-2019 - 1º turno - Ingresso al 74’ 74’
20-11-2018 Genk Italia Italia 1 – 0 Stati Uniti Stati Uniti Amichevole - Uscita al 86’ 86’
5-9-2019 Erevan Armenia Armenia 1 – 3 Italia Italia Qual. Euro 2020 - Ingresso al 83’ 83’
7-10-2020 Firenze Italia Italia 6 – 0 Moldavia Moldavia Amichevole - Ingresso al 75’ 75’
11-11-2020 Firenze Italia Italia 4 – 0 Estonia Estonia Amichevole - Uscita al 71’ 71’
18-11-2020 Sarajevo Bosnia ed Erzegovina Bosnia ed Erzegovina 0 – 2 Italia Italia UEFA Nations League 2020-2021 - 1º turno - Ingresso al 82’ 82’
Totale Presenze 7 Reti 0

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Carpi: 2014-2015

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ 113 (24) se si comprendono le presenze nei play-off.
  2. ^ Rinaldo Belleggia, Storia di sogno realizzato: il Carpi e la favola Kevin Lasagna, su Cesena Mio - Il blog, 9 marzo 2018. URL consultato il 2 maggio 2021.
  3. ^ La lunga rincorsa di Kevin Lasagna, su L'Ultimo Uomo, 18 settembre 2017. URL consultato il 2 maggio 2021.
  4. ^ a b c Andrea Riefolo, Benvenuti in A – Lo conoscevate Kevin Lasagna?, su Fantamagazine. URL consultato il 23 aprile 2021.
  5. ^ Calciomercato Verona: molto vicino l'acquisto di Lasagna, su Calcio d'Angolo, 20 gennaio 2021. URL consultato il 2 maggio 2021.
  6. ^ Verona, lo strano caso di Lasagna: dai gol sbagliati fino alla gestione di Juric | SOS Fanta, su sosfanta.calciomercato.com. URL consultato il 2 maggio 2021.
  7. ^ Lasagna: presagi mistici di un mancino atomico ‹ IL MOSTARDINO.IT, su ilmostardino.it. URL consultato il 2 maggio 2021.
  8. ^ Udinese, il problema di Lasagna. I gol sono un miraggio., su Aske Sport 24, 14 gennaio 2021. URL consultato il 2 maggio 2021.
  9. ^ Jacopo Azzolini, Lo sprecone Lasagna e l’anomalia Udinese: crea molto e raccoglie pochissimo, su Calcio News 24, 16 novembre 2020. URL consultato il 2 maggio 2021.
  10. ^ Verona, lo strano caso di Lasagna: dai gol sbagliati fino alla gestione di Juric, su sosfanta.calciomercato.com. URL consultato il 2 maggio 2021.
  11. ^ Sandro Caramazza, Calciomercato Verona: molto vicino l'acquisto di Lasagna, su Calcio d'Angolo, 20 gennaio 2021. URL consultato il 2 maggio 2021.
  12. ^ 'QUELLI CHE...' - Giordano: "L'Udinese è De Paul, Lasagna e contropiede. Inzaghi, niente calcoli da derby..." (AUDIO) | Radiosei -, su www.radiosei.it. URL consultato il 2 maggio 2021.
  13. ^ La lunga rincorsa di Kevin Lasagna, su L'Ultimo Uomo, 18 settembre 2017. URL consultato il 23 aprile 2021.
  14. ^ L’agente: “Lasagna? La coppia formata con Okaka è perfetta”, su Mondo Udinese. URL consultato il 2 maggio 2021.
  15. ^ La storia di Lasagna, dal notturno di Leno alla B, su web.archive.org, 26 gennaio 2016. URL consultato il 23 aprile 2021 (archiviato dall'url originale il 26 gennaio 2016).
  16. ^ Dagli sfottò ai gol a grappoli Il bomber che ha fatto cambiare i gusti culinari ai tifosi dell'Este, su mattinopadova.gelocal.it, 15 ottobre 2013. URL consultato il 20 ottobre 2016.
  17. ^ Kevin Lasagna, l’ultima bella scoperta del Carpi targato Giuntoli, su it.eurosport.com.
  18. ^ La storia di Kevin Lasagna: dalla Promozione alla Serie B, su transfermarkt.it.
  19. ^ Quando il Cabassi scoprì Lasagna, su ilmostardino.it.
  20. ^ Il Carpi si gode Lasagna Esordio in serie B e assist d’oro a Crotone, su gazzettadimantova.gelocal.it, 13 settembre 2014. URL consultato il 20 ottobre 2016.
  21. ^ Chi è Cristiano Giuntoli, il rivoluzionario che cambierà il calcio italiano, su linkiesta.it.
  22. ^ Maurizio Setti e Flavio Tosi, Bologna-Brescia 1-2, Morisini gol. Carpi, 5-2 al Cittadella e vetta solitaria, su gazzetta.it, 15 novembre 2014. URL consultato il 20 ottobre 2016.
  23. ^ Serie B, il Carpi vola con Super Lasagna. Panucci k.o. a Bologna, su gazzetta.it, 28 marzo 2015. URL consultato il 20 ottobre 2016.
  24. ^ Carpi devastante: 5-2 al Cittadella e primato con 28 punti. In gol anche Lasagna, su ilmostardino.it. URL consultato il 6 giugno 2017.
  25. ^ Lasagna alimenta la fame del Carpi: 2-1 a Vicenza e +13 sul terzo posto, su ilmostardino.it. URL consultato il 6 giugno 2017.
  26. ^ Carpi show: la favola di Kevin Lasagna, su calciomercato.com, 15 novembre 2014. URL consultato il 22 ottobre 2016.
  27. ^ Kevin Lasagna “KL15” «Vengo dalla gavetta, a Carpi vivo un sogno», su gazzettadimodena.gelocal.it, 23 ottobre 2014. URL consultato il 22 ottobre 2016.
  28. ^ Inter-Carpi, Lasagna, che favola: dalla Promozione a eroe di San Siro, su gazzetta.it, 24 gennaio 2016. URL consultato il 22 ottobre 2016.
  29. ^ Jacopo Manfredi, Sampdoria-Carpi 5-2: Eder e Muriel show, emiliani travolti, su repubblica.it, 23 agosto 2015. URL consultato il 20 ottobre 2016.
  30. ^ Francesco Saverio Intorcia, Lasagna, la rete della vita ora è il mito dei carneadi, in la Repubblica, 25 gennaio 2016.
  31. ^ Lasagna indigesta? No, ci pensa Zarate: così la Fiorentina ‘digerisce’ il Carpi, su gonews.it, 3 febbraio 2016. URL consultato il 20 ottobre 2016 (archiviato dall'url originale il 3 maggio 2016).
  32. ^ Rileggi Live/ Carpi-Roma 1-3: Dzeko e Salah al 85′ affondano i biancorossi. Inutile il terzo gol in Serie A di Lasagna, su ilmostardino.it. URL consultato il 6 giugno 2017.
  33. ^ Rileggi Live / Hellas Verona-Carpi 1-2: punizione atomica di Lasagna per il quartultimo posto, su ilmostardino.it. URL consultato il 6 giugno 2017.
  34. ^ LIVE / Carpi-Empoli 1-0: agonico gol di Lasagna al 85′ per il +3 sul Palermo, su ilmostardino.it. URL consultato il 6 giugno 2017.
  35. ^ Carpi: statistiche finali della Serie A 2015-2016, su ilmostardino.it. URL consultato il 6 giugno 2017.
  36. ^ Ufficiale: Carpi, Lasagna e Gagliolo hanno rinnovato fino al 2020, su tuttomercatoweb.com, 18 ottobre 2016. URL consultato il 28 gennaio 2017.
  37. ^ Profilo Transfermarkt - Rendimento per stagione, su transfermarkt.it.
  38. ^ Serie B 2016-2017, Carpi: statistiche finali sui giocatori biancorossi, su ilmostardino.it.
  39. ^ Benevento in Serie A, che favola: tutta la città in festa!, su corrieredellosport.it, 8 giugno 2017. URL consultato il 15 febbraio 2018.
  40. ^ Lasagna è un nuovo calciatore dell’Udinese, su udinese.it, 14 gennaio 2017. URL consultato il 28 gennaio 2017.
  41. ^ Coppa Italia: Bologna e Benevento crollano, passano Chievo e Udinese, su gazzetta.it, 12 agosto 2017. URL consultato l'8 dicembre 2017.
  42. ^ Milan-Udinese 2-1: decide una doppietta di Kalinic, su gazzetta.it, 17 settembre 2017. URL consultato l'8 dicembre 2017.
  43. ^ Inter-Udinese 1-3, Lasagna, De Paul e Barak fermano Spalletti, su gazzetta.it, 16 dicembre 2017. URL consultato il 16 dicembre 2017.
  44. ^ 5 - Kevin Lasagna ha segnato in cinque presenze consecutive di Serie A: l'ultimo giocatore dell'Udinese a riuscirci fu Antonio Di Natale nel maggio 2010, su gazzetta.it, 31 dicembre 2017. URL consultato il 31 dicembre 2017.
  45. ^ Kevin Lasagna - Rendimento 18/19, su transfermarkt.it. URL consultato il 6 luglio 2019.
  46. ^ Jessy Specogna, Lasagna "declassato"? Nonostante la sua titolarità ieri il capitano era De Paul, su tuttoudinese.it, 24 dicembre 2020.
  47. ^ Kevin Lasagna ceduto al Verona, su udinese.it, 26 gennaio 2021. URL consultato il 26 gennaio 2021.
  48. ^ Kevin Lasagna è gialloblù!, su hellasverona.it, 26 gennaio 2021. URL consultato il 26 gennaio 2021.
  49. ^ Benevento-Verona, le pagelle: Lazovic e Faraoni dominano, 7. Inzaghi, difesa horror, su La Gazzetta dello Sport. URL consultato il 4 marzo 2021.
  50. ^ Serie A - Le pagelle di Cagliari-Verona 0-2: Ceccherini rivelazione, Nainggolan spaesato, su Eurosport, 3 aprile 2021. URL consultato il 4 aprile 2021.
  51. ^ Italia, Zaza lascia il ritiro: convocato Lasagna, su sport.sky.it. URL consultato il 9 ottobre 2018.
  52. ^ Assist di Lasagna e gol di Biraghi, l'Italia evita la serie B, su ladige.it, 15 ottobre 2018. URL consultato il 17 ottobre 2018.
  53. ^ Play-off.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]