Le Lavandou

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Le Lavandou
comune
Le Lavandou – Stemma
Le Lavandou – Veduta
Localizzazione
StatoFrancia Francia
RegioneBlason région fr Provence-Alpes-Côte d'Azur.svg Provenza-Alpi-Costa Azzurra
DipartimentoBlason département fr Var.svg Varo
ArrondissementTolone
CantoneLa Crau
Territorio
Coordinate43°08′N 6°22′E / 43.133333°N 6.366667°E43.133333; 6.366667 (Le Lavandou)Coordinate: 43°08′N 6°22′E / 43.133333°N 6.366667°E43.133333; 6.366667 (Le Lavandou)
Altitudine10 m s.l.m.
Superficie29,61 km²
Abitanti5 837[1] (2009)
Densità197,13 ab./km²
Altre informazioni
Cod. postale83980
Fuso orarioUTC+1
Codice INSEE83070
Cartografia
Mappa di localizzazione: Francia
Le Lavandou
Le Lavandou
Il porto di Le Lavandou ripreso al mattino

Le Lavandou è un comune francese di 5.837 abitanti situato nel dipartimento del Varo della regione della Provenza-Alpi-Costa Azzurra.

Il comune è situato sulle rive del Mar Mediterraneo, di fronte alle cosiddette Isole d'Oro (Port-Cros, l'isola del Levante e Porquerolles) e ai piedi del Massiccio dei Maures. Gli abitanti di Lavandou sono chiamati Lavandouraines (femminile) e Lavandourains (maschile).

Dall'autonomia amministrativa del comune a oggi[modifica | modifica wikitesto]

Le Lavandou non era originariamente che una frazione del comune di Bormes-les-Mimosas. Il processo amministrativo che condusse alla separazione dei due comuni prese avvio nel 1909. È proprio a partire dall'inizio del XX secolo che pittori, letterati e musicisti famosi resero rinomata questa stazione di villeggiatura. La relativa legge - adottata dal Conseil d'État, approvata il 27 marzo 1913 dalla Camera dei deputati e il successivo 20 maggio dal Senato – fu promulgata dal presidente della Repubblica Raymond Poincaré il 25 maggio 1913.

La località offre 12 spiagge di sabbia fine ripartite sulle cinque frazioni del paese: L'Anglade, La Grande Plage du Lavandou, Saint-Clair, La Fossette, Aiguebelle, l'Eléphant, Jean Blanc, Rossignol, Le Layet, Cavalière, Cap Nègre, Pramousquier.

A Lavandou hanno trovato rifugio dopo l'indipendenza della Tunisia gli ultimi abitanti dell'isola di La Galite, pescatori di aragoste originari dell'isola di Ponza e di Carloforte la cui presenza era stata tollerata dalle autorità coloniali francesi.

L'origine del nome Lavandou[modifica | modifica wikitesto]

Il nome Lavandou sembrerebbe richiamare anzitutto la lavanda, pianta ampiamente diffusa in Provenza. Una varietà peculiare di lavanda cresce infatti sulle colline retrostanti Lavandou (Lavandula stoechas). Tale pianta è tuttavia denominata "Queirélé" in lingua provenzale, idioma che, fino a sessant'anni fa, era l'unico idioma parlato in questo villaggio delle coste provenzali. Ciò esclude, dunque, l'etimologia più evidente.

Una soluzione più attendibile è stata data, invece, da Frédéric Mistral, famoso poeta provenzale e premio Nobel, il quale nel Trésor du Félibrige scrive che Lavadou - Lavandou (Var) è sinonimo di «lavoir», ossia lavatoio. Nel municipio di Lavandou è conservato un quadro del 1736 di Charles Ginoux che rappresenta quello che allora era solo un sobborgo e nel quale compare un lavatoio in cui le mogli dei pescatori lavano i loro panni.

Città gemella[modifica | modifica wikitesto]

Kronberg (Germania) dal 1973

Eventi[modifica | modifica wikitesto]

  • Sfilata di carri fioriti
  • Halloween | Festival d'Autonno
  • Luce notturna Corso il 31 luglio
  • San-Pietro
  • Festival Romerage
  • Biglietti spettacoli | Costa Azzurra

Spiagge[modifica | modifica wikitesto]

Spiaggia Cavaliere
Spiaggia Saint-Clair

12 km di sabbia fine e calette, in un pino naturale, mimose e eucalipto.

  • L'Anglade
  • La Grande Plage du Lavandou
  • Saint-Clair
  • La Fossette
  • Aiguebelle
  • l'Eléphant
  • Jean Blanc
  • Rossignol
  • Le Layet
  • Cavalière
  • Cap Nègre
  • Pramousquier
Panoramic view of Le Lavandou (2017-05)

Società[modifica | modifica wikitesto]

Evoluzione demografica[modifica | modifica wikitesto]

Abitanti censiti

Note[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN245812933 · BNF (FRcb15277897r (data) · WorldCat Identities (EN245812933
Francia Portale Francia: accedi alle voci di Wikipedia che parlano della Francia