Castel di Sangro Calcio 1997-1998

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Castel di Sangro Calcio
Stagione 1997-1998
AllenatoreItalia Osvaldo Jaconi, poi Italia Franco Selvaggi
PresidenteItalia Gabriele Gravina
Serie B20º posto (retrocesso)
Coppa ItaliaSedicesimi di finale
Maggior numero di spettatori6 784 vs Salernitana (12 ottobre 1997)
Minor numero di spettatori2 282 vs Reggiana (30 novembre 1997)
Media spettatori3 799[1]

Questa voce raccoglie le informazioni riguardanti il Castel di Sangro Calcio nelle competizioni ufficiali della stagione 1997-1998.

Stagione[modifica | modifica wikitesto]

In questa stagione il Castel di Sangro gioca per la seconda ed ultima volta nella sua storia in Serie B, retrocedendo come ultimo classificato.

Lasciano Castel di Sangro i giocatori con cui Jaconi aveva conquistato la promozione in Serie B e la salvezza l'anno dopo: in particolare Pietro Fusco, Davide Cei, Claudio Bonomi, Tonino Martino (quest'ultimo tornerà a novembre). Alberti diventa capitano, e restano il portiere Lotti (che dovrà contendere il posto al "nuovo" Carlo Cudicini), Spinesi, D'Angelo, Rimedio e Cristiano. I volti nuovi sono: Baglieri, il trio-baby Bernardi-Andreotti-Di Donato dal Torino, Mignani (poi sostituito da Richard Vanigli), Cangini, Panzanaro, Teodorani, Emanuele Tresoldi, Ziljc, Nunziato, Calabro, Cesari, Longhi; in più Manolo Pestrin dal vivaio.

La stagione inizia con la Coppa Italia. Dopo aver passato il primo turno contro il ChievoVerona, la squadra perde in casa contro la Fiorentina per 2-0 nell'andata dei sedicesimi. Nel ritorno l'allenatore sangrino manda in campo le seconde linee, e il Castel di Sangro va in vantaggio con Baglieri, venendo poi rimontata per 2-1.

In campionato i risultati non sono gli stessi della precedente stagione. Ad esempio, la squadra perde in casa per 5-3 contro la fortissima Salernitana di Delio Rossi. Nel primo tempo la squadra è travolta per 1-4 dall'accoppiata Artistico-Di Vaio, ma il coraggio non viene meno: in dieci per l'espulsione di Cesari, il Castel di Sangro reagisce e, grazie ad alcuni cambi, dall'1-4 si arriva al 3-4; Teodorani fallisce il clamoroso pari.

A Monza il Castel di Sangro va due volte in vantaggio e due volte viene raggiunto. Dopo la vittoria a Ravenna con tripletta di Spinesi, la domenica seguente la squadra perde in casa una partita decisiva contro la Lucchese 0-2. La sconfitta per 0-4 con il ChievoVerona sul campo neutro di Giulianova per la squalifica del Patini induce Jaconi e la società al ritiro consensuale del contratto.

A dieci partite dalla fine del campionato la Squadra è ultima in classifica e distaccata di dieci punti dalla zona salvezza. La rassegnazione generalmente produce sconfitte, invece la Squadra ha un'impennata d'orgoglio, anche perché il Presidente Gravina autorizza il nuovo allenatore Franco Selvaggi a sperimentare un inedito assetto di gioco (3-6-1) con Marco Andreotti inventato "Regista" su proposta di un sostenitore della "Curva Nord" e proprio quando arriva al "Patini" il lanciatissimo Perugia di Castagner. La partita, contro ogni pronostico, termina 1-1 con pareggio degli umbri nel finale (presunto fallo di Teodorani su Manicone e rigore trasformato da Bernardini).

Con il modulo 3-5-2 (Selvaggi affianca Nunziato a Spinesi) il Castel di Sangro va a vincere a Pescara (2-1) con reti di Nunziato, Spinesi e grazie al rigore parato da Cudicini. Sette giorni dopo arriva l'incredibile vittoria per 2-1 al Patini contro il Torino di Reja, anch'esso in corsa per la promozione (gol di Ziljc e Martino). Questa inopinata sconfitta peserà sul bilancio della stagione granata perché costringerà il Torino allo spareggio - perso per 2-1 - con il Perugia per un posto in Serie A.

La domenica seguente, contro la capolista Venezia che cerca i "tre punti" per brindare alla matematica promozione in Serie A, arriva una inevitabile sconfitta per 3-0, frutto anche di tre pesanti assenze: Martino, Spinesi e Andreotti. L'addio del Castel di Sangro alla Serie B è in casa del Treviso: sconfitta per 2-3.

Rosa[modifica | modifica wikitesto]

N. Ruolo Giocatore
Italia P Carlo Cudicini
Italia P Marco Grassi
Italia P Massimo Lotti
Italia D Antonio Calabro
Italia D Damiano Cesari
Italia D Luca D'Angelo
Italia D Fabio Rimedio
Italia D Emanuele Tresoldi
Italia D Richard Vanigli
Croazia D Tonči Žilić
Italia D Michele Mignani
Italia C Roberto Alberti Mazzaferro
Italia C Marco Andreotti
Italia C Davide Cangini
N. Ruolo Giocatore
Italia C Domenico Cristiano
Italia C Damiano Longhi
Italia C Tonino Martino
Italia C Massimo Nunziato
Italia C Piero Raffaele Panzanaro
Italia C Manolo Pestrin
Italia C Alessandro Teodorani
Italia C Daniele Di Donato
Italia A Cristian Baglieri
Italia A Alberto Bernardi
Italia A Daniele Federici
Italia A Gionatha Spinesi
Italia A Giovanni Cornacchini
Italia A Andrea Pistella

Risultati[modifica | modifica wikitesto]

Campionato[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Serie B 1997-1998.

Girone di andata[modifica | modifica wikitesto]

Padova
31 agosto 1997
1ª giornata
Padova0 – 1
referto
Castel di SangroStadio Euganeo (6 095 spett.)
Arbitro:  Gambino (Barletta)

Castel di Sangro
7 settembre 1997
2ª giornata
Castel di Sangro1 – 1
referto
AnconaStadio Teofilo Patini (3 665 spett.)
Arbitro:  Bolognino (Milano)

Cagliari
14 settembre 1997
3ª giornata
Cagliari1 – 1
referto
Castel di SangroStadio Sant'Elia (18 186 spett.)
Arbitro:  Bettin (Padova)

Castel di Sangro
21 settembre 1997
4ª giornata
Castel di Sangro3 – 3
referto
Fidelis AndriaStadio Teofilo Patini (3 751 spett.)
Arbitro:  Rosetti (Torino)

Castel di Sangro
28 settembre 1997
5ª giornata
Castel di Sangro2 – 1
referto
RavennaStadio Teofilo Patini (3 818 spett.)
Arbitro:  Strazzera (Trapani)

Lucca
5 ottobre 1997
6ª giornata
Lucchese1 – 0
referto
Castel di SangroStadio Porta Elisa (4 436 spett.)
Arbitro:  Sirotti (Forlì)

Castel di Sangro
12 ottobre 1997
7ª giornata
Castel di Sangro3 – 5
referto
SalernitanaStadio Teofilo Patini (6 784 spett.)
Arbitro:  Braschi (Prato)

Verona
19 ottobre 1997
8ª giornata
Chievo1 – 1
referto
Castel di SangroStadio Marcantonio Bentegodi (3 933 spett.)
Arbitro:  Nucini (Bergamo)

Monza
26 ottobre 1997
9ª giornata
Monza2 – 2
referto
Castel di SangroStadio Brianteo (1 904 spett.)
Arbitro:  Cardella (Torre del Greco)

Castel di Sangro
9 novembre 1997
10ª giornata
Castel di Sangro1 – 1
referto
RegginaStadio Teofilo Patini (2 768 spett.)
Arbitro:  Bonfrisco (Monza)

Perugia
16 novembre 1997
11ª giornata
Perugia1 – 0
referto
Castel di SangroStadio Renato Curi (6 912 spett.)
Arbitro:  Paparesta (Bari)

Castel di Sangro
30 novembre 1997
12ª giornata
Castel di Sangro2 – 2
referto
ReggianaStadio Teofilo Patini (2 282 spett.)
Arbitro:  Gambino (Barletta)

Castel di Sangro
7 dicembre 1997
13ª giornata
Castel di Sangro1 – 1
referto
PescaraStadio Teofilo Patini (6 048 spett.)
Arbitro:  Branzoni (Pavia)

Torino
14 dicembre 1997, ore 14:30
14ª giornata
Torino4 – 1
referto
Castel di SangroStadio Delle Alpi (19 633 spett.)
Arbitro:  Pin (Conegliano Veneto)

Castel di Sangro
21 dicembre 1997
15ª giornata
Castel di Sangro1 – 3
referto
VeneziaStadio Teofilo Patini (2 543 spett.)
Arbitro:  Pairetto (Torino)

Foggia
3 gennaio 1998
16ª giornata
Foggia2 – 0
referto
Castel di SangroStadio Pino Zaccheria (4 004 spett.)
Arbitro:  Rosetti (Torino)

Castel di Sangro
11 gennaio 1998
17ª giornata
Castel di Sangro3 – 3
referto
GenoaStadio Teofilo Patini (4 453 spett.)
Arbitro:  Dagnello (Trieste)

Verona
18 gennaio 1998
18ª giornata
Verona0 – 0
referto
Castel di SangroStadio Marcantonio Bentegodi (15 864 spett.)
Arbitro:  Bonfrisco (Monza)

Castel di Sangro
25 gennaio 1998
19ª giornata
Castel di Sangro0 – 0
referto
TrevisoStadio Teofilo Patini (3 928 spett.)
Arbitro:  Cardella (Torre del Greco)

Girone di ritorno[modifica | modifica wikitesto]

Castel di Sangro
1 febbraio 1998
20ª giornata
Castel di Sangro1 – 1
referto
PadovaStadio Teofilo Patini (3 442 spett.)
Arbitro:  Sirotti (Forlì)

Ancona
8 febbraio 1998
21ª giornata
Ancona1 – 1
referto
Castel di SangroStadio Del Conero (4 040 spett.)
Arbitro:  Serena (Bassano del Grappa)

Castel di Sangro
15 febbraio 1998
22ª giornata
Castel di Sangro0 – 3
referto
CagliariStadio Teofilo Patini (5 146 spett.)
Arbitro:  Pin (Conegliano Veneto)

Andria
22 febbraio 1998
23ª giornata
Fidelis Andria1 – 0
referto
Castel di SangroStadio Degli Ulivi (4 042 spett.)
Arbitro:  Lana (Torino)

Ravenna
1 marzo 1998
24ª giornata
Ravenna1 – 3
referto
Castel di SangroStadio Bruno Benelli (3 932 spett.)
Arbitro:  Farina (Novi Ligure)

Castel di Sangro
8 marzo 1998
25ª giornata
Castel di Sangro0 – 2
referto
LuccheseStadio Teofilo Patini (4 332 spett.)
Arbitro:  Strazzera (Trapani)

Salerno
15 marzo 1998
26ª giornata
Salernitana1 – 0
referto
Castel di SangroStadio Arechi (21 570 spett.)
Arbitro:  Preschern (Mestre)

Giulianova
22 marzo 1998
27ª giornata
Castel di Sangro0 – 4
referto
ChievoStadio Rubens Fadini[2] (3 412 spett.)
Arbitro:  Paparesta (Bari)

Castel di Sangro
5 aprile 1998
28ª giornata
Castel di Sangro1 – 1
referto
MonzaStadio Teofilo Patini (3 848 spett.)
Arbitro:  Nucini (Bergamo)

Reggio Calabria
11 aprile 1998
29ª giornata
Reggina2 – 1
referto
Castel di SangroStadio Oreste Granillo (7 780 spett.)
Arbitro:  Gambino (Barletta)

Castel di Sangro
19 aprile 1998
30ª giornata
Castel di Sangro1 – 1
referto
PerugiaStadio Teofilo Patini (2 433 spett.)
Arbitro:  Serena (Bassano del Grappa)

Reggio Emilia
26 aprile 1998
31ª giornata
Reggiana1 – 0
referto
Castel di SangroStadio Giglio (3 697 spett.)
Arbitro:  Strazzera (Trapani)

Pescara
3 maggio 1998
32ª giornata
Pescara1 – 2
referto
Castel di SangroStadio Adriatico (4 048 spett.)
Arbitro:  Rosetti (Torino)

Castel di Sangro
10 maggio 1998, ore 16:00 UTC+2
33ª giornata
Castel di Sangro2 – 1
referto
TorinoStadio Teofilo Patini (3 882 spett.)
Arbitro:  Preschern (Mestre)

Venezia
17 maggio 1998
34ª giornata
Venezia3 – 0
referto
Castel di SangroStadio Pierluigi Penzo (7 030 spett.)
Arbitro:  Cardella (Torre del Greco)

Castel di Sangro
24 maggio 1998
35ª giornata
Castel di Sangro0 – 1
referto
FoggiaStadio Teofilo Patini (2 915 spett.)
Arbitro:  Bolognino (Milano)

Genova
31 maggio 1998
36ª giornata
Genoa2 – 1
referto
Castel di SangroStadio Luigi Ferraris (7 944 spett.)
Arbitro:  Paparesta (Bari)

Castel di Sangro
7 giugno 1998
37ª giornata
Castel di Sangro0 – 2
referto
VeronaStadio Teofilo Patini (2 737 spett.)
Arbitro:  Lana (Torino)

Treviso
14 giugno 1998
38ª giornata
Treviso3 – 2
referto
Castel di SangroStadio Omobono Tenni (3 922 spett.)
Arbitro:  Dagnello (Trieste)

Coppa Italia[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Coppa Italia 1997-1998.
Verona
17 agosto 1997
Primo turno - andata
Chievo0 – 0Castel di SangroStadio Marcantonio Bentegodi

Castel di Sangro
24 agosto 1997
Primo turno - ritorno
Castel di Sangro2 – 1ChievoStadio Teofilo Patini

Castel di Sangro
2 settembre 1997
Sedicesimi di finale - andata
Castel di Sangro0 – 2FiorentinaStadio Teofilo Patini
Arbitro:  Lana (Torino)

Firenze
24 settembre 1997
Sedicesimi di finale - ritorno
Fiorentina2 – 1Castel di SangroStadio Artemio Franchi
Arbitro:  Pin (Conegliano Veneto)

Statistiche[modifica | modifica wikitesto]

Statistiche di squadra[modifica | modifica wikitesto]

Competizione Punti In casa In trasferta Totale DR
G V N P Gf Gs G V N P Gf Gs G V N P Gf Gs
Scudetto.svg Serie B 30 19 2 10 7 22 36 19 3 5 11 18 28 38 5 15 18 38 64 -26
Coccarda Coppa Italia.svg Coppa Italia Sedicesimi di finale 2 1 0 1 2 3 2 0 1 1 1 2 4 1 1 2 3 5 -2
Totale - 21 3 10 8 24 39 21 3 6 14 19 30 42 6 16 20 41 69 -28

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Statistiche Spettatori Serie B 1997-1998, su stadiapostcards.com.
  2. ^ Per squalifica dello Stadio Teofilo Patini

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Calcio Portale Calcio: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di calcio