Daniele De Vezze

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Daniele De Vezze
Nazionalità Italia Italia
Altezza 173 cm
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo Centrocampista
Carriera
Giovanili
Roma
Squadre di club1
1997-1999 Roma 2 (0)
1999-2000 Savoia 13 (0)
2000-2001 Palermo 3 (0)
2001 Roma 0 (0)
2001-2002 Palermo 0 (0)
2002 Lanciano 11 (1)
2002-2003 Reggiana 25 (2)
2003-2004 Fiorentina 0 (0)
2004 Ascoli 14 (0)
2004-2005 Reggiana 24 (1)
2005-2006 Genoa 30 (0)
2006-2007 Messina 27 (0)
2007-2008 Livorno 27 (1)
2008-2010 Bari 41 (1)
2010-2011 Torino 32 (3)
2011-2012 Pergocrema 10 (0)
2012 Benevento 15 (0)
2012-2013 Matera 8 (0)
2017- United Sly Bari ? (?)
Nazionale
1997 Italia Italia U-17 1 (0)
2000 Italia Italia U-20 5 (1)
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate al 14 novembre 2017

Daniele De Vezze (Roma, 9 gennaio 1980) è un calciatore italiano, di ruolo centrocampista.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Aveva un fratello minore, morto in un incidente stradale.[1]

Nel mese di agosto 2012 viene iscritto, insieme ad altri suoi ex compagni del Bari, nel registro degli indagati dalla Procura di Bari per frode sportiva in riguardo ad alcune partite del Bari truccate in passato.[2] Insieme ad altri 13 giocatori del Bari avrebbe incassato 7.000 euro da Luca Fusco e Massimo Ganci, avversari ed ex compagni proprio a Bari, per perdere la partita Salernitana-Bari 3-2 del 2008-2009.[3]

Il 16 luglio 2013, il calciatore viene condannato in primo grado dalla Commissione Disciplinare Nazionale della FIGC a 3 anni e 6 mesi di squalifica, pena confermata, poi, anche in appello.[4][5]

Il 30 maggio 2016, in relazione alla partita Salernitana-Bari 3-2 del 2008-2009, viene condannato a 8 mesi di reclusione e 8.000 euro di multa con pena sospesa nel processo penale a Bari.[6]

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Cresce calcisticamente nella Tevere Roma, giocando le partite in casa allo stadio Eucalipti quando ancora la categoria pulcini era ad 11. Successivamente passa alla società San Pancrazio dove tra l'altro vince il torneo "Pulcinotto", grazie al quale si ritrova a partecipare alle finali nazionali per categoria, perse ai calci di rigore.

Un anno dopo entra a far parte della Roma dove segue tutta la trafila giovanile fino alla prima squadra (1997-1998); nella stagione 1998-1999 (sempre alla Roma) esordisce in Serie A totalizzando 2 presenze.

Nel 1999-2000 passa al Savoia (in Serie B) collezionando 13 presenze.

Nel 2000 passa al Palermo, con cui gioca solo 3 partite di campionato (vinto) e 3 di Coppa Italia di Serie C a causa di un infortunio a metà stagione che lo tiene fuori dal campo fino al termine della stessa,[1] conclusa fra le file della Roma. Nell'estate del 2001 torna al Palermo, ancora in prestito,[7] e, senza scendere in campo, a gennaio 2002 passa al Lanciano, in Serie C1, dove colleziona 11 presenze e una rete; nel 2002 si trasferisce alla Reggiana, ancora in terza serie, dove colleziona 25 presenze e 2 gol.

Nel 2003 passa alla Fiorentina, e dopo due anni è il Genoa ad aggiudicarsi le sue prestazioni nel campionato 2005-2006. Viene successivamente ceduto al Messina nel 2006-2007.

Il 31 agosto 2007 passa al Livorno dove disputa una discreta stagione in Serie A, condita da un memorabile gol contro l'Inter.

A seguito della retrocessione del Livorno in Serie B, il 18 giugno 2008 viene acquistato a titolo definitivo dal Bari, con il quale sottoscrive un contratto triennale. Segna il suo primo gol in biancorosso nella partita in trasferta a Sassuolo siglando il gol del definitivo 1-3. Con i pugliesi conquista la promozione in Serie A al termine della stagione 2008-2009 giocando 32 gare, e nel successivo campionato di Serie A 2009-2010 disputa nove partite.

Non rientrando nei piani del mister Gian Piero Ventura, il 26 agosto 2010 viene ufficializzata la sua cessione a titolo definitivo al Torino,[8] con cui firma un contratto annuale.[9] Chiude la stagione con 32 presenze e 3 reti in campionato. Il 30 giugno 2011 si svincola dalla società, dopo che lo stesso Ventura diviene allenatore della squadra piemontese.[8]

Il 13 settembre 2011 si accorda con il Pergocrema,[10] compagine militante nel girone B della Prima Divisione, ed esordisce nella vittoriosa trasferta dei lombardi contro il Latina.[11]

Il 2 gennaio 2012 rescinde il contratto che lo legava alla compagine lombarda,[12] e il 9 gennaio firma con il Benevento un contratto fino a fine stagione,[13] rimanendo poi svincolato.[14]

Il 4 dicembre 2012 firma con il Matera, formazione di Serie D.[15] All'esordio del 9 dicembre seguente, è sceso in campo contro il Bisceglie entrando in campo al 72' nonostante un turno di squalifica ancora da scontare e risalente alla stagione precedente.[16] Nel marzo 2013, dopo 8 presenze, rescinde il contratto con la squadra lucana.[17]

Il 13 novembre 2017 ritorna a giocare in seconda categoria con la maglia dello Sly United F.C. di Bari del patron Quarto e vincendo il campionato.[18]

L'anno successivo con la stessa squadra vince il campionato di prima categoria.

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Competizioni nazionali[modifica | modifica wikitesto]

Palermo: 2000-2001
Bari: 2008-2009

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b Campionato finito per De Vezze Ballor.net
  2. ^ Calcioscommesse, sei interrogati ma nessuno risponde agli investigatori, repubblica.it, 18 agosto 2012.
  3. ^ Calcioscommesse, combine Bari: chieste 17 condanne, tra loro Gillet e Caputo, repubblica.it, 27 maggio 2016.
  4. ^ Calcioscommesse, Gillet squalificato 3 anni e 7 mesi. Sanzioni per venti giocatori Gazzetta.it
  5. ^ Calcioscommesse, processo Bari-bis: confermata la pena per Gillet Gazzetta.it
  6. ^ Partite truccate, condannati 4 ex calciatori del Bari. Assolti gli ex capitani Gillet e Caputo, repubblica.it, 30 maggio 2016.
  7. ^ Notizie di sport ricerca.repubblica.it
  8. ^ a b Ventura nel destino di De Vezze Archiviato il 1º dicembre 2017 in Internet Archive. Infotoro.it
  9. ^ De Vezze al Toro Archiviato il 29 agosto 2010 in Internet Archive. Torinofc.it
  10. ^ Calciomercato Vicenza: niente De Vezze, si accorda col Pergocrema Seriebnews.com
  11. ^ Lega Pro 1/B: i tabellini della 3ª giornata Datasport.it
  12. ^ Ufficiale: Pergocrema, rescissione per De Vezze e Delgado[collegamento interrotto] Tuttolegapro.com
  13. ^ De Vezze è giallorosso[collegamento interrotto] Beneventocalcio.it
  14. ^ Da Alex a Zambrotta: gli svincolati Sportmediaset.mediaset.it
  15. ^ Ufficiale: Matera, preso De Vezze Notiziariocalcio.com
  16. ^ Matera, che autogol! De Vezze in campo da squalificato Archiviato il 13 gennaio 2013 in Internet Archive. Ilquotidianodellabasilicata.it
  17. ^ Matera, rescissione per De Vezze Notiziariocalcio.com
  18. ^ Michele Pennetti, Tanti gol ma anche la solidarietàEnzifeto festeggia «gli invincibili», in Corriere del Mezzogiorno. URL consultato il 17 aprile 2018.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]