Società Sportiva Calcio Palermo 1985-1986

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
S.S.C. Palermo
Palermo 1985-1986.jpg
Stagione 1985-1986
AllenatoreArgentina Antonio Angelillo, poi
Italia Fernando Veneranda
PresidenteItalia Salvatore Matta
Serie B16º posto
Coppa ItaliaPrima fase
Maggiori presenzeCampionato: De Biasi (36)
Miglior marcatoreCampionato: Sorbello (9)

Questa voce raccoglie le informazioni riguardanti la Società Sportiva Calcio Palermo nelle competizioni ufficiali della stagione 1985-1986.

Stagione[modifica | modifica wikitesto]

In questa stagione in Serie B, il Palermo era arrivato 16º, salvandosi all'ultima giornata dopo aver vinto contro il Monza, risultato ottenuto grazie soprattutto al gol dell’esordiente Giovanni Tarantino, centrocampista della Primavera, ma non venne ammesso all'edizione successiva del campionato cadetto, in cui avrebbe dovuto scontare 5 punti di penalizzazione a causa del secondo scandalo del calcio-scommesse, per sopraggiunto fallimento. Una nuova società ne assumerà l'eredità nel 1987 ripartendo dalla Serie C2.

In Coppa Italia la squadra era stata eliminata nella prima fase dopo due vittorie e tre sconfitte.

Maglie e sponsor[modifica | modifica wikitesto]

La maglia era rosanero mentre i calzoncini erano esclusivamente neri.[1]

Organigramma societario[1][modifica | modifica wikitesto]

Rosa[modifica | modifica wikitesto]

N. Ruolo Giocatore
Italia P Paolo Longo
Italia P Franco Paleari
Italia P Michele Pintauro
Italia D Silvano Benedetti
Italia D Tebaldo Bigliardi
Italia D Giuseppe Casabianca
Italia D Marco Cecilli
Italia D Franco Falcetta
Italia D Claudio Ranieri
Italia D Claudio Grimaudo
Italia C Onofrio Barone
Italia C Gianni De Biasi
Italia C Giuseppe Guerini
N. Ruolo Giocatore
Italia C Valerio Majo
Italia C Andrea Pallanch
Italia C Mario Piga
Italia C Antonio Podda
Italia C Maurizio Ronco
Italia C Giovanni Tarantino
Italia C Pietro Maiellaro
Italia A Oliviero Di Stefano
Italia A Salvatore Maria Coppola
Italia A Claudio Pellegrini
Italia A Orazio Sorbello
Italia A Antonio De Vitis
Italia A Francesco La Rosa
Allenatore
Argentina Antonio Angelillo
Italia Fernando Veneranda

Calciomercato[modifica | modifica wikitesto]

Acquisti: Michele Pintauro (Empoli, ottobre)

Cessioni: Pietro Maiellaro (Taranto, ottobre), Antonio De Vitis (Salernitana, ottobre), Francesco La Rosa, (Ravenna, ottobre)

Risultati[modifica | modifica wikitesto]

Campionato[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Serie B 1985-1986.

Girone di andata[modifica | modifica wikitesto]

8 settembre 1985
1ª giornata
Lazio2 – 1Palermo

15 settembre 1985
2ª giornata
Empoli0 – 0Palermo

4 gennaio 1953
3ª giornata
Palermo2 – 1Cremonese

29 settembre 1985
4ª giornata
Genoa2 – 0Palermo

6 ottobre 1985
5ª giornata
Palermo1 – 1Perugia

13 ottobre 1985
6ª giornata
Cesena1 – 0Palermo

20 ottobre 1985
7ª giornata
Palermo0 – 0Ascoli

27 ottobre 1985
8ª giornata
Bologna1 – 0Palermo

3 novembre 1985
9ª giornata
Palermo2 – 1Pescara

10 novembre 1985
10ª giornata
Palermo0 – 0Triestina

17 novembre 1985
11ª giornata
Catanzaro1 – 1Palermo

24 novembre 1985
12ª giornata
Palermo1 – 1Cagliari

1º dicembre 1985
13ª giornata
Catania1 – 0Palermo

8 dicembre 1985
14ª giornata
Palermo2 – 0Brescia

15 dicembre 1985
15ª giornata
Arezzo0 – 0Palermo

22 dicembre 1985
16ª giornata
Palermo0 – 0Campobasso

5 gennaio 1986
17ª giornata
L.R. Vicenza1 – 1Palermo

12 gennaio 1986
18ª giornata
Palermo0 – 0Sambenedettese

19 gennaio 1986
19ª giornata
Monza1 – 1Palermo

Girone di ritorno[modifica | modifica wikitesto]

26 gennaio 1986
20ª giornata
Palermo1 – 1Lazio

2 febbraio 1986
21ª giornata
Palermo1 – 1Empoli

9 febbraio 1986
22ª giornata
Cremonese1 – 1Palermo

16 febbraio 1986
23ª giornata
Palermo0 – 0Genoa

23 febbraio 1986
24ª giornata
Perugia0 – 0Palermo

2 marzo 1986
25ª giornata
Palermo1 – 1Cesena

9 marzo 1986
26ª giornata
Ascoli3 – 2Palermo

16 marzo 1986
27ª giornata
Palermo2 – 0Bologna

29 marzo 1986
28ª giornata
Pescara0 – 1Palermo

6 aprile 1986
29ª giornata
Triestina2 – 0Palermo

13 aprile 1986
30ª giornata
Palermo1 – 0Catanzaro

27 aprile 1986
31ª giornata
Cagliari1 – 0Palermo

4 maggio 1986
32ª giornata
Palermo0 – 0Catania

11 maggio 1986
33ª giornata
Brescia0 – 0Palermo

18 maggio 1986
34ª giornata
Palermo0 – 1Arezzo

25 maggio 1986
35ª giornata
Campobasso4 – 1Palermo

1º giugno 1986
36ª giornata
Palermo1 – 1L.R. Vicenza

8 giugno 1986
37ª giornata
Sambenedettese4 – 1Palermo

15 giugno 1986
38ª giornata
Palermo2 – 1Monza

Coppa Italia[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Coppa Italia 1985-1986.
Caserta
1º settembre 1985, ore
Prima fase - 1ª giornata
Casertana0 – 1Palermo

Monza , ore
Prima fase - 2ª giornata
Monza3 – 0Palermo

Palermo , ore
Prima fase - 3ª giornata
Palermo1 – 3Fiorentina

Palermo
1º settembre 1985, ore
Prima fase - 4ª giornata
Palermo1 – 3
referto
JuventusStadio La Favorita
Arbitro:  Pieri (Genova)

Perugia , ore
Prima fase - 5ª giornata
Perugia1 – 2Palermo

Statistiche[modifica | modifica wikitesto]

Statistiche di squadra[modifica | modifica wikitesto]

Classifica finale 1985-1986 Pt G V N P GF GS
16. Palermo[2] 34 38 7 20 11 27 35
Girone 1 Pt G V N P GF GS
5. Palermo 4 4 2 0 3 5 10

Statistiche dei giocatori[modifica | modifica wikitesto]

Tra parentesi le presenze e le eventuali reti segnate

  • De Biasi (36, 1)
  • Benedetti (35, 1)
  • Guerini (35, 2)
  • Pallanch (34, 4)
  • Bigliardi (33)
  • Paleari (32, -30)
  • Sorbello (31, 9)
  • Piga (31, 3)
  • Di Stefano (30)
  • Barone (30)
  • Falcetta (27, 1)
  • Majo (24, 2)
  • Pellegrini (23, 1)
  • Cecilli (20)
  • Ranieri (18)
  • Ronco (16)
  • Casabianca (9)
  • Pintauro (6, -5)
  • De Vitis (5, 1)
  • Maiellaro (4)
  • Podda (2)
  • Tarantino (1)

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b Calciatori ‒ La raccolta completa Panini 1961-2012, Vol. 2 (1985-1986), Panini, 14 maggio 2012, p. 83.
  2. ^ Non ammesso alla stagione successiva, in cui avrebbe dovuto scontare 5 punti di penalizzazione, per sopraggiunto fallimento. Una nuova società ne assumerà l'eredità nel 1987 ripartendo dalla Serie C2.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]