Giuliano Sonzogni

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Giuliano Sonzogni
Nazionalità Italia Italia
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo Allenatore
Squadra Ciliverghe Mazzano
Carriera
Carriera da allenatore
1978-1988 Ponte San Pietro
1988-1990 Virescit Bergamo
1990-1991 Verona Giovanili
1991-1992 Licata
1992-1993 Salernitana
1993-1995 Siracusa
1995-1996 Fidelis Andria
1996-1997 Gualdo
1997-1999 Cosenza
1999-2000 Lugano
2000-2001 Palermo
2001-2002 Avellino
2002-2004 SPAL
2005-2007 Monza
2008-2009 Monza
2009-2010 Siracusa
2011-2012 Alessandria
2012 Botev Vraca
2014 Ciliverghe Mazzano
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate al 2 ottobre 2014

Giuliano Sonzogni (Zogno, 2 febbraio 1949) è un allenatore di calcio italiano.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Diplomato geometra, ha conseguito le lauree in Lingue, Sociologia, Pedagogia, che gli sono valse il soprannome di Professore[1].

Da allenatore si forma al sud Italia guidando in Serie C1 Licata, Salernitana (5º posto), Siracusa (nel 1995 sfiorò la promozione in Serie B perdendo i playoff), nel 1996 la Fidelis Andria in Serie B, dove fu esonerato. Segue una stagione nel Gualdo (Serie C1), finita con l'esonero. Nel campionato di calcio di Serie C1 1997-1998 allena il Cosenza ottenendo la promozione in Serie B, e nella prima giornata del campionato cadetto la vittoria 2-1 a Napoli;[2] dopo alcune giornate Sonzogni viene esonerato[2], venendo richiamato dal presidente Pagliuso nel finale di stagione e a salvare la formazione silana.

Nel 1999 fu ingaggiato dagli svizzeri del Lugano, in Lega Nazionale A[3], per poi subentrare a Massimo Morgia sulla panchina del Palermo in Serie C1. Alla prima stagione ottiene il sesto posto in campionato, mentre nell'annata successiva viene esonerato dal patron Franco Sensi a causa del calo di risultati che fanno scendere la squadra al secondo posto[4], sostituito da Ezio Sella a due giornate dal termine (il 1ºmaggio)[5].

Continua a lavorare al meridione, in Campania, guidando nella stagione 2001-2002 l'Avellino in Serie C1. Nel 2002 è assunto dalla SPAL di Pagliuso, dove rimane per due campionati di Serie C1; nel secondo viene esonerato dopo 5 sconfitte consecutive e prestazioni di gioco negative[6].

Dall'estate del 2005 è l'allenatore del Monza, squadra con la quale nella stagione 2005-2006, da ripescata in Serie C1, sfiora la promozione in Serie B, perdendo la finale play-off col Genoa (sconfitta 2-0 in casa, vittoria 1-0 in trasferta). Nella stagione 2006-2007 conduce un campionato di vertice con la squadra brianzola. Per il secondo anno di fila non vince i play-off perdendo ancora una volta la promozione in Serie B: dopo aver eliminato il Sassuolo nella semifinale play-off (0-1 a Monza, successo a Sassuolo 4-2), fu sconfitto in finale dal Pisa (1-0 a Monza, 0-2 a Pisa).

Sonzogni ha il contratto che lo lega al Monza fino all'estate 2008, e inizia la stagione alla guida dei lombardi; dopo le prime partite viene esonerato dalla società brianzola e il suo posto da allenatore è preso da Giovanni Pagliari[7]. A dicembre 2008 viene nuovamente assunto dal Monza (in zona retrocessione), sostituendo l'esonerato Dario Marcolin: all'ultima giornata, grazie al 3-3 in casa del Lumezzane, ottiene la salvezza alla guida dei biancorossi.

Dalla stagione 2009-2010 torna ad allenare al Sud, il Siracusa, club allenato in precedenza, neopromosso in Seconda Divisione[7]. Viene esonerato dalla società, che affida l'incarico di allenatore a Marco Pizzo, con la squadra quinta in classifica[8].

Ha allenato l'Alessandria, nella stagione di Lega Pro Seconda Divisione 2011-2012, subentrando nel mese di ottobre a Alessio De Petrillo[9], lasciando la squadra a fine torneo[10]. Nella stagione 2012-2013 è chiamato in Bulgaria dal Botev Vratsa: la squadra colleziona cinque sconfitte in altrettante gare di campionato, 16 reti subite e una fatta, e Sonzogni viene esonerato[11].

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Allenatore[modifica | modifica wikitesto]

Competizioni nazionali[modifica | modifica wikitesto]

Cosenza: 1997-1998
Palermo: 2000-2001

Competizioni regionali[modifica | modifica wikitesto]

Ponte San Pietro: 1982-1983
Ponte San Pietro: 1978-1979

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Sonzogni: uno con i... "baffi"
  2. ^ a b Nobili decadute, i favolosi anni '90 del Cosenza, EMGSPORT, 23 marzo 2010
  3. ^ Sonzogni: a volte ritornano... Ticinonews.ch
  4. ^ Ticinonline - Calcio: Il Palermo Esonera Sonzogni
  5. ^ Profilo su Ballor.net
  6. ^ La Spal ha trovato l'orbita giusta, in La Nuova Ferrara, 15 gennaio 2004. URL consultato il 3 ottobre 2014.
  7. ^ a b Giuliano Sonzogni nuovo allenatore del Siracusa 2009/10, Sampdorianews.net, 9 luglio 2010
  8. ^ Il Siracusa esonera Sonzogni, Giornale di Siracusa, 20 aprile 2010
  9. ^ Donatella Tiraboschi, Riecco il Professor Sonzogni, Mister tre lauree senza telefono, Corriere.it, 21 marzo 2012. URL consultato il 29 maggio 2012.
  10. ^ Francesco Conti, Il Professore all'ultima lezione, Radiogold.it, 19 maggio 2012. URL consultato il 29 maggio 2012.
  11. ^ Sonzogni esonerato dai bulgari del Botev Vratsa Tuttolegapro.com

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]