Daniele Di Donato

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Daniele Di Donato
Nazionalità Italia Italia
Altezza 173 cm
Peso 73 kg
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo Allenatore (ex centrocampista)
Squadra Arezzo
Ritirato 2014 - calciatore
Carriera
Giovanili
Torino
Squadre di club1
1995-1997 Torino 8 (1)
1997 Castel di Sangro 0 (0)
1997-1998 Siena 21 (1)
1998-2000 Lodigiani 62 (1)
2000-2004 Palermo 133 (4)
2004-2005 Siena 23 (0)
2005-2007 Arezzo 77 (1)
2007-2013 Ascoli 207 (3)
2013-2014 Cittadella 20 (0)
Carriera da allenatore
2015-2016 Modena (Allievi)
2016-2017 Modena (Berretti)
2017-2018 Jesina
2018-2019 Arzignano Valchiampo
2019- Arezzo
Palmarès
Transparent.png Europei di calcio Under-16
Argento Turchia 1993
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate al 27 giugno 2019

Daniele Di Donato (Giulianova, 21 febbraio 1977) è un ex calciatore e allenatore di calcio italiano, di ruolo centrocampista, tecnico dell'Arezzo.

Con 413 presenze, spalmate tra il 1996 e il 2014, è attualmente il terzo giocatore con più presenze di sempre in Serie B.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Giocatore[modifica | modifica wikitesto]

Inizi[modifica | modifica wikitesto]

Cresciuto nel Torino, ha debuttato da professionista nella stagione 1997-1998, giocando 8 partite di campionato e segnando una rete il 6 aprile (la prima in carriera) in Torino-Padova (1-2). L'esordio era avvenuto la settimana precedente, il 29 marzo in Pescara-Torino (0-0).

Nel 1997 passa al Castel di Sangro dove non fa in tempo a giocare nessuna partita in quanto viene acquistato dal Siena con cui colleziona 21 presenze ed una rete nella stagione 1997-1998 in Serie C1.

Dal 1998 al 2000 gioca per due stagioni alla Lodigiani sempre in Serie C1, collezionando 31 presenze in entrambe le stagioni, e segnando una rete (l'unica con la squadra romana) il 7 marzo 1999 in Ancona-Lodigiani (2-3).

Palermo[modifica | modifica wikitesto]

Nel 2000 passa al Palermo, con cui è titolare per quattro stagioni; con la maglia n° 8 sulle spalle, del Palermo è stato anche capitano.[1]

Nella stagione 2000-2001 colleziona 32 presenze nel campionato di Serie C1, ottenendo la promozione in Serie B, e 4 partite nella Coppa Italia di Serie C.

Nella stagione 2001-2002 gioca 30 partite in campionato realizzando la prima rete in maglia rosanero il 3 marzo 2002 in Palermo-Reggina (4-2), partita valevole per la 26ª giornata di campionato.

Nella stagione 2002-2003 scende in campo per 32 volte in campionato. Il 1º gennaio 2003 viene a mancare la moglie venticinquenne, Roberta Foglia, che da un mese lo aveva reso padre di Luca. Cinque giorni dopo il Palermo giocò al Renzo Barbera contro la Sampdoria con il lutto al braccio e prima del fischio di inizio fu osservato un minuto di silenzio proprio per questo evento che riuscì ad avvicinare due tifoserie come quelle di Catania e Palermo da sempre ostili.[2][3][4] Il calciatore si è risposato il 26 giugno 2013 con Anna.[1]

Nella stagione 2003-2004 gioca 39 partite di campionato segnando 3 reti in quella che è stata l'annata più prolifica della sua carriera. L'ultima partita giocata con la maglia rosanero è stata quella del 12 giugno 2004, ultima giornata di campionato, in cui il Palermo, battendo il Bari per 3-0 allo Stadio Renzo Barbera, ottiene la promozione in Serie A.

Siena e Arezzo[modifica | modifica wikitesto]

Nella stagione 2004-2005 non resta coi siciliani in Serie A, ma l'11 agosto 2004 si trasferisce al Siena in prestito con diritto di riscatto della metà del cartellino.[5] Con i toscani esordisce in massima serie il 12 settembre 2004. Chiude il suo primo campionato in Serie A con 23 presenze.

Dopo una sola stagione coi bianconeri, nel 2005 passa all'Arezzo, altra squadra toscana militante in Serie B, con cui colleziona 39 presenze ed un gol nella campionato 2005-2006 e 38 presenze nel campionato 2006-2007.

Ascoli e Cittadella[modifica | modifica wikitesto]

Nell'agosto del 2007 passa all'Ascoli, sempre in Serie B. Il 7 settembre 2010, in Ascoli-AlbinoLeffe (2-0), raggiunge la centesima presenza in campionato con la squadra bianconera e la duecentesima il 9 marzo 2013 in Ascoli-Cesena (1-2). Con il club marchigiano compie due salvezze nelle stagioni 2010-2011 e 2011-2012: la prima con mister Fabrizio Castori, la seconda con Massimo Silva.

Il 30 giugno 2013, dopo la retrocessione, rimane svincolato e il 22 luglio seguente parte per il ritiro a Coverciano dei calciatori svincolati sotto l'egida dell'Associazione Italiana Calciatori.[6]

Il 17 settembre 2013 firma per il Cittadella, squadra di Serie B.[7] Debutta il 21 settembre nella sfida contro la Juve Stabia persa per 2-0 dalla formazione padovana. Lascia il calcio giocato al termine della stagione, chiusa dai veneti con una sofferta salvezza.

In carriera ha totalizzato complessivamente 23 presenze in Serie A e 413 presenze e 8 reti in Serie B, risultando attualmente il terzo in assoluto per presenze in cadetteria alle spalle di Gigi Cagni e Juri Tamburini.

Allenatore[modifica | modifica wikitesto]

Dopo aver guidato per due stagioni le giovanili del Modena (prima la formazione Under-17 e poi quella Berretti), il 13 dicembre 2017 diventa il nuovo tecnico della Jesina.[8]

L'11 giugno 2018 sostituisce Vincenzo Italiano sulla panchina dell'Arzignano.[9] Dopo aver conquistato una storica promozione in Serie C con il club veneto[10], il 1º luglio 2019 diventa il nuovo allenatore dell'Arezzo, facendo così ritorno nella città toscana dopo la precedente esperienza da calciatore.[11]

Statistiche[modifica | modifica wikitesto]

Presenze e reti nei club[modifica | modifica wikitesto]

Statistiche aggiornate al 15 febbraio 2014.

Stagione Squadra Campionato Coppe nazionali Coppe europee Altre coppe Totale
Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Pres Reti
1995-1996 Italia Torino A 0 0 CI 0 0 - - - - - - 0 0
1996-1997 B 8 1 CI 1 0 - - - - - - 9 1
Totale Torino 8 1 1 0 - - - - 9 1
ago.-ott. 1997 Italia Castel di Sangro C1 0 0 CI+CI-C 2+0 0 - - - - - - 2 0
ott. 1997-1998 Italia Siena C1 21 1 CI-C - - - - - - - - 21 1
1998-1999 Italia Lodigiani C1 31 1 CI-C 4 0 - - - - - - 35 1
1999-2000 C1 31 0 CI-C 9 0 - - - - - - 40 0
Totale Lodigiani 62 1 13 0 - - - - 75 1
2000-2001 Italia Palermo C1 32 0 CI-C 4 0 - - - SL-C1 2 0 38 0
2001-2002 B 30 1 CI 2 0 - - - - - - 32 1
2002-2003 B 32 0 CI 3 0 - - - - - - 35 0
2003-2004 B 39 3 CI 0 0 - - - - - - 39 3
Totale Palermo 133 4 9 0 - - 2 0 144 4
2004-2005 Italia Siena A 23 0 CI 4 0 - - - - - - 27 0
Totale Siena 23 1 4 0 - - - - 27 1
2005-2006 Italia Arezzo B 39 1 CI 2 0 - - - - - - 41 1
2006-2007 B 38 0 CI 5 0 - - - - - - 43 0
ago. 2007 C1 0 0 CI-C 1 0 - - - - - - 1 0
Totale Arezzo 77 1 8 0 - - - - 85 1
ago. 2007-2008 Italia Ascoli B 37 0 CI 2 1 - - - - - - 39 1
2008-2009 B 30 1 CI 2 0 - - - - - - 32 1
2009-2010 B 30 0 CI 0 0 - - - - - - 30 0
2010-2011 B 40 1 CI 2 0 - - - - - - 42 1
2011-2012 B 37 1 CI 2 0 - - - - - - 39 1
2012-2013 B 33 0 CI 2 0 - - - - - - 35 0
Totale Ascoli 207 3 10 1 - - - - 217 4
set. 2013-2014 Italia Cittadella B 20 0 CI - - - - - - - - 20 0
Totale carriera 551 11 47 1 - - 2 0 600 12

Statistiche da allenatore[modifica | modifica wikitesto]

Statistiche aggiornate 11 dicembre 2019.

Stagione Squadra Campionato Coppe nazionali Coppe continentali Altre coppe Totale % Vittorie Piazzamento
Comp G V N P Comp G V N P Comp G V N P Comp G V N P G V N P %
2017-2018 Italia Jesina D 34+1 8 10 16+1 CI-D 2 0 1 1 - - - - - - - - - - 37 8 11 18 21,62 15°, retrocesso dopo i play-out
2018-2019 Italia Arzignano D 34+2 21 7+1 6+1 CI-D 3 2 0 1 - - - - - - - - - - 39 23 8 8 58,97
2019-2020 Italia Arezzo C 17 5 7 5 CI+CI-C 2+1 1+0 0+0 1+1 - - - - - - - - - - 20 6 7 7 30,00 in corso
Totale carriera 88 34 25 29 8 3 1 4 96 37 26 33 38,54

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Giocatore[modifica | modifica wikitesto]

Competizioni nazionali[modifica | modifica wikitesto]

Palermo: 2000-2001
Palermo: 2003-2004

Allenatore[modifica | modifica wikitesto]

Competizioni nazionali[modifica | modifica wikitesto]

Arzignano: 2018-2019 (girone C)

Note[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]