Christian Pulisic

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Christian Pulisic
Pulisic170727-3.jpg
Pulisic al Borussia Dortmund nel 2017.
Nazionalità Stati Uniti Stati Uniti
Croazia Croazia
Altezza 170[1] cm
Peso 69 kg
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo Centrocampista, attaccante
Squadra Chelsea
Carriera
Giovanili
2005-2006Brackley Town
2006-2008non conosciuta Michigan Rush
2008-2015non conosciuta PA Classics
2015-2016Borussia Dortmund
Squadre di club1
2015-2019Borussia Dortmund90 (13)
2019-Chelsea0 (0)
Nazionale
2013Stati Uniti Stati Uniti U-1510 (3)
2013-2015Stati Uniti Stati Uniti U-1734 (20)
2016-Stati Uniti Stati Uniti31 (13)
Palmarès
CONCACAF - Gold Cup.svg Gold Cup
Argento USA-Costa Rica-Giamaica 2019
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate al 7 luglio 2019

Christian Mate Pulisic (Hershey, 18 settembre 1998) è un calciatore statunitense di origini croate, centrocampista o attaccante del Chelsea e della nazionale statunitense.

Nel 2015 è stato inserito nella lista dei migliori cinquanta calciatori nati nel 1998 stilata da The Guardian.[2]

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Ha origini croate, essendo il suo nonno paterno originario dell'isola di Ulbo, in Dalmazia.[3][4] Nasce in una famiglia di calciatori: in particolare suo padre, Mark Pulisic, giocò per otto anni a livello professionistico con la squadra di soccer indoor dell'Harrisburg Heat, e in seguito continuò ad allenare.[3][5]

Caratteristiche tecniche[modifica | modifica wikitesto]

Giocatore dalle notevoli doti tecniche e balistiche, mostra grande maturità e temperamento nonostante la giovane età. Può ricoprire indifferentemente il ruolo di trequartista o esterno offensivo.[6][7] Si caratterizza per rapidità e visione di gioco, essendo in grado di abbinare qualità e intelligenza tattica.[3]

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Quando Christian era ancora un bambino, sua madre, Kelley, ottenne una borsa di studio Fulbright per insegnare per un anno in Inghilterra. La famiglia si trasferì a Tackley, nei pressi della città di Oxford. Qui, Christian approfondì la sua passione per il calcio, giocando con la squadra giovanile locale del Brackley Town.[3][5] Quando la famiglia tornò in Pennsylvania, Christian Pulisic continuò a giocare con la società locale del PA Classics.[3][6]

Nel 2014, mentre si trovava a disputare un torneo in Turchia con la Nazionale statunitense Under-17, venne notato dagli osservatori del Borussia Dortmund, i quali si trovavano in Turchia per visionare un altro compagno di squadra, Haji Wright, ma gli preferirono Pulisic.[7][8] Venne ingaggiato nel gennaio del 2015, venendo aggregato alla selezione Under-17 e in seguito Under-19 dei gialloneri.

Il 30 gennaio 2016 debuttò nel calcio professionistico, subentrando ad Adrián Ramos durante la vittoria casalinga per 2-0 in Bundesliga contro l'Ingolstadt.[9] Il successivo 21 febbraio disputò la sua prima gara da titolare sul campo del Bayer Leverkusen. Il 17 aprile 2016 segnò la sua prima rete in Bundesliga contro l'Amburgo nella vittoria casalinga per 3-0. Diventò il quarto giocatore più giovane a segnare nel campionato tedesco (il più giovane tra gli stranieri).[5] Il 23 aprile, esattamente una settimana dopo il suo primo gol, si ripeté nella partita vinta 3-0 contro lo Stoccarda, diventando il più giovane in assoluto a raggiungere quota due reti.[5]

Il 23 gennaio 2017 rinnovò fino al 2020 con la squadra giallonera.[10] L'11 aprile 2017, alla vigilia della partita di Champions League contro il Monaco, un'esplosione investì il pullman su cui viaggiavano lui e la sua squadra.

Chelsea[modifica | modifica wikitesto]

Il 2 gennaio 2019 viene perfezionato il suo passaggio per 64 milioni di euro al Chelsea, che lo lascia in prestito ai gialloneri fino al termine della stagione.[11]

Nazionale[modifica | modifica wikitesto]

Dal 2013 è nel giro della Nazionale Under-17 statunitense, con cui ha messo a segno 20 gol in 34 partite ufficiali. Ha capitanato la selezione al Mondiale 2015, segnando una rete in 3 partite del girone eliminatorio.[12]

Il 29 marzo 2016 debuttò nella Nazionale Maggiore statunitense nei minuti finali del match di qualificazione ai Mondiali 2018 contro il Guatemala. Pochi mesi più tardi venne convocato per la Copa América Centenario, manifestazione tenutasi negli Stati Uniti.[13]

Statistiche[modifica | modifica wikitesto]

Presenze e reti nei club[modifica | modifica wikitesto]

Statistiche aggiornate al 2 marzo 2019.

Stagione Squadra Campionato Coppe nazionali Coppe continentali Altre coppe Totale
Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Pres Reti
2015-2016 Germania Borussia Dortmund BL 9 2 CG 0 0 UEL 3 0 - - - 12 2
2016-2017 BL 29 3 CG 4 1 UCL 10 1 SG 0 0 43 5
2017-2018 BL 32 4 CG 1 0 UCL+UEL 5+3 0 SG 1 1 42 5
2018-2019 BL 20 4 CG 3 2 UCL 7 1 - - - 23 7
Totale Borussia Dortmund 90 13 8 3 27 2 1 1 120 19
2019-2020 Inghilterra Chelsea PL 0 0 FACup+CdL 0 0 0 0
Totale carriera 90 13 8 3 27 2 1 1 120 19

Cronologia presenze e reti in nazionale[modifica | modifica wikitesto]

Cronologia completa delle presenze e delle reti in nazionale ― Stati Uniti
Data Città In casa Risultato Ospiti Competizione Reti Note
29-3-2016 Columbus Stati Uniti Stati Uniti 4 – 0 Guatemala Guatemala Qual. Mondiali 2018 - Ingresso al 81’ 81’
26-5-2016 Frisco Stati Uniti Stati Uniti 1 – 0 Ecuador Ecuador Amichevole - Ingresso al 64’ 64’
29-5-2016 Kansas City Stati Uniti Stati Uniti 4 – 0 Bolivia Bolivia Amichevole 1 Ingresso al 63’ 63’
3-6-2016 Santa Clara Stati Uniti Stati Uniti 0 – 2 Colombia Colombia Coppa America Centenario - 1º turno - Ingresso al 66’ 66’
21-6-2016 Houston Stati Uniti Stati Uniti 0 – 4 Argentina Argentina Coppa America Centenario - Semifinale - Ingresso al 46’ 46’
25-6-2016 Glendale Stati Uniti Stati Uniti 0 – 1 Colombia Colombia Coppa America Centenario - Finale 3º posto - Ingresso al 74’ 74’
2-9-2016 Kingstown Saint Vincent e Grenadine Saint Vincent e Grenadine 0 – 6 Stati Uniti Stati Uniti Qual. Mondiali 2018 2 Ingresso al 67’ 67’
6-9-2016 Jacksonville Stati Uniti Stati Uniti 4 – 0 Trinidad e Tobago Trinidad e Tobago Qual. Mondiali 2018 -
7-10-2016 L'Avana Cuba Cuba 0 – 2 Stati Uniti Stati Uniti Amichevole - Uscita al 45’ 45’
11-11-2016 Columbus Stati Uniti Stati Uniti 1 – 2 Messico Messico Qual. Mondiali 2018 -
15-11-2016 San José Costa Rica Costa Rica 4 – 0 Stati Uniti Stati Uniti Qual. Mondiali 2018 - Uscita al 69’ 69’
24-3-2017 San Jose Stati Uniti Stati Uniti 6 – 0 Honduras Honduras Qual. Mondiali 2018 1
28-3-2017 Panama Panama Panama 1 – 1 Stati Uniti Stati Uniti Qual. Mondiali 2018 -
3-6-2017 Sandy Stati Uniti Stati Uniti 1 – 1 Venezuela Venezuela Amichevole 1
8-6-2017 Commerce City Stati Uniti Stati Uniti 2 – 0 Trinidad e Tobago Trinidad e Tobago Qual. Mondiali 2018 2
11-6-2017 Città del Messico Messico Messico 1 – 1 Stati Uniti Stati Uniti Qual. Mondiali 2018 - Uscita al 92’ 92’
1-9-2017 Harrison Stati Uniti Stati Uniti 0 – 2 Costa Rica Costa Rica Qual. Mondiali 2018 - Uscita al 87’ 87’
5-9-2017 San Pedro Sula Honduras Honduras 1 – 1 Stati Uniti Stati Uniti Qual. Mondiali 2018 -
6-10-2017 Orlando Stati Uniti Stati Uniti 4 – 0 Panama Panama Qual. Mondiali 2018 1 Uscita al 57’ 57’
10-10-2017 Couva Trinidad e Tobago Trinidad e Tobago 2 – 1 Stati Uniti Stati Uniti Qual. Mondiali 2018 1
29-5-2018 Filadelfia Stati Uniti Stati Uniti 3 – 0 Bolivia Bolivia Amichevole - Uscita al 89’ 89’
15-11-2018 Londra Inghilterra Inghilterra 3 – 0 Stati Uniti Stati Uniti Amichevole -
20-11-2018 Genk Italia Italia 1 – 0 Stati Uniti Stati Uniti Amichevole - cap. Uscita al 83’ 83’
22-3-2019 Orlando Stati Uniti Stati Uniti 1 – 0 Ecuador Ecuador Amichevole - Uscita al 62’ 62’
27-3-2019 Houston Stati Uniti Stati Uniti 1 – 1 Cile Cile Amichevole 1 Uscita al 36’ 36’
19-6-2019 Saint Paul Stati Uniti Stati Uniti 4 – 0 Guyana Guyana Gold Cup 2019 - 1º turno - Uscita al 62’ 62’
23-6-2019 Cleveland Stati Uniti Stati Uniti 6 – 0 Trinidad e Tobago Trinidad e Tobago Gold Cup 2019 - 1º turno 1
26-6-2019 Kansas City Panama Panama 0 – 1 Stati Uniti Stati Uniti Gold Cup 2019 - 1º turno - Ingresso al 65’ 65’
30-6-2019 Filadelfia Stati Uniti Stati Uniti 1 – 0 Curaçao Curaçao Gold Cup 2019 - Quarti di finale -
3-7-2019 Nashville Giamaica Giamaica 1 – 3 Stati Uniti Stati Uniti Gold Cup 2019 - Semifinale 2
7-7-2019 Chicago Messico Messico 1 – 0 Stati Uniti Stati Uniti Gold Cup 2019 - Finale -
Totale Presenze 31 Reti 13

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Competizioni nazionali[modifica | modifica wikitesto]

Borussia Dortmund: 2016-2017

Individuale[modifica | modifica wikitesto]

Premio maschile: 2017

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Men's national team: Christian Pulisic, su ussoccer.com, United States Soccer Federation. URL consultato il 30 luglio 2018.
  2. ^ (EN) Football Next Generation 2015: 50 of the best young talents in world football, su theguardian.com, 7 ottobre 2015. URL consultato il 17 ottobre 2016.
  3. ^ a b c d e L'ascesa di Christian Pulisic, su zonacesarini.it.
  4. ^ (EN) Christian Pulisic rising USA soccer star in Germany has Croatian roots, su croatia.org.
  5. ^ a b c d (EN) Christian Pulisic: the making of a young man ready to step up, su theguardian.com.
  6. ^ a b Christian Pulisic: 1998 - Stati Uniti, su generazioneditalenti.it, 8 ottobre 2015.
  7. ^ a b The Education of Christian Pulisic: Inside the Dortmund, USA rising star's rapid growth, su si.com, 9 novembre 2016. URL consultato l'11 ottobre 2017.
  8. ^ (EN) Insider Notes: The story of how Dortmund stumbled upon Christian Pulisic, su si.com.
  9. ^ Borussia Dortmund vs. Ingolstadt 2 - 0, Soccerway, 30 gennaio 2016.
  10. ^ UFFICIALE: Borussia Dortmund, Pulisic rinnova fino al 2020 tuttomercatoweb.com
  11. ^ Pulisic wechselt im Sommer zum FC Chelsea, su bvb.de.
  12. ^ Players - Top goals, fifa.com. URL consultato il 23 ottobre 2016.
  13. ^ Klinsmann names 23 player roster for historic Copa America Centenario, ussoccer.com, 21 maggio 2016. URL consultato il 21 maggio 2016.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]