Brad Friedel

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Brad Friedel
Brad Friedel entrance Brighton v Spurs Amex Opening 30711.jpg
Nazionalità Stati Uniti Stati Uniti
Altezza 188 cm
Peso 91 kg
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo Allenatore (ex portiere)
Ritirato 2015 - calciatore
Carriera
Giovanili
1990-1992UCLA Bruins
Squadre di club1
1994Newcastle Utd0 (-0)
1994-1995Brøndby10 (-?)
1995-1996Galatasaray30 (-35)
1996-1997Columbus Crew38 (-42)[1]
1997-2000Liverpool25 (-32)
2000-2008Blackburn289 (-350; 1)
2008-2011Aston Villa114 (-145)
2011-2015Tottenham50 (-59)
Nazionale
1990Stati Uniti Stati Uniti U-203 (-6)
198?-1992Stati Uniti Stati Uniti U-2323 (-?)
1992-2005Stati Uniti Stati Uniti82 (-85)
Carriera da allenatore
2016-2017Stati Uniti Stati Uniti Under-19
2017-2019N.E. Revolution
Palmarès
CONCACAF - Gold Cup.svg Gold Cup
Bronzo USA 1996
Argento USA 1998
Transparent.png Confederations Cup
Bronzo Messico 1999
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate al 16 gennaio 2016

Bradley Howard Friedel detto Brad (Lakewood, 18 maggio 1971) è un allenatore di calcio ed ex calciatore statunitense, di ruolo portiere.

È primatista di presenze (20) con il Blackburn nelle competizioni calcistiche europee.[2] Il 20 febbraio 2019 è stato inserito nella Hall Of Fame dei Rovers.[3]

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Sua moglie è barbadiana,[4] e lui possiede il passaporto britannico.[5]

Caratteristiche tecniche[modifica | modifica wikitesto]

Era un portiere dotato di ottimi riflessi[6][7] e atletismo,[6] e che forniva sicurezza alla difesa.[6] La lunghezza delle sue braccia è stata determinante per far sì che lui effettuasse parate difficoltose.[6] Per via della sua longevità ha offerto un buon rendimento anche dopo i 40 anni grazie alla professionalità con cui si approciava al gioco.[6][7][8]

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

I primi anni[modifica | modifica wikitesto]

Friedel è cresciuto a Bay Village, in Ohio, dove ha frequentato le scuole Westerly Elementary School, Bay Middle School e Bay High School. Ha giocato a diversi sport, inclusi calcio, basket e tennis, sempre con buoni risultati. È stato nominato anche Atleta dell'anno di Bay Village nel 1989. È stato invitato a fare un provino nella squadra di basket della UCLA, nel 1990. Nel calcio, ha iniziato come attaccante.

Ha studiato alla UCLA, dove è stato membro della squadra di calcio dell'Università. Nelle sue tre stagioni alla UCLA, si è distinto come uno dei migliori portieri. Nel 1990, ha giocato con gli UCLA Bruins ed è stato selezionato nella formazione ideale delle squadre dei college. Una rivista americana lo ha inserito, addirittura, nella formazione del secolo, tra quelle dei college.

Newcastle, Brøndby, Galatasaray e Columbus Crew[modifica | modifica wikitesto]

Friedel ha lasciato la UCLA per proseguire la sua carriera. Ha aspettato di firmare per il Nottingham Forest, ma gli è stato negato il permesso di lavoro, come gli è accaduto altre volte in carriera. Comunque, ha firmato un contratto con la USSF, che gli ha permesso di poter giocare in Nazionale.

Dopo il campionato del mondo 1994, ha iniziato a cercare una squadra: è stato cercato dal Newcastle United di Kevin Keegan, ma gli è stata nuovamente rifiutata la concessione del permesso di lavoro. Nell'attesa del permesso, quindi, è arrivato come calciatore in prestito dalla federazione statunitense. Quando il permesso è stato nuovamente respinto, si è trasferito in Danimarca, al Brøndby. È partito, inizialmente, come sostituto di Mogens Krogh, ma poi è stato promosso titolare quando Krogh ha manifestato l'intenzione di trasferirsi. Friedel è rimasto con il club finché non è tornato negli States per prepararsi alla U.S. Cup e alla Copa América.

Dopo questi due tornei, ha cercato nuovamente di trasferirsi in Inghilterra, questa volta al Sunderland. Comunque, quando il permesso non gli è stato concesso, il suo agente ha trattato il trasferimento dalla federazione al Galatasaray, in cambio di 1,1 milioni di dollari. Ha trovato come allenatore Graeme Souness, che ha poi incontrato nuovamente al Blackburn Rovers. A luglio 1996, alla fine della stagione turca, Friedel ha firmato per il Columbus Crew: è arrivato a metà stagione, perciò inizialmente è stato la riserva di Bo Oshoniyi, ma prima della fine del campionato ha giocato nove partite, con una media reti subite di 0.78 gol a partita.[9] Nel 1997, è stato scelto come portiere titolare ed è stato scelto sia nella Squadra dell'anno che come Portiere dell'anno.

Liverpool[modifica | modifica wikitesto]

Il Liverpool ha deciso di acquistarlo dal Columbus Crew, per 1,7 milioni di dollari, dopo essere stati impressionati dalle sue prestazioni del 1997. Il 23 dicembre, ha ottenuto il permesso di lavoro, dopo che la prima richiesta è stata rifiutata.[10] Ha debuttato nella partita contro l'Aston Villa, il 28 febbraio 1998. Nonostante i successi iniziali, ha trovato difficoltà nella sua avventura ad Anfield e ha giocato solo trenta partite in tre stagioni, di cui due in Coppa UEFA, come sostituto di Sander Westerveld.

Blackburn Rovers[modifica | modifica wikitesto]

Friedel in allenamento con i Blackburn Rovers

A novembre 2000, ha firmato per il Blackburn, fortemente voluto da Souness, in scadenza di contratto, dopo che gli è stato accordato il permesso di lavoro. Si è subito ambientato, coi Rovers, aiutando la squadra a raggiungere la promozione in Premier League nel 2001. Con le sue parate, poi, ha contribuito alla permanenza della squadra nel massimo campionato inglese.

Memorabili sono state le sue prestazioni contro il Tottenham Hotspur, nella finale di Coppa di Lega 2002, e in una vittoria per 2 a 1 in casa dell'Arsenal, in cui ha salvato la sua porta in diverse occasioni. Nella stessa stagione, è da ricordare anche la vittoria contro il Fulham, in cui Friedel ha parato anche un calcio di rigore.

Alla fine del campionato 2003-2004, è stato scelto nella Squadra dell'anno ed è stato nominato anche giocatore dell'anno del Blackburn. Il 21 febbraio 2004, ha segnato una rete nella trasferta della squadra in casa del Charlton Athletic. Il suo gol è stato quello del momentaneo 2 a 2, ma il Charlton ha poi segnato il 3 a 2 pochi secondi dopo. È diventato, così, il secondo portiere a segnare in Premier League, dopo Peter Schmeichel che c'è riuscito nel 2001.

Il 9 settembre 2006, il Blackburn ha giocato in casa dello Sheffield United e Friedel ha parato due rigori, permettendo alla sua squadra di pareggiare 0 a 0 ed è stato nominato Migliore in campo. Negli ultimi cinque anni al Blackburn, ha saltato soltanto due partite di campionato.

Il 14 aprile 2006, ha rinnovato il suo contratto con il Blackburn, dicendo che l'amore per il club è stata la ragione che lo ha spinto a firmare.[11] Due anni dopo, il 5 febbraio 2008, ha nuovamente rinnovato e ha dichiarato:[12]

«Sono lieto di aver rinnovato il contratto. Non è stata una decisione difficile, il Blackburn è la mia casa. Questo è il mio club e ho una affinità speciale con lui.»

(Brad Friedel)

Aston Villa[modifica | modifica wikitesto]

Il 18 luglio 2008, è stato rivelato dal Blackburn che Friedel ha chiesto il permesso di parlare con i dirigenti dell'Aston Villa se una loro offerta fosse stata accettata.[13] Il portiere è stato seguito sia dai Villans che dal Manchester City.[14] Il 23 luglio, il Blackburn ha accettato un'offerta di 2,5 milioni di sterline e, il 26 luglio, Friedel ha firmato un triennale con l'Aston Villa.[15] Il 2 agosto ha debuttato in una partita non ufficiale, una amichevole in casa del Reading, in cui ha parato un rigore. La prima partita ufficiale è stata in Coppa UEFA, contro il Fimleikafélag Hafnarfjarðar. Ha debuttato in Premier il 17 agosto, contro il Manchester City, in una vittoria per 4 a 2.

È stato espulso ad Anfield, contro il Liverpool, dall'arbitro Martin Atkinson. Il Liverpool ha guadagnato un calcio di rigore, realizzato poi da Steven Gerrard, che ha battuto il secondo portiere dell'Aston Villa, Brad Guzan (anch'egli statunitense). Il cartellino, poi, è stato annullato e per questo Friedel ha potuto proseguire con il suo record di apparizioni consecutive.

Tottenham[modifica | modifica wikitesto]

Il 3 giugno 2011 firma per il Tottenham.[16]

Dopo essere stato titolare il primo anno, nel secondo parte titolare[8][17][18] per poi diventare la riserva del neoacquisto Hugo Lloris,[18][19] che ha fermato il suo numero di partite consecutive giocate in Premier a 310.[18][20][21]

Il 9 giugno 2014 rinnova il proprio contratto con gli Spurs per un'ulteriore stagione. In aggiunta, viene nominato ambasciatore del club londinese con lo specifico compito di aumentare la presenza del Tottenham in territorio statunitense.[22]

Il 14 maggio 2015 annuncia il suo ritiro alla fine della Premier League 2014-2015.[23]

Nazionale[modifica | modifica wikitesto]

Friedel ottenne la prima convocazione per una partita contro il Canada, nel 1992. Ha partecipato, con la sua Nazionale, alla XXV Olimpiade. Al campionato del mondo 1994, è stato la riserva di Tony Meola. Quattro anni dopo, al campionato del mondo 1998, è stato il portiere di riserva di Kasey Keller (giocando comunque la partita persa con la Jugoslavia), mentre nel 2002 ha giocato da titolare scalzando Keller, ed è stato uno degli eroi della cavalcata degli Stati Uniti fino ai quarti di finale del torneo.[6] È stato il primo portiere, dal 1974, a parare due rigori in una partita ai Mondiali.

Il 7 febbraio 2005, ha dato l'addio alla Nazionale, dopo 82 presenze.[6][24] Dopo Kasey Keller e Tony Meola, è il portiere con il maggior numero di presenze con la maglia degli USA.

Allenatore[modifica | modifica wikitesto]

Il 5 gennaio 2016 è stato nominato commissario tecnico della Nazionale Under-19 di calcio degli Stati Uniti d'America,[25] mentre il 9 novembre 2017 è diventato allenatore dei New England Revolution in MLS.[26]

Statistiche[modifica | modifica wikitesto]

Presenze e reti nei club[modifica | modifica wikitesto]

Statistiche aggiornate al 20 marzo 2014.

Stagione Squadra Campionato Coppe nazionali Coppe europee Altre coppe Totale
Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Pres Reti
1995-1996 Turchia Galatasaray SL 30 -35 TK 7 -4 CU 0 -0 - - - 37 -39
1996 Stati Uniti Columbus Crew MLS 9+3[27] -7 + -7[27] USOC 0 0 - - - - - - 12 -14
1997 MLS 29+4[27] -35 + -5[27] USOC 0 0 - - - - - - 33 -40
Totale Columbus Crew 38+7 -42 + -12 0 0 - - - - 45 -54
gen.-giu. 1998 Inghilterra Liverpool PL 11 -16 FACup+CdL - - CU - - - - - 11 -16
1998-1999 PL 12 -15 FACup+CdL 0+2 -4 CU 2 -1 - - - 16 -20
1999-2000 PL 2 -1 FACup+CdL 0+2 -4 - - - - - - 4 -5
Totale Liverpool 25 -32 4 -8 2 -1 - - 31 -41
2000-2001 Inghilterra Blackburn FD 28 -19 FACup+CdL 6+0 -6 - - - - - - 34 -25
2001-2002 PL 36 -47 FACup+CdL 3+6 -2 + -5 - - - - - - 45 -54
2002-2003 PL 37 -40 FACup+CdL 3+3 -6 + -4 CU 4 -7 - - - 45 -53
2003-2004 PL 36 -57; 1 FACup+CdL 1+1 -4 + -4 CU 2 -4 - - - 40 -69; 1
2004-2005 PL 38 -43 FACup+CdL 7+0 -7 - - - - - - 45 -50
2005-2006 PL 38 -42 FACup+CdL 2+6 -1 + -6 - - - - - - 46 -49
2006-2007 PL 38 -54 FACup+CdL 6+1 -3 + -2 CU 8 -6 - - - 53 -65
2007-2008 PL 38 -48 FACup+CdL 1+3 -4 + -4 I+CU 2+4[28] -0 + -3[29] - - - 46 -59
Totale Blackburn 289 -350; 1 49 -58 20 -20 - - 358 -428; 1
2008-2009 Inghilterra Aston Villa PL 38 -47 FACup+CdL 3+0 -4 I+CU 0+5[28] -5[30] - - - 46 -56
2009-2010 PL 38 -39 FACup+CdL 3+1 -7 + -2 UEL 0 -0 - - - 42 -48
2010-2011 PL 38 -59 FACup+CdL 3+2 -5 + -3 UEL 0 -0 - - - 43 -67
Totale Aston Villa 114 -145 12 -21 5 -5 - - 131 -171
2011-2012 Inghilterra Tottenham PL 38 -41 FACup+CdL 0 -0 UEL 0 -0 - - - 38 -41
2012-2013 PL 11 -17 FACup+CdL 2+0 -2 UEL 7 -11 - - - 20 -30
2013-2014 PL 1 -1 FACup+CdL 0+2 -2 UEL 6[31] -5[32] - - - 9 -8
2014-2015 PL 0 -0 FACup+CdL 0 -0 UEL 0 -0 - - - 0 -0
Totale Tottenham 50 -59 4 -4 13 -16 - - 67 -79
Totale carriera 546+7 -663 + -12; 1 76 -95 40 -42 - - 669 -812; 1

Cronologia presenze e reti in Nazionale[modifica | modifica wikitesto]

Cronologia completa delle presenze e delle reti in nazionale ― Stati Uniti
Data Città In casa Risultato Ospiti Competizione Reti Note
3-9-1992 Saint John's Canada Canada 0 – 2 Stati Uniti Stati Uniti Amichevole -
6-2-1993 Santa Barbara Stati Uniti Stati Uniti 1 – 1 Romania Romania Amichevole -1
21-2-1993 Palo Alto Stati Uniti Stati Uniti 0 – 0 Russia Russia Amichevole -
3-3-1993 Costa Mesa Stati Uniti Stati Uniti 2 – 2 Canada Canada Amichevole - Ingresso al 46’ 46’
10-3-1993 Nagoya Stati Uniti Stati Uniti 0 – 0 Ungheria Ungheria Kirin Cup -
25-3-1993 Tegucigalpa Honduras Honduras 4 – 1 Stati Uniti Stati Uniti Amichevole -4
9-4-1993 Riad Arabia Saudita Arabia Saudita 0 – 2 Stati Uniti Stati Uniti Amichevole -
23-5-1993 Fullerton Stati Uniti Stati Uniti 0 – 0 Bolivia Bolivia Amichevole -
16-6-1993 Ambato Uruguay Uruguay 1 – 0 Stati Uniti Stati Uniti Coppa America 1993 - 1º turno -1
19-6-1993 Quito Ecuador Ecuador 2 – 0 Stati Uniti Stati Uniti Coppa America 1993 - 1º turno -2
22-6-1993 Quito Stati Uniti Stati Uniti 3 – 3 Venezuela Venezuela Coppa America 1993 - 1º turno -3 Uscita al 65’ 65’
31-8-1993 Reykjavík Islanda Islanda 0 – 1 Stati Uniti Stati Uniti Amichevole -
8-9-1993 Oslo Norvegia Norvegia 1 – 0 Stati Uniti Stati Uniti Amichevole -1
13-10-1993 Washington Stati Uniti Stati Uniti 1 – 1 Messico Messico Amichevole -1
23-10-1993 Bethlehem Stati Uniti Stati Uniti 0 – 1 Ucraina Ucraina Amichevole -1
14-11-1993 Mission Viejo Stati Uniti Stati Uniti 8 – 1 Isole Cayman Isole Cayman Amichevole -1
18-12-1993 Palo Alto Stati Uniti Stati Uniti 0 – 3 Germania Germania Amichevole -3
22-1-1994 Fullerton Stati Uniti Stati Uniti 1 – 1 Svizzera Svizzera Amichevole -1
10-2-1994 Hong Kong Stati Uniti Stati Uniti 1 – 1 dts
(2 – 4 dcr)
Danimarca Danimarca Coppa Carlsberg -1
20-2-1994 Miami Stati Uniti Stati Uniti 1 – 3 Svezia Svezia Joe Robbie Cup -3
12-3-1994 Los Angeles Stati Uniti Stati Uniti 1 – 1 Corea del Sud Corea del Sud Amichevole -1
16-4-1994 Jacksonville Stati Uniti Stati Uniti 1 – 1 Moldavia Moldavia Amichevole -1
24-4-1994 Chula Vista Stati Uniti Stati Uniti 1 – 2 Islanda Islanda Amichevole -2
7-5-1994 Fullerton Stati Uniti Stati Uniti 4 – 0 Estonia Estonia Amichevole -
28-5-1994 New Haven Stati Uniti Stati Uniti 1 – 1 Grecia Grecia Amichevole -1
7-9-1994 Londra Inghilterra Inghilterra 2 – 0 Stati Uniti Stati Uniti Amichevole -2 Uscita al 81’ 81’
19-10-1994 Dharan Arabia Saudita Arabia Saudita 2 – 1 Stati Uniti Stati Uniti Amichevole -1 Uscita al 57’ 57’
22-4-1995 Bruxelles Belgio Belgio 1 – 0 Stati Uniti Stati Uniti Amichevole -1
28-5-1995 Tampa Stati Uniti Stati Uniti 1 – 2 Costa Rica Costa Rica Amichevole -2
11-6-1995 Foxborough Stati Uniti Stati Uniti 3 – 2 Nigeria Nigeria US Cup 1995 -2 Ingresso al 46’ 46’
25-6-1995 Piscataway Stati Uniti Stati Uniti 0 – 0 Colombia Colombia US Cup 1995 -
11-7-1995 Paysandú Bolivia Bolivia 1 – 0 Stati Uniti Stati Uniti Coppa America 1995 - 1º turno -1
17-7-1995 Paysandú Stati Uniti Stati Uniti 0 – 0 dts
(4 – 1 dcr)
Messico Messico Coppa America 1995 - Quarti di finale -
20-7-1995 Maldonado Stati Uniti Stati Uniti 0 – 1 Brasile Brasile Coppa America 1995 - Semifinale -1
16-8-1995 Norrköping Svezia Svezia 1 – 0 Stati Uniti Stati Uniti Amichevole -1
8-10-1995 Washington Stati Uniti Stati Uniti 4 – 3 Arabia Saudita Arabia Saudita Amichevole -3 Uscita al 46’ 46’
9-6-1996 Foxborough Stati Uniti Stati Uniti 2 – 1 Irlanda Irlanda US Cup 1996 -1
12-6-1996 Washington Stati Uniti Stati Uniti 0 – 2 Bolivia Bolivia US Cup 1996 -2
16-6-1996 Pasadena Stati Uniti Stati Uniti 2 – 2 Messico Messico US Cup 1996 -2
30-8-1996 Los Angeles Stati Uniti Stati Uniti 3 – 1 El Salvador El Salvador Amichevole -1
1-12-1996 San José Costa Rica Costa Rica 2 – 1 Stati Uniti Stati Uniti Qual. Mondiali 1998 -2
14-12-1996 Palo Alto Stati Uniti Stati Uniti 2 – 1 Costa Rica Costa Rica Qual. Mondiali 1998 -1
21-12-1996 Città del Guatemala Guatemala Guatemala 2 – 2 Stati Uniti Stati Uniti Qual. Mondiali 1998 -2
17-1-1997 Los Angeles Stati Uniti Stati Uniti 0 – 1 Perù Perù US Cup 1997 -1
19-1-1997 Pasadena Stati Uniti Stati Uniti 0 – 2 Messico Messico US Cup 1997 -2
22-1-1997 Pasadena Stati Uniti Stati Uniti 1 – 4 Danimarca Danimarca US Cup 1997 -3 Uscita al 46’ 46’
4-6-1997 Saint Louis Stati Uniti Stati Uniti 0 – 0 Paraguay Paraguay Amichevole -
17-6-1997 Jacksonville Stati Uniti Stati Uniti 2 – 1 Israele Israele Amichevole - Uscita al 63’ 63’
29-6-1997 San Salvador El Salvador El Salvador 1 – 1 Stati Uniti Stati Uniti Qual. Mondiali 1998 -1
7-8-1997 Baltimora Stati Uniti Stati Uniti 0 – 1 Ecuador Ecuador Amichevole -1
2-11-1997 Città del Messico Messico Messico 0 – 0 Stati Uniti Stati Uniti Qual. Mondiali 1998 -
9-11-1997 Burnaby Canada Canada 0 – 3 Stati Uniti Stati Uniti Qual. Mondiali 1998 -
16-11-1997 Foxborough Stati Uniti Stati Uniti 4 – 2 El Salvador El Salvador Qual. Mondiali 1998 - Uscita al 46’ 46’
24-1-1998 Orlando Stati Uniti Stati Uniti 1 – 0 Svezia Svezia Amichevole -
1-2-1998 Oakland Stati Uniti Stati Uniti 3 – 0 Cuba Cuba Gold Cup 1998 - 1º turno - Uscita al 72’ 72’
7-2-1998 Oakland Stati Uniti Stati Uniti 2 – 1 Costa Rica Costa Rica Gold Cup 1998 - 1º turno -1
25-6-1998 Nantes Stati Uniti Stati Uniti 0 – 1 Jugoslavia Jugoslavia Mondiali 1998 - 1º turno -1
30-7-1999 East Rutherford Stati Uniti Stati Uniti 2 – 0 Germania Germania Conf. Cup 1999 - 1º turno -
3-8-1999 Guadalajara Stati Uniti Stati Uniti 2 – 0 Arabia Saudita Arabia Saudita Conf. Cup 1999 - Finale 3º posto -
17-11-1999 Marrakech Marocco Marocco 2 – 1 Stati Uniti Stati Uniti Amichevole - Ingresso al 46’ 46’
16-1-2000 Pasadena Stati Uniti Stati Uniti 1 – 1 Iran Iran Amichevole -1
12-2-2000 Miami Stati Uniti Stati Uniti 3 – 0 Haiti Haiti Gold Cup 2000 - 1º turno -
16-2-2000 Miami Perù Perù 0 – 1 Stati Uniti Stati Uniti Gold Cup 2000 - 1º turno -
19-2-2000 Miami Stati Uniti Stati Uniti 2 – 2 dts
(1 – 2 dcr)
Colombia Colombia Gold Cup 2000 - Quarti di finale -2
6-6-2000 Foxborough Stati Uniti Stati Uniti 1 – 1 Irlanda Irlanda US Cup 2000 -1
16-8-2000 Foxborough Stati Uniti Stati Uniti 7 – 0 Barbados Barbados Qual. Mondiali 2002 -
28-2-2001 Columbus Stati Uniti Stati Uniti 2 – 0 Messico Messico Qual. Mondiali 2002 -
28-3-2001 San Pedro Sula Honduras Honduras 1 – 2 Stati Uniti Stati Uniti Qual. Mondiali 2002 -1 Ammonizione al 43’ 43’
7-8-1997 Columbus Stati Uniti Stati Uniti 0 – 0 Ecuador Ecuador Amichevole -
1-9-2001 Washington Stati Uniti Stati Uniti 2 – 3 Honduras Honduras Qual. Mondiali 2002 -3
5-9-2001 San José Costa Rica Costa Rica 2 – 0 Stati Uniti Stati Uniti Qual. Mondiali 2002 -2
7-10-2001 Foxborough Stati Uniti Stati Uniti 2 – 1 Giamaica Giamaica Qual. Mondiali 2002 -1
13-2-2002 Catania Italia Italia 1 – 0 Stati Uniti Stati Uniti Amichevole -1
17-4-2002 Dublino Irlanda Irlanda 2 – 1 Stati Uniti Stati Uniti Amichevole -1 Uscita al 46’ 46’
12-5-2002 Washington Stati Uniti Stati Uniti 2 – 1 Uruguay Uruguay Amichevole -1
19-5-2002 Foxborough Stati Uniti Stati Uniti 0 – 2 Paesi Bassi Paesi Bassi Amichevole -1 Uscita al 46’ 46’
5-6-2002 Suwon Stati Uniti Stati Uniti 3 – 2 Portogallo Portogallo Mondiali 2002 - 1º turno -2
10-6-2002 Taegu Corea del Sud Corea del Sud 1 – 1 Stati Uniti Stati Uniti Mondiali 2002 - 1º turno -1
14-6-2002 Daejeon Polonia Polonia 3 – 1 Stati Uniti Stati Uniti Mondiali 2002 - 1º turno -3
17-6-2002 Jeonju Messico Messico 0 – 2 Stati Uniti Stati Uniti Mondiali 2002 - Ottavi di finale - Ammonizione al 83’ 83’
21-6-2002 Ulsan Germania Germania 1 – 0 Stati Uniti Stati Uniti Mondiali 2002 - Quarti di finale -1
31-3-2004 Płock Polonia Polonia 0 – 1 Stati Uniti Stati Uniti Amichevole -
Totale Presenze 82 Reti -85

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Galatasaray: 1996
Blackburn: 2001-2002

Nazionale[modifica | modifica wikitesto]

1991

Individuale[modifica | modifica wikitesto]

1997
2002

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ 45 (-54) se si comprendono i play-off.
  2. ^ Blackburn, su uefa.com. URL consultato il 10 febbraio 2014.
  3. ^ (EN) Rovers legends inducted into Hall of Fame, su rovers.co.uk. URL consultato il 29 dicembre 2019.
  4. ^ Friedel: "Tifosi interisti ignoranti", su sportmediaset.mediaset.it, 15 marzo 2013 (archiviato dall'url originale il 18 marzo 2013).
  5. ^ (EN) Henry Winter, Brad Friedel bows out as a Premier League legend, su telegraph.co.uk, 15 maggio 2015. URL consultato il 29 dicembre 2019.
  6. ^ a b c d e f g (EN) Carlisle: Friedel ends illustrious career, su espn.co.uk, 14 maggio 2015. URL consultato il 29 dicembre 2019.
  7. ^ a b (EN) Brad Friedel: The Goalkeeper Who Stopped Time, su pastemagazine.com, 6 febbraio 2015. URL consultato il 29 dicembre 2019.
  8. ^ a b (EN) Ryan Day, 8 Reasons Hugo Lloris Is a Better Option for Tottenham Hotspur Than Brad Friedel, su Bleacher Report. URL consultato il 29 dicembre 2019.
  9. ^ All-Time MLS Player Register, MLSnet.com. URL consultato il 31 agosto 2008 (archiviato dall'url originale il 6 giugno 2007).
  10. ^ (EN) Friedel Is Cleared To Join Liverpool, New York Times, 20 dicembre 1997. URL consultato il 12 febbraio 2010.
  11. ^ Friedel Agrees to Rovers Deal[collegamento interrotto], Sky Sports. URL consultato il 31 agosto 2008.
  12. ^ (EN) Friedel extends Rovers contract, BBC, 5 febbraio 2008. URL consultato il 12 febbraio 2010.
  13. ^ (EN) Goalkeepers unsettled by transfer talk, su The Irish Times. URL consultato il 29 dicembre 2019.
  14. ^ (EN) Blackburn make bid for Robinson after accepting Friedel bid, su Lancashire Telegraph. URL consultato il 29 dicembre 2019.
  15. ^ (EN) Howard Swains, Football: Brad Friedel signs for Aston Villa from Blackburn Rovers, in The Guardian, 26 luglio 2008. URL consultato il 29 dicembre 2019.
  16. ^ (EN) Friedel agrees move, su tottenhamhotspur.com, 3 giugno 2011 (archiviato dall'url originale il 6 giugno 2011).
  17. ^ (EN) Sachin Nakrani, Brad Friedel shows Hugo Lloris why he is Tottenham's first choice, su theguardian.com, 16 settembre 2012. URL consultato il 29 dicembre 2019.
  18. ^ a b c Graeme Yorke, AVB steps in to stop Friedel's Blackburn return despite Lloris edging Spurs keeper battle, su dailymail.co.uk, 22 novembre 2012. URL consultato il 29 dicembre 2019.
  19. ^ (EN) Tottenham's Hugo Lloris thankful for team-mate Brad Friedel's, su independent.co.uk, 11 febbraio 2013. URL consultato il 29 dicembre 2019.
  20. ^ Friedel's record ends, su eurosport.co.uk, 7 ottobre 2012. URL consultato il 29 dicembre 2019.
  21. ^ Da Acerbi a Federer: gli 'stakanovisti' dello sport, su repubblica.it, 19 ottobre 2016. URL consultato il 29 dicembre 2019.
  22. ^ (EN) Brad extends stay and takes on Ambassadorial role, su tottenhamhotspur.com. URL consultato il 29 dicembre 2019.
  23. ^ (EN) Brad Friedel: Tottenham keeper to retire at end of season, BBC Sport, 14 maggio 2015. URL consultato il 16 gennaio 2016.
  24. ^ (EN) Friedel agrees new deal with Spurs, su rte.ie, 9 giugno 2014. URL consultato il 29 dicembre 2019.
  25. ^ (EN) Former Premier League goalkeeper Brad Friedel named United States U19 coach, Daily Mail, 5 gennaio 2016. URL consultato il 16 gennaio 2016.
  26. ^ Brad Friedel lands first club coaching job with New England Revolution, su espnfc.com.
  27. ^ a b c d Regular season+Play-off.
  28. ^ a b 2 presenze nel Secondo turno preliminare.
  29. ^ 0 reti subite nel Secondo turno preliminare.
  30. ^ 2 reti subite nel Secondo turno preliminare.
  31. ^ 1 presenza nei play-off.
  32. ^ 0 reti subite nei play-off.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN315533676 · LCCN (ENnb2010005118 · WorldCat Identities (ENnb2010-005118