Joy Fawcett

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Joy Fawcett
Joy142007.jpg
Fawcett nel 2007
Nazionalità Stati Uniti Stati Uniti
Altezza 165 cm
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo Allenatrice (ex difensore)
Ritirata 2004 - calciatrice
Carriera
Giovanili
1987-1989600px HEX-1F4169 HEX-D4AF37.svg California Golden Bears
Squadre di club1
1992-1998Ajax America? (?)
2001-2003Amaranto e Blu.svg San Diego Spirit43 (12)
Nazionale
1987-2004Stati Uniti Stati Uniti241 (27)
Carriera da allenatore
1993-1997UCLA Bruins
Palmarès
Olympic flag.svg Olimpiadi
Oro Atlanta 1996
Argento Sydney 2000
Oro Atene 2004
Transparent.png Mondiali di calcio femminile
Oro Cina 1991
Bronzo Svezia 1995
Oro Stati Uniti 1999
Bronzo Stati Uniti 2003
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate al 29 giugno 2017

Joy Lynn Fawcett (nata Biefeld) (Inglewood, 8 febbraio 1968) è un'allenatrice di calcio ed ex calciatrice statunitense, di ruolo difensore.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

È sposata con Walter Fawcett, con cui ha tre figlie: Katelyn Rose (nata nel 1994), Carli (nata nel 1997) e Madilyn Rae (nata nel 2001).[1] Suo fratello Eric Biefeld ha giocato 2 gare con la Nazionale di calcio statunitense nel 1986.[2] Si è laureata all'Università della California di Berkeley nel 1990 in Educazione fisica.[3] È apparsa nel documentario del 2007 sulla Nazionale statunitense di calcio femminile Dare to Dream: The Story of the U.S. Women's Soccer Team e nel film del 2008 Soccer Mom nella parte di sé stessa.[4]

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Calciatrice[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Nata a Inglewood, in California, è cresciuta nei California Golden Bears, squadra dell'Università della California di Berkeley, dove ha giocato dal 1987 al 1989. Dal 1992 al 1998 ha militato nell'Ajax America e dal 2001 al 2003 nel San Diego Spirit. Nel 1988 è stata nominata atleta calcistica dell'anno e nel 2009 è stata inserita nella National Soccer Hall of Fame.

Nazionale[modifica | modifica wikitesto]

Ha esordito in Nazionale nel 1987, a 19 anni. Quattro anni dopo, nel 1991, ha partecipato al suo primo Mondiale, in Cina, vincendolo, grazie al 2-1 in finale sulla Norvegia. In seguito ha vinto un oro olimpico, ad Atlanta 1996, battendo la Cina in finale, un altro mondiale, nel 1999, anche in questo caso sconfiggendo le cinesi, un argento olimpico a Sydney 2000, e un altro oro ad Atene 2004, in seguito alla vittoria sul Brasile. Nelle altre due competizioni a cui ha partecipato, i Mondiali di Svezia 1995 e Stati Uniti d'America 2003, ha concluso il torneo al terzo posto, venendo inserita nell'XI ideale della competizione nel secondo caso. Ha chiuso nel 2004 con 241 partite giocate, che la rendono una delle più presenti di sempre in Nazionale.[5] Nel 2013 è stata inserita nell'USWNT All-Time Best XI, formazione di sempre della Nazionale femminile statunitense, ottenendo 56 preferenze è risultando la più votata, a pari merito con Mia Hamm.

Allenatrice[modifica | modifica wikitesto]

Dal 1993 al 1997, in contemporanea con la carriera da giocatrice, ha allenato l'UCLA Bruins, squadra dell'Università della California di Los Angeles.[6] Dal 2015 è vice allenatrice della Nazionale statunitense di calcio femminile per sorde,[2] con la quale ha vinto il mondiale nel 2016.[7]

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Nazionale[modifica | modifica wikitesto]

Individuale[modifica | modifica wikitesto]

1988
Stati Uniti 2003

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Sports of The Times; This Player Is Busy During Halftime, Too, su nytimes.com, 5 agosto 2001. URL consultato il 29 giugno 2017.
  2. ^ a b Joy Fawcett Assistant Coach, su nytimes.com, 29 giugno 2017. URL consultato il 29 giugno 2017.
  3. ^ Joy Fawcett Bio, su nytimes.com, 3 settembre 2003. URL consultato il 29 giugno 2017.
  4. ^ Joy Fawcett, su imdb.com, 29 giugno 2017. URL consultato il 29 giugno 2017.
  5. ^ CASE OF THE MISSING CAPS, su ussoccer.com, 8 agosto 2016. URL consultato il 29 giugno 2017.
  6. ^ UCLA's Joy Fawcett Retires From Coaching, su uclabruins.com, 3 dicembre 1997. URL consultato il 29 giugno 2017.
  7. ^ For U.S. Deaf Women’s National Soccer Team, pitch presents no limitations, su excellesports.com, 14 luglio 2016. URL consultato il 29 giugno 2017.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]