Bruno Franzini

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Bruno Franzini
Bruno Franzini.jpg
Nazionalità Italia Italia
Altezza 169 cm
Peso 68 kg
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo Allenatore (ex centrocampista)
Ritirato 1974 - giocatore
1976 - allenatore
Carriera
Giovanili
19??-1952 non conosciuta Marini
1952-1956 Cremonese
Squadre di club1
1956-1958 Cremonese 44 (7)
1958-1961 Lazio 75 (6)
1961-1964 Bologna 50 (1)
1964-1965 Sampdoria 13 (0)
1965-1966 Potenza 33 (0)
1966-1970 Modena 104 (2)
1970-1971 Cremonese 33 (6)
1971-1973 Crema 59 (?)
1973-1974 Salsotabiano ? (?)
Carriera da allenatore
1974CremaVice
1974-1975Crema
1975-1976Fiorenzuola
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
 

Bruno Franzini (Cremona, 31 luglio 1938Cremona, 11 ottobre 2017[1][2]) è stato un allenatore di calcio e calciatore italiano, di ruolo centrocampista.

Caratteristiche tecniche[modifica | modifica wikitesto]

Giocava come mezzapunta, ed era un abile rigorista[3].

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Giocatore[modifica | modifica wikitesto]

Cresciuto nella Marini di Cremona, a 14 anni passa alla Cremonese[3], con cui debutta in prima squadra nel 1956. Dopo due stagioni nelle file dei grigiorossi passa al Genoa, con cui disputa la Coppa Italia 1958[3], e quindi alla Lazio, dove rimane per tre stagioni.

Franzini (accosciato, secondo da sinistra) nella Lazio del 1959-1960

Nel 1961 viene ingaggiato dal Bologna di Fulvio Bernardini. Dopo una prima stagione da titolare, nel 1962 subisce un grave infortunio a causa di un intervento di Bruno Mora, perdendo la possibilità di partecipare ai Mondiali in Cile[3]; nelle due stagioni successive viene impiegato con sempre minore frequenza, e disputa 3 partite nel campionato 1963-1964, in cui i felsinei vincono lo scudetto.

Nel novembre 1964 passa alla Sampdoria[4], dove disputa da riserva la sua ultima stagione nella massima serie; prosegue la carriera in Serie B con le maglie del Potenza e poi del Modena, dove approda a seguito di uno scambio con Ettore Venturelli[5]. Nel 1970 torna alla Cremonese, nel frattempo retrocessa in Serie D, e contribuisce alla vittoria del campionato; Franzini viene inoltre nominato miglior giocatore della squadra dalla tifoseria[3]. Chiude la carriera nelle serie minori, con Crema e Salsotabiano.

In carriera ha totalizzato complessivamente 138 presenze e 7 reti in Serie A con le maglie di Lazio, Bologna e Sampdoria. Ha inoltre disputato 136 incontri (con 2 reti all'attivo) in Serie B con Potenza e Modena.

Allenatore[modifica | modifica wikitesto]

Nel 1974 diventa allenatore in seconda del Crema, a fianco di Giacomo Mari, subentrandogli dopo l'esonero[6]. Ha poi guidato il Fiorenzuola, tra la fine della stagione 1975-1976 e l'inizio della successiva[7].

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Calciatore[modifica | modifica wikitesto]

Competizioni nazionali[modifica | modifica wikitesto]

Bologna: 1963-1964
Cremonese: 1970-1971
Lazio: 1958

Competizioni internazionali[modifica | modifica wikitesto]

Lazio: 1961
Bologna: 1961

Note[modifica | modifica wikitesto]

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Davide Rota, Dizionario illustrato dei giocatori genoani, De Ferrari, 2008.
  • La raccolta completa degli album Panini, Gazzetta dello Sport, 1968-69, pag. 70

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

  • Dario Marchetti (a cura di), Bruno Franzini, su Enciclopediadelcalcio.it, 2011.