Club Calcio Catania 1961-1962

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

1leftarrow blue.svgVoce principale: Calcio Catania.

Club Calcio Catania 1961-1962
Catania Calcio1961-62.jpg
Una formazione del Catania per la stagione 1961-62
Stagione 1961-1962
AllenatoreItalia Carmelo Di Bella
PresidenteItalia Ignazio Marcoccio
Serie A10°
Maggiori presenzeCampionato: Giuseppe Vavassori (34)
Miglior marcatoreCampionato: Adelmo Prenna (7)

Questa voce raccoglie le informazioni riguardanti il Club Calcio Catania nelle competizioni ufficiali della stagione 1961-1962.

Stagione[modifica | modifica wikitesto]

Con i vertici societari e l'allenatore ancora invariati si affronta la stagione 1961-1962, dalla Juventus arriva il portiere Giuseppe Vavassori, con la Fiorentina si scambiano i centrocampisti Amilcare Ferretti con Renato Benaglia, con la Sambenedettese si scambiano i difensori Guido Macor con Renato Alberti, ma l'acquisto più prezioso si dimostrerà quello di Horst Szymaniak mediano tedesco prelevato dal Karlsruhe. A questo punto l'obiettivo è quello di migliorare l'ottavo posto della precedente stagione, i mezzi non mancano, la rosa pare ben rinforzata. Il Catania disputerà un discreto campionato, salvato spesso dalle parate del suo bravissimo portiere. Subito dopo i festeggiamenti di Sant'Agata il 5 febbraio, scende al Cibali l'11 febbraio la Juventus campione d'Italia, al culmine di una crisi che perdura, verrà superata dagli etnei (2-0) per la gioia dei tifosi festanti. Al termine della Stagione 1961-1962 il Catania si piazzerà al decimo posto in classifica con 30 punt, lo scudetto andrà al Milan con 53 punti. Finito il campionato, i rossazzurri salutano ingloriosamente la Coppa Italia con la sconfitta rimediata ai tempi supplementari a Catanzaro. Poi disputano la Coppa dell'Amicizia, pareggiando negli "Ottavi" in trasferta (2-2) e vincendo in casa (2-1) con il Montpellier, poi nei "Quarti" perderà due volte (1-3) in casa ed in trasferta con il Racing Club di Lens, la squadra che vincerà il torneo.

Divise[modifica | modifica wikitesto]

Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
Casa
Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
Trasferta

Piazzamenti nelle competizioni[modifica | modifica wikitesto]

Rosa[modifica | modifica wikitesto]

Formazione tipo
N. Ruolo Giocatore
Italia P Giuseppe Vavassori
Italia P Mario Barluzzi
Italia D Mario Corti
Italia D Giorgio Michelotti
Italia D Renato Rambaldelli
Italia D Renato Alberti
Italia D Franco Giavara
Italia C Renato Benaglia
Italia C Adelmo Prenna
Italia C Mario Castellazzi
N. Ruolo Giocatore 600px vertical HEX-0096D6 HEX-EE3123.svg
Italia C Luigi Zannier
Argentina C Mario Desiderio
Italia C Remo Morelli
Italia C Mauro Bicicli
Italia C Elio Grani
Italia C Ferruccio Caceffo
Germania C Horst Szymaniak
Argentina A Salvador Calvanese
Italia A Alvaro Biagini
Italia A Orazio Ferrigno

Risultati[modifica | modifica wikitesto]

Campionato[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Serie A 1961-1962.

Girone di andata[modifica | modifica wikitesto]

Catania
27 agosto 1961
1ª giornata
Catania 0 – 0 SPAL Stadio Cibali
Arbitro Genel (Trieste)

Milano
3 settembre 1961
2ª giornata
Milan 3 – 0 Catania Stadio San Siro
Arbitro Samani (Trieste)

Vicenza
10 settembre 1961
3ª giornata
L.R. Vicenza 3 – 0 Catania Stadio Romeo Menti
Arbitro Righi (Milano)

Catania
13 settembre 1961
4ª giornata
Catania 2 – 0 Sampdoria Stadio Cibali
Arbitro Campanati (Milano)

Catania
17 settembre 1961
5ª giornata
Catania 0 – 0 Palermo Stadio Cibali
Arbitro Grignani (Milano)

Roma
24 settembre 1961
6ª giornata
Roma 4 – 0 Catania Stadio Olimpico
Arbitro Politano (Cuneo)

Catania
1º ottobre 1961
7ª giornata
Catania 3 – 1 Fiorentina Stadio Cibali
Arbitro De Marchi (Pordenone)

Torino
4 ottobre 1961
8ª giornata
Juventus 1 – 0 Catania Stadio Comunale
Arbitro Francescon (Padova)

Padova
8 ottobre 1961
9ª giornata
Padova 3 – 1 Catania Stadio Silvio Appiani
Arbitro Grignani (Milano)

Catania
22 ottobre 1961
10ª giornata
Catania 1 – 1 Bologna Stadio Cibali
Arbitro Righi (Milano)

Catania
29 ottobre 1961
11ª giornata
Catania 2 – 1 Atalanta Stadio Cibali
Arbitro Gambarotta (Genova)

Torino
12 novembre 1961
12ª giornata
Torino 1 – 1 Catania Stadio Comunale
Arbitro Jonni (Macerata)

Udine
19 novembre 1961
13ª giornata
Udinese 0 – 1 Catania Stadio Friuli
Arbitro Grignani (Milano)

Catania
26 novembre 1961
14ª giornata
Catania 1 – 0 Lecco Stadio Cibali
Arbitro Genel (Trieste)

Catania
3 dicembre 1961
15ª giornata
Catania 1 – 1 Venezia Stadio Cibali
Arbitro Roversi (Bologna)

Milano
10 dicembre 1961
16ª giornata
Inter 1 – 1 Catania Stadio San Siro
Arbitro De Marchi (Pordenone)

Mantova
17 dicembre 1961
17ª giornata
Mantova 1 – 1 Catania Stadio Danilo Martelli
Arbitro Samani (Trieste)

Girone di ritorno[modifica | modifica wikitesto]

Ferrara
24 dicembre 1961
18ª giornata
SPAL 1 – 0 Catania Stadio Comunale
Arbitro Di Tonno (Lecce)

Catania
31 dicembre 1961
19ª giornata
Catania 1 – 3 Milan Stadio Cibali
Arbitro Bonetto (Torino)

Catania
7 gennaio 1962
20ª giornata
Catania 2 – 0 L.R. Vicenza Stadio Cibali
Arbitro Grignani (Milano)

Genova
14 gennaio 1962
21ª giornata
Sampdoria 4 – 1 Catania Stadio Luigi Ferraris
Arbitro Ferrari (Milano)

Palermo
22 gennaio 1962
22ª giornata
Palermo 0 – 0 Catania Stadio La Favorita
Arbitro De Marchi (Pordenone)

Catania
29 gennaio 1962
23ª giornata
Catania 1 – 1 Roma Stadio Cibali
Arbitro Marchese (Napoli)

Firenze
4 febbraio 1962
24ª giornata
Fiorentina 0 – 0 Catania Stadio Comunale
Arbitro Roversi (Bologna)

Catania
11 febbraio 1962
25ª giornata
Catania 2 – 0 Juventus Stadio Cibali
Arbitro Rigato (Mestre)

Catania
18 febbraio 1962
26ª giornata
Catania 0 – 0 Padova Stadio Cibali
Arbitro Campanati (Milano)

Bologna
25 febbraio 1962
27ª giornata
Bologna 3 – 1 Catania Stadio Renato Dall'Ara
Arbitro D'Agostini (Roma)

Bergamo
4 marzo 1962
28ª giornata
Atalanta 3 – 0 Catania Stadio Mario Brumana
Arbitro Righetti (Torino)

Catania
11 marzo 1962
29ª giornata
Catania 0 – 1 Torino Stadio Cibali
Arbitro Ferrari (Milano)

Catania
18 marzo 1962
30ª giornata
Catania 2 – 0 Udinese Stadio Cibali
Arbitro Babini (Ravenna)

Lecco
25 marzo 1962
31ª giornata
Lecco 3 – 1 Catania Stadio Mario Rigamonti
Arbitro Genel (Trieste)

Venezia
1º aprile 1962
32ª giornata
Venezia 2 – 2 Catania Stadio Pierluigi Penzo
Arbitro Babini (Ravenna)

Catania
8 aprile 1962
33ª giornata
Catania 0 – 2 Inter Stadio Cibali
Arbitro De Marchi (Pordenone)

Catania
15 aprile 1962
34ª giornata
Catania 2 – 1 Mantova Stadio Cibali
Arbitro Lo Bello (Siracusa)

Coppa Italia[modifica | modifica wikitesto]

Catania
15 ottobre 1961
2º Turno Eliminazione
Catania 1 – 0 Messina Stadio Cibali
Arbitro Lo Bello (Siracusa)

Catanzaro
25 aprile 1962
Ottavi di Finale
Catanzaro 1 – 0
(d.t.s.)
Catania Stadio Militare
Arbitro Roversi (Bologna)

Coppa dell'Amicizia italo-francese[modifica | modifica wikitesto]

  • Primo turno
Andata Ritorno
Montpellier Catania 2-2 1-2
  • Quarti di finale
Andata Ritorno
Lens Catania 3-1 3-1

Note[modifica | modifica wikitesto]


Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Calcio Portale Calcio: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di calcio

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Buemi, Fontanelli, Quartarone, Russo e Solarino, Tutto il Catania minuto per minuto, dalle origini al 2011, Empoli, GEO Edizioni, 2011, pp. 197-203.